PDA

Visualizza Versione Completa : Marche componenti elettronici nei ferri "di lusso"



Edi
27th September 2016, 15:08
Salve gente :D

Essendo che non ho mai avuto l'onore di avere un Pultec o un Teletronix sottomano (taglio l'elenco così ma sarebbe lungo) volevo chiedervi.. Che marche di resistori, condensatori, induttori e porcheria varia montano su codesti mostri sacri?

Lo so, dal titolo vi aspettavate qualcosa di meglio.. Sempre delle solite cose si parla :P

Ava

lordadb
27th September 2016, 17:57
E' una lunghissima lista. Potremmo partire dai trasformatori Carhill e Cinemag, boh, troppa roba. Dalla cellula ottica T4B e il trasformatore UTC A-10 dell'La-2A, fino ad arrivare al transistor BF245A o ancora il BC107B che montavano i primi 1176...

Non so, secondo me, dovresti essere più specifico. Altrimenti potremmo parlare pure delle valvole VF14 ed altre menate varie. Circoscrivi... ;)

EDIT: Dimenticavo il Pulteccone: HS-56, HS-29 e l'introvabile Peerless S-217-D (tutti e tre trasformatori). :hi:

Edi
27th September 2016, 19:26
Be i trafo si, chi più chi meno li conosciamo tutti.. Ma i veri e propri piccoli componenti? Condensatori, resistori e baggianellate varie?

MHL
27th September 2016, 22:46
Io direi che tranne i condensatori elettrolitici, sul resto del passivo puoi tranquillamente ignorare la "marca", anche riguardo i transistori tipo quelli citati da Lordadb: il BF245A è un FET ma è abbastanza generico e lo fanno diverse case, idem per il BC107 che però è un BJT.
gli induttori magari si possono guardare con un occhio un po' più attento perché lì c'è meno standardizzazione, ma più che un caso di marca bisognerebbe vedere in quel caso proprio il modello specifico e fare le pulci alle caratteristiche, perché se in un oggetto di grido ci è stato messo un induttore modello XYZ della marca tale non significa che qualunque induttore della marca tale può fare miracoli in un qualsiasi accessorio audio tu lo metta.

Inoltre se apri un qualsiasi prodotto recente con componenti smd, scordati di capire di che marca sono i passivi, su ceramici e piccole induttanze in ferite poi non c'è nemmeno scritto il valore

Gibert5
27th September 2016, 23:33
drop orange per i condensatori, sono un must per i vintaggisti.........

Edi
11th October 2016, 15:23
E volevo anche chiedere.. Qualche elettronico tra di voi, sa dirmi per caso dove cercare degli switch DPDT analogici IC?

Gibert5
11th October 2016, 17:50
Mouser?

MRK_LAB
11th October 2016, 17:56
it.rs-online.com/

MRK_LAB
11th October 2016, 18:06
it.rs-online.com/


tranne i condensatori elettrolitici, sul resto del passivo puoi tranquillamente ignorare la "marca"
Ricordo (male) un paio di progetti che potrebbero essere il FETBOY e un altro il cui nome mi sfugge totalmente nei quali i componenti critici erano un poliestere , una o due resistenze a film e , un induttore per l'appunto dei quali veniva consigliato un brand specifico.


EDIT.
Casso !
Ho letto solo dopo il titolo della discussione con attenzione.
DI LUSSO......non DI MELMA.
:wall

MHL
11th October 2016, 21:07
Il poliestere potrebbe anche avere senso ma come per gli induttori sarebbe da valutare bene alnche il modello specifico, dire solamente che ci vuole un componente marcato siemens (che adesso sono epcos) piuttosto che philips (che adesso sono nxp) lascia un po' il tempo che trova.
Se è per quello nei semiconduttori la differenza tra due componenti con la medesima sigla ma di marchio differente è molto più marcata, ma le sigle equivalenti ovviamente le troviamo per componenti dove certi fattori non sono determinanti come ad esempio le porte logiche della serie 7400.

Per dove cercare i componenti ti consiglio anch'io RS (it.rs-online.com/) perché dovrebbe essere più comodo da consultare, oppure anche Farnell (http://it.farnell.com/), ma per acquistare da privato non credo che siano tanto convenienti, forse una volta individuata la sigla conviene cercare da qualche rivenditore su E-bay.
Riguardo lo switch DPDT adesso non me ne viene in mente nessuno, ricordo di aver usato qualche volta degli SPST quadrupli (mi sembra fosse il 74hc4066) e per fare la funzione DPDT si comandavano i gate in modo alternato tramite una porta NOT.
Ho comunque un vago ricordo di un photo-MOS con funsione DPDT utilizzato da qualcuno dei miei colleghi, domani provo a vedere se lo rintraccio nel database aziendale.

MRK_LAB
11th October 2016, 21:16
Cmq Edi puoi sempre chiedere a Pinto di Torino.
Parlando con il titolare mi diceva che lui si serve da RS.

Inviato dal mio GT-I8200 utilizzando Tapatalk

Edi
11th October 2016, 22:33
Ho già cercato su Mouser, su RS e su TME.. Ci sono, non dico che non ci siano ma sono tutti o SMD o package ingestibili per me. Cercavo qualche DIP package, ma davvero ne ho trovato solo uno e devo ancora verificare le specifiche..

MHL
12th October 2016, 09:00
purtroppo anche quello a cui facevo riferimento io (il fotoaccoppiatore) è SMD e comunque era semplicemente SPST (per ottenere la funzione DT, ovvero a scambio, comunque basta usarne due e pilotarli in modo opportuno).
Prova anche a fare una ricerca mettendo come chiave "solid state relay" e vedi se ti salta fuori qualcosa di interessante, sono praticamente dei fotoaccoppiatori dove la parte dei contatti è costituita da una coppia di Mosfet in controfase che permette di far passare corrente in entrambi i versi; oltre al fatto dell'isolamento completo tra in e out, la differenza maggiore rispetto ad un tipico switch integrato è che per il pilotaggio devi tener presente che vai ad accendere un LED e quindi non ci puoi collegare direttamente un segnale TTL ma devi interporre una resistenza di valore idoneo ad ottenere la migliore illuminazione del led senza schiantarlo.

Edi
12th October 2016, 09:47
MHL devo switchare un segnale chitarra..

MHL
12th October 2016, 12:49
Sì, mi ero immaginato qualcosa del genere ma a questo punto ti faccio 2 domandine
perché non puoi utilizzare dei normali relé?
che segnale useresti per comandare lo switch?
Ad esempio con un ADG412BNZ (http://it.rs-online.com/web/p/multiplexer/5237910/) che ha il case DIP puoi farlo funzionare come un DPDT pilotando in modo inverso due gate e mettendo a comune un polo delle due uscite.

Edi
12th October 2016, 12:53
perché non puoi utilizzare dei normali relé?
Perchè ho paura dei rimbalzi dei contattori, mi sa che non facciano tanto bene ai buffer..

che segnale useresti per comandare lo switch?
Arduino, ma comunque transistor quindi nessun problema.

EDIT: io avevo trovato l'ADG436 ma c'erano un paio di cose che non mi convincevano, una era il prezzo e l'altra non ricordo.. Mi fa strano che non se ne trovino in giro..

MHL
12th October 2016, 13:05
Su un segnale audio i rimbalzi dei contatti non dovrebbero essere così dannosi (casomai sull'uso specifico per la chitarra puoi chiedere a The_Hypnotoad che coi relé ci ha fatto il suo Relay-o-matic (http://www.italiarec.com/forum/content/456-The-Relay-O-Matic)), al limite puoi mantenere eventuali schicchere entro limiti ben definiti usando dei diodi di clamp verso la massa e verso l'alimentazione positiva, solitamente fanno più casino le estratensioni di rilascio generate dalle bobine dei relé, e comunque anche qui è sufficiente (e necessario) mettere un diodo in polarizzazione inversa a cavallo della bobina.

Bene, se non trovi uno sitch DPDT o un solid state relay con case non SMD puoi valutare l'uso del ADG412 (al link che ti ho messo trovi anche il datasheet) se poi ti servisse una mano per configurarlo in modo da funzionare come un DPDT basta chiedere.

MHL
12th October 2016, 13:19
io avevo trovato l'ADG436
Sì, ho visto, il 412 costa circa la metà, a meno mi sembra si trovi il 74hc4066 (che non ho mai usato ma se non ricordo male fa la stessa funzione del 412)

The_Hypnotoad
12th October 2016, 13:32
non ho idea dell'argomento che state trattando, chiamato in causa posso dire che i relè non danno nessun problema di pop se attivati\disattivati.

A.

sin night
12th October 2016, 20:27
Dei multiplexer/demultiplexer analogici come il CD4051 oppure il CD4052 non potrebbero fare al caso tuo? Il primo è un 8:1, il secondo è un 4:1 con 2 canali... Non dovrebbero esserci particolari difficoltà a reperirli, qualche anno fa ho usato il CD4051 per un controller midi basato su Arduino e li ho reperiti dal mio negozio di fiducia poco distante da casa.

In caso comunque lo trovi su RS, ho verificato che c'è anche in formato PDIP, il problema è che hai le quantità minime, che per questi componenti sono multiple di 10 o 25 a seconda della dimensione delle stecche... non è comunque un gran costo visto che il componente è molto economico, ma dipende sempre da quanti prevedi di usarne nel tempo, per un uso veramente occasionale conviene cercare il negozietto in zona oppure ebay (anche perché sotto una certa cifra su RS si pagano le spedizioni, quindi non conviene per ordini minuscoli).

Al tempo scelsi il 4051 perché è usato per il tutorial di mux/demux di Arduino (se cerchi "4051 Arduino" trovi subito un sacco di documentazione). Nel mio caso, mi limitavo a leggere i valori di tensione di alcuni potenziometri, switchando molto rapidamente tra gli I/O dei multiplexer (infatti ho dovuto affrontare un po' di problemi di debouncing/stabilizzazione delle letture); non dovrebbe assolutamente essere un problema se ti serve per fare lo switch occasionali tra delle sorgenti (tipo il bypass di un pedalino o il cambio di una coppia di monitor, per capirsi).
Non scarterei a priori i relé per le applicazioni dove puoi avere dei tempi di commutazione un po' più "rilassati"... consumano sicuramente di più e dovresti pure mettere dei componenti aggiuntivi per scaricare le bobine quando li stacchi, però hai il vantaggio di poter isolare completamente il circuito di controllo da quello controllato (in certi casi può essere desiderabile).

Per pilotare dei relé da Arduino, probabilmente (non l'ho mai fatto) dovresti usare un transistor per alimentare i relé (controllando l'accensione del transistor tramite i pin di output digitale di Arduino), in modo di proteggere le uscite della scheda (non credo siano in grado di pilotare direttamente un relé senza danneggiarsi).


Boh, spero di aver fornito degli spunti utili e non aver commesso errori (sono un informatico, non un elettronico!)

MRK_LAB
13th October 2016, 10:57
Quasi OT mode on.
Ma i trafo Lundahl ?
Esiste un negozio online che notoriamente applichi prezzi migliori rispetto ad altri ?

Edi
13th October 2016, 12:56
Per pilotare dei relé da Arduino, probabilmente (non l'ho mai fatto) dovresti usare un transistor per alimentare i relé (controllando l'accensione del transistor tramite i pin di output digitale di Arduino), in modo di proteggere le uscite della scheda (non credo siano in grado di pilotare direttamente un relé senza danneggiarsi).
Quello poco ma sicuro.. la massima corrente erogata da un pin di Arduino è di 40 (o 45)mA che sono pochi per quasi tutto, non per altro ci accendono solo dei LED :D

Pensavo di fare un megaordine da TME con tutta la roba che mi serve e i pezzi che non trovo li prenderei in giro qua e la.. Ad ogni modo mi informo su questi CD4051 e CD4052.. Potrebbero interessarmi. Vi faccio sapere ;)

EDIT:

Quasi OT mode on.
L'OT l'ho iniziato io quindi.. :D
Ecc' comunque ai trafo ci devo ancora arrivare, ce n'è uno a fine progetto.. Ma è l'ultima cosa, volendo si bypassa.

MRK_LAB
13th October 2016, 13:05
Mah , io ho trovato a random un po di prezzi ma quelli che mi servirebbero costano più di 200 al pezzo.
Diciamo che me la faccio andare senza a sto giro !
:D
Cmq se dovesse saltar fuori uno shop on line ricordiamo di segnalarlo.
E nn ultima cosa , si potrebbero anche creare dei gruppi di acquisto.

Edi
13th December 2016, 18:16
Informo che per lo switch del segnale ho trovato dei solid state relay che fanno al caso mio, sopportano abbastanza bene un minimo di corrente e non necessitano di alimentazione. Sono della Omron, serie G3VM, opterò per delle porte logiche per usarne uno per staccare il segnale diretto e l'altro per fare la deviazione in thru by-pass. (spero venga fuori qualcosa di decente o per lo meno utilizzabile)

roby_pro
16th January 2017, 10:14
[OT]
Domandona! Secondo voi converrebbe acquistare un Golden Age (https://www.thomann.de/it/golden_age_project_pre_73_mkiii_plus.htm)con la modifica dei trasformatori Carnhill in ingresso e uscita?

pepitotsl
28th January 2017, 21:57
forse non c'entra nulla con il post, ma qualcuno sa dirmi dove posso trovare i Fader a montaggio superficiale da sostituire nei mixer behringher e proel, che dopo li ho tenuti 6 mesi in spiaggia sono da buttare tutti i fader dei canali?
Grazie in anticipo a chi uo aiutarmi

ps fader mono e stereo
Pepito

pepitotsl
28th January 2017, 21:59
ps2 che non faccino cagare come gli originali

Grazie ancora
Pepito

MRK_LAB
28th January 2017, 22:02
Potresti provare a smontare quelli difettosi , cercare di rilevar il modello e poi andare alla ricerca di un compatile sperando che nn siano
dei custom totali.

pepitotsl
28th January 2017, 22:16
lo faro appena ne avro uno sotto mano quest estate,
grazie per la risposta,
Pepito