PDA

Visualizza Versione Completa : Consigli per un basso tipo jazz bass entry level



eumir
13th August 2013, 12:32
Salve gente..
riemergo dal torpore feriale per fare una domanda ai bassari (e pure ai chitarrai perchè sicuramente hanno almeno un basso nascosto da qualche parte :D).

Dovrei comprare il mio primo basso per fare linee per i miei pezzi, per divertirmi e per buttare definitivamente alle ortiche sampler e programmazione; lo utilizzerei diretto nella scheda (apogee duet2) e mai amplificato...

il mio genere di riferimento è la musica popolare brasiliana, samba, bossa, ecc, o comunque prevalentemente musica acustico-tranquilla :).. quindi giusto per avere un riferimento diciamo cose tipo queste qui:
http://www.youtube.com/watch?v=R-O0zpblirM
http://www.youtube.com/watch?v=x86M5cYhaEo

cioè bassi rotondi, morbidi, suonati con le dita

il mio budget è tra i 250€ e i 300€, non ci voglio spendere molto e sono consapevole che non avrò uno strumento meraviglioso tra le mani, ma non voglio neppure una pala...

avendo individuato nella mia "ignorandità" il fender jazz come modello di riferimento per versatilità, diffusione nel mio ambito musicale (es i due bassi dei video sono jazz bass) ho adocchiato gli squier affinity http://www.fender.com/it-IT/basses/jazz-bass/affinity-jazz-bass-rosewood-fingerboard-black/ che sono abbastanza reperibili... e sono comodi come manico...

che ne pensate? ci sono alternative in quel range migliori (anche di altri jazz bass cloni)? conviene spendere una cinquantina di euro in più rosicando il tetto del mio budget per arrivare a questo vintage modified http://www.fender.com/it-IT/squier/series/vintage-modified/vintage-modified-jazz-bass-77-maple-fingerboard-3-color-sunburst/ (che ha pickup marchiati seymur duncan e corpo in agathis invece che ontano?)

forza eruditemi, magari segnalandomi anche altre marche/modelli adatti al mio genere, che alla ripresa dei primi freschi (verso gennaio di questo passo :wall) vorrei regalarmi questo basso e cominciare a registrare qualcosa :k:

19Hz
13th August 2013, 13:00
Gli Squier Vintage Modified sono ottimi bassi e suonano davvero bene, ben tastati, fo**itene del vergognoso logo sulla paletta :asd, il problema sono i tipici dead spots di casa Fender, occhio a questo fattore quando ne provi uno.

Altrimenti se trovi un qualsiasi basso di questa marca, SX, fallo tuo:

http://www.sxguitarspain.com/sx_vintage_plus.htm

Si tratta di strumenti con un rapporto qualità/prezzo assurdo, costruiti e tastati divinamente, raramente hano dead spots, non costano proprio un ca**o ed i pick-up di serie sono di buona qualità nonostante i prezzi ridicoli: con un cambio di pick-up suonano in maniera bestiale.
Fidati di un energumeno che in passato ha visto modificare un SX stile Precision con risultati a dir poco esaltanti :rolleyes:!

Mikeopen
13th August 2013, 14:10
Peccato non si trovino più i royteck. Avevo un Pbass ed un jazz che mi ero scelto in negozio ( una volta ero il caporeparto di uno dei più grandi store della provincia ) pagati in lire 300,00. Ben fatti e ben suonanti entrambi senza nessuna modifica. Non ho notizia di come li facciano ora ma se ne trovi qualcuno senza dead spot prendilo. http://www.mercatinomusicale.com/mm/a_basso-roytek-traditional-series-tipo-fender-jazz-bass_id2967089.html

TONIGHT
13th August 2013, 14:50
sono felice possessore di uno stagg! a me piace e chi l'ha provato nel tempo ha sempre gradito! :)

eumir
13th August 2013, 15:53
intanto grazie per i suggerimenti :birra:
mi state mettendo paura con questi dead spot però :o ... so che è un problema che ha in particolare questo basso, ma praticamente è un calo del sustain di una nota vero? quando provo lo strumento c'è qualcosa che devo valutare in particolare?, ci sono "zone" del manico più soggette a questo difetto? scusate la niubaggine ma cerco di capire

sto vedendo le marche che mi segnalate, diciamo che sX a parte per gli altri siamo intorno ai 200 euro a questo punto punterei sulla sicurezza e maggiore reperibilità squier (hellvis la marca non mi ossessiona...anche un basso "saiwa" andrebbe bene purchè ben suonante :) )

un'altra cosa: come la vedete una ipotesi di uno squier base (affinity) con eventuale cambio di pickup in futuro, anzichè puntare direttamente su vintage modified? non so perchè ma questa cosa di "designed by duncan" mi sa tanto di marketing :asd

Crimson
13th August 2013, 17:05
Anche io a pelle ti avrei detto SX + cambio pickup.

Di Squier Affinity/Vintage/sail cacchio ne ho visti un po' ma secondo me non valgono quei 200e in più degli SX. Molto meglio SX con un giro di pickup decente (senza neanche star li ad andare su qualcosa di esoterico) e sei a posto... :)

Crim

Mr. Red
13th August 2013, 19:31
Dai un'occhiata anche a questi (http://www.jhs.co.uk/vintagebass.html) costano poco, suonano, sono belli da vedere e hanno un ottimo rapporto qualità prezzo.

eumir
13th August 2013, 21:20
mr.red i bassi della vintage sembrano più rifiniti (meccaniche, ponte e pickup), però da quello che vedo sono un po' difficili da reperire, c'è un distributore italiano ma non vedo molti store che li hanno in catalogo (anche se ho visto alcune chitarre vintage "relick" in un negozio dalle mie parti potrei chiedere qui).

sui bassi sx se non ho capito male hanno una liuteria molto buona ma l'elettronica è migliorabile... li ho trovati intorno ai 150 euro tramite mercatino ma li dovrei comprare a scatola chiusa, mi sembra un buon prezzo ma mi frenano due cose: 1) vorrei poter metterci mano meno possibile (anche perchè di pickup non ne capisco una mazza); 2) se penso all'upgrade dei pickup arrivo al prezzo di uno squier base già pronto che qui posso scegliere come voglio (è un modello abbastanza popolare, lo tengono tutti)

comunque mi state aiutando parecchio, alcune marche non le conoscevo proprio :birra:

19Hz
14th August 2013, 09:37
Dai un'occhiata anche a questi (http://www.jhs.co.uk/vintagebass.html) costano poco, suonano, sono belli da vedere e hanno un ottimo rapporto qualità prezzo.

