Pagina 1 di 5 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 20 di 93
  1. Eroe del forum (Admin) L'avatar di lordadb
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    5,342
    Ringraziamenti
    1,494
    1st March 2017,  16:03
    1

    High End a pochi spicci: la tendenza attuale

    Mi rifaccio a questo post di @cavaliereinesistente che riporto anche qui:

    Citazione Originariamente Scritto da cavaliereinesistente
    di sicuro c'è che negli ultimissimi anni la sto vedendo sempre di più, questa tendenza a "gridare al miracolo" collettiva per attrezzi sempre meno cari e dalle prestazioni sempre migliori. Tra gli esempi più eclatanti sicuramente c'è il fenomeno Warm Audio, ma mi viene in mente anche Aston per quanto riguarda i microfoni. Di sicuro c'è una componente modaiola, ma neppure sono disposto a credere che siano tutti impazziti
    Giustamente, ci si chiede come può costare 700€ qualcosa che suona come un Pultec. Poi però, ragionandoci su: Pultec, 1176, LA2A, sono architetture circuitali vecchie di 60 anni, e tutto sommato piuttosto essenziali; non mi viene così difficile pensare che nel 2017 non si possa riprodurle in serie in paesi con manodopera di buon livello e a basso costo, tenendo strettamente sotto controllo il processo. Dopotutto i cinesi fanno l'iPhone e la Universal Audio Apollo, e li fanno bene...
    Negli anni '80 c'erano in giro certe chitarre elettriche coreane costruite in modo agghiacciante; se volevi uno strumento decente, dovevi prendere una Made in USA (e neppure tutte lo erano), o al limite le giapponesi di fascia medioalta. Oggi ci sono chitarre made in china da 150€ che lèvati; mediamente sono di gran lunga migliori di un'americana di fascia media degli anni '80.
    Tutto questo per dire che, boh: costruttori come Manley hanno preso i concetti di partenza, evolvendoli a livelli maniacali di accuratezza, precisione e prestazioni con un lavoro di ricerca certosino, e ci sta che un Massivo costi 6000€... Ma siamo sicuri che riprodurre fedelmente in serie un 1176 in revisione D con costi contenuti ed un livello qualitativo dal punto sonoro equiparabile all'originale sia davvero così impossibile? Dopotutto parliamo di cifre non risibili, 700€ non sono 70.
    Il fenomeno Warm Audio, per ora, mi lascia un po' così. Sono macchine che, almeno nelle comparative che ho avuto modo di ascoltare finora, non reggono la botta con le controparti "originali", per quanto possa essere originale un 1176 di Universal Audio. Comparative serie, poi, della versione Pultec, ad esempio, non ne ho trovate, ma ascoltando l'EQP-WA anche da solo, non si avvicina neppure lontanamente a quella setosità sulle alte e a quel bottom mai infangato ma profondo tipici del Pultec.

    Non voglio essere necessariamente un detrattore, anzi, credo che Warm Audio tutto sommato faccia cose che si possono tranquillamente utilizzare sia in tracking che in mix. La sensazione però è che non sia un "affare", piuttosto hai quel che paghi. Il prezzo è onesto, non inferiore alle aspettative, per chiarire. E' certamente una valida scelta in certi ambiti e si colloca lì dove sono le esigenze di uno studio che ha fatto i suoi giusti calcoli economici. Rimanendo al suono, alcuni plugghi suonano più "pulteccosi" del WA, quindi rientra il discorso se il gioco vale la candela.

    Il WA-2A... meglio, ma... boh? Mi suona molto meglio IGS, tipo.

  2. I seguenti utenti ringraziano lordadb per questo utile post:

    + Show/Hide list of the thanked

    cavaliereinesistente (1st March 2017)

  3. 44,1 kHz (16bit) L'avatar di F.Blues
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Località
    Sicilia
    Messaggi
    1,394
    Ringraziamenti
    314
    1st March 2017,  16:04
    2

    è come per la telecaster (chitarra che adoro), non deve stupire quando costa 400€ perchè può suonare benissimo costando 400€, parliamo di due pezzi di legno avvitati e un po' di ferro, minchia io non capisco come cacchio si fa a farla costare 3000 e venderla anche, o almeno, si, lo capisco, c'è a chi piace spendere, è sempre stato così, non riesco a capire come abbiano fatto ad inculcarci che se costa 400 fa cacare perchè è una cosa secondo me non razionale, se te ne metto due identiche una a 400 e l'altra a 3000, si, quella da 400 va benino ma non ha quella botta, non c'è twang, cacchio sicuro come la morte
    Ultima modifica di F.Blues; 1st March 2017 alle 16:11
    Twangster

  4. Eroe del forum (Admin) L'avatar di lordadb
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    5,342
    Ringraziamenti
    1,494
    1st March 2017,  16:16
    3

    Io credo che esattamente come i microfoni valvolari, sia gli equalizzatori che i compressori tubes di qualità (ma anche saturatori e quant'altro, vedi l'intero catalogo Thermionic Culture) sono ancora molto costosi da realizzare e qualunque compromesso si faccia sul progetto, si paga in termini di resa. Sempre. Mai capitata un'eccezione su questo aspetto. Un mic valvolare sotto i 1000, ad esempio, non fa mai furore (smentitemi, vi prego!), per ottenere qualcosa di buono devi partire da 1200 (prezzo su strada, naturalmente, che è poi quello che ci importa, nonostante ci siano variabili importanti che variano tra il piccolo boutique e il grande brand che produce in grosse quantità).
    Mi piacerebbe sentire il parere di @Braingasm Lab sull'argomento...
    Ultima modifica di lordadb; 1st March 2017 alle 16:36

  5. 44,1 kHz (16bit) L'avatar di F.Blues
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Località
    Sicilia
    Messaggi
    1,394
    Ringraziamenti
    314
    1st March 2017,  16:43
    4

    Citazione Originariamente Scritto da cavaliereinesistente Visualizza Messaggio
    costruttori come Manley hanno preso i concetti di partenza, evolvendoli a livelli maniacali di accuratezza, precisione e prestazioni con un lavoro di ricerca certosino, e ci sta che un Massivo costi 6000€... Ma siamo sicuri che riprodurre fedelmente in serie un 1176 in revisione D con costi contenuti ed un livello qualitativo dal punto sonoro equiparabile all'originale sia davvero così impossibile?
    Il discorso sta tutto qui, quante volte leggo commenti tipo e ma tu non conti i costi di ricerca e sviluppo, ma de che? per un clone? ah certo, magari c'è quell'opamp che non fanno più e si deve trovare un degno sostituto, devi fare quindi ricerca e poi non suona uguale lo stesso perchè quell'opamp lì seppur di prestazioni inferiori era il "mojo" della macchina ma mi fai comunque la rapina perchè l'originale sul mercato del vintage vale tot, poi trovi una manciata di opamp NOS (che poi gratta gratta è un 4558 di merda )e fai la versione "custom shop" al doppio del prezzo (e manco quella suona come il vintage, è chiaro), queste sono le dinamiche
    Ultima modifica di F.Blues; 1st March 2017 alle 16:50
    Twangster

  6. I seguenti utenti ringraziano F.Blues per questo utile post:

    + Show/Hide list of the thanked

    Cracker (2nd March 2017)

  7. Eroe del forum (Admin) L'avatar di lordadb
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    5,342
    Ringraziamenti
    1,494
    1st March 2017,  16:59
    5

    Secondo me però non è la regola. Steve Jackson della Pulse Techniques ci ha messo 10 anni di lavoro per riuscire a tirare fuori il Pultec, con infinite consultazioni con il creatore originale, Eugene Shenk, e il risultato è lì, non si scappa. Stessa cosa per la Chandler con il progetto dell'EMI TG1 (4 anni di lavoro, mi pare, forse di più), circuito decisamente complesso da realizzare e diodi costruiti ad hoc solo per questa macchina.

  8. 44,1 kHz (16bit) L'avatar di F.Blues
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Località
    Sicilia
    Messaggi
    1,394
    Ringraziamenti
    314
    1st March 2017,  17:08
    6

    Boh guarda se ne leggono tente, io poi come sai sono più addentrato nel pianeta chitarra ed effettistica e ci sono miti e leggende a mai finire, come i diodi russi al germanio del klon centaur originale, sta tutto lì il suono del klon a detta di molti, peccato che gli stessi usano il klon come boost e non come overdrive e quei diodi entrano in gioco solo col gain quasi al massimo, per dirtene una, un klon originale oggi sta a 2500€, una cosa degli anni 90 fra l'altro, a me sembra ieri.
    Secondo me invece è la regola poi ci sono le eccezioni, non so se quella del pultec sia una di queste, poi come sai, troverai sempre quello che ti dice che no, non suona come l'originale.
    Io comunque (che sono quello dei pedalini cheap ma con gusto) manco a dirlo questo fenomeno Warm Audio lo vedo proprio bene, ben vengano anche altri
    Ultima modifica di F.Blues; 1st March 2017 alle 17:17
    Twangster

  9. Eroe del forum (Admin) L'avatar di lordadb
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    5,342
    Ringraziamenti
    1,494
    1st March 2017,  17:33
    7

    Comunque io rimango aperto ad eventuali tests. Se riesco a mettere mano su qualche Warm Audio, per rimanere in tema, sono più che disposto a farne una recensione ed una comparativa seria e il più possibile contestualizzata. In Rete vedo solo video di marketing puro, o comparative con plugins(!). Non hanno senso, secondo me.

    Non sarei così disfattista da pensare che tutto l'outboard di razza costoso sia sovrapprezzato e/o sopravvalutato. La qualità si paga, anche in termini di affidabilità costruttiva. L'API, ad esempio, testa ogni componente sottoponendolo a temperature varie, selezionando quelli con il codice genetico valido. E questo ha un costo. Poi sottopone l'hardware assemblato a tantissime ore di stress. E questo anche ha un costo. Il lusso di scartare componenti e/o prodotti finiti non perfetti, ha sempre un costo, decisamente altino. Il risultato è che ti porti a casa un pezzo di ferro efficiente, testato ed affidabile. O il clone "che suona come...".

    Ripeto, non sono assolutamente contrario ai cloni, anzi!, ma che il brand costi di più, non è solo questione di marketing (che indubbiamente c'è e lo paghi) e di suggestione di massa. C'è tanto lavoro, componentistica testata, progetto realizzato allo stato dell'arte, affidabilità operativa comprovata. In uno studio che lavora conto terzi, per me fa la differenza.

  10. Admin L'avatar di roby_pro
    Data Registrazione
    Nov 2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,562
    Ringraziamenti
    439
    1st March 2017,  17:37
    8

    Little OT:
    Irko mostra l'azienda API:


  11. Eroe del forum (Admin) L'avatar di lordadb
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    5,342
    Ringraziamenti
    1,494
    1st March 2017,  17:38
    9

    Citazione Originariamente Scritto da roby_pro Visualizza Messaggio
    Irko mostra l'azienda API
    Ecco, a dimostrazione delle mie affermazioni.

  12. 44,1 kHz (16bit) L'avatar di F.Blues
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Località
    Sicilia
    Messaggi
    1,394
    Ringraziamenti
    314
    1st March 2017,  17:48
    10

    Si, tutto ha un costo, l'importante e saper dare il giusto peso in modo poi da non avere pregiudizi quando escono altre realtà che riescono a darti la stessa cosa a meno, perchè altrimenti hanno vinto loro che ci hanno convinti che non è possibile avere qualità equivalente ad un prezzo minore, poi ci sta il marchio ci stanno tante cosette ma basta rendersene conto per capire che è possibile quanto diceva cavaliereinesistente, io tendenzialmente mi fido di più degli esperti di elettronica che dei fonici per esempio perchè per un fonico che non sa di elettronica (quello che secondo qualcuno dovrebbe essere il vero fonico perchè fa scelte di pancia) certe cose non sono possibili, secondo l'esperto di elettronica si e quando mi si dice che è lo stesso circuito e che non ci sono compromessi e se ci sono non incidono sul suono finale per me razionalmente quella è la verità, poi, la pancia, il mojo, le vibrazioni, boh, sono cose che cominciano a farmi sorridere, da un bel po' a dire il vero, l'età che avanza? probabilmente si.
    Io nei foum vorrei vedere più Radiomen per intenderci, guarda caso quelli che sanno consigliarti anche nel low budget
    Ultima modifica di F.Blues; 1st March 2017 alle 17:58
    Twangster

  13. Eroe del forum (Admin) L'avatar di lordadb
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    5,342
    Ringraziamenti
    1,494
    1st March 2017,  18:07
    11

    Guarda, in realtà su questo sono d'accordo con te e non è incompatibile con quanto ho affermato prima. Che poi i pregiudizi esistano, figurati, assolutamente vero. Per dirti, sono stato tra i primi ad investire su Ribera, quando lo conosceva solo una nicchia, e neppure prima si trattava di un prodotto cheap (tanto per rifarmi sul discorso di prima, cioè che un mic valcolare di un certo tipo costa per forza parecchi dobloni, quando è di qualità, pure senza blasone).

    Altro esempio per venire sul tuo ambito. Lo Zvex Factory, pedalozzo fuzz "atipico", portato alla ribalta da Matt Bellamy, costa più di 200 euro. I cloni, adesso, stanno sul centinaio e poco più. Io mi sono fatto fare un clone che suona uguale, fa le stesse cose, è divertentissimo e l'ho pagato circa 60 euro... con colore e box personalizzato!

    Questo per dire che non parlo per partito preso, tanto meno conta per me il prezzo, ma... il pezzo. Se è valido, bene, se non lo è ciccia. E' solo che in certi ambiti, visto il costo esorbitante per avere una macchina che "suona" in un certo modo, si tende a voler credere fortemente che con 700 euro ti porti a casa qualcosa che suona uguale ad un Pultec da 5mila dindi. Poi lo senti e capisci che non ci siamo proprio, e che stiamo solo colmando il gap di un target che non può arrivare a quelle cifre ma, pure avendo un project studio di livello medio (che ben venga, figuriamoci!) che "sogna" un Pultec.

    Oh, scusate l'esempio trascinato fin qui del Pultec, ma è l'EQP-WA è quello che mi ha colpito di più (negativamente) e che sintetizza meglio il mio pensiero.

    Quello che voglio dire è questo: è meglio spendere i soldi per qualcosa che suoni bene e costi il giusto, piuttosto che attaccarsi per forza ad un clone di un arnese super blasonato, soprattutto di quelli che è impossibile da realizzare low cost.
    Se poi però quello che si cerca è esattamente quella cosa lì, allora bisogna spendere.
    Ultima modifica di lordadb; 1st March 2017 alle 18:19

  14. 44,1 kHz (16bit) L'avatar di MRK_LAB
    Data Registrazione
    Dec 2014
    Località
    Valadas Occitanas
    Messaggi
    1,625
    Ringraziamenti
    374
    1st March 2017,  18:33
    12

    Anche io sono daccordo con tutti e due , ovvero che si , certe cose si pagano ma anche che a volte cheap is good , però , giusto per essere provocatorio....
    http://capi-gear.com/catalog/product...roducts_id=395
    Ma come diamine si fa a non pensare che sia solo e soltanto marketing più sudditanza psicologica verso certi brand ?!
    12 euro x un caxxo di pommello di plastica.....si si , condito con pedigree e titolato "vintage" , ma pur sempre plasticazza rimane !
    Non testata nè selezionata temo.....altrimenti altro che 12 euro a capocchia !

  15. Eroe del forum (Admin) L'avatar di lordadb
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    5,342
    Ringraziamenti
    1,494
    1st March 2017,  18:46
    13

    Cercavo una chiave a brucola molto piccola per svitare, appunto, alcuni pots. Il cinese sotto il mio studio mi ha prontamente fornito un set infinito a un-euro-uno. Trovo quella giusta e mi metto all'opera. Nonostante la misura fosse quella, la chiave entrava, e spanava.
    Molto seccato, mi sono recato da un buon ferramenta ed ho preso un'unica brucoletta che ho pagato, rispetto alla dimensione (invece proprio per questo, in quanto il taglio di precisione costa!) una cifra insospettabile. Però sono andato in studio, ed ho svitato la vite con facilità estrema.

    La parabola della qualità che si paga. E a volte pure un pomello, per quanto sembri esagerato. Poi vai a vedere i pomelli degli outboards cheap e sono leggerini, fanno troppo gioco, faticano ad essere installati, si usurano presto. Non è un elogio al costo eccessivo, dico solo che, oltre al marketing, quando la qualità è presente, costa. E tanto.

    EDIT: Spesso si leggono recensioni, anche su GS, di utenti che, per dire, lamentano la qualità dei pomelli su certi ferri. Tanto per dire che anche i dettagli poi fanno la differenza.
    Ultima modifica di lordadb; 1st March 2017 alle 21:35

  16. 44,1 kHz (16bit) L'avatar di F.Blues
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Località
    Sicilia
    Messaggi
    1,394
    Ringraziamenti
    314
    1st March 2017,  20:04
    14

    Si certo e spesso si leggono di questi dettagli diciamo non proprio al top anche su cose di pregio, che so, pot con alberini in plastica, switch scadenti, valvole su pcb, cose così, e li un po' mi girerebbero francamente, uno si compra un bel ferro costoso e poi... lo fanno lo fanno, non è un andarti contro lord eh, succedono anche di queste cose purtroppo, giusto per non dare per scontato che spendendo di più si evitano certe spiacevolezze, il mio tsa 15 per esempio ha le valvole finali sul telaio e non su pcb, cosa che spesso non vedo su ampli che costano 4 volte di più, suoneranno anche meglio quelli più costosi ma se lo fanno su un ampli da 300€ perche cacchio non lo fanno anche su uno da 1500? E non è un particolare di poco conto perchè le finali scaldano parecchio ed è bene separarle dalle piste
    Ultima modifica di F.Blues; 1st March 2017 alle 20:14
    Twangster

  17. 44,1 kHz (16bit) L'avatar di MRK_LAB
    Data Registrazione
    Dec 2014
    Località
    Valadas Occitanas
    Messaggi
    1,625
    Ringraziamenti
    374
    1st March 2017,  20:05
    15

    Non posso che darti ragione Mauro , quello che manca è la commisurazione.
    Se un pomello costa 13 euro , proporzionalmente un componente passivo o meglio uno attivo che per loro natura ingegneristica e costruttiva sono immensamente più complessi quanto dovrebbero costare ?
    Che una valvola artigianale o un trafo custom costino un botto è lecito , "contengono" materiale , conoscenza , manualità , esperienza e chissà cos'altro , ma un pomello , caspita è plastica , buona certo , dettagliatamente lavorata e/o con particolari costruttivi che la rendono durevole , ma stop , non c'è ricerca che nn sia già stata ammortizzata negli anni , è pura speculazione.
    Poi ripeto , era una provocazione fatta su un caso limite.

  18. Eroe del forum (Admin) L'avatar di lordadb
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    5,342
    Ringraziamenti
    1,494
    1st March 2017,  20:30
    16

    L'argomento è interessante, parliamone.
    Comunque pomelli costosi da 13 euro arriverebbero a costare la metà se acquistate in stock, meno ancora prese all'ingrosso. Quindi per un grosso produttore non incide troppo.

  19. 32 kHz (mono) L'avatar di mollyer
    Data Registrazione
    Oct 2013
    Località
    Bologna
    Messaggi
    329
    Ringraziamenti
    34
    1st March 2017,  21:12
    17

    High End a pochi spicci: la tendenza attuale

    Citazione Originariamente Scritto da MRK_LAB Visualizza Messaggio
    Anche io sono daccordo con tutti e due , ovvero che si , certe cose si pagano ma anche che a volte cheap is good , però , giusto per essere provocatorio....
    http://capi-gear.com/catalog/product...roducts_id=395
    Ma come diamine si fa a non pensare che sia solo e soltanto marketing più sudditanza psicologica verso certi brand ?!
    12 euro x un caxxo di pommello di plastica.....si si , condito con pedigree e titolato "vintage" , ma pur sempre plasticazza rimane !
    Non testata nè selezionata temo.....altrimenti altro che 12 euro a capocchia !
    Consideriamo però che se usiamo un eq i pomelli girano, ma girano a destra e sinistra parecchio durante un giorno di lavoro.... e devono resistere per anni . Insomma sembra di no ma in un pomello ci sono delle accortezze che costano soldi( vedi resistenza del filetto della vite all'interno , se parte quello addio pomello). Ci sono macchine con i valori a scatti che hanno un bel click pesante e se il pomello non è ben fatto ti resta in mano.
    Comunque anche io sono curioso sulla qualità del l'hardware warm


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk Pro
    Ultima modifica di mollyer; 1st March 2017 alle 21:15

  20. 44,1 kHz (16bit) L'avatar di MRK_LAB
    Data Registrazione
    Dec 2014
    Località
    Valadas Occitanas
    Messaggi
    1,625
    Ringraziamenti
    374
    1st March 2017,  21:19
    18

    Citazione Originariamente Scritto da mollyer Visualizza Messaggio
    Consideriamo però che se usiamo un eq i pomelli girano, ma girano a destra e sinistra parecchi durante un giorno di lavoro.... e devono resistere per anni . Insomma sembra di no ma in un pomello ci sono delle accortezze che costano soldi( vedi resistenza del filetto della vite all'interno , se parte quello addio pomello). Ci sono macchine con i valori a scatti che hanno un bel click pesante e se il pomello non è ben fatto ti resta in mano.
    Comunque anche io sono curioso sulla qualità del l'hardware warm


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk Pro
    Occhio che il pomello non è il potenziomentro che ci sta sotto !
    Il pomello è e rimane assolutamente immobile ora e sempre nei secoli dei secoli amen.

    Il componente che pilota invece ok , quello deve essere di qualità (tipo gli Alps) , ma il pomello in se (a parte il dettaglio della brugola cui ha fatto riferimento @lordadb) non necessita di nessuna qualità esoterica che giustifichi quel prezzo.

  21. Eroe del forum (Admin) L'avatar di lordadb
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    5,342
    Ringraziamenti
    1,494
    1st March 2017,  21:25
    19

    Esoterica no, per carità. Però è indubbio che c'è pomello e pomello. Lo so, la discussione sta degenerando sui pomelli, ma è una realtà anche questa.
    Guarda il costo di pomelli per ampli o di chitarre/bassi, ad esempio. Ne escono fuori di belle.

    Ripeto, è solo un dettaglio, ma su una macchina da 3/5mila euro, col cavolo che voglio pots giocattolo. Dettagli, ma dettagli costosi che accumulandosi con quanto detto prima concorrono alla formazione del pezzo finale.

    Che figura ci farebbe un Chandler o un Portico per non dire Neve con pomelli fragili e poco aderenti?

  22. 32 kHz (mono) L'avatar di mollyer
    Data Registrazione
    Oct 2013
    Località
    Bologna
    Messaggi
    329
    Ringraziamenti
    34
    1st March 2017,  21:26
    20

    Dipende dai punti di vista .. sei sicuro che non girano entrambi?


    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk Pro

Pagina 1 di 5 123 ... UltimaUltima

Tag per Questa Discussione