PDA

Visualizza Versione Completa : Cavo Multipolare per Alimentazione....di qualità



Gibert5
1st October 2016, 23:44
Come da titolo........
Dove posso trovare del buon cavo multipolare x3 (fase, neutro, terra) con schermatura o doppia schermatura e con sezione di almeno 2, meglio se 2,5mm??

Non ditemi Bricoman e affini.......normalmente è difficile trovare sezioni generose + schermatura.

Cerco qualcosa tipo Prysmian Screenflex S2 o Cear.......o qualcuno insomma che li venda al metro.

thanks

lordadb
2nd October 2016, 00:38
Hai problemi di interferenze?

Gibert5
2nd October 2016, 14:21
Direi di no....
Ho 2 synth ed il pre per le cuffie che subiscono le interferenze del computer, ma ho riposizionato i cavi di alimentazione, risolvendo la questione...
Con uno dei due, il disturbo è sparito, con l'altro, si è abbassato di circa 20dB....andando intorno ai -100dB.
Non so se erano dei loop di massa, o se è perchè li ho posizionati (credo), prima del Pc; devo fare delle verifiche.......

In ogni caso, volevo costruirmi un paio di cavi di ottima fattura e vedere se negli strumenti più "sensibili", si attenua ulteriormente e se cambia anche la qualità audio.
Prima che qualcuno cominci a ridere o a bestemmiarmi dietro, credo che valga la pena dare un'occhiata a questo test che faci sul convertitore, tra un cavo di alimentazione fornito di serie, con un cavo da circa 65€ (audiofilo oriented)...
Per inciso, lo volevo vendere.........Poi................
http://www.avmagazine.it/forum/38-audio-club/244712-cavi-hi-fi-di-alimentazione-servono?p=4573367#post4573367

non so se si vedono le foto...forse bisogna essere iscritti!
Nel caso, la posso allegare qua....

Angix
2nd October 2016, 15:33
Allega qua, va!

Gibert5
2nd October 2016, 15:52
1447

Questa è la differenza tra i due file.....
Il segnale era un mix (quindi un segnale complesso).
Unica variabile: il cavo di alimentazione.

Il cavo "esoterico" è semplicemente un cavo di sezione più generosa, con connettori di qualità e giunture saldate.
Il cavo è schermato.
Ecco più dettagli:
http://www.systemsandmagic.com/index_file/joker.htm

Angix
2nd October 2016, 15:55
Addirittura..

Gibert5
2nd October 2016, 16:00
Ti dico che rifeci il test, convinto ci fosse un banale e macroscopico errore...
Poi feci il loop 2 volte per cavo....
I file con i cavi uguali, si annullano (o quasi per via del rumore di fondo); i file con i cavi diversi mostrano tutta quella roba lì.
Ad orecchio si sente, ma non è eclatante....
Ricordo che nello spettro di freq. il noise floor era uguale per entrambi....
Prove fatte sempre sul convertitore...

La curiosità è di provarlo su uno strumento con connessioni sbilanciate....tipo qualche vecchio ciarpame in mio possesso.......
Anzi....mò adesso provo.

Edi
19th October 2016, 13:34
Girando per curiosità ho trovato questo (http://it.rs-online.com/web/p/cavi-industriali-multipolari/7191673/). 2,5mmq, schermato con calza intrecciata di rame.. Peccato lo vendano a bobine da 50m.. GDA? :asd

Per le spine IEC C13 cosa pensi di usare?

cavaliereinesistente
19th October 2016, 13:55
Gibert5 i file che si annullavano, quelli quindi ottenuti a parità di cavo, erano 2 file distinti ottenuti in due distinte "passate" nel convo in condizioni identiche?
Non so, mi sembra un risultato così strano... Anche perché tu puoi cambiare l'ultimo metro di cavo, ma dei precedenti km di cavi che separano l'ultima sottostazione utile (da MT a BT) al bucchettone elettrico di casa tua, che ne sappiamo?... Oppure parti da una UPS/filtro/stabilizzatore coi controfiocchi fra la rete elettrica domestica e tutto l'ambaradàn?
Così, per capire... sono molto incuriosito.

cavaliereinesistente
19th October 2016, 13:58
P.S. ah, ecco, vedo che sul thread che hai linkato ti hanno posto le stesse domande (a cui hai risposto)...
Leggo.

Gibert5
19th October 2016, 21:42
cavaliereinesistente
sì, erano 2 file distinti a parità di cavo.
L'annullamento è quasi totale, ovviamente tranne la randomicità del rumore di fondo.

Strano o meno, quello è il risultato.
Non me lo so spiegare e non me lo aspettavo di certo.
L'unica ipotesi valida che ho considerato è che i cavi cinesi sono scrausi; sezioni piccole, materiale scadente e cose del genere....e la corrente ne risente (se ci pensi, comunque la tensione ti arriva sino alle prese, con cavi di sezione generose...).

Ma invito tutti voi a fare dei test...
Ho fatto un test con il convertitore, proprio per portare dei dati oggettivi; ho preso 2 piccioni con una fava anche perchè sembra che siano proprio queste elettroniche analogico/digitali a beneficiarne maggiormente.


Edi
eh purtroppo anch'io ho visto che molti vendono solo a bobine....
Per le iec ancora non so...Devono essere di buona fattura e magari anche filtrate....Oppure metto io un semplice ma sempre efficace varistore tra fase e neutro....ze prudens is may tropp!!
Hai consigli a riguardo?
Anche per le Schuko mi stavo documentando...Magari bticino, con l'accortezza comunque di saldare i cavi, invece di usare la solita vite.
Chissà se li fanno predisposti per la saldatura.

Edi
19th October 2016, 23:51
Se non erro mi è stato spiegato che, a parità di corrente, più il cavo è grosso di sezione e meno campo magnetico creerà intorno, credo che un 2,5mmq possa bastare, contando che in un impianto generalmente fatto bene la sezione delle prese 16A dovrebbe essere 2,5mmq.
Purtroppo sulle spine ho cercato qualcosa ma non ho trovato niente di particolare..

Anche perché tu puoi cambiare l'ultimo metro di cavo, ma dei precedenti km di cavi che separano l'ultima sottostazione utile (da MT a BT) al bucchettone elettrico di casa tua, che ne sappiamo?
Penso che sia per i campi magnetici sviluppati dalla corrente nel cavo degli ultimi metri... Sicuramente un cavo che passa in un tubo sotto 4-5cm di muro/mattone/intonaco ha più poco da dare. Considerando che (non so se ho capito la cosa giusta) nella prova con il convo i cavi passavano per lo meno vicini, non ho idea dei calcoli che bisogna fare per calcolare l'intensità del campo magnetico ma probabilmente un paio di decine di cm lo raggiunge.

SaMe
20th October 2016, 09:14
Il campo magnetico generato dal cavo al punto x è indipendente dalla qualità dei cavi che precedono e che seguono quel punto.

Quello a cui si riferiva probabilmente cavaliereinesistente non è il campo magnetico generato ma i disturbi che invece riceve (potremmo dire le interferenze elettromagnetiche ricevute), quello si che dipende sia dalla qualità del cavo che c'è prima che da quello dopo. Dipende inoltre da quello che sta collegato sul cavo e quello che ci sta intorno.

MRK_LAB
20th October 2016, 09:39
Non me vogliate , ma credo che la quantità di disturbo in(tro)dotta da campi em prima dello stadio di alimentazione sia irrilevante rispetto a cio che gli stessi campi em possono indurre sul percorso audio.
Volendo ragionare sulla rete a 220 penserei piuttosto a qualche "ordigno" di tipo reattivo che rimpalla in rete ciarpame hf.

cavaliereinesistente
20th October 2016, 12:25
Chiaro, in effetti io ragionavo limitatamente alla qualità della tensione stessa, e come questa si rifletta sul funzionamento della macchina che alimenta... non su ciò che un cavo elettrico di un tipo od un altro può indurre su ciò che lo circonda, che è il vero argomento della discussione.

Edi
20th October 2016, 13:10
qualità della tensione stessa
Non penso ci siano grossi problemi sulla forma d'onda troppo pulita, i diodi raddrizzano la tensione, i condensatori la avvicinano ad una tensione continua e gli stabilizzatori fanno il resto.. Ciò che esce dallo stabilizzatore è quasi tutto uguale e non penso possa generare campi em interni dato che il segnale è in continua.

EDIT: tengo a notificare che qualche squilibrio di tensione gli stabilizzatori lo risolvono se è quello che il Cavaliere intendeva.

MRK_LAB
20th October 2016, 13:25
Non penso ci siano grossi problemi sulla forma d'onda troppo pulita, i diodi raddrizzano la tensione, i condensatori la avvicinano ad una tensione continua e gli stabilizzatori fanno il resto
Se così fosse i condizionatori di rete nn avrebbero motivo d'esistere però !
Ok il marketing , ma nn è tutta fuffa.
Nello specifico secondo me bisogna capire quanto (e quale) noise arriva dalla rete fino al trasformatore , eventualmente quanto ne filtra e quanto (e se) una sorgente esterna alla rete nè sia causa.

Edi
20th October 2016, 13:35
Se così fosse i condizionatori di rete nn avrebbero motivo d'esistere però !
Sottoporrò la questione al mio ingegnere elettronico di fiducia.

SaMe
20th October 2016, 16:29
Un'onda "storta" si raddrizza fino a che non vai a raddrizzarla apposta.
Non crea campi elettromagnetici ma ha componenti che se lo stadio di alimentazione non è sufficientemente filtrato possono passare alla linea audio creando rumore

Gibert5
20th October 2016, 17:00
Nel mio caso però, non si parla di diverso rumore di fondo...
Quello, lungo lo spettro di freq. udibili, rimaneva uguale per ogni cavo di alimentazione collegato.
Le differenze sono udibili a differenza di suono.
La differenza riportata con il null test, è uno screenshot di un file in riproduzione su due tracce (di cui una ovviamente in controfase).

Lo sottolineo, perché mi pare si stia ragionando comunque in base a quei risultati che ho postato.
Se non è così, ignorate pure il mio ultimo intervento.

MRK_LAB
20th October 2016, 18:53
Dimmi se ho capito bene , stai dicendo che in qualche maniera la macchina si comporta diversamente ed imprime un colore/distorsione variabile a seconda del cavo.
Come se l'alimentazione più o meno "pulita" andasse a variare la caratterisca dell'hw ?
Ho capito male vero ?

Gibert5
20th October 2016, 21:37
No, hai capito benissimo...
Non so se si parla di thd, filtri lpf, hpf, o cos'altro, ma è così.
Le differenze sono più che evidenti con l'analizzatore in mano, abbastanza udibili ma nel territorio dei micro dettagli.

Per chi non ci crede, può fare un salto qua e fare tutte le prove che vuole.
Altrimenti, si compra un cavo uguale o simile, fa le prove del caso e poi lo restituisce entro i 14gg previsti per legge :)
E' semplice e facile e con il loopback sui convertitori, i dati sono lì, oggettivi....Niente impressioni, effetti placebo, dubbi o altro....

Io ci son rimasto di merrda!

MRK_LAB
20th October 2016, 21:59
Un'ipotesi potrebbe essere che lo stadio secondario dell'alimentazione nn sia sufficientemente stabilizzante nei confronti delle variazioni della tensione di rete , cosa che comporterebbe tensioni operative/bias/etc diverse da quelle previste.
Magari una pessima conduttività del cavo supportata da ciò su cui Lenz ha legiferato potrebbero generare sufficiente disturbo (diciamo autoindotto) che unito ad un approssimativo circuito di stabilizzazione condurrebbe a ciò che hai sperimentato....magari eh...ripeto , pura illazione , anche perchè magari l'hai sperimentato su un ferro buono.

Gibert5
20th October 2016, 22:38
Se può servire, il convertitore è un Apogee PSX100.
L'alimentazione sarebbe questa:
1459

Vedo un classico toroidale (ma non conosco i VA per capire se è ben dimensionato), un varistore per le sovratensioni, dei condensatori elettrolitici (sembrerebbero generosi, ma non conosco le loro attuali condizioni).
I toroidali di disturbi ne creano, ma è anche vero che sono usatissimi anche ad alti livelli...Insomma mi sembra di vedere un buon circuito, curato.....Uno dei tanti, ma forse non più una regola oggi giorno.
Poi non saprei.........

Credo comunque che, sia il caso di considerare quella che può essere l'importanza di buoni cavi di alimentazione....
Ben venga se qualcuno può fare il test anche sui propri convo....
Purtroppo leggo molte perplessità a riguardo, ma nessuno che si metta a verificare con un metodo chiaro e oggettivo.

Sono accetti volontari.......:D

Edi
21st October 2016, 16:48
Gibert5 ho ordinato 15 metri di 3G2,5 schermato dal mio emporio di fiducia. Me l'hanno messo ad un prezzo semiridicolo. Se è di una buona fattura ti faccio sapere.

Gibert5
21st October 2016, 21:10
ottimo...grazie.

Edi
24th October 2016, 21:28
Allora, non è arrotolato, lo prenderei come punto a favore perchè dovrebbe creare meno induttanza, ma non sono del tutto sicuro della cosa. Per il resto la calza è in rame intrecciato.. Domani se riesco allego una foto.

MHL
25th October 2016, 13:30
Ma hai provato a fare anche la misura con il cavo cinese dopo averlo opportunamente schermato? Perché il grosso delle defferenze secondo me dipende proprio da questo fattore.

Gibert5
25th October 2016, 13:44
No, non ho provato a schermare il cavo...
Lo avvolgo nella stagnola? :D Non ho altro in casa..........

MHL
25th October 2016, 13:52
Lo avvolgo nella stagnola?
Certo, può andare anche quella, e la stagnola la colleghi in qualche modo al piolo centrale della spina (se hai la spina italiana, se hai la schucko ad una delle linguette laterali) facendo attenzione però che non tocchi uno degli altri due che non vorrei vederti disperso errante per le campagne in una spasmodica ricerca di "input" :D (cit.)

Gibert5
25th October 2016, 14:30
ahah
gibert numero5...

Uso una schuko e prendo la terra da un connettore libero...è il modo più sicuro e veloce.
Farò sapere........thanks

Edi
27th October 2016, 20:23
Allora, le foto le allego da dropbox (https://www.dropbox.com/sh/mjwl1ntorle4u4l/AADlaSiIYFg8oPLYGkh4mhA7a?dl=0), se le carico qui con la mia connessione muore ancora qualche papa..

Sono le migliori che sono riuscito a fare, non avendo il fuoco manuale de meglio nun ze po' :asd

MHL
27th October 2016, 21:07
le foto le allego da dropbox,
Premesso che non ritengo la sezione del filo così problematica per alimentare qualche apparecchio audio (a meno che non sia un ampli di potenza o un coso valvolare), a vedere dalle foto mi sembra comunque un po' troppo minuto.
Per un'alimentazione da rete io partirei almeno da un 0,75mmq (o AWG20), quel cavo per che sezione è dichiarato?

Edi
27th October 2016, 22:13
io partirei almeno da un 0,75mmq
E' un 2,5mmq, posso assicurare :D
Il "mi butto sul 2,5" è stato un puro caso, so che non serve a niente, è esageratissimo anche per un ampli, ma quello che ho pensato è che se aumento la sezione diminuisco la reattanza induttiva, per cui creo meno campo magnetico e tolgo un fattore da valutare.

EDIT: sfrutto il messaggio per chiedere se qualcuno ha per caso trovato delle spine IEC C13 che non facciano schifo.. Io le ho trovate tutte plasticume a 4-5-6euro, e l'unica che sembrava seria (addirittura con un blocco) ne costava 10..

MHL
27th October 2016, 22:34
E' un 2,5mmq, posso assicurare
allora devi avere delle manone impressionanti :eek:

Riguardo le C13 non sono mai stato molto schizzinoso, secondo me l'una vale l'altra (qualcuna mi pare abbia il blocco in ceramica ma è utili magari per qualcosa tipo i forni) sono molto pratiche ma non mi entusiasmano per niente, se volessi qualcosa di più opterei per entrare direttamente col cavo nell'apparecchiatura passando per un serracavo PG9 o PG11, se invece volessi fare lo sborone un bel connettore circolare D38999 militare :P