Wow li conosci anche te?!
Stavo per tirarli in mezzo ma proprio per via della scarsa reperibilità ho esitato.

Anni fa quando ero alla ricerca di un clone StingRay economico stavo puntando al Vintage V96/EST96, visto che un e-shop milanese ne aveva parecchi in catalogo, ma rinunciai per via delle spese di spedizione del suddetto negozio.....era stato puro c**o trovarli, bassi con hardware ed elettronica Wilkinson e legni selezionati a quel prezzo sono davvero rari.
Poi puntai ad un Ibanez ATK, che tengo tuttora (è il mio unico basso).

Per mai esperienza, ti sconsiglio gli Squier Affinity normali visto che sono costruiti davvero in truciolato ed a quel prezzo andare su un SX è davvero la cosa migliore.
I pick-up di ricambio te li potrebbe cambiare chiunque, anche il negoziante da cui potresti acquistarl, o almeno il mio la fa ;).

Mr. Red
14th August 2013, 10:35
Un mio amico (turnista di un famosissimo gruppo itagliano), ci va addirittura in tour con le loro chitarre, tutte ordinate via internet e arrivate ben suonanti e intonate.....

eumir
14th August 2013, 11:47
I pick-up di ricambio te li potrebbe cambiare chiunque, anche il negoziante da cui potresti acquistarl, o almeno il mio la fa ;).

mi annoia più districarmi tra gli innumerevoli tipi di pickup e recensioni, scegliere il modello ecc.. sulla sostituzione vera e propria mi imbarcherei, un minimo di manualità ce l'ho (o comunque saprei a chi rivolgermi)... è più un discorso mentale o di comodità: preferirei comprare una cosa sapendo che sto a posto senza doverci mettere mano: meno variabili, meno sbattimenti :)


tutte ordinate via internet e arrivate ben suonanti e intonate.....
io ho provato a mandare una mail al distributore ma penso che alla vigilia di ferragosto non sarà proprio disponibile a rispondere :)
intanto ho trovato un sito svizzero.. verrebbe 220 euro spedito, niente male... meno di uno squier entry level...

19Hz
14th August 2013, 13:34
intanto ho trovato un sito svizzero.. verrebbe 220 euro spedito, niente male... meno di uno squier entry level...

:eek:
Dannata GAS!
Mi passi il link?

Comunque il prezzo è più basso e la qualità è infinitamente più alta, fossi in te eviterei altro ed andrei dritto su questo, anche perchè i pickup Wilkinson sono di ottima qualità così eviti gli sbattimenti del cambio pick-up che alla fine annoiano un pò tutti :) .


Un mio amico (turnista di un famosissimo gruppo itagliano), ci va addirittura in tour con le loro chitarre, tutte ordinate via internet e arrivate ben suonanti e intonate.....

Caro Rosso, io ormai non ci credo più (e credo anche tu) alla storia che uno strumento debba costare per suonare bene.
In qualsiasi situazione, con qualsiasi basso "economico" che ho usato, nessuno si è mai lamentato del suono sia in live che in studio.
Insomma, ormai qualsiasi basso con corde nuove rende alla grande.
Tutto il resto è solo un ammasso di dettagli timbrici che ti fanno pagare.
Oggi l'unico "sbattimento" è cercare chi offre di più a parità di prezzo, è tutto quasi come nella pubblicità di "Trivago" :D.

Sarò cinico, ma ho sempre preferito la musica alle pippe da strumentoni :).
Scusate l'off-topic.

Mikeopen
14th August 2013, 13:36
Stardi !!!! Ora ne devo acquistare uno pure io...lo sapete veroooo ?? Link pliiis

eumir
14th August 2013, 14:54
ok il link ve lo metto però non mi ciulate il basso :)... rispettate la fila :read:

comunque mi ero sbagliato sono 232€ spedito... :) ... quasi 270 spedito con TNT comunque siamo +/- 20€ intorno al prezzo di uno squier affinity vale la pena già così

http://www.gear4music.it/it/Chitarra-e-Basso/VJ74-vintage-Bass-Sunburst/T53

EDIT: il sito dovrebbe essere inglese, io ero capitato su una pagina con prezzi in franchi svizzeri :)

Mikeopen
14th August 2013, 14:57
Ma ne hanno uno solo ?

eumir
14th August 2013, 15:03
non credo, non è specificato, dice solo che è "in stock"... io sto aspettando anche una risposta dall'importatore (che è stfyline http://www.stefyline.com/ ) per sapere qualcosa in più sulla distribuzione e poi, come ho scritto su, vorrei chiedere ad un negozio di un amico nella mia zona... in passato aveva delle chitarre vintage in esposizione quindi se non ha interrotto i rapporti dovrebbe trattare ancora questo marchio

questo per dire che se la GAS è forte fate pure :)

F.Blues
14th August 2013, 18:32
Hai visto gli harley benton di thomann? c'è anche il modello jazz bass e secondo me sono strumenti fatti dove fanno anche gli entry level "di marca" però in questo caso non paghi la marca.
Per me fondamentale in una copia jazz bass è il manico stretto, 38mm al capotasto, occhio che molte copie non rispettano questa caratteristica ed hanno il 42mm come il precision, io da chitarraio mi trovo meglio col 38mm, minore intercorda.
http://www.thomann.de/it/harley_benton_mb222t.htm
e se non va bene glielo rimandi

eumir
14th August 2013, 18:56
guarda l'harley benton l'avevo visto, e pure se mediamente la roba marchiata "tedesco" è di buona qualità secondo me siamo un po' troppo a livello di roling's e cineserie varie... :) è una mia impressione chiaramente, ma 100 euro è veramente poco per pensare ad un basso che ti puoi tenere per un po' senza upgradarlo subito e di brutto... poi può essere pure una sorpresa, per carità, ma lo vedo più un primissimo basso da regalare da un ragazzo per farlo sfogare :D

comunque non devo necessariamente andare al prezzo più basso (anche se sarebbe meglio spendere il meno possibile chiaramente) come ho scritto su, vorrei un basso pronto, da non farci molti upgrade in futuro (pickup, meccaniche ecc) e quindi alzo un po' il tiro da subito spendendo quella 50/100 euro in più

sulla larghezza di capotasto hai una sacrosanta ragione perchè il 41mm (mi pare che sia questa lo spessore del precision) "spiazza" parecchio, anche io provandone un po' l'altro giorno mi sono sentito subito a mio agio (nonostante gli spessori e le dimensioni diverse chiaramente) con il 38mm

poi magari un fan del precision come Mikeopen dice tutto il contrario e ci mazzola di brutto :asd :asd

Mr. Red
14th August 2013, 19:09
Più che altro, essendo chitarrista, l'intercorda che aumenta man mano che vai verso il ponte potrebbe spiazzarti.

F.Blues
14th August 2013, 19:11
guarda l'harley benton l'avevo visto, e pure se mediamente la roba marchiata "tedesco" è di buona qualità secondo me siamo un po' troppo a livello di roling's e cineserie varie... :) è una mia impressione chiaramente, ma 100 euro è veramente poco per pensare ad un basso che ti puoi tenere per un po' senza upgradarlo subito e di brutto... poi può essere pure una sorpresa, per carità, ma lo vedo più un primissimo basso da regalare da un ragazzo per farlo sfogare :D

comunque non devo necessariamente andare al prezzo più basso (anche se sarebbe meglio spendere il meno possibile chiaramente) come ho scritto su, vorrei un basso pronto, da non farci molti upgrade in futuro (pickup, meccaniche ecc) e quindi alzo un po' il tiro da subito spendendo quella 50/100 euro in più

sulla larghezza di capotasto hai una sacrosanta ragione perchè il 41mm (mi pare che sia questa lo spessore del precision) "spiazza" parecchio, anche io provandone un po' l'altro giorno mi sono sentito subito a mio agio (nonostante gli spessori e le dimensioni diverse chiaramente) con il 38mm

poi magari un fan del precision come Mikeopen dice tutto il contrario e ci mazzola di brutto :asd :asd
Il punto è che per me il benton a 100€, sx a 150 e squier e vintage a 270 o anche 300 e rotti sono esattamente sullo stesso livello qualitativo e non fatevi ingannare da hardware e pickup wilkinson per esempio, non è la wilkinson che ha fatto ottimo hardware in passato, il che non vuol dire che siano scadenti ma non dice nemmeno che siano meglio di roba non marchiata che trovi per esempio sull'harley benton.
Per i 38mm c'è poco da mazzolare, mica è meglio o peggio, è una cosa soggettiva.
Comunque era così, per gettare un po' di legna sul fuoco che è anche periodo :-), fra l'altro ciclicamente 'sta cosa del basso viene anche a me e essendo anch'io orientato sul jazz bass style una panoramica sul low budget l'avevo già fatta, quelli sono, a volte mi attira lo squier classic vibe ma 400€ e rotti per uno squier mi rodono un po' sinceramente e anche sull'usato non ho visto finora affaroni, poi quando vedo che si trovano strumenti analoghi a 100€ mi rode ancora di più e alla fine non compro nulla

Sickman
14th August 2013, 19:22
Perché non puntare su un Fender Made in Japan? (http://www.ebay.it/itm/FENDER-JAPAN-JAZZ-BASS-JB62-77AB-BLK-T-SERIAL-/111143029382?pt=Guitar&hash=item19e0a40a86)

Dallo stesso venditore io acquistai uno splendido Precision anni 90' che è stato uno dei più grandi affari della mia vita. Testato con il mio bassaio (lui possiede un 4001 vintage e un Jazz Custom), a suo dire ha un manico migliore del suo custom made in u.s.a. :asd

F.Blues
14th August 2013, 19:49
Perché non puntare su un Fender Made in Japan? (http://www.ebay.it/itm/FENDER-JAPAN-JAZZ-BASS-JB62-77AB-BLK-T-SERIAL-/111143029382?pt=Guitar&hash=item19e0a40a86)

Dallo stesso venditore io acquistai uno splendido Precision anni 90' che è stato uno dei più grandi affari della mia vita. Testato con il mio bassaio (lui possiede un 4001 vintage e un Jazz Custom), a suo dire ha un manico migliore del suo custom made in u.s.a. :asd
Certo bella storia però se ci sono dazi da pagare già andiamo sui 500€, lo strumento può anche valerli tutti e pure di più, questi sono altri livelli e non posso che confermare grazie alla mia fernandes ma sono sempre 500€, se potessi andrei a sbattere da quelle parti senza nemmeno pensarci, appunto poi fra i 300 di un cinese di marca e i 100 del cinese di thomann o musicstore forse mi sentirei meno preso per il culo col cinese "no-logo" che magari esce dalle stesse fabbriche, magari eh

Sickman
14th August 2013, 19:52
Io pagai solo il prezzo esposto su ebay, ma probabilmente per queste cose si va a culo.

eumir
14th August 2013, 20:21
Più che altro, essendo chitarrista, l'intercorda che aumenta man mano che vai verso il ponte potrebbe spiazzarti.

questo pure è vero, il precision ha una tastiera più regolare non che cresce progressivamente, sono due mondi diversi... ma siccome prevedo di mantenermi al massimo nella prima posizione non dovrei avere problemi :) ... comunque parlando seriamente, io credo che alla fine quando prendi in mano uno strumento diverso da quello tuo abituale ma affine il tuo cervello riconfigura tutto da subito.. cioè non porti una tecnica esecutiva della chitarra sul basso, alla fine sviluppi una tecnica tua di suonare il basso (magari scrausa o funzionale a quello che devi fare)...me ne accorgo quando passo da cavaco a chitarra a ukulele ecc..


Il punto è che per me il benton a 100€, sx a 150 e squier e vintage a 270 o anche 300 e rotti sono esattamente sullo stesso livello qualitativo e non fatevi ingannare da hardware e pickup wilkinson per esempio, non è la wilkinson che ha fatto ottimo hardware in passato, il che non vuol dire che siano scadenti ma non dice nemmeno che siano meglio di roba non marchiata che trovi per esempio sull'harley benton.
pur condividendo in linea di massima il tuo ragionamento (sostanzialmente ci sono processi di produzione simili, i materiali sono quelli, la ferramenta è la stessa... alcune aziende tipo Cort fanno bassi per altri, ma parliamo di altri modelli non jazz bass) io sono dell'opinione invece che si può avere una differenza significativa tra un basso di 100 euro e uno di 300 in termini di rifiniture, pickup e hardware migliori... sempre rimanendo con i piedi per terra e non pensando che poi "fai l'affare" con 300 euro, però uno strumento dignitoso secondo me per quella cifra lo trovi... così come trovi il progetto di massa venuto bene (tipo sx)


Perché non puntare su un Fender Made in Japan?
infatti perchè no? :) diciamo che però è già su un altro range di prezzo

F.Blues
14th August 2013, 20:52
Io da chitarrisita mi trovo meglio col jazz, sempre per come posso suonarlo io il basso e ho suonato anche bassi differenti e non mi sono trovato altrettanto bene, raramente mi allontano dal capotasto.
Si certo possono esserci differenze qualitative fra 100 e 300€, possono esserci come anche no, poi guardo uno squier vintage modified, osservo il corpo in almeno 5 pezzi, vabbè fender ci fa anche strumenti da 600€ in 5 o più pezzi e mi chiedo: ma in cosa dovrebbe essere meglio del benton? i pickup? Con 50€ prendi una coppia di GFS in alnico e glieli schiaffi, l'hardware? ma si può parlare di hardware quando parliamo di uno squier? cosa mi da la sicurezza che l'hardware dello squier sia superiore a quello dell'harley benton? i 270€? o il by fender? ecco, questi sono i ragionamenti che faccio, poi si, con 300€ puoi anche trovare lo strumento dignitoso, diciamo che io non escludo il fatto che possa essere altrettanto dignitoso l'harley benton anche perchè mi faccio pure viaggi di natura commerciale, di brand, di distributori, di pubblicità e di tante cose che contribuiscono a determinare un prezzo, cose che in un harley benton non ci sono, thomann se li fa fare e li vende direttamente, ecco che il gap di prezzo si riduce drasticamente, poi sempre di pale parliamo eh, pala per pala al limite mi faccio due conti, se già devo tirare fuori 300 e passa euri freno e magari penso che è meglio aspettare e spendere di più, i 500€ di cui sopra per esempio e mi prendo un basso, così eh, sempre pour parler, poi sai che io con 'ste cose sono abbastanza intrippato, non sono bassista ma le dinamiche sono quelle e per le chitarre è uguale ma sono sempre miei pensieri eh, prendili per quello che sono.
Qualche mese fa mi ero comprato in online in UKquesto (http://www.tanglewoodguitars.co.uk/products/electricbass/overwater/TOJ14EB.html) mi piaceva e il prezzo era ottimo, poi mi contattarono per dirmi che l'offerta era finita e che quindi il prezzo non era più quello, mi sono fatto restituire i soldi, meglio così forse

Cracker
14th August 2013, 21:24
'azz, badaquant'ebbello (http://www.tanglewoodguitars.co.uk/products/electricbass/rebel/REB4MR.html)... :D

Mr. Red
15th August 2013, 09:05
Sul discorso harley benton con me si fonda una porta aperta.....
Mi è capitato di provare una ibanez semiacustica e, dopo aver saputo che le fanno nella stessa fabbrica delle hb ma ci mettono semplicemente dei filetti in più, non ho esitato un attimo a spendere la metà per avere un ottimo strumento.
Quando mi è arrivata la chitarra a casa aveva lo stesso suono, unico neo il tedesco me l'ha mandata con un setup pietoso.....
C'è da dire che però sul basso avere delle meccaniche decenti è fondamentale, sennò non lo accordi mai.
In generale, quando si tratta di andare al risparmio, imho è sempre meglio prendere uno strumento usato ma di categoria superiore.

F.Blues
15th August 2013, 09:45
Eh, ricordavo della tua HB stile 335 e che ne eri soddisfatto.
nel mio girovagare per simil jazz economici avevo visto anche questo (http://www.espguitars.com/basses/ltd-basses/j-204.html) LTD (by ESP), un po' modernizzato come linea, l'avrei preferito più tradizionale ma sono gusti

19Hz
15th August 2013, 09:49
Sul discorso harley benton con me si fonda una porta aperta.....
Mi è capitato di provare una ibanez semiacustica e, dopo aver saputo che le fanno nella stessa fabbrica delle hb ma ci mettono semplicemente dei filetti in più, non ho esitato un attimo a spendere la metà per avere un ottimo strumento.

Quella "stessa fabbrica" che tu citi dovrebbe essere uno stabilimento delle industrie Cort, da cui esce il 99% dei marchi prodotti su commissione di fabbriche asiatiche ;).


In generale, quando si tratta di andare al risparmio, imho è sempre meglio prendere uno strumento usato ma di categoria superiore.

Mmmh, si e no.
Per via di alcune particolari esperienze che mi sono capitate l'usato è meglio averlo tra le mani per verificare che sia tutto e posto, e non è neanche detto che ci si renda conto di tutti i difetti dello strumento ad un prima, ma anche ad una seconda o terza prova.
Evterei assolutamente l'usato a scatola chiusa tramite internet senza conoscere almeno un minimo il venditore.

Vi spiego questo perchè mi sono capitati bassoni si, ma ad esempio col truss rod quasi a fine corsa oppure con i pick-up arrugginiti sapientemente mascherati nella foto.
Insomma, dopo alcune brutte esperienze io non compro più usato a meno che non conosca bene il venditore.


Il punto è che per me il benton a 100€, sx a 150 e squier e vintage a 270 o anche 300 e rotti sono esattamente sullo stesso livello qualitativo e non fatevi ingannare da hardware e pickup wilkinson per esempio, non è la wilkinson che ha fatto ottimo hardware in passato, il che non vuol dire che siano scadenti ma non dice nemmeno che siano meglio di roba non marchiata che trovi per esempio sull'harley benton.


Sono d'accordo fino ad un certo punto: sebbene a livello di pick-up stiamo là, e conscio del fatto che un nome non fa qualità, le meccaniche Wilkinson (chiavette e ponte) sono certamente molto meglio delle plastichette simil-acciaio montate sugli strumenti di questa fascia ;).
Onestamente, conscio anche del risparmio, a quel punto proprio perchè un marchio vale l'altro, tanto vale andare sul Vintage....gli Squier hanno sempre avuto meccaniche deprimenti, sia sui 100€ che sui 400€.
A proposito di marche, ricordo che anni fa Crafter produceva ottimi strumenti a prezzi davvero del ca**o, specie con la sua sottomarca Cruiser by Crafter: regalai alla mia ragazza una simil strato bella pesante come legni (frassino!), meccaniche solide come una roccia, ponte smanettabilissimo e pick-up più che decenti.
Pagata nuova 90€, la usa ancora per suonare nel suo gruppo senza mai aver lamentato il minimo problema.

Ora Cruiser pare non esisti più e Crafter produce solo chitarre e bassi acustici, peccato....erano strumenti davvero pregevoli (soprattutto le copie Precision/Jazz), nonostante fossero super economici.

F.Blues
15th August 2013, 10:00
Mi preme ricordare che quelle chiavette e ponti Wilkinson di Wilkinson hanno solo il nome, la Wilkinson è stata assorbita dalla Gotoh e sotto questo marchio produce l'hardware buono e costa, Trevor Wilkinson ha tenuto il marchio e ora produce in cina o corea hardware del tutto ordinario, ora sai che io sono uno che bada alla sostanza più che al prezzo però se cerchi quell'hardware come ricambio, quello che montano i Vintage, ti accorgerai che viene venduto a prezzi analoghi a quelli di hardware economico non marchiato, ti faccio qualche esempio:
http://www.axesrus.co.uk/Bass-Machineheads-s/1918.htm.
http://www.axesrus.co.uk/Classic-Style-4-String-Bass-Bridge-offset-saddles-p/bb019.htm.
http://www.axesrus.co.uk/Wilkinson-Classic-Style-4-String-Bass-Bridge-p/wbbc.htm.
Quello marchiato Wilkinson è meglio? Boh, può essere...ma anche no

19Hz
15th August 2013, 13:08
Quello marchiato Wilkinson è meglio? Boh, può essere...ma anche no

Sono d'accordo con quanto scrivi, ma per esperienza ti dico di si ;).

eumir
16th August 2013, 08:44
visto che abbiamo tirato in ballo Cort un paio di volte come costruttore per conto terzi di bassi economici, qualcuno ha qualche informazione su questo basso che costa 220 a listino? Avevo letto da qualche parte che i prodotti economici Cort sono mediamente migliori dei prodotti economici delle altre marche che poi fa sempre lei... chiaramente sempre di un cinese si tratta, non di un basso fatto in Corea

http://www.backline.it/ita/it/index_prodotto.php?id=2090

e poi, seguendo la linea introdotta da Blues, per 130 euro ci sarebbe pure questo qui Eko... come dire "peppe per peppe mi tengo a peppe mio (fatto in italia...ops fatto in cina :) )"

http://www.ekomusicgroup.com/viewdoc.asp?co_id=71841

F.Blues
16th August 2013, 09:07
Ovviamente non mi era sfuggito l'Eko (sarà pure questo un sx rimarchiato?:D), più che altro mi farebbe piacere avere un altro strumento con quel marchio (ho una ranger XII ma di quelle fatte a recanati), li ho contattati per chiedere la misura del manico al capotasto: 40mm, rimane comunque fra i possibili acquisti, sicuramente più simpatico dell'harley benton o del jack & danny (http://www.musicstore.de/it_IT/ITL/Bassi/Bassi-elettrici-a-4-corde/Jack-and-Danny-YC-JB-3Tone-Sunburst-/art-BAS0000913-002#FullDetails) (questo l'avevo detto? Sta a musicstore.de come harley benton sta a thomann).
Interessante anche il Cort, visto che ci siamo avevo visto pure questo (http://www.ebay.es/itm/Tokai-Jazz-Sound-Bass-Guitar-Candy-Apple-Red-AJB40-CAR-/360703189203?pt=UK_Musical_Instruments_Guitars_CV&hash=item53fb95e0d3) Tokai, questi facevano ottime copie in Giappone, questa serie però è made in china e siamo sempre lì, 350€ quel prodotto secondo me non li vale ma mi fermo qui perchè sarebbe un loop :D

F.Blues
16th August 2013, 09:21
Ancora, Xaviere (http://www.guitarfetish.com/JB-Bass-Alder-Body-Maple-Neck-Sunburst-Rosewood-Fingerboard_p_4275.html) di Guitarfetish (o GFS) ma pare che i bassi non possono spedirli, sulla carta sarebbe molto interessante

19Hz
16th August 2013, 09:21
visto che abbiamo tirato in ballo Cort un paio di volte come costruttore per conto terzi di bassi economici, qualcuno ha qualche informazione su questo basso che costa 220 a listino?

Il mio primo basso è stato proprio un Cort simil-PJ Special (Precision+Jazz) sulla falsariga dei cloni Cort di fascia ultra economica, e che possiedo tuttora: costruzione molto buona, meccaniche anonime ma che tengono tutto bene....pick-up plasticosi, orrendi, osceni.
Non so se le serie attuali siano migliori, ma credo che Cort non le tenga neanche in catalogo sul proprio sito ufficiale.
Il prezzo ufficiale è estremamente più basso di quello di listino, ma il cambio pick-up è obbligatorio in questo caso epr farlo suonare decentemente e fidati se te lo dice uno che ne possiede già un esemplare ;).

EDIT: Ho controllato, effettivamente non ci sono.
Cort produce strumenti dalla linea personale e moderna, come questi tra gli economici:
http://www.cortguitars.com/en/product/action-v-a

E questo tra quelli di fascia media, da leccarsi i baffi:
http://www.cortguitars.com/en/series/arona-series

Se proprio devi andare su quel clone, vai sull'Eko.
Anni fa in internet si scatenò una GAS generale verso il clone StingRay passivo: GAS giustificata, visto che oltre a non costare davvero un ca**o, era costruito e tastato in maniera impeccabile con il pick-up di serie suonava discretamente.
Parecchi optarono per un cambio pick-up tipicamente Seymour Duncan stile MM passivo ed ascoltando le registrazioni rimasi allucinato in positivo.
Quindi tra i due che hai elencato direi sicuramete l'Eko.

Gli strumenti Cort sono sicuramente migliori dei bassi su commissioni perchè logicamente si tratta dei loro strumenti, e tipicamente il rapporto q/p è migliore perchè di loro possono evitare spese burocratiche et smilia derivate alla produzione di marchi di terzi e permettersi di investire tutto sulla realizzazione dei propri prodotti, ma non nel caso di modelli non presenti sul proprio sito: anche loro hanno delle linee fatte apposta per occupare le fasce di mercato ultra-basse, ma sul sito ufficiale non ci mettono la faccia :) e comunque, per quanto costano, tutto sommato la qualità è davvero molto buona ;) perchè per quanto costano, a querl prezzo un pick-up già che suoni è una manna dal cielo.

eumir
16th August 2013, 09:42
beh un cambio di pickup su un basso che costa 130 ci starebbe pure e se la liuteria è buona come dici sarebbe comunque vantaggioso... l'eko potrei provarlo in un negozio dalle mie parti, ma ho visto solo bassi a 5 corde però... comunque dovrebbe servire a capire il tipo di rifiniture

in ogni caso anche questo clone cort mi tenta... solo leggendo in giro, sembrerebbe che sia accettabile e pure tu Hellvis ne dai un parere tuttosommato positivo (pickup a parte) ...

diciamo che ormai la lista è:
- vintage (vedere quanto mi viene e teoricamente non dovrei farci niente)
- basso scrauso con upgrade da subito
- affinity se lo trovo a molto meno di quello che costa

@F.Blues... azz quanti cloni... sta diventando tipo un thread sulla panoramica dei bassi JB < 300€ ... facciamo un servizio per la comunità :k:

19Hz
16th August 2013, 12:39
l'eko potrei provarlo in un negozio dalle mie parti, ma ho visto solo bassi a 5 corde però... comunque dovrebbe servire a capire il tipo di rifiniture

in ogni caso anche questo clone cort mi tenta... solo leggendo in giro, sembrerebbe che sia accettabile e pure tu Hellvis ne dai un parere tuttosommato positivo (pickup a parte) ...


I 5 corde economici sono da evitare come la peste nera, perchè le quinte corde sono tutte floppe e mosce in quanto richiedono determinati apporti liuteristici che i bassi di quella cifra logicamente non possono avere, sono solo specchietti per le allodole.
Gli unici 5 corde quasi decenti sotto i 300€ sono gli Ibanez....a proposito!

Hai mai dato un'occhiata al GSR180 prodotto da Ibanez?
Costa solo sui 150€, ha la configurazione Jazz, i legni sono accettabili, la tastatura è buona ed è leggero ed estremamente suonabile grazie al manico sottile e veloce, personalmente lo trovo addirittura più comodo di quello del Jazz stesso ma soprattutto i pick-up sono davvero ottimi per il prezzo, un bel tono Jazz Bass brillante moderno ma non troppo, ricco di sfumature.

http://www.ibanez.co.jp/products/eb_page13.php?area_id=3&data_id=233&color=CL02&year=2013&cat_id=2&series_id=112

Con uno di questi cosini economici ci ho registrato un demo con degli amici ed è uscito fuori un timbro di basso davvero azzeccato (il genera era à la Tool) e brillante.
Non dovrebbero avere dead spots (almeno il mio non gli aveva), è costruito in Cina (stabilimenti Cort, of course, anzi of COuRTse :P) ma è un bassino davvero bello e completo.

Che deficente di prima categoria a non avertelo consigliato prima, spero mi scuserai :).
Secondo me, soprattutto per esperienza personale, questo Ibanez GSR 180 è meglio dei cloni perchè aldilà del fattore di "economicità" ha comunque un timbro personale ed una suonabilità ottima, specie se sei alle prime armi con il basso.
Tienilo in seria considerazione, sul serio ;).

....anche perchè è un modello che hanno disponibile quasi tutti i negozi di strumenti.

Mikeopen
16th August 2013, 13:04
Poi ti posto una foto del mio hk 5 corde con meccanica gotoh pick up ed elettronica ken smith e dopo ti dico quanto l'ho pagato.

Mikeopen
16th August 2013, 13:22
Io lo trovai un paio di anni fa e lo comprai da un amico che lo aveva preso per sfizio e pretendeva di fare confronti con il suo fodera o il furlanetto....và....l'idiota. Glielo presi per 200 euro. Un basso fichissimo !

19Hz
16th August 2013, 13:29
Poi ti posto una foto del mio hk 5 corde con meccanica gotoh pick up ed elettronica ken smith e dopo ti dico quanto l'ho pagato.

Onestamente eviterei gli HK, ho letto opinioni imbarazzanti su un sito fidato, proprio a livello di costruzione ad assemblaggio.
Su uno che ne usciva bene, pareva che dieci ne uscissero male, ma male davvero.

E' un marchio crucco/cinese come ce ne sono tanti su eBay.
Ho dovuto sbattere per trovare il suo canale eBay ufficiale (conviene comprare da qui perchè stranamente pare più fornito del sito ufficiale):
http://stores.ebay.de/hk-instruments/E-Basse-/_i.html?_fsub=3800557016&_sid=30821586&_trksid=p4634.c0.m322

E comunque questo per quanto costa è regalato, un simil-Precision Vintage'62 :eek::
http://www.ebay.de/itm/HK-4-Saiter-E-Bass-strahlendem-3-Tone-Sunburst-Retro-Look-Pickguard-/390591961989?pt=Gitarren&hash=item5af1185b85
Il Jazz invece è solo natural:
http://www.ebay.de/itm/HK-4-Saiter-E-Bass-SJB-800-Eschekorpus-in-Natur-Bridge-und-PickUp-Cover-NEU-/261261331367?pt=Gitarren&hash=item3cd4638ba7

I prezzi sono scandalosamente bassi, suonano, ma acquistare qualcosa di questo tipo di marchi (ovvero le aziende crucco-cinesi che spopolano su eBay tedesco) è un pò come giocare alla roulette russa.

Mikeopen
16th August 2013, 13:38
Capiamoci. Ho dovuto schermare il basso e regolo il manico più di quanto non faccia con altri bassi ma, ti assicuro che il basso suona benissimo con 4 accorgimenti. È stato culo, lo ammetto, ma per 90 euro un p bass uno lo può anche comprare e usare come cavia. Ripeto io ho appena preso un mex std a 400 euro usato con dei duncan bassline on board. Credo di aver fatto un affare, tra l'altro visto che il colore è metallic blue, ci schiaffo un badass che io ho e ordino un mirror pickguard e...et voilà spunta uno steve harris

eumir
16th August 2013, 14:52
I 5 corde economici sono da evitare come la peste nera, perchè le quinte corde sono tutte floppe e mosce in quanto richiedono determinati apporti liuteristici che i bassi di quella cifra logicamente non possono avere, sono solo specchietti per le allodole.
Gli unici 5 corde quasi decenti sotto i 300€ sono gli Ibanez....a proposito!

Hai mai dato un'occhiata al GSR180 prodotto da Ibanez?
Costa solo sui 150€, ha la configurazione Jazz, i legni sono accettabili, la tastatura è buona ed è leggero ed estremamente suonabile grazie al manico sottile e veloce, personalmente lo trovo addirittura più comodo di quello del Jazz stesso ma soprattutto i pick-up sono davvero ottimi per il prezzo, un bel tono Jazz Bass brillante moderno ma non troppo, ricco di sfumature.

http://www.ibanez.co.jp/products/eb_page13.php?area_id=3&data_id=233&color=CL02&year=2013&cat_id=2&series_id=112


no ai cinque corde non ci penso proprio sia perchè credo pure io che per il mio budget un 4 corde utilizzabile si possa trovare i 5 sarebbero improponibili, ma soprattutto perchè sono bassi che richiedono un'altra tecnica, sono più pesanti e sono più per bassisti veri diciamo :) io non ho bisogno di guadagnare estensione in basso, mi basta quella di un 4 corde

gli ibanez (e pure i yamaha come il RBX170 se non mi ricordo male) li avevo considerati come prima opzione, poi mi ero fissato sul jazz bass perchè come timbrica faceva per me... per essere bello è bello e mi fido del tuo giudizio, ma come timbro si avvicina a quelli dei video che ho messo nel primo post? insomma si distacca parecchio dal jazz bass come timbrica?

ci sarebbe il fatto del manico 41mm ma mi potrei pure abituare e comunque è facilmente reperibile e si può provare prima...

F.Blues
16th August 2013, 15:31
@F.Blues... azz quanti cloni... sta diventando tipo un thread sulla panoramica dei bassi JB < 300€ ... facciamo un servizio per la comunità :k:
Eheheh, te lo avevo detto, è un argomento che da un po' mi stuzzica, fra l'altro è capitato che entrambi siamo interessati ad un simil jazz bass accessibile, alcuni li avevo nei segnalibri, tipo l'overwater by tanglewood che avevo pagato ma che poi non ho comprato, il tokai e l'LTD, altri li ricordavo, tipo i cino/crucchi dei due store e lo xaviere, diciamo che sull'harley benton si potrebbe rischiare, mi pare che thomann accetta la restituzione entro 30gg, poi parlo parlo ma alla fine non so se io lo farei, a chitarre sono messo su un altro livello e anche se il basso non è il mio strumento non vorrei andare troppo giù con la qualità, diciamo che se trovassi uno squier classic vibe usato al giusto prezzo forse sarebbe quello che preferisco, un po' per l'hype che c'è sull'intera serie e qualcosa di vero ci sarà, un po' perchè tutto sommato non sembra necessitare di upgrade rispetto ad altri nella stessa fascia, però a 50€ meno del nuovo francamente no, al limite, dovesse passarmi l'intrippamento, si rivende tranquillamente e non si perde niente, i Vintage non saprei, non mi ispirano ma sono stato anche lì lì per prenderne uno, lo ammetto

Mr. Red
16th August 2013, 16:05
no ai cinque corde non ci penso proprio sia perchè credo pure io che per il mio budget un 4 corde utilizzabile si possa trovare i 5 sarebbero improponibili, ma soprattutto perchè sono bassi che richiedono un'altra tecnica, sono più pesanti e sono più per bassisti veri diciamo :) io non ho bisogno di guadagnare estensione in basso, mi basta quella di un 4 corde

gli ibanez (e pure i yamaha come il RBX170 se non mi ricordo male) li avevo considerati come prima opzione, poi mi ero fissato sul jazz bass perchè come timbrica faceva per me... per essere bello è bello e mi fido del tuo giudizio, ma come timbro si avvicina a quelli dei video che ho messo nel primo post? insomma si distacca parecchio dal jazz bass come timbrica?

ci sarebbe il fatto del manico 41mm ma mi potrei pure abituare e comunque è facilmente reperibile e si può provare prima...
Occhio, da chitarrista, a non sottovalutare la quinta corda che ti permette di suonare le note del mi basso in primo manico a un capotasto meno faticoso.....

lordadb
16th August 2013, 22:49
no ai cinque corde non ci penso proprio sia perchè credo pure io che per il mio budget un 4 corde utilizzabile si possa trovare i 5 sarebbero improponibili, ma soprattutto perchè sono bassi che richiedono un'altra tecnica, sono più pesanti e sono più per bassisti veri diciamo


Bassisti veri a chi?
Ecco il mio... (http://www.cortguitars.com/uk/product/a5-1) Non la versione rossa, ma quella tutta in legnosa.

Mikeopen
16th August 2013, 23:11
Ma io uno lo volevo comprare tempo fa ( non amo il 5 corde ma uno serve sempre) poi mi capitò l' HK e presi quello. Volevo prendere il GB 75 e mi è sempre rimasto il desiderio.

Lattugo
17th August 2013, 00:09
'azz, badaquant'ebbello (http://www.tanglewoodguitars.co.uk/products/electricbass/rebel/REB4MR.html)... :D

Francis Dunnery è endorser Tanglewood, ma non so praticamente niente di quella marca.
Prima, invece, era endorser Cort, e le elettroacustiche che si portava dietro le ho provate, e suonavano molto ma molto bene.
Scusate l'OT.

Lat.

eumir
17th August 2013, 09:17
Occhio, da chitarrista, a non sottovalutare la quinta corda che ti permette di suonare le note del mi basso in primo manico a un capotasto meno faticoso.....

d'accordo Red, ma tutte le altre cose rimangono (più sbattimento per trovare uno strumento decente in quel range di prezzo, maggiore peso... inoltre ci sarebbe un altro piccolo problemino per me, a causa di una serie di problemi articolari una quinta corda mi costringerebbe a sforzare di più i polsi - perchè è più in alto - e a lungo andare questo mi può far cadere nelle tendiniti.., meglio evitare )


Bassisti veri a chi?
Ecco il mio... Non la versione rossa, ma quella tutta in legnosa.
bello è bello, lo vedo un po' attivo comunque :) cercavo un basso passivo con il minimo di controlli e comunque anche la versione A4 sarebbe fuori budget, ma questo è un esempio della produzione cort seria...
ho visto che nella linea scrausa Cort (Action) ci sono di bei bassi ma tutti PJ e da quel poco che so (e che ho sentito) suonano tutti un po' aggressivi per quello che devo fare


diciamo che se trovassi uno squier classic vibe usato al giusto prezzo forse sarebbe quello che preferisco, un po' per l'hype che c'è sull'intera serie e qualcosa di vero ci sarà
parlano bene, tra gli squier di livello un po' più alto anche del VM Jazz bass 70 (corpo in due pezzi, pickup seymur) ma ti devono piacere gli inlay neri :stordita:

19Hz
17th August 2013, 09:30
gli ibanez (e pure i yamaha come il RBX170 se non mi ricordo male) li avevo considerati come prima opzione, poi mi ero fissato sul jazz bass perchè come timbrica faceva per me... per essere bello è bello e mi fido del tuo giudizio, ma come timbro si avvicina a quelli dei video che ho messo nel primo post? insomma si distacca parecchio dal jazz bass come timbrica?


No anzi il timbro alla fine è quello, si tratta pur sempre di due pick-up Jazz uno al ponte ed uno al manico e se non sbaglio anche la distanza delli stessi rispettivamente dal ponte e dal manico pare tutto sommato quella dei Fender originali.
Poi contrariamente al 99% degli Ibanez è passivo, quindi il tono è sicuramente più reale e caldo rispetto ai numerosi cloni attivi che infestano il mercato.
E' solo più brillante del solito, ma il timbro c'è ed è quello ;).

@ lord: che bello, ma avrei preferito il rosso!
@ Mike: sicuramente ti sarà capitato un modello uscito bene, ne ho lette di certe su quella marca....anni fa mi tentava un basso vagamente a metà tra Rickenbacker e Steinberger tutto natural e con pickup e meccaniche di qualità a soli 350€, ma non lo presi per via della nomina del marchio....

Parlando di marche da eBay, evitate come la peste questa marca: Rock Rose.
Pare non esistano siti ufficiali, cinesissima e di scarsa qualità: ho una copia Telecaster nera-tastiera in acero che ha funzionato bene per due mesi al massimo, ed ora è li con tutti i collegamenti da risaldare e le chiavette che si sfaldano perchè le viti non tengono....c'è da dire che l'ho pagata davvero ad un prezzo da schifo, suonicchiava bene, ma ora non è nulla più che un bel soprammobile.
Forse un giorno la riprenderò e la metterò a posto come di deve, ma oggi non è periodo per simili spese.

Comunque questa discussione sta prendendo pieghe interessanti (di sicuro molto di più delle pieghe che si prendevano "di là" :P) perchè in questi ultimi anni di softsynth e di recente GAS da KORG Volca Keys mi sta tornando su la voglia di basseggiare come facevo regolarmente fino a 3-4 anni fa, e questa discussione capita a fagiolo :k:: un basso c'è l'ho già (Ibanez ATK) ed una chitarra pure (un bellissima - per me - Ibanez RGA42 essenziale ma funzionale), ma date le recenti evoluzioni del mercato non si sa mai torni in me la tipica GAS del modello economico....e poi quel ca**o di Epiphone Thunderbird sta sempre lì a tentarmi :D!

A proposito, che voi sappiate....esistono per caso cloni Thunderbird ultra-economici :cool:?

Mr. Red
17th August 2013, 09:54
d'accordo Red, ma tutte le altre cose rimangono (più sbattimento per trovare uno strumento decente in quel range di prezzo, maggiore peso... inoltre ci sarebbe un altro piccolo problemino per me, a causa di una serie di problemi articolari una quinta corda mi costringerebbe a sforzare di più i polsi - perchè è più in alto - e a lungo andare questo mi può far cadere nelle tendiniti.., meglio evitare )

Pensa che in studio la 5 corda la stoppo.... :asd
Più che altro era un suggerimento per un eventuale live da un esperto di tendinite cronica.
Infatti dal vivo, quando mi sono capitati live come bassaio, a metà serata accendevo l'oc2 e suonavo tutto a centro manico.... :asd

eumir
17th August 2013, 10:10
con la tracolla un po' scesa, comoda comoda... tipo tamarrone :D

F.Blues
17th August 2013, 12:22
parlano bene, tra gli squier di livello un po' più alto anche del VM Jazz bass 70 (corpo in due pezzi, pickup seymur) ma ti devono piacere gli inlay neri :stordita:
Si, il 70 sembra in due pezzi, in quello sunburst invece in alcune immagini ne ho contati almeno 5, pickup duncan designed, non seymour duncan, comunque sempre in alnico e sempre meglio dei ceramici scrausi che montano molte copie economiche, poi, a scanso di equivoci, non è che alnico è meglio di ceramico ma parlando di jazz bass l'alnico è storicamente corretto, poi c'è anche chi monta i ceramici (magari non scrausi) per scelta.
Recentemente (roba di queste settimane) la serie VM è stata rivista e sembra non montare più i duncan designed, adesso citano dei fender designed

Mikeopen
17th August 2013, 12:44
Io ho trovato un altro basso che potrebbe essere nella mia with list ma...dovrei andare alla cieca.
Il basso è questo
http://www.mercatinomusicale.com/mm/a_basso-precision-plus-style-axl-badwater-apj-820_id2428820.html


Inviato dal mio iPhone con tapatalk preso aggratis :)

F.Blues
17th August 2013, 15:07
nella mia wish list ci sarebbe anche questo (http://www.eastwoodguitars.com/index.php/eastwood-guitars/eastwood-bass/item/hurricane), magari non è bello ma lo trovo simpaticissimo e essenziale, ha un solo pickup tipo jazz e nella posizione che io più userei e il manico 38mm, per me sarebbe perfetto ma sono malati...

eumir
17th August 2013, 16:27
@mike... è più che altro finitura "burst" ... :) de gustibus, poi magari suonerà pure bene
@blues... sono malati si... il prezzo non si giustifica neanche se le meccaniche fossero gotoh vere o per il case "extra" (che poi puo significare pure a parte :) )

19Hz
18th August 2013, 09:36
con la tracolla un po' scesa, comoda comoda... tipo tamarrone :D

Per essere comoda....è comoda a seconda del genere suonato :D!
Dipende cosa si deve suonare: se le parti non sono molto difficili e sono perlopiù plettrate a destra e manca allora ben venga la comoda posizione à la punkettona maniera, con il manico impugnato e non con il pollice poggiato sul retro come nelle posizioni più "pettorali" perchè questo è il milgio modo per dare origine a tendiniti degne di questo nome, altro che quinta corda :).
Nei generi più tecnici invece è una posizione che fa scena e si usa più che altro per questo: penso ad Alex Webster, bassista dei Cannibal Corpse, dove dal vivo (ma non sempre, occhio) