Risultati da 1 a 8 di 8
  1. 44,1 kHz (24bit) L'avatar di SaMe
    Data Registrazione
    Apr 2014
    Località
    Avellino
    Messaggi
    2,088
    Ringraziamenti
    278
    19th April 2017,  18:42
    1

    Chitarra, artite, accordatura

    Salve a tutti,

    quesito strano, il tutto nasce dal fatto che una persona con dolori articolari alle mani mi ha chiesto di imparare a suonicchiare la chitarra.

    Inizialmente avevo pensato di partire direttamente di power chords, esperimento fallito purtroppo il posizionamento della mano non riesce a farlo.
    Poi ho fatto le prime posizioni aperte degli accordi, tutto ok su Em, D, G (saltando i cantini) però alla fine le opzioni sono finite.

    Ho anche provato con altre posizioni ma nulla, poi oggi pomeriggio l'illuminazione, usare un drop D con una o tre dita messe in powerchord sui tre bassi sarebbe una prima idea.

    Vi vengono in mente altre posizioni o accordature alternative da poter utilizzare? Il punto principale è che non devono esserci stiramenti oltre i due tasti ne più di tre corde premute (se era facile non scrivevo qua )
    homo faber ipsius fortunae

  2. Eroe del forum (Admin) L'avatar di lordadb
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    5,392
    Ringraziamenti
    1,533
    19th April 2017,  18:55
    2

    A parte @Mr. Red che insegna la chitarra, mi viene in mente @eumir che credo sia "abituato" ad affrontare delle difficoltà simili e potrebbe darti qualche dritta.

  3. I seguenti utenti ringraziano lordadb per questo utile post:

    + Show/Hide list of the thanked

    Mr. Red (20th April 2017)

  4. 44,1 kHz (16bit) L'avatar di MRK_LAB
    Data Registrazione
    Dec 2014
    Località
    Valadas Occitanas
    Messaggi
    1,653
    Ringraziamenti
    380
    19th April 2017,  22:20
    3

    Seguo.
    Nonostante i 180 cm di H ho le zampe anteriori relativamente "non grosse" , peraltro con articolazioni provate da anni di Shotokan agonistico.....wuaaataaa !

  5. Supermod Brasilienji L'avatar di eumir
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Località
    Salerno
    Messaggi
    2,585
    Ringraziamenti
    419
    19th April 2017,  22:31
    4

    Pur conoscendo bene la situazione del tuo amico purtroppo non credo di poter essere molto di aiuto, in quanto per me la chitarra è quasi esclusivamente concepita nell'universo della musica popolare brasiliana (samba, bossanova, baião, frevo, choro... ), quindi suonata senza plettro e con accordi che si prendono bene senza barré.

    Io suonicchio proprio usando una mia tecnica "custom" che prevede l'uso dell'anulare + mignolo quando serve il barré e la possibilità di sfruttare le corde "a vuoto" (che poi è anche un bell'effetto.. Gilberto Gil docet )

    L'unico consiglio che mi viene da dare è di ridurre le corde a quattro (usando solo le ultime quattro, magari accordando il cantino a D) e di suonare in seconda o terza posizione per potersi avvantaggiare dei tasti più ravvicinati. In questo modo si ha la possibilità di usare il plettro e di suonare praticamente tutti gli accordi come se la chitarra fosse un cavaquinho (e un cavaquinho è uno strumento completo che produce armonie complesse). Di contro è tutto più nel range acuto e può non piacere. Un chitarrista elettrico che usa molto questa tecnica (per simulare appunto un cavaquinho) è Davi Moraes.

    Sono consigli che vengono dalla mia esperienza e dalle mie necessitè, ripeto... possono non essere utili in contesti/generi diversi.

    La cosa che mi sento di consigliare è di non demordere e di pensare che si può essere anche "generatori" di un nuovo approccio: quindi non necessariamente bisogna cercare di adattare una tecnica alle proprie limitazioni ma pensare anche di fare l'inverso e trasformare queste ultime in punti di forza e originalità. Questo compatibilmente con il genere chiaramente: un heavy metal suonato pizzicando le corde può non essere il massimo

  6. I seguenti 3 utenti ringraziano eumir per questo utile post:

    + Show/Hide list of the thanked

    lordadb (19th April 2017), Mr. Red (20th April 2017), MRK_LAB (20th April 2017)

  7. 44,1 kHz (24bit) L'avatar di SaMe
    Data Registrazione
    Apr 2014
    Località
    Avellino
    Messaggi
    2,088
    Ringraziamenti
    278
    19th April 2017,  23:06
    5

    Innanzitutto grazie.

    Beh l'idea é giusto imparare a fare due accordi "da spiaggia" quindi qualsiasi consiglio é sempre utile.

    L'idea di accordare in re anche il cantino mi permette accordi più completi da integrare alla bisogna con il barre delle corde basse anche esse con il mi abbassato a re, cosi facendo avrei anche una buona gamma timbrica. Meglio di avere solo la parte bassa il ogni caso
    homo faber ipsius fortunae

  8. 44,1 kHz (16bit) L'avatar di Mr. Red
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Messaggi
    1,402
    Ringraziamenti
    217
    20th April 2017,  09:28
    6

    Insegnagli le triadi prima terza settima, prima quinta settima, quinta settima nona, prima quinta nona, prima nona undicesima, etc etc in accordatura standard.
    Per sonorità più aperte, sempre con poche dita ma con un capotasto, nota fondamentale sul mi basso, terza sulla corda del sol e ottava sul mi cantino usando le corde a vuoto per tonalità e senza far suonare il la ed il re (o anche queste corda se suonano armonicamente bene).
    Quindi, a seconda della tonalità, se siamo in sol maggiore, le altre corde a vuoto, se siamo in la maggiore capotasto al secondo tasto, se siamo in si maggiore capotasto al quarto tasto, etc etc.
    Potrà suonare tutto e avrà un sound per niente banale/cantautorale.
    Ultima modifica di Mr. Red; 20th April 2017 alle 09:30

  9. I seguenti utenti ringraziano Mr. Red per questo utile post:

    + Show/Hide list of the thanked

    cavaliereinesistente (20th April 2017)

  10. 44,1 kHz (24bit) L'avatar di SaMe
    Data Registrazione
    Apr 2014
    Località
    Avellino
    Messaggi
    2,088
    Ringraziamenti
    278
    20th April 2017,  11:59
    7

    grazie Red per i tuoi consgili, in effetti a questo nemmeno avevo pensato.

    Non sono un insegnante di chitarra, anzi avrei bisogno io di prendere lezioni però è stata una richiesta personale e con i vostri consigli credo che riuscirò a fargli combinare qualcosa.
    homo faber ipsius fortunae

  11. 44,1 kHz (16bit) L'avatar di cavaliereinesistente
    Data Registrazione
    Sep 2013
    Località
    Asti, Italia
    Messaggi
    1,296
    Ringraziamenti
    714
    20th April 2017,  13:01
    8

    L'idea del drop D è buona, secondo me anche un open G o open D aprono possibilità molto ampie di armonie suonate anche solo con uno o due dita; forse incontrerà qualche difficoltà in più sulle progressioni armoniche più "banali", ma in compenso gli si apre un mondo di colori dalle diteggiature tecnicamente molto semplici. Io non escluderei di fargli provare un bottleneck, gli risolverebbe il problema barré. Certo si tratterebbe di instradarlo su uno stile che ben poco ha a che fare con il "chitarrismo da spiaggia", ma potrebbe ricavarne grandi soddisfazioni (e magari passare alla lap steel, che gli consentirebbe di oltrepassare a piè pari le sue difficoltà).