PDA

Visualizza Versione Completa : AML ez1073...Non c'è 2 senza 4!



Gibert5
16th October 2016, 20:40
Dopo l'esperienza in formato 500, eccomi qui a costruire due unità di questo famoso pre+eq, basato sullo storico circuito del Neve 1073.
I componenti sono di qualità...Condensatori WIMA nel percorso audio, trasformatori Carnhill (x2 Input, x1 Output) e Trasformatore toroidale di potenza.
Il progetto è infatti famoso per la sua sostanza, per il suo sound vicino al Neve vintage....Molti lo paragonano al BAE; io l'ho confrontato con l'Heritage 73jr e siamo lì lì.

Così dopo aver ordinato case, frontali, pot e componenti vari, mi sono messo all'opera tra sabato e domenica.

1. pcb vuota e componenti pronti per essere sodomizzati
1454

2. diodi e resistenze ok! (praticamente quasi il 50% del lavoro)
1455

3. Condensatori ok! (già oltre il 50% del lavoro:k:)
1456

4. Transistor, induttori, trimmer, pot e switch aggiunti!!
1457

Ora non rimane che installare i 3 trasformatori audio Carnhill ed il trasformatore di potenza per l'alimentazione + il led, i jumper ed i plug per le connessioni audio; poi si passerà al montaggio del rack, del pannello frontale, varie ed eventuali.

Non vedo l'ora di testarlo....incrociamo le dita :)


A proposito....
Conoscete per caso dei miiiiiiicro-switch per l'interruttore on/off?
Non si sa per quale motivo, ma Colin di AML non ha pensato di inserire lo switch nel pannello frontale....Sul retro del case ho fatto fare i fori per un normale IEC con porta-fusibile e comunque trovo veramente idiota inserire lì, l'interruttore, giacchè una volta montato a rack, risulta impossibile da raggiungere.

lordadb
16th October 2016, 21:51
I componenti principali, sulla carta, effettivamente lo mettono in diretto paragone con il BAE. Se fai un buon lavoro, male non può venire.

Edi
16th October 2016, 23:34
A proposito....
Conoscete per caso dei miiiiiiicro-switch per l'interruttore on/off?
Non si sa per quale motivo, ma Colin di AML non ha pensato di inserire lo switch nel pannello frontale....Sul retro del case ho fatto fare i fori per un normale IEC con porta-fusibile e comunque trovo veramente idiota inserire lì, l'interruttore, giacchè una volta montato a rack, risulta impossibile da raggiungere.
Se pensi che non vada oltre i 3A di assorbimento io tra le mani di micro miicro ho questi (https://www.google.it/search?q=salecom+t80-t&espv=2&biw=1858&bih=1014&source=lnms&tbm=isch&sa=X&ved=0ahUKEwj6v5bgsODPAhVCwBQKHaCQALgQ_AUIBygC)!

Ps: complimenti per il progetto! Davvero carino.. Facci sapere (e sentire, ovviamente :D) come suonerà!

Cracker
17th October 2016, 13:26
Se invece supera i 3A, oppure semplicemente non vuoi un cavo di potenza che ti attraversi il box, mettine uno minuscolo a fagli comandare un relè con la bobina in corrente continua.

Gibert5
17th October 2016, 21:18
grazie Luciardo...

Ma oggi avevo il 50% di possibilità di prenderci ed invece ho sbagliato.....due schedine uguali esteriormente ma con piste diverse (almeno me ne sono accorto dopo aver installato "solo" la prima....
Vado per dissaldare e scopro con estremo interesse, che il dissaldatore made in china mi ha abbandonato.
Ovviamente si tratta di dissaldare due file da 8 e 10pin...fossero 2 componentini, andrei con la pompetta.
Almeno si accende e aspira...Ma mi sento moooolto Fantozzi!

Per ora lo switch è l'ultimo dei miei problemi!!!Cazz!!!!!!!

MHL
17th October 2016, 23:16
fagli comandare un relè con la bobina in corrente continua.
Ma se il relé stacca la 220V in ingresso non è che poi manca anche la continua a valle dell'alimentatore con cui si dovrebbe attivare il relé?

Cracker
18th October 2016, 12:00
Ma se il relé stacca la 220V in ingresso non è che poi manca anche la continua a valle dell'alimentatore con cui si dovrebbe attivare il relé?

Beh si... prendere l'alimentazione a valle del relè stesso non sarebbe furbissimo :asd

Andrebbe ovviamente cercata da qualche altra parte. Ci sarà un po' di posto nel rack per metterci un piccolo alimentatore 12V.
O per portare la 220 sul frontale in modo che non generi rumori.

Sono certo che il Gibbo troverà una soluzione.

MHL
18th October 2016, 13:12
Non so come sia fatto lo scatolo di questo oggetto e quanto spazio ci sia rimasto all'interno ma ho l'impressione che alla fine dei conti potrebbe essere meno doloroso fissare un interruttore a pulsante (di tipo on/off, non a contatto momentaneo) sul fondo del mobile in prossimità della presa di alimentazione e poi costruirsi una prolunga meccanica (un'asticella) con un cappuccio bellino da far sbucare sul frontale

Cracker
18th October 2016, 13:30
Si fa sempre prima a pilotare dei relè, oltretutto se il problema lo hanno anche altri moduli, si può pensare ad una pulsantiera multipla davanti da cui accenderli tutti.

La prolunga meccanica la vedo più laboriosa.

Gibert5
18th October 2016, 13:59
Essendo un lavoro su commissione, opterei per non metterci un cazz0, visto un budget già definito :D
Se c'è posto, potrei forare il pannello, sperando di non fare porcate...
Sono cose che non avevo considerato e che scopri solo quando ti ci trovi davanti...Finito questo lavoro, me ne prenderò uno per me e studierò con calma una buona soluzione rapida, efficace ed economica e che magari abbia un impatto estetico decente!

Quando finisco, faccio dei test e posto qualcosa.....

Intanto ordino il pezzo di ricambio di quel maledetto dissaldatore!!!!:wall

Intanto grazie a tutti!

Angix
18th October 2016, 18:20
Cioè offri prestazioni a pagamento?
E io che pensavo che fossi ancora animato dai sentimenti.

MHL
19th October 2016, 00:29
La prolunga meccanica la vedo più laboriosa.
se c'è abbastanza spazio non più di tanto, basta un minimo di cura per centrare i fori, e si può fare con i materiali più disparati.
tra l'altro non è un'invenzione mia, in molti apparecchi un po' datat i pulsanti sul frontale erano solo "telecomandi meccanici" per gli switch veri che stavano più in là.

Bellina anche l'idea del "Modulo Accenditore", tra l'altro ti puoi sbizzarrire a farlo a relé o anche con interruttori semplici, tanto è un modulo a parte e quindi di portare la 220 sul frontale problemi non ne dà.

Gibert5
19th October 2016, 21:29
5. Trasformatori audio e di potenza, Jumper e preparazione del case
1458

Intanto aspetto il pezzo di ricambio per il dissipatore...
Speriamo sia quello così risparmio soldi e tempo!
Purtroppo ho fatto una cappella e l'ho fatta "bella grossa" perchè ho sbagliato a saldare una delle mini-pcb che si collegano tra i trasformatori d'ingresso e la main pcb.
Dissaldare 8 file di pin + 10 del trafo "a mano" è una bella struma e mette sotto stress le già piccole e delicate piazzole.
Con il dissaldatore, 2secondi netti e tutto lo stagno se ne va, senza lasciare traccia; se non stai attento ti cade il trafo tra le palle :D

Gibert5
25th October 2016, 21:01
Good News
fortunatamente non devo sostituire il dissaldatore.
Ho trovato il display+scheda di controllo e il dissaldatore ha ripreso a funzionare.
Provato al volo, domani rimonto tutto e collego i cavi per la pistola/resistenza.
Quasi 30€ di spesa.

6. intanto ho cominciato a sistemare i knob.
1461

Tutti quelli grigio (tranne quello piccolo del trim d'uscita) sono delle schifezze assolute!!!
Belli esteticamente e simili agli originali Elma in metallo, hanno però i grani (le viti senza testa) che non si ancorano bene all'albero del pot.
Addirittura alcuni non arrivavano a fissarsi sull'albero perchè troppo corto....
Ho dovuto eliminare rondella e ghiera del pot, per recuperare quei mm necessari...Peccato che le viti esagonali funzionano male quasi tutte....Si spannano subito appena si prova a stringere con la brugola........:acc:


Intanto ho quasi finito la seconda unità.
Presto il test sul corretto funzionamento.

Edi
25th October 2016, 22:46
Tutti quelli grigio (tranne quello piccolo del trim d'uscita) sono delle schifezze assolute!!!
Belli esteticamente e simili agli originali Elma in metallo, hanno però i grani (le viti senza testa) che non si ancorano bene all'albero del pot.
Puoi sempre optare per fare un piccolo invito con una miccia da 2 o 2,5mm in modo da non tirare troppo ma assicurare la tenuta.

Gibert5
25th October 2016, 23:18
Scusa la mia ignoranzia...
Ma non ho capito cosa dovrei fare :)

Cos'è la miccia??Spiega...
Ogni soluzione economica e di veloce esecuzione, è più che ben accetta

Cracker
26th October 2016, 07:24
Immagino che Edi intendesse creare un piccolo invito nell'albero del potenziometro, ma se il problema è l'albero corto, c'è poco da fare.

L'ideale sarebbe poter prolungare l'albero, ma di solito i giunti sono un po' grossi, difficilmente applicabili ad un montaggio a pannello...

Per dare un'idea: http://www.leradiodisophie.it/Download/PROLUNGARE%20L-carlo-lp.pdf

Edi
26th October 2016, 11:07
Immagino che Edi intendesse creare un piccolo invito nell'albero del potenziometro, ma se il problema è l'albero corto, c'è poco da fare.
Si intendevo punta del trapano, scusate.. l'abitudine :D
Comunque sarebbe una via praticabile solo se effettivamente l'albero arriva al grano, ma se non arriva non si può fare.. Ma scusa, i tizi che ti hanno mandato il kit non hanno calcolato di stare abbondanti? :asd

Gibert5
26th October 2016, 13:38
il kit non prevede il case, i knob, lo iec e affini...
Quelli li devi comprare a parte.
Leggendo in giro, effettivamente ho trovato gente che ha avuto gli stessi problemi.

Gibert5
26th October 2016, 21:59
Allora ragazzuoli...
Ho 2 domande newbbissime da porvi:

1.
Come accennavo, mi è arrivata la scheda di controllo del saldatore (ZD915 (http://static4.tme.eu/products_pics/0/e/5/0e5c42fd3a14cc1138d7296de738073c/51203.jpg)), e ho un problemino.
Premesso che comunque funziona e son riuscito a dissaldare uno dei trasformatori d'ingresso senza problemi, c'è un problema nel rilevamento della temperatura.
Sostanzialmente mi rimane fissa su 25° con la scritta "wait", anche se la resistenza si scalda; il problema è che non so quanto scalda :)
Io ho settato circa a 350° ma l'unità può arrivare a 480°.
Un test per capire se comunque mi si imposta con il valore scelto c'è e lo proverò domani...Siccome ha una temp. minima di 160°, lo setto così e vedo se fonde ugualmente lo stagno....Se non ce la fa, allora son più o meno tranquillo di poterlo regolare.
Arrivo al dunque...
Questo è il pezzo di ricambio che ho ordinato:
1462

A differenza di quello non funzionante, ci sono solo 2 cavi (quelli bianchi in basso a sx)...Mentre nella mia vecchia scheda ce n'erano 3.
In quella nuova però, il pin centrale ed il pin di dx sono cortocircuitati (non si vede, ma dietro c'è un blob di stagno).
I cavi sono quelli che vanno alla resistenza (la pistola dissaldante).
Ora, siccome la scheda è comunque un pelo diversa (anche se compatibile con il mio zd195), non c'ho pensato più di tanto e ho preso il vecchio cavo con il segno di una linea (che mi arriva dalla pistola) e l'ho attaccato al cavo saldato sul circuito (sempre con la stesso simbolo).
Gli altri due che arrivano dalla pistola, li ho messi insieme al rimanente cavo della nuova scheda, in un connettore.

Da notare che, i cavi vecchi sono contrassegnati con i seguenti simboli "____" "x" "o", quelli nuovi con "___" e l'altro con nessun simbolo.
Potrebbero essere stati messi alla ***** o semplicemente devo togliere il pallone di stagno e ripristinare tutto come con la scheda vecchia?Ho come l'impressione che uno sia relativo al sensore (deduco installato sulla pistola) e che debba arrivare al chip che gestisce il tutto....right?
Ecco il circuito vecchio (purtroppo si capisce poco), ma si vedono i 3 cavi bianchi (non quelli con il plug):
1463

Qualcuno magari ha questo dissaldatore e conosce meglio di me come funziona.
Chi vuole darci un'occhiata, questo dovrebbe essere lo schema:
http://forum.iwenzo.de/zd-915-entloetstation-display-tot--p256684.html#real256684
Mi, a go capì un cazz.......

2.
Ho comprato un alimentatore da banco PROFESSIONALE:stordita::
1464
e vorrei provare gli outboard, utilizzando la funzione del limitatore di corrente.
Il punto è.....
Ma come mi collego al circuito??? :D
Questa è davvero una domanda del cazz0 I know.....Ma......
Pag.45:
https://medias.audiofanzine.com/files/neve-ez1073-colourbook-472402.pdf
nel circuito vedo i 24V (a cui collegherò il "+"), mentre il "-" lo collego a quello che viene denominato Analog Ground, giusto?
Sarà il riferimento a 0, right?

Edi
26th October 2016, 22:23
Da elettronico "digitale" ti direi di si, da elettronico "analogico" ti direi "ni", da "manutentore" (per gli amici 'ntore) quale sono non oso esprimermi.
E' probabile che abbia degli "split" sul ground.. Ma non c'è scritto sul pcb "+" "-" "gnd"? Perchè ho paura che per la circuiteria di segnale usi una massa separata da quella di alimentazione, mentre per le alimentazioni penso utilizzi quella del trafo toroidale.

(non mi assumo la responsabilità di ciò che dico, sia chiaro. Ogni cosa che ascolterete delle mie cavolate saranno affari vostri :D)

Gibert5
26th October 2016, 22:44
1465

C'è la 48V per la phantom, la 24V che alimenta il circuito, cgnd (terra) e agnd.
Direi che l'unica soluzione sia quella esposta, ma non mi fido MAI delle mie intuizioni :D

Comunque, quei pin sono lì apposta proprio per i test con alimentatori da banco.......

SaMe
27th October 2016, 20:28
Mah puoi sempre provare a collegare il ground.
Una volta che ti sei collegato al + nella posizione corretta se sbagli a collegare la sola massa al limite non si accende (se sbagli a collegare il + rischi sempre di accenderla ma con un leggera sfumatura semantica e fumatura elettrica).
comunque si, 24v per il + e su agnd colleghi la massa

MHL
27th October 2016, 21:00
riguardo il saldatore effettivamente se è presente un indicatore della temperatura ci vorrebbe almeno un filo di ritorno dalla sonda che sta inserita nella punta (in quelli seri ce ne sono due separati per la resistenza e due per la sonda), quindi se dalla pistoa ti arrivano 3 fili dovresti poterli collegare tutti e 3, ma non ti posso assicurare che sia sufficiente (ed opportuno) rimuovere il pallocco di stagno e collegarci il terzo filo.

Gibert5
27th October 2016, 21:28
adesso chiedo lumi al negoziante online.
a me è venuto in mente che il pezzo di ricambio, essendo compatibile con diversi modelli (tra cui magari qualcuno senza regolazione della temperatura), venga venduto così con il corto tra i 2 pin e due soli cavi....Per chi ha un modello come o simile al mio, magari ci collega il cavo di ritorno, togliendo il blob di stagno.
Se la scheda fosse identica, farei così.....adesso la ricontrollo meglio, perchè credo abbiano cambiato solo la posizione del + e - della retroilluminazione dell'lcd e hanno messo transistor smd, invece di quelli classici.

Ora ho solo un dubbio....
ho trovato una bomba in camera mia, e per sbaglio l'ho innescata premendo il tasto con su scritto "non premere qui, altrimenti inneschi la bomba".
Quale filo stacco?
1467

SaMe
27th October 2016, 21:36
Di norma è il rosso.

MHL
27th October 2016, 22:13
Toh! un sistemino modulare tektronix, non lo vedevo dai tempi della scuola


Di norma è il rosso.
stavo per dire: "Assolutamente non toccare il filo rosso, chi l'ha montata sa che taglieresti quello"

Gibert5
27th October 2016, 23:35
riguardo il saldatore effettivamente se è presente un indicatore della temperatura ci vorrebbe almeno un filo di ritorno dalla sonda che sta inserita nella punta (in quelli seri ce ne sono due separati per la resistenza e due per la sonda), quindi se dalla pistoa ti arrivano 3 fili dovresti poterli collegare tutti e 3, ma non ti posso assicurare che sia sufficiente (ed opportuno) rimuovere il pallocco di stagno e collegarci il terzo filo.

In realtà è come se li avvessi collegati tutti e tre, perchè quello che non era già saldato sulla schedina di controllo nuova, l'ho messo insieme al cavo che va al centro (tanto sulla scheda quei due connettori sono appunto collegati insieme dal melmone di stagno).
L'unica era provare a toglierlo, come nella mia vecchia scheda.............nello schema che ho linkato, il centrale è la terra, che è collegato al ramo nominato "temp"....l'altro è denominato "switch".

MA.......probabilmente, dato che mi si era fot**ta l'altra scheda, forse il sensore è semplicemente andato al creatore.


Per la bomba, provo a staccare il fil............................................... ..............................

Gibert5
30th October 2016, 22:10
7. test alimentazione e settaggio del bias
1493


8. cablaggio alimentazione e connessioni audio + test
1495
1494


Mi mancano i cavi audio per l'ingresso di linea :stordita:
In ogni caso, sembra che tutto sia andato a buon fine al primo colpo....
Dopo aver controllato l'assenza di cortocircuiti utilizzando il limitatore di corrente dell'alimentatore da banco, ho testato anche la 48V, collegandomi direttamente dalla rete.
Il led rosso si è acceso, indicando la corretta alimentazione dei due rail (24V e 48V.

Oggi pomeriggio ho testato l'ingresso microfonico con un mic dinamico e con un microfono a condensatore; l'eq funziona in tutte le sue parti....Non ci sono ronzii, crackle, pops durante l'utilizzo e nell'utilizzo degli switch.......Il test ha avuto esito positivo:birra:.
Ora non mi resta che comprare un pò di cavetti ed i nuovi grani per fissare bene i knob.

Nei prossimi giorni concludo anche l'altra unità; intanto procedo con l'analisi delle tensioni nei vari stage....In questo modo, avrò dei check sui vari rami del circuito che potranno essere molto utili per l'individuazione di eventuali problemi su unità future.

Presto posterò dei file audio......
Se volete sentire come suona, potete anche passarmi dei file in pvt e li darò in pasto all'unità.

Gibert5
6th November 2016, 23:00
Ultime saldature della seconda unità :)
https://drive.google.com/file/d/1ro3dxWZhInqKfrDnXuUN-JXajRTgHaoGtA/view?usp=sharing

Intanto mi si è spezzato in 2 lo stilo del saldatore :mbe
Sf1ga saltami addosso.....Quasi 30€ per la scheda del dissaldatore e altri 16€ per questo pezzo di ricambio!!


Meno male che ho deciso di non fare l'attore porno, altrimenti le complicanze potevano essere tragiche:roll:

Edi
6th November 2016, 23:15
Meno male che ho deciso di non fare l'attore porno, altrimenti le complicanze potevano essere tragiche
Per fare quel lavoro servono gli utensili giusti, mica i primi due arnesi da 30€ che si trovano al Lidl :asd

Gibert5
11th November 2016, 00:30
https://lh5.googleusercontent.com/KkGOIS3gxi2yuGYeYypwQfOL59W3EkksrseHAsIvEzK0Gmd8ez 6DLM_9Q7aRi9-CMSg4N1gsl7Xduu_dCHEHlw=w1280-h670-rw

Edi
11th November 2016, 00:33
L'occhio l'appagano molto bene, ora tocca lu simpols!

lordadb
11th November 2016, 17:03
C'è un'immagine? Io non la visualizzo... :mbe Sembra ci siano permessi non ben impostati sulla pubblicazione dell'immagine specifica.

SaMe
11th November 2016, 17:52
Intanto mi si è spezzato in 2 lo stilo del saldatore

Cioè, no... ... aspetta.... eeeh???? :mbe

Mai pensato di bagnare la spugnetta per pulire la punta con acqua si Lourdes?

Gibert5
11th November 2016, 21:29
Eheh...
è un'idea!
ma vabbè...il saldatore funziona bene ma è cinese......figurati due pezzi di plastica incollati tra loro, vicino a 330 gradi...è solo questione di tempo:)

Per la foto, effettivamente non si vede più...

Gibert5
11th November 2016, 22:00
http://img.mercatinomusicale.com/p_z/80/68/4836880_1478901521.jpg

lordadb
12th November 2016, 00:26
Eh, però e bellino proprio...

Silve
12th November 2016, 10:47
Front panel e case sono di Don Audio? Hai avuto problemi a trovare di quanto rialzarlo dal case per non far fare corto al di sotto della pcb mantenendo l'allineamento con le viti del pannello frontale?
Nelle istruzioni se ne sbatte altamente di dare una qualunque informazione riguardo queste cose...

Gibert5
12th November 2016, 11:54
Nessun problema di quel tipo...
quando fissi le viti a testa esagonale del front panel, al case, la pcb sta su da sola e sotto non tocca nulla.
Le altre viti aiutano solo a distribuire il carico, dato il peso della scheda con i vari trasformatori.

mollyer
12th November 2016, 21:00
Bel aggeggino.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk Pro

classic
14th November 2016, 20:49
Grazie della condivisione e aspetto i test :)

Gibert5
15th November 2016, 22:00
A breve anche quelli :)
Se qualcuno ha delle take, come già detto, può tranquillamente mandarmi i link in PM o qua nel thread e li aggiungo nel test!

Gibert5
4th December 2016, 23:05
Nuovo ordine....
Ho già comprato altre 2 unità per averne una di scorta....MA...........

Ancora problemi con il saldatore......Non va in temperatura lo stilo.........trovo un cavo staccato, MA come lo saldo, se è un cavo del saldatore :D
Vabbè, uso la punta del dissaldatore.......monto tutto e ancora non và.

Forse è arrivata l'ora di prendere un Weller e smetterla con le cinesate :rolleyes:
Comunque se qualcuno prima di dormire vuol rivolgere un pensiero al povero gibert :D
Alla fine li assemblo per pagarmi i pezzi di ricambio degli strumenti che uso per assemblarli...........è un loop!

Abbiate fede e arrivano anche i file audio.

mollyer
3rd January 2017, 22:06
Ciao Gobert, MA tu che tester usi per fare questi lavoretti???


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk Pro

Gibert5
4th January 2017, 00:26
ciao Molly,
uso un multimetro per misure varie e un alimentatore da banco con limitazione di corrente, per testare il circuito e per proteggere i componenti da eventuali cortocircuiti (una volta progettai un robot n°5 ed un corto me lo fece impazzire, tanto da farlo diventare pericoloso....alla fine l'ho fatto brillare e poi l'ho fuso in fonderia.Ci hanno girato anche un film negli anni 80, liberamente ispirato da questa storia, ma molto più divertente e con happy ending finale).
Se richiesto, ho anche un oscilloscopio, per certe calibrazioni/tarature.

MHL
4th January 2017, 19:25
Se richiesto, ho anche un oscilloscopio, per certe calibrazioni/tarature.
Su questo sono curioso anch'io, modello?

mollyer
4th January 2017, 21:10
Io sarei interessato ad un buon tester per tarare le mie macchine ... ce ne sono migliaia di tipi . Dovrei rivalvolare un compressore ... scusa Gobert se inquino in 3D


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk Pro

SaMe
4th January 2017, 21:46
Un GBC compatto ti è più che sufficiente mollyer
primo link a caso: http://www.ebay.it/itm/like/261637018758?lpid=96&chn=ps

Gibert5
4th January 2017, 22:34
mollyer
Per rivalvolare un'unità, se c'è necessità di tarare il bias, il discorso è un pelo più complesso e non ti basta un multimetro.Altrimenti, il multimetro non ti serve proprio...Prendi le valvole giuste e le sostituisci.
Io ho preso un UNI-T (niente Fluke et simila....avrò speso 50€ circa).
Se ti serve per elettronica, devi guardare un modello che abbia le scale giuste per le tensioni dei circuiti e dei segnali.
Deve leggere tensioni in continua ed in alternata (possibilmente anche con scale basse, tipo 2V) e dovrebbe avere la lettura true RMS, altrimenti ti scordi di tarare gli strumenti.
Il multimetro che ho io, dovrebbe avere una lettura RMS, ma per non saper ne leggere ne scrivere, ho optato per un più affidabile oscilloscopio, così sono sicuro di leggere correttamente le Vpp.
Quello indicato da Same, mi pare che non abbia la lettura RMS.

MHL
L'oscilloscopio è un Tektronix 2213
1540

mollyer
4th January 2017, 22:45
Va bene questo??? :))))

UNI-T multimetro AC/DC misuratore, UT70D https://www.amazon.it/dp/B0088MOSIW/ref=cm_sw_r_cp_api_1YwByb6HHSWZH


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk Pro

mollyer
4th January 2017, 23:03
Scherzi a parte questo va bene o posso spendere anche meno?

UNI-T UT71D Vero RMS Multimetro Digitale Intelligente Ohm Capacità Termometro Tester Auto Data Log AC DC Energia https://www.amazon.it/dp/B00LSLLQF8/ref=cm_sw_r_cp_api_QbxBybH5RQ4NF




Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk Pro

Cracker
4th January 2017, 23:10
Quello ha funzioni abbastanza evolute, fra cui capacimetro e memorie.
Sicuramente un bell'oggetto!

Ma forse persino un po' troppo per chi non ha basi di elettronica.

Per una frazione del prezzo potresti prendere il 139C
UNI-T UT139C Multimetri Digitali Vero RMS https://www.amazon.it/dp/B01HPV6FZ0/ref=cm_sw_r_cp_api_uhxBybKT772VF


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

mollyer
4th January 2017, 23:40
Avevo già visto... beh se è ugualmente preciso per tarare un vari mu ... risparmio qualche soldo . :)
Altrimenti rompo le p.lle a Gobert quando sarà :)


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk Pro

Gibert5
4th January 2017, 23:46
Quoto il Luciardo...
Compra il multimetro UNI-T più economico, che abbia le specifiche che ti abbio io e abbia lui, indicato.

MHL
5th January 2017, 15:16
L'oscilloscopio è un Tektronix 2213
Analogico! Me lo sarei dovuto aspettare :D
Noi in azienda abbiamo se non ricordo male un 2243 (dovrebbe essere di pari caratteristiche al tuo ma con 4 tracce), è l'unico analogico che abbiamo ma lo utilizziamo raramente.