• The Relay-O-Matic

    The Relay-O-Matic

    by Published on 9th July 2016 14:10
    Un anno.
    Tanto è passato dall'articolo dove vi parlavo del mio looper\switcher DIY.
    In questo anno molte cose sono cambiate: è arrivato l'Amplificatore, in maiuscolo, visto che è quello che sognavo da anni, mi sono costruito le casse, ho ricominciato a suonare, lavoro permettendo, eppure il looper non è mai uscito dal cassetto ove era stato riposto, pur avendo la sua utilità per radunare cambio canale dell'ampli ed il delay (PT-80 clone), che è rimasto quale unico effetto (al momento almeno).
    Cosa diamine è successo? La risposta è semplice quanto disarmante, tutto si è ridotto nel mio setup: wattaggio, dimensioni, effettistica, l'unica cosa che è rimasta ingombrante, in modo imbarazzante, è proprio il looper.
    L'anno scorso vi parlavo di quanto fosse difficile reperire una scatola con dimensioni accettabili e quanto fosse proibitivo andare a farsela costruire su misura.
    Orbene, un bel giorno mi sono messo in testa che potevo arrangiarmi, con un pugno di rivetti ed un foglio di lamiera di alluminio da 0,8mm.
    Ho passato diverse serate a disegnare, fallire e ricominciare, volevo assolutamente che gli ingombri si riducessero evitando di sacrificare l'estetica. Per farlo ho dovuto ''perdere'' un loop del progetto iniziale passando da 5 a 4, in modo da ritrovarmi con solo 10 footswitch (contro i 15 di prima), da disporre su tre file (4-3-3) su un layout a gradini, 3 per l'esattezza.
    Sono andato al brico sotto casa e con la roboante cifra di circa 28€ ho comprato un foglio di lamiera di alluminio da 100x60cm e una scatola da 50 rivetti da 3,2mm.
    Ho stampato i disegni, incollati sulla lamiera, l'ho tagliata a mano, sagomata con tanta pazienza a freddo, tagliato le parti per fare i lati, forata, chiusa coi rivetti, ed il risultato è stato questo:



    Addirittura ne ho costruita un'altra, che poi non ho usato, perché la prima mi sembrava venuta male.
    Mi è avanzato abbastanza materiale per potenzialmente costruirne una terza e mettere il coperchio a tutte, alla ridicola cifra di 28€, ne ho spesi se non erro 3 volte tanto per le Hammond del primo (bravo mona) con i risultati che avete visto.
    Altro cambiamento: saturo delle stampe con le descrizioni da incollare e poi proteggere con la pellicola adesiva ho giocato d'azzardo: disegnato un layout personale e mandato a Tube Town perchè me lo replicassero con il laser. Con 59€ spedito hanno fatto un lavoro che io francamente non mi aspettavo:



    non so se sono stato fortunato o sono diventato tremendamente preciso ma i fori tra faceplates e scatola si sono sovrapposti con adattamenti al limite del ridicolo.
    In pratica ho speso circa 87€ (volendo a conti fatti anche molto meno, visto che ho utilizzato 1/3 del foglio di lamiera e la metà dei rivetti, quindi circa 10€ di materiale effettivo, più i faceplates) per una scatola custom shop che è evidentemente ad anni luce di distanza dal primo looper! Anche come dimensioni! Visto che stiamo parlando di 250mm in larghezza 180 in profondità e 90 in altezza, compresi gli interruttori, contro gli oltre 600mm solo in lunghezza delle due Hammond 'fuse' insieme.
    Fatto questo sono passato a sistemare la parte elettronica all'interno: per prima cosa ho cambiato completamente tutti i jack plug, con quelli in plastica totalmente isolati; ho preso 4 led RGB e li ho collegati ad un sistema a relays a singolo scatto, in modo che ci sia variazione di colore al variare della funzione, questo mi ha consentito di eliminare i led singoli accanto agli interruttori a levetta, risparmiando un sacco di spazio ed un sacco di fastidi; raccolto in un unico interruttore on-off-on le funzioni dell'ultimo looper (dual loop\switch) facendo così è scomparso un interruttore ed ho ridotto a zero le possibilità di attivarli per errore entrambi. Ho poi rifatto la piazzola del convertitore da +9 a +5V in modo da installare sul transistor un dissipatore ed ho portato l'interruttore di accensione sul piano più alto, dulcis in fundo, ricablando il tutto ho scoperto alcuni errori costruttivi che ho risolto non senza qualche difficoltà. Ho ovviamente speso qualche quattrino per comprare la componentistica 'sostitutiva', ma non ho tenuto sinceramente conto di quanto di preciso.
    Il risultato finale è la revisione 2.5 del looper\switcher, ribattezzata RELAY-O-MATIC:









    Come potete vedere il salto di qualità è sbalorditivo, nemmeno io me lo aspettavo ad essere sinceri.
    In conclusione, con un minimo di manualità si può fare qualsiasi cosa, a costi direi contenuti, con risultati eccellenti, ve lo dice uno che ha iniziato saldando, nemmeno troppo bene, un kit di un clone ts-9 ed è arrivato a questo tipo di lavorazioni; ci vuole pazienza e molte ore perse a sperimentare e studiare, ma ne vale sicuramente la pena. Nella mia opinione, a volte è meglio spendere qualcosina in più e darsi al DIY per creare qualcosa che soddisfi al 100% le nostre esigenze chitarristiche, che spendere gli stessi soldi per qualcosa che magari sottoutilizziamo e manco ci da soddisfazione.
    Il passo passo delle lavorazioni lo trovate come sempre sul blog, un grazie ad Italiarec che mi lascia lo spazio per condividere le mie follie con voi.
    Ciao
    A.

    Comments 25 Comments
    1. Edi -
      Bel lavoro

      Complimenti per la piegatura, ci sono passato e so che non è cosa facile!
    1. F.Blues -
      Sono soddisfazioni, complimenti qui e sul blog.
    1. MRK_LAB -
      F1g@ta !
    1. turbopage -
      Bravo! Ottimo lavoro rospaccio:-)
    1. sin night -
      Bel lavoro, non c'è che dire.
    1. Mr. Red -
      Ottimo lavoro.
      Ma lo userai?
    1. The_Hypnotoad -
      Citazione Originariamente Scritto da Mr. Red Visualizza Messaggio
      Ottimo lavoro.
      Ma lo userai?
      beh dopo tutta sta lavorata direi anche di si!

      sto finendo di allestire un minimo di pedaliera, al momento suono un po' in condizioni ''precarie''

      A.
    1. KARIBUMASTERING -
      Bravo bravo! Cacchio che lavorone e che risultato
    1. MHL -
      Bello Hypno, non mi sono ancora letto tutto l'articolo e quindi ignoro la parte tecnica ma esteticamente è una bomba!
      Spero presto di approfondire un po' anche sul resto del lavoro ma ultimamente non trovo molto tempo da dedicare alla lettura del forum.
      Anche perché, stando in ambito DIY, mi son messo a rivedere un po' la costruzione del mio xilofono e gran parte del tempo libero l'ho spesa lì
    1. Cracker -
      Bel lavoro Andre, adesso sei pronto per ricominciare
      Mi aspetto a breve una versione 3.0 con tutti i PCB realizzati in casa.

      Scherzi a parte, è venuto veramente un bel risultato, ed i pannelli danno veramente un'aria professionale al tutto.
    1. The_Hypnotoad -
      grazie ragazzi,

      entro i primi di agosto il setup sarà completo e definitivamente inamovibile.
      @Cracker; ci avevo pensato, ma al momento la fotosensibilizzazione è anni luce dalle mie capacità
      @MHL; la parte tecnica è un putiferio non indifferente

      A.
    1. MRK_LAB -
      Citazione Originariamente Scritto da The_Hypnotoad Visualizza Messaggio
      la fotosensibilizzazione è anni luce dalle mie capacità
      Già provata la tecnica del tone-transfer ?
      Non è niente male
      http://www.italiarec.com/forum/threa...ll=1#post40118
    1. The_Hypnotoad -
      interessante @MRK_LAB;

      magari un giorno che mi rompo l'anima ci provo

      A.
    1. The_Hypnotoad -
      ciao,

      è un post triste ed un tantino frustrante.

      Ho finito il looper. Ho fattto quello che sarà l’ultimo ordine ”di sistemazione” del setup, preso un Alimentatore Palmer, una Pedatrain novo18 (recensioni coming soon);

      ho assemblato la pedalboard per quella che voleva\vuole e sarà l’ultima volta, con gli effetti che mi sono rimasti, tutto perfetto, spazi giusti, cavi nuovi, alimentatore silenzioso e nascosto.

      Accendo, e il looper non funziona. Anzi, non è che non funziona, c’è un cortocircuito da qualche parte che mi impedisce di usarlo, in fondo è uguale. ieri sera\notte l’ho riaperto tutto, poi ho mollato perchè si era fatto tardi, al momento il bubbone non è saltato fuori.

      la cosa che mi fa incazzare è che fino a due giorni fa provandolo non aveva dato problemi di sorta.

      la cosa più sensata sarà ripartire da zero, ricablando tutto, e probabilmente diminuendo il numero di cavetti tra piazzole semplicemente raggruppando i relè in una unica piazzola, anche se dubito il problema sia quello.

      è diventata una questione di principio, sono riuscito a piegare lamiere, a farmi stampare i label col laser, a fare un assemblaggio pulito, non mi fermo di certo davanti ad un cortocircuito. con 5€ di cavi lo ricablo, sperando di risolvere, sperando non sia la piazzola di alimentazione, ma anche quella con meno di 3€ la ricostruisco.

      tutta esperienza..

      A.
    1. lordadb -
      Succede. Ma come hai detto tu, ormai sei in ballo ed è lo strappo finale. Vogliamo vederlo finito e funzionante.
    1. The_Hypnotoad -
      ragazzuoli,

      vi aggiorno, come sto facendo sul blog.

      ho smontato tutto e sto rimontando, ho controllato ogni piano durante il montaggio, al momento nessun corto da nessuna parte, installata anche la prima pcb ''loop01'' raggruppata; testata, funziona e nessun corto anche qui. farò lo stesso per le altre tre, non dico nulla che è meglio..

      A.
    1. MHL -
      Coraggio Hypno, attendiamo tutti fiduciosi il test finale
    1. The_Hypnotoad -
      ho risolto.
      devo semplicemente separare le alimentazioni (+5Vcc) degli interruttori che comandano le opzioni da tutto il resto;
      non mi chiedete perchè o percome, visto che prelevo i 9V sempre dallo stesso posto, in ogni caso funziona senza corti.
      l'unica s**** è che devo aspettare il 25 quando i miei fornitori tornano dalle ferie..

      A.
    1. The_Hypnotoad -
      a chi interessasse:

      ho risolto, era un problema di assorbimento. tutto in moto il looper consuma 750mA perchè i relè sono a bobina e bevono che nemmeno Barney da Moe.
      ho preso un mooer da 2000mA che alimenterà solo il looper, il palmer lo terrò per tutto il resto

      ciao

      A.

      EDIT: tutto questo macello è ANCHE dato dal fatto che il prototipo non è mai stato utilizzato su un ampli con segnali veri, quindi mi sono ritrovato in una situazione antipatica quando ho messo in piedi la versione 2.5 (cioè questa) ed ho lavorato effettivamente su un ampli.
    1. MHL -
      Ottimo Hypno ma a questo punto mi chiedo cosa usi per abbattere a 5V la tensione di partenza da9V, perché probabilmente potresti risparmiare potenza utilizzando dei relé con bobina da 12V e comandarli direttamente con i 9V dell'alimentatore (a meno che non siano dei relé particolarmente bastardi dovrebbero commutare senza problemi),
      altra curiosità: che modello sono i relé?