PDA

Visualizza Versione Completa : Qualità costruttiva...



sin night
9th July 2016, 19:04
Apro questa discussione per sfogarmi: ho preso un mixerino per il mio rack, una cinesata economica da cui non mi aspettavo certo granché.

Prima di installarlo, ho pensato bene di aprirlo per verificare il tipo di componenti utilizzato e se c'era margine per qualche upgrade a basso costo (spoiler: ho trovato ben 26 opamp 4558 marchiati JRC).

Sono rimasto sconcertato, ho visto cose che non avrei mai voluto vedere. Roba che neanche nei prodotti del vituperato marchio tedesco che inizia con la B e produce nel sud-est asiatico.


Attenzione: immagini per stomaci forti.

1387
1388
1389
1390


Inutile dire che urge pesante attività di rework da parte del sottoscritto. :wall

lordadb
9th July 2016, 20:52
Questo perché non bisogna rubare l'infanzia ai bimbi mettendoli in fabbrica a lavorare... :acc:

MRK_LAB
9th July 2016, 20:55
CHe amarezza !
:asd

sin night
9th July 2016, 23:55
Questo perché non bisogna rubare l'infanzia ai bimbi mettendoli in fabbrica a lavorare... :acc:

Hai perfettamente ragione.

L'ho definita "cinesata", ma è un brand occidentale che produce in Cina (sul retro c'è scritto "designed and developed in the USA manufactured in China"). Per certi versi forse è possibilmente ancora peggio.

Mi auguro vivamente che non sia stato impiegato lavoro minorile per costruire quel mixer... certo che, se dovessi basarmi su quello che ho visto all'interno del prodotto, non mi faccio una gran bella opinione di questa azienda e non posso non pormi qualche domanda su come opera (se non si fa scrupoli a mettere in commercio un prodotto con quelle pezze...).

La parte elettronica è lavorata male (almeno per quello che è il mio metro di giudizio) ed è tutto fuorché quel che ci si aspetterebbe limitandosi a guardare il prodotto dall'esterno. Basandomi sul modo in cui è stato fatto il lavoro e su alcuni componenti impiegati, mi sono fatto l'idea che si tratti di un'azienda che spreme tutto e tutti come limoni.

Temo che chi ha lavorato a costruire quel mixer non se la passi granché bene e, inutile dirlo, la cosa non mi fa piacere. Mi rompe più per questo che per il costo dello strumento (anche se mi girano di brutto se penso che col mio acquisto ho finanziato un certo tipo di andazzo).

sin night
10th July 2016, 00:30
Spero solo che queste foto siano uno stimolo a riflettere su cosa a volte ci portiamo a casa quando facciamo certi acquisti e su cosa supportiamo (sia in termini di qualità - che possiamo verificare in prima persona - che di condizioni di lavoro - su cui possiamo solo fare supposizioni).

IPoi magari discutiamo se suona meglio o peggio questo o quello strumento "economico" (o magari neanche tanto economico) e cerchiamo il pelo nell'uovo... e magari stiamo parlando di robaccia.


Boh, probabilmente ho fatto un acquisto "sbagliato", spero che almeno si traduca in una lezione per me e in uno spunto utile per qualcuno.

lordadb
10th July 2016, 09:06
La mia voleva essere un'amara battuta, ma come hai evidenziato, probabilmente non sono andato così lontano dalla realtà. E il tuo è un ottimo - e diverso - spunto di riflessione.

turbopage
10th July 2016, 10:06
A questo punto sei obbligato a s*******re pubblicamente l'oggetto in questione. Fuori marca e modello!

Inviato dal mio LG-H815 utilizzando Tapatalk

lordadb
10th July 2016, 10:24
Sono d'accordo. Non dovremmo nominare solo ciò di cui siamo soddisfatti. Fuori marca e modello e parliamone.

sin night
10th July 2016, 11:18
Non sono sicuro dell'opportunità di nominare pubblicamente marca e modello in rete dopo che ho fatto certe considerazioni che vanno oltre alla semplice osservazione del prodotto; non vorrei mai che mi costasse qualche fetta del mio "prosciutto".

Non è bello da dire, però non ho voglia di rischiare di incorrere in seccature, preferisco dedicarmi all'arte. Spero mi capirete.

lordadb
10th July 2016, 12:16
Capisco. In ogni caso per quanto riguarda il lavoro minorile e tutto ciò che è stato detto in merito, sono considerazioni generiche e nel caso specifico, mere congetture, non accuse certe e dirette suffragate da prove. La qualità costruttiva invece è un dato di fatto. E quelle si, siamo liberi di criticarle e parlarne.
Quindi ripartiamo da zero.

DISCLAIMER: Nessuno di noi sa che tipo di politica viene adottata dall'azienda e quanto detto finora non rappresenta dichiarazione di calunnia, ma chiacchiere generiche.

Ora possiamo anche nominare l'azienda. :)

Mr. Red
10th July 2016, 12:33
Beh, se un mixerino, comprensivo di materie prime, costi di fabbricazione, manodopera, profitto del fabbricante, profitto dell'esportatore, profitto del dettagliante, dazi doganali, tasse, imposte e contributi costa 40 - 50 euro, farsi due domande su dove abbiano risparmiato è lecito ma sarebbe opportuno farsele PRIMA di comprarlo.

sin night
10th July 2016, 16:29
Peccato che siano grossomodo 200 euro per 8 canali stereo più mandata effetti stereo e ampli per cuffia...

Lo sto testando dopo l'upgrade dei 26 operazionali e sembra che in cuffia suoni onestamente, anche se ho ancora qualche cosetta da risolvere...

The_Hypnotoad
10th July 2016, 16:32
Peccato che siano grossomodo 200 euro per 8 canali stereo più mandata effetti stereo e ampli per cuffia...

sono allibito. :eek:

A.

F.Blues
10th July 2016, 16:55
Può capitare, basta non farne una regola, io apro sempre i pedali che compro e comunque cerco di trovare foto delle schede prima di comprare e qualcuno cinese molto economico ce l'ho e ne ho avuti diversi in passato, a parte qualche traccia di flussante (peraltro presente anche in realizzazioni blasonate e non propriamente low cost) non c'è mai stato nulla che facesse inorridire, culo il mio o sfortuna la tua? Boh, non saprei

The_Hypnotoad
10th July 2016, 17:05
va ben fabio,

ma le piste tagliate in quel modo, non penso sia un modo standard di fare le cose, anzi, è particolarmente dozzinale, nemmemo il peggior diyer..

A.

F.Blues
10th July 2016, 17:07
No ma infatti, non mettevo in dubbio l'orrore di quelle foto, si tratta innegabilmente di una porcheria ma secondo la mia esperienza non è una cosa così frequente nei prodotti low cost

The_Hypnotoad
10th July 2016, 17:13
si son d'accordo,

ma il quality control dove stava? quella è una cosa da bollino rosso e ritorno in lavorazione, non da mettere nel bancale per le consegne, soprattutto perché stiam parlando di 200sacchi..

A.

F.Blues
10th July 2016, 18:02
Non dovremmo nominare solo ciò di cui siamo soddisfatti. Fuori marca e modello e parliamone.
Infatti

sin night
10th July 2016, 18:29
Quality control inesistente. Oppure può essere che il brand si sia affidato a terzisti per la costruzione e che alcuni pezzi lavorati male siano stati consegnati ugualmente e siano riusciti a sfuggire al controllo di qualità dell'azienda committente (anche se le piste tagliate in quel modo mi fanno propendere per qualcosa di sistematico, di cui l'azienda non può non essere a conoscenza; sulle schede c'è stampato che è la revisione D del prodotto in questione...).

Le pezze in questione (piste tagliate in modo dozzinale, ponti per sistemare piste danneggiate...) sono stati fatte sulla scheda che giace sul fondo e per accedervi bisogna prima smontare tutto il resto; se si fa un'ispezione sommaria togliendo solo il coperchio si vedono solo delle schede pulite male e dei filamenti lasciati un po' lunghi, nulla lascia pensare a quello che c'è sotto.


Non ho mai visto una qualità del genere su un prodotto low cost (e ne ho aperta della roba nel corso degli anni), ho visto alcune scelte costruttive discutibili ma mai qualcosa di paragonabile a questo mixer.

Forse avrei fatto meglio a scattare un bel po' di foto (più delle quattro che ho fatto e pubblicato) e mandarle al distributore italiano per sentire cosa ne pensa... è che la garanzia in ogni caso è andata a farsi benedire nel preciso momento in cui ho cominciato ad aprire l'oggetto in questione, quindi tanto valeva fare subito le modifiche che ritenevo necessarie (anche perché non vorrei andare per le lunghe più del necessario con la risistemazione del mio sgabuzzino, è una settimana che il mio setup è smontato e mi serve che il mixer sia perfetto prima di cominciare a montare il rack, non intendo rimetterci mano in un secondo momento).


Per la cronaca, al momento funziona tutto eccetto un ingresso che va solo in mono (non preleva il segnale dall'ingresso R) ed il primo canale (che è switchabile tra linea e microfono) che mi sembra suoni un po' più debole degli altri (o forse ha l'indicatore di clip impostato diversamente?), quindi per il momento il mixer rimane sul tavolo operatorio. Non so se fosse già difettoso quando l'ho acquistato, perché da stupido mi sono limitato ad accenderlo e poi l'ho aperto senza fare tutte le prove che avrei dovuto fare.
Per il momento, stimo di aver sprecato già 8 ore su questo aggeggio...

les2
11th July 2016, 11:11
va beh dai, marca e modello

alla peggio se ci contatta l'aziena chiedendoci i tuoi dati diamo quelli di nello :D

cavaliereinesistente
11th July 2016, 12:46
va beh dai, marca e modello

alla peggio se ci contatta l'aziena chiedendoci i tuoi dati diamo quelli di nello :D


...Basta che apri un altro topic non direttamente collegabile a questo, citando casualmente marca e modello.
Capiremo ;)

MHL
11th July 2016, 14:17
anche se le piste tagliate in quel modo mi fanno propendere per qualcosa di sistematico
Credo anch'io che sia così,
probabilmente hanno visto che costava meno pagare e far lavorare un intagliatore cinese su ogni singola scheda che far correggere lo sbroglio e rifare il master dei PCB (il nostro tecnico masterista per una correzione simile compreso il rifacimento dei master non ci prenderebbe più di 200€), immaginatevi quanto costa pagare l'intagliatore cinese.

sin night
11th July 2016, 21:15
Per la cronaca, la scheda riporta che è la revisione D datata 2013, sul retro dell'unità c'è un'etichetta adesiva con scritto 06/2015. Credo non ci sia molto da aggiungere. :wall


Stasera ho finito di sistemare il canale che andava solo in mono: maneggiando le schede devo aver innavertitamente dato il colpo di grazia ad una delle piste dove il produttore aveva già fatto delle correttive (che purtroppo non avevo fotografato), l'ho risistemato (con un intervento al dire il vero non pulitissimo, ma che comunque funziona... in ogni caso c'è di peggio dentro a quel mixer! :fagiano:) e richiuso; ora devo solo testarlo nuovamente per verificare che il riassemblaggio sia andato completamente a buon fine.


Probabilmente sarebbe stato opportuno anche un upgrade dei condensatori (e magari anche qualche altra miglioria), ma non avevo i valori adeguati in casa; ci ripenserò la prossima volta che avrò bisogno di aprirlo (spero non succeda presto).

turbopage
11th July 2016, 21:56
Con tutti gli interventi e le ore di lavoro adesso D E V E suonarti minimo minimo come un Midas 😉

Inviato dal mio Nexus 7 utilizzando Tapatalk

sin night
11th July 2016, 23:41
Ho provato ad ascoltare in cuffia qualche brano riprodotto dal pc e non suona neanche male... c'è un po' di sbilanciamento del livello tra L e R quando il volume è basso (mi sembra che alzando sparisca), ma probabilmente dipende dalle tolleranze dei potenziometri e degli altri componenti. Non mi preoccupa, specialmente visto il tipo di macchina.

Francamente non mi ci vedo a fare altre modifiche, è un design molto semplice basato su opamp e componenti economici e dubito che gli interventi che posso ancora fare avrebbero esiti significativi; come mixer mi serve solo per guadagnare un po' di ingressi durante la fase creativa (poi però posso sempre bypassarlo entrando direttamente nella scheda audio e registrando in più passate), quindi non ha senso che ci perda il sonno.
Poi tutto è possibile, se dovessi mai sentirne l'esigenza quando il mio setup sarà nuovamente operativo.

MRK_LAB
12th July 2016, 09:43
Cmq , no , per dire
http://www.italiarec.com/forum/threads/2023-Bpm-cr-73-ll?p=33434&viewfull=1#post33434
Questa porcheria (STUDIOTECHNIK BPM CR 73 II) fu pagata la bellezza di oltre una milionata di vecchie lire !
A detta di tutti coloro che vi hanno messo mano per tentare di riportarlo in vita la qualità della costruzione e dei componenti nn supererebbe le poche decine degli attuali euro.

sin night
12th July 2016, 18:27
Comunque ho l'indicatore di livello di uscita che non funziona, si accendono solo gli ultimi due led (quando il segnale è proprio al limite), quindi devo aprirlo un'altra volta... Non so ancora di cosa di tratti, potrebbero essere delle piste o dei contatti danneggiati, oppure dei componenti difettosi... c'è anche un'altra ipotesi, sarà la prima cosa che verificherò ma mi auguro che non sia quella, non per la difficoltà dell'intervento (sarebbe facile), quanto per le considerazioni che implicherebbe... vi aggiornerò...

eumir
13th July 2016, 16:53
a questo punto dopo aver messo a posto l'interno customizza pure l'estetica e il logo tanto l'hai rifatto da capo :)
è per sdrammatizzare, credo che questo 3d sia un buon modo per imparare a valutare cosa c'è dietro un prodotto low-cost (anche con tutte le implicazioni sociali che sono state ipotizzate prima)

F.Blues
13th July 2016, 20:31
Secondo me se si indicassero marca e modello si potrebbe evitare di comprare il mixer e magari (ma non è detto che facciano altrettanto schifo) altri prodotti della stessa marca più che altro.

sin night
25th July 2016, 20:21
In questa foto potete ammirare l'abbondante quantità di pasta termica che era presente sui dissipatori degli stabilizzatori di tensione presenti nella sezione di alimentazione:

1400

:rolleyes: :acc: :wall

Ovviamente va da sé che, dal momento che stavo già mettendo mano all'oggetto in questione, non potevo certo lasciare la sezione di alimentazione in quello stato...

F.Blues
25th July 2016, 21:09
si ma o ci dici di che mixer si tratta o non vedo l'utilità del thread francamente, senza offesa eh, ma che ti devono fare? fanno o si fanno fare le cose di merda? che si sappia e che pongano rimedio, te la possono solo sucare come si dice dalle mie parti

lordadb
25th July 2016, 21:11
Però non ci hai detto ancora marca e modello. Sarebbe tutto più interessante. :)
Nei forum parliamo di tutto e anche di più, non vedo perché dovremmo essere riservati riguardo un'azienda e dire ogni cosa di un'altra. L'ho già detto, ad esempio, che tutti i prodotti Behringer che mi sono capitati tra le mani sono per me fermaporte? :)

EDIT: non mi ero messo d'accordo con F.Blues, giuro! Sincronismo puro. :D

F.Blues
25th July 2016, 21:16
e si, così sarebbe un buon servizio per la comunità, fino ad adesso c'è un mixer economico fatto alla pene di levriero, non tutti sono fatti così, non si è dimostrato proprio nulla.

SaMe
30th July 2016, 19:22
fanno o si fanno fare le cose di merda?

Tra l'altro con foto a corredo come prova della "bassa macelleria" che hanno fatto li dentro.

turbopage
31st July 2016, 18:18
Comunque i papabili sono pochi: behringer, tascam, samson e forse phonic

Inviato dal mio LG-H815 utilizzando Tapatalk

sin night
31st July 2016, 20:34
Nessuno di questi.

Non ho mai usato niente della Tascam, mentre degli altri 3 brand ho qualcosa, che ovviamente ho aperto (il mio è un vizio...), ma non ho mai visto robe del genere (che sia culo?).

turbopage
1st August 2016, 09:55
Art, Rane, Alesis ... 😄

Inviato dal mio LG-H815 utilizzando Tapatalk

SaMe
1st August 2016, 11:16
Io direi che è uno dei piccoletti Peavey

lordadb
1st August 2016, 13:08
E' un quiz, in pratica. :)

MHL
1st August 2016, 13:19
(che sia culo?).
Questo è un indizio?
allora potrebbe essere Audio-Sound-Solutions...
oppure Alternative-Sound-System
o anche Amplificated-Stratosferical-Surround

La caccia all'acronimo è aperta :D

turbopage
1st August 2016, 13:29
Sin tu lo sai che come supermoddiointerra posso modificare a piacimento il testo dei tuoi post? Quindi fuori il nome! Altrimenti ti faccio scrivere che le produzioni di Alan Parson sono loffie e suonano mono 😄

Inviato dal mio LG-H815 utilizzando Tapatalk

Edi
1st August 2016, 14:12
L'unica a cui attribuirei un lavoro del genere è ad una sottospecie di Behringer, ma prodotta nella peggiore chinatown della Cina, e ovviamente senza l'orecchio stampato sulla scatola.

Cracker
2nd August 2016, 13:43
SM Pro audio?

turbopage
2nd August 2016, 14:16
Venghino siori, si accettano scommesse :ciap:

SaMe
2nd August 2016, 16:25
Si ma a questo punto deve rispondere, non può lasciarci con il fiato sospeso (anche perché oramai il nome sarà uscito molto probabilmente)

lordadb
2nd August 2016, 16:46
Qualcuno ha già nominato la cinese "Alto"?

SaMe
3rd August 2016, 14:35
Però sin ha detto che era di origini americane

turbopage
3rd August 2016, 15:42
Allora è ART :read: sin night sgamato

Cracker
4th August 2016, 10:54
ART MX822 ?

http://artproaudio.com/mixers/product/mx822/

http://i.imgur.com/t6f0dlP.png

The_Hypnotoad
4th August 2016, 13:50
sta diventando un gioco a premi :lol2:

A.

lordadb
4th August 2016, 14:00
Sondaggione? [emoji4]

The_Hypnotoad
4th August 2016, 14:32
Sondaggione? [emoji4]

sarebbe la ciliegina sulla torta :D

A.

turbopage
4th August 2016, 15:47
Aggiunto il sondaggione dell'anno :D

sin night
4th August 2016, 17:59
Fate pure; per i motivi che ho già esposto, ormai non posso più scrivere marca e modello dell'oggetto in questione.

MHL
4th August 2016, 18:01
Visto che di marchi bizzarri che non sono riportati nell'elenco ce ne sono ancora a bizzeffe, ma soprattutto che di marchi blasonati D.O.C. (d'origine camuffata) ne sono stati riportati solo un paio io ci aggiungerei almeno un ulteriore "altro" alla lista del sondaggione...

più che altro, da possessore Alesis potrei dire che se ci sta quello nella lista dei marchi papabili non ci sfigurerebbe nemmeno uno dei modelli ultraeconomici della Mackie.

turbopage
4th August 2016, 19:20
Più che altro ho stilato una lista di tutti i marchi che producono mixer di linea, escludendo quelli già esclusi da sin night. Di trabiccoli costruiti con le chiappe è pieno qualsiasi catalogo di qualsiasi marca.

lordadb
4th August 2016, 20:24
Votato. :)

lordadb
4th August 2016, 20:34
In pratica faremo un sondaggio sulla completa disinformazione. :D
sin night, ho letto le tue ragioni che rispetto, ma con fatica perché - non me ne volere - continuo a non comprendere.
Rispetto la tua decisione e personalmente non voglio neppure sapere più di cosa stiamo parlando, ma vorrei entrare in sintonia con il tuo pensiero anche -e soprattutto - se non lo condivido.
E' che proprio non capisco. Se ragionassimo così, addio forum, scambio di opinioni, recensioni e quant'altro. Solo recensioni positive, microfoni fantastici, mixer costruiti a regola d'arte e libertà d'opinione in fondo allo scatolone con le istruzioni per il montaggio della libreria Billy. :)

Ci sono marche intoccabili di cui non si può parlare? E' l'azienda per cui lavori e questo potrebbe causarti un danno personale? Vorrei solo un po' di chiarezza, non una gogna pubblica.
Per il resto ok, il thread non ha senso ed è vivo per puro cazzeggio, va bene lo stesso, non mi tiro mica indietro. ;)
Solo che è ho paura che ci sia una realtà che, nel mio piccolo, mi sfugge. :)

turbopage
4th August 2016, 22:12
Anche perchè, se la ragione è che la discussione in alcuni punti iniziali, ha esulato dal puro giudizio tecnico andando ad infognarsi su questioni etico/morali ... allora basta ripulire da quanto non entra nel merito :birra:

sin night
4th August 2016, 22:27
Lavoro per conto di un'azienda di consulenza informatica presso un importante cliente assicurativo, quindi non ho nessun legame né col brand in questione né col suo distributore italiano.


Non nascondo che di norma preferisco parlare di prodotti che ritengo validi, piuttosto che sconsigliare dei prodotti. Non voglio giocare al gioco del "che se ne parli bene o male, basta che se ne parli". Anche perché prima o poi arriva sempre chi cerca di dimostrare che il prodotto è valido anche se non lo è (a dire il vero certe dinamiche si riscontrano più frequentemente sui forum esteri, ma in ogni caso non voglio prestare il fianco a certi giochini).
Con questo non voglio dire che me ne sto sempre zitto, se qualcuno chiede informazioni puntuali su un prodotto ed ho dei motivi per sconsigliarlo, non mi faccio problemi a farlo, così come sono disposto a dare contro ai fanboy quando lo ritengo opportuno... però, se la memoria non m'inganna, non ho mai aperto un thread per dire "gente, il prodotto xyz fa schifo".


Questa è la mia policy personale, non per forza condivisibile. Non nego che probabilmente questa volta sarebbe valsa la pena, per la prima volta, di aprire un thread in cui sconsiglio fortemente il prodotto, citando marca e modello.


Se il brand oggetto delle critiche è serio (o è dotato di buonsenso/pragmatismo), accetta la critica e magari intraprende delle azioni concrete per migliorare la propria reputazione. Però potrebbe benissimo prendersela e decidere di farla pagare a chi ha osato criticare. Non so come si comporti l'azienda in questione (mi auguro vivamente che sia aperta alle critiche!), ma non voglio scoprirlo provando in prima persona.

Se mi fossi limitato a fornire solo informazioni circostanziate, sarei rimasto nell'ambito della recensione negativa, ma essendomi lasciato andare a commenti (che non posso verificare!!!) sul modo in cui opera l'azienda, nel momento in cui dovessi farne il nome non so se quei miei commenti potrebbero essere contestati come FUD, nel caso l'azienda decidesse di farmela pagare per averle fatto una gran cattiva pubblicità.
Oltretutto io ho scritto direttamente sul forum, senza contattare prima il negozio che me l'ha venduto, il distributore o l'azienda stessa per chiedere conto di quanto ho constatato. Ed ho pure modificato l'oggetto in questione per sistemarlo/adattarlo alle mie esigenze, quindi mi diventa molto più difficile dimostrare che la ditta in questione ha lavorato male, nel caso ce ne fosse bisogno (e non ho nessuna voglia di spendere altri 200 euro per comprarmi un'altra porcheria da tenere come prova).
Tutto ciò non muove di un millimetro il fatto che l'esemplare che mi sono portato a casa è una colossale porcheria, sia chiaro.

Ho sbagliato nel modo in cui ho condotto le mie critiche ed ora mi ritrovo con le mani legate. Punto. E mi rode parecchio.


Magari io mi faccio dei problemi che non esistono, però non ho voglia di nessun tipo di rogna, neppure se si tratta di una possibilità molto remota... oltretutto un conto è se una critica la fa un utente che si registra solo per lamentarsi e poi sparisce, un conto è se la fa un utente abituale dei forum, magari uno di quelli che in genere non scrive cazzate (almeno spero!).
Di norma sono uno che parla poco e pesa molto le parole (poi a casa quando parte l'embolo scendono moccoli come se grandinasse, però in pubblico sto molto attento a quel che dico); in questo caso ritengo opportuno di non dovermi esporre oltre. Per la mia tranquillità, eh...

turbopage
5th August 2016, 08:37
Rispetto la tua decisione, la ritengo un eccesso di cautela, ma la rispetto.
Quindi proseguiamo col puro cazzeggio ... e il sondaggione :)

lordadb
5th August 2016, 08:45
Rispetto anche io la tua decisione. Ritengo pertanto che sarebbe gravissimo un panorama in cui un atteggiamento da parte di qualsiasi azienda possa rivelarsi nel modo in cui temi. Avrebbe un che di mafioso, quindi inaccettabile in uno stato di diritto come quello in cui viviamo. Detto questo, chiuso il discorso. :)

MHL
5th August 2016, 19:26
Ho votato anch'io ma quasi a caso, diciamo che non ho tenuto conto dei marchi che non conoscevo neanche di nome.

Vi siete dimenticati di specificare che il vincitore del sondaggio (non del contest altrimenti sappiamo già come finisce) si aggiudicherà una manciata di componenti dissaldati in modo maldestro dal nostro sin night dall'oggetto in questione :D

MRK_LAB
5th August 2016, 19:55
Io nn voto invece , sul sesso degli angeli nn mi esprimo....metti mai una qualche reazione SUPREMA !
[emoji23] [emoji13] [emoji12]

Inviato dal mio GT-I8200 utilizzando Tapatalk

roby_pro
5th August 2016, 23:50
Secondo me il vincitore del sondaggione è....... turbopage ovviamente!

Costruisci mixer e sintetizzatori schifosi, ritirati [emoji12] [emoji12] [emoji12] [emoji12] [emoji12]

sin night
6th August 2016, 11:13
Non nego che l'idea di autocostruirmelo mi è passata per la testa (soprattutto dopo aver constatato la discutibile qualità costruttiva di quell'arnese). Avrei realizzato uno strumento ancora più semplice di quello che ho comprato, ma almeno certe porcate non si sarebbero viste.

L'unico problema è che si sarebbe trattato di un impegno non trascurabile: a parte la realizzazione di tutta l'elettronica (che probabilmente sarebbe stato comparabile al tempo che ho speso imprecando nelle modifiche/correzioni che mi sono trovato a dover fare sul mio discutibile acquisto), poi avrei avuto la grossa seccatura della realizzazione del case, che mi serviva necessariamente in formato rack. Ho modo di procurarmi un case in questo formato (mi ero già informato in passato per qualche idea che ho in mente), però poi va forato (ed è un lavoro che trovo abbastanza impegnativo; oltretutto non so se la mia colonna sia abbastanza grande per lavorare su un case in formato rack), verosimilmente verniciato (quantomeno per etichettare i controlli e le connessioni... e questa è un'attività che detesto e che non riesco a fare bene)...

Tutto questo avrei dovuto farlo durante il mio tempo libero... quando con circa 200 euro mi portavo a casa il prodotto già pronto (tra componenti e case, non so quanto avrei risparmiato). Ero persino partito con l'idea di ritenere ragionevole qualche compromesso (non quelli che ho trovato, eh!), dato che mi serve solo per fare il submix degli strumenti che uso raramente, ma che lo bypasserei quando si tratta di registrare.


L'autocostruzione preferisco limitarla alle cose che non riesco a reperire già pronte, o che sono difficili da reperire (perché magari ho delle esigenze particolari), oppure dove il risparmio è davvero consistente.
Per quanto l'elettronica mi incuriosisca, per me è un hobby funzionale a quello della musica. Tutto il tempo che dedico all'elettronica è tempo sottratto alla musica (e me ne sottrae tantissimo!), quindi l'autocostruzione non è mai la mia prima scelta, devo avere delle valide ragioni per farlo.

sin night
24th October 2016, 21:59
Lo scorso fine settimana ho tentato di sottoporre codesto arnese ad un intervento per ridurre il rumore di fondo introdotto dal meter. L'intervento prevedeva l'installazione di un buffer a guadagno unitario lungo il percorso che portava il segnale dal main out al meter, nella (vana?) speranza di ridurre il rumore introdotto dal circuito meter. Non riuscivo a sopportare la distorsione che introduceva (e prelevare il segnale dall'uscita non attenuata e sbilanciata non mi andava, volevo prenderlo dal main out bilanciato e vedere le lucine che si muovono).

Il paziente però, ahimé, non ce l'ha fatta. Non ho capito cosa sia andato storto (avevo studiato benino il circuito prima di operare) e se ci sia qualche possibilità di resuscitarlo, ma rimangono le spie di clip dei canali rimangono fisse e non passa alcun segnale. Anche se non è uscito nessun fumo magico (che paradossalmente mi avrebbe reso più facile la vita), dubito ci siano speranze.

Ora devo capire cosa mi convenga tra realizzare un mixer senza tanti fronzoli (magari riciclando la carcassa del defunto) oppure comprarmi un mixer di un brand decente (anche se verosimilmente non sarà in formato rack).

In questo momento mi sento dentro un mix tra "è colpa tua coglione non dovevi mettere mano a qualcosa che funzionava" e "finalmente mi sono tolto dai piedi quella schifezza che funzionava in qualche modo e mi dava noie".

Edi
24th October 2016, 22:16
Chi ha osato mettere Rane nel sondaggio?:ciap:

turbopage
25th October 2016, 12:13
Si dice "porre fine alle sue (e tue) sofferenze"

Inviato dal mio LG-H815 utilizzando Tapatalk

sin night
25th October 2016, 18:27
Alle mie sofferenze forse, alle sue non sono sicuro... :asd

SaMe
25th October 2016, 22:19
Anche se non è uscito nessun fumo magico (che paradossalmente mi avrebbe reso più facile la vita), dubito ci siano speranze.
puoi sempre collegare la 220 dopo lo stadio di alimentazione e vedere che succede

Edi
25th October 2016, 22:58
puoi sempre collegare la 220 dopo lo stadio di alimentazione e vedere che succede
Nel posto dove ho lavorato l'ho fatto con delle antenne internet via radio.. Gli serviva la 48 DC PoE, gli ho dato la 220VAC.. è stato bello vedere la fiammata sul pavimento :asd

MHL
27th October 2016, 20:40
Molto tempo fa mi ero costruito un piccolo mixerino per sopperire alla carenza di ingressi del Roland VS880
Soffiava come un gatto soriano quando affronta un setter inglese, e non appena feci il salto di qualità (si fa per dire) passando all'Alesis Multimix, quello lo portai alla discarica...
poi però m'è dispiaciuto, avrei potuto usarlo come sintetizzatore improprio di rumore Bianco/Rosa (o tuttalpiù marroncino).

A proposito, adesso non so se ti serve una qualità proprio eccelsa ma se il problema è solo quello del fruscio di fondo ti posso dire che nel mio Alesis è molto basso, direi anche più silenzioso rispetto al Roland VS880 (che ho ancora), però non mi pare che Alesis faccia anche delle versioni Rack, e comunque il mio è praticamente un ibrido mixer/scheda audio.


Gli serviva la 48 DC PoE, gli ho dato la 220VAC..
Un mio compagno di scuola doveva provare una scheda alimentatore appena costruita, il banco di prova disponeva di un variac per regolare la tensione di alimentazione in AC da mandare al circuito però aveva due prese di uscita una con attenuazione 1:1 e l'altra con 1:10 controllate dallo stesso cursore, quindi dopo aver opportunamente impostato 12Vac sull'uscita 1:10 per distrazione andò a collegare gli spinotti sull'uscita 1:1
Il bicchierino d'alluminio del condensatore Elettrolitico a valle del ponte (da 25V) effettuò un decollo tipo CapeCannaveral sorvolando mezzo laboratorio e atterrando proprio alle mie spalle
Sono esperienze che non si dimenticano facilmente. :D

Edi
27th October 2016, 20:53
Un mio compagno di scuola doveva provare una scheda alimentatore appena costruita, il banco di prova disponeva di un variac per regolare la tensione di alimentazione in AC da mandare al circuito però aveva due prese di uscita una con attenuazione 1:1 e l'altra con 1:10 controllate dallo stesso cursore, quindi dopo aver opportunamente impostato 12Vac sull'uscita 1:10 per distrazione andò a collegare gli spinotti sull'uscita 1:1
Il bicchierino d'alluminio del condensatore Elettrolitico a valle del ponte (da 25V) effettuò un decollo tipo CapeCannaveral sorvolando mezzo laboratorio e atterrando proprio alle mie spalle
Sono esperienze che non si dimenticano facilmente.
Noi quelle antenne le dovevamo mandare in garanzia, qualcosa doveva succedergli..
Per la serie "Aneddoti scolastici" un mio amico non ha messo una contropunta ad un pezzo al tornio. Ho quasi rischiato la vita, per fortuna mi è solo passato davanti. Compagni incoscienti.

SaMe
27th October 2016, 21:36
No dai io mi sono limitato ad invertire 3v - 12v su una scheda.
Sfiammata al regolatore di tensione e fumata bianca, abemus papa. Ah si ero in azienda da meno di un mese :acc:

sin night
27th October 2016, 22:42
Fortunatamente non ho mai fatto disastri, il massimo che mi ricordi è stato il danneggiamento di 4 NE555 bruciati (col classico fumo bianco che ha appestato la stanza per ore, nonostante le finestre aperte).


Penso che non esista nessuno che abbia avuto modo di smanettare/lavorare con l'elettronica che non abbia mai preso una scossa o bruciato qualche componente almeno una volta nella vita.

sin night
15th January 2018, 01:22
Recupero la discussione dopo oltre un anno per parlare di altri due/tre oggettini, stavolta di altre marche, su cui sono dovuto intervenire recentemente. La qualità costruttiva è decisamente superiore rispetto all'odiato mixer con cui ho aperto il thread (per la cronaca la "scoreggia" - questo il nomignolo che gli ho affibbiato - giace ancora in attesa che mi venga voglia di riprovare a metterci mano - o recuperare i componenti salvabili, a seconda di quel che riterrò più opportuno); possiedo questi oggetti da anni e andavano più o meno bene nei primi anni... poi sono rimasti fermi per lungo tempo e hanno sviluppato dei problemi che, pur essendo risolvibili, denotano delle scelte progettuali discutibili.


Circa due mesi fa ho brevemente riesumato il mio bcr2000 (eh sì!) per effettuare una prova. Premo il tasto di accensione sul retro e lo sento strano, come bloccato e che non scorre bene: il pulsante si era staccato dallo chassis da un lato (dalla parte più esterna) ed era scivolato un po' verso l'interno.
Un po' scocciato (ma neppure troppo, l'oggetto in questione ha i propri anni di vita e la marca è ben nota) decido di aprirlo per sistemarlo... e qui l'inquietante scoperta: il pulsante era fissato allo chassis con dell'adesivo (colla), senza altri metodi di ritenzione meccanica. :eek: non c'è una superficie che, quando si preme il bottone, vada a premere contro lo chassis, non ci sono delle dannatissime viti che ancorino il bottone allo chassis, la forza va a scaricarsi direttamente sulla colla e prima o poi il pulsante finisce per staccarsi (soprattutto quando l'adesivo invecchia). Ho messo della nuova colla e richiuso il tutto (anche perché non c'erano altri margini di intervento), però ne sono rimasto molto infastidito, specialmente perché il bcr2000 monta il trasformatore di alimentazione al proprio interno! :eek::eek::eek:


L'altra scelta discutibile riguarda i tasti/knob gommati di alcuni strumenti. Molto belli al tatto finché sono nuovi o in buone condizioni, ma guai se diventano appiccicosi.

Stasera ho avuto la "brillante idea" di recuperare la mia umx250 (e daglie!), acquistata molti anni or sono e che ho utilizzato pochissimo. Giaceva nella parte bassa di una libreria, protetta da delle ante di legno, assieme ad un DJ Control MP3. Non so se lo stoccaggio abbia delle condizioni non ottimali che incidono sul problema, ma non ho motivo di ritenerlo (è in casa, vicino alla mia camera da letto, l'ambiente è asciutto e riscaldato e quasi sempre al buio)...
Beh, dicevo: ho toccato i controlli della umx250 e... per farla breve, per non dover buttare lo strumento, ho dovuto smontare e pulire tutte le parti mobili (8 knob, 16 bottoni, un copri slider e due wheel) rimuovendo il rivestimento gommato... in questo momento i pezzi sono ancora a bagno (e resteranno in ammollo per ore/giorni). Fortunatamente sono stati sufficienti un cacciavite ed un paio di guanti per smontare il tutto, anche i tasti hanno un cappuccio (al pari dei knob), pertanto non è stato necessario dissaldare nulla. Se non fosse per i controlli rivestiti di gomma, direi che si tratta di un prodotto ben fatto e all'apparenza facilmente mantenibile.

Anche le due jog wheel dell'Hercules DJ Control MP3 (il primissimo modello senza scheda audio) stanno facendo la stessa fine e cominciano ad essere appiccicose... La morale della storia è che in futuro credo mi guarderò dall'acquistare strumenti con controlli rivestiti in gomma (nei limiti del possibile, ovviamente).



Per il momento non ho altre storie dell'orrore da condividere (e spero sia così per un po'). La "scoreggia" comunque rimane saldamente sul podio con svariate misure di distanza (anche se il pulsante di alimentazione del bcr2000 è nelle posizioni alte della mia personale classifica degli orrori).

turbopage
15th January 2018, 02:07
La gommatura di pulsanti, knob è stata una pessima moda di qualche anno fa. E non ha riguardato solo l'audio: il cruscotto della mia citroen c4 ha la stessa fantastica finitura. Immagina com'è diventato dopo 10 anni [emoji43]

Inviato dal mio FRD-L09 utilizzando Tapatalk

MHL
15th January 2018, 14:03
cruscotto della mia citroen c4
e praticamente del 90% delle auto di quel periodo di qualsiasi marca :wall

lordadb
15th January 2018, 16:38
Il controller esterno della TC Electronic Studiokonnekt 48 è (era) gommato nel pomello grande del volume. Cominciò a formarsi una bolla d'aria che portò inevitabilmente alla perforazione della gomma stessa. Smontai e pulii tutto. Da allora funziona tutto benissimo. Rivestimento in gomma, terribile.

sin night
16th January 2018, 00:39
Stasera sono entrato nel mio sgabuzzino ed ho realizzato con orrore che tutti i prodotti hardware dell'Arturia che possiedo hanno i controlli rivestiti in gomma...:wall finché si tratta dei knob è un lavoro facile (solo lungo e noioso), ma le wheel di pitch e modulation così come i tasti richiedono di smontare lo strumento... mi viene da piangere all'idea che nel giro di qualche anno (se va bene) dovrò smontarli e pulirli tutti. :acc:

Spero di riuscire a fare un buon lavoro con la UMX250 perché temo sia la mia cavia per i prossimi interventi di questo tipo... :(

Cracker
16th January 2018, 02:10
A me una cosa simile è capitato con alcune parti degli interni dell'auto, e mi sono accorto che quel rivestimento appiccicaticcio in pratica si scioglie in un attimo usando un po' di sgrassatore Chanteclaire, ma che la plastica tende a sbiancarsi.

Ed è così che le maniglie sono passate da chewing gum ad un bel rosso Alfa :D

MHL
17th January 2018, 13:59
quel rivestimento appiccicaticcio in pratica si scioglie in un attimo usando un po' di sgrassatore Chanteclaire
Mi ritrovo per caso un pezzetto di cruscotto della multipla che ho smontato (è la mascherina dell'autoradio), direi che è un'ottima cavia per sperimentare lo sgrassatore :asd

In realtà da tempo stavo valutando lapossibilità di dare una pennellatina leggera di lacca trasparente.