PDA

Visualizza Versione Completa : Dimensionamento control room.



MRK_LAB
4th October 2015, 20:59
Buonasera Signori !
:)
Domanda da 5 miGLIioni di tecnodollari.
Avendo a disposizione uno spazio pressochè illimitato (nei limiti di questo universo ovviamente :D ) , quali potrebbero essere le dimensioni ottimali di una control room ?
Il diagramma di Bolt é realmente utile o esistono metodi alternativi o cmq più funzionali per calcolare le dimensioni ottimali.

cavaliereinesistente
5th October 2015, 08:15
Ciao Marco,
il diagramma di Bolt è senz'altro un buon punto di partenza per quanto riguarda il fattore di forma, ammesso che tu voglia mantenerti sulla pianta rettangolare. Avendo tu a disposizione uno spazio relativamente illimitato (diciamo che è sconsigliabile entrare nel raggio gravitazionale di Saturno, ché poi inizia ad inglobarti i preamplificatori nei suoi anelli), potresti anche valutare forme alternative (es. la losanga) in modo da crearti una postazione di lavoro reflection-free. Posto comunque di mantenerti sul classico, un altro parametro fondamentale è la frequenza di Schroedinger, al di sotto della quale trovi le riflessioni sotto forma di onde stazionarie (modi discreti), ed al di sopra come riverbero. La frequenza di Schroedinger decresce all'aumentare delle dimensioni della stanza, quindi una stanza molto grande ha l'indubbio vantaggio di spostarti verso il basso le criticità tipiche da onde stazionarie (cancellazioni e risonanze). Per contro, in quegli stessi range ti troverai del riverbero, peraltro con delle early-reflections molto ritardate, che comunque dovrai mitigare (e dovrai farlo in maniera piuttosto "sostanziosa" dato il range su cui si estende) per portarti ad un T60 ragionevole per una control room (diciamo sotto al mezzo secondo); inizi insomma ad avere le problematiche di intelleggibilità tipiche dell'auditorium, più che quelle modali della control room.
Direi che la ragione come sempre sta nel mezzo. Rimanendo sotto agli 8 metri di lato, a mio giudizio, in linea di massima hai un buon compromesso.

MRK_LAB
5th October 2015, 08:53
Grazie Manuel , ottimi spunti di riflessione !
In effetti già mi stavo informando sulle RFZ .... a dirla tutta non mi attraggono per la poca ergonomicità che del resto potrebbe essere un fattore trascurabile a fronte di un grosso beneficio sul lato dell'ambienza.
Ma volendo utilizzare Bolt come punto di partenza in quale punto è preferibile sistemarsi ?
Cioè quali sono i vantaggi di piazzarsi verso uno dei tre vertici piuttosto che nell'area mediana ?
E poi , giusto per , esiste un buon calcolatore 3d per le rfz ?

cavaliereinesistente
5th October 2015, 10:34
Non vedo grandi vantaggi o svantaggi... Il diagramma di Bolt raggruppa semplicemente i fattori di forma che meglio distribuiscono i modi di risonanza lungo lo spettro, evitando così di avere "accumuli" concentrati su determinati range. Insomma, ti prende il problema e te lo sparpaglia un po'ovunque in modo da renderlo meno drammatico (evitare ad esempio che a 110Hz nella tua postazione di lavoro sparisca tutto). In questo modo, con qualche accorgimento broadband ti porti facilmente in condizioni di lavoro, se non perfette, comunque accettabilissime. Ma allo stesso tempo, nulla ti vieta invece di scegliere un fattore di forma fuori dalla Bolt-area che ti raggruppi i modi su poche bande critiche, sulle quali concentrarti poi con un intervento deciso e molto mirato.
Progettare adeguatamente una stanza con una rfz ottenuta per via puramente geometrica (cioè senza assorbimento o quasi)... non è affar semplice. I software di simulazione sono mediamente parecchio costosi, perché sono piuttosto complessi e hanno un mercato limitato. Simulatori per stanze parallelepipede free ne trovi finché vuoi, ma per geometrie complesse devi andare su software a pagamento, e devi mettere in conto almeno qualche migliaio di euro; io ho una licenza di Magma per simulazioni di termofluidodinamica e solidificazione dei metalli, e mi costa 8000€ l'anno solo di aggiornamenti ed assistenza :wall
Potresti però utilizzare un approccio empirico, si trovano molte geometrie "precotte" alle quali potresti ispirarti, per poi misurare in pratica il risultato ed andare a fare gli aggiustamenti di fino. Oppure rivolgerti tout-court ad un professionista.

MRK_LAB
5th October 2015, 10:58
Scelgo la via del crossover...ovvero pappone totale.
:roll:
Mi sa che partirò da un parallelepipedo dimensionato in modo da portare la modale dell'asse d'ascolto sotto i 30 , parete di fondo trappata per porosità , laterali a membrana , soffitto asimmetrico (magari anche questo con baffle nascosti).
Cmq per ora è solo mera speculazione teorica , anche se....
:heitu:

cavaliereinesistente
5th October 2015, 11:11
Uhm... Ti servono almeno 11 metri... (342m/s / 30Hz), e per rientrare nella Bolt-area avresti teoricamente bisogno di 5 metri di soffitto... Sconfiniamo decisamente nel piccolo auditorium.
Io ti consiglierei di rimanere non oltre gli 8 metri, ma anche meno, 6 o 7. Stanza piccola (purché non troppo), problemi piccoli, soluzioni abbordabili. Stanza grossa, problemi grossi, soluzioni grosse...

MRK_LAB
5th October 2015, 11:40
mmmm ?...com'è che amroc mi da un 28 per 600 cm ?

cavaliereinesistente
5th October 2015, 15:08
mmmm ?...com'è che amroc mi da un 28 per 600 cm ?

342m/s / 28Hz = 12 metri

E'il primo subarmonico della fondamentale, che per 6 metri è 56Hz :)

MRK_LAB
5th October 2015, 18:52
Aspe....m sto perdendo....
Ma quindi bisogna prendere in considerazione anche se nn sopratutto il mezzo periodo della modale.
Perdona la gnuranza Chevalier !


Inviato dal mio GT-I8200 utilizzando Tapatalk

cavaliereinesistente
5th October 2015, 19:43
Mi spiego meglio (l'ho fatto un po'da cani), prendi la frequenza che ha lunghezza d'onda pari alla dimensione della stanza, i suoi multipli ed i suoi sottomultipli interi. Dato che in genere l'unico sottomultiplo utile è il 1/2, quello viene considerato il primo modo (f1=342/2L).

MRK_LAB
5th October 2015, 19:51
Ecco vedi...questa cosa non l'avevo proprio considerata...per me i problemi partivano dalla fondamentale e non dal suo semiperiodo.
:wall


P.S.
Continuo a nn poter ringraziare.
:nope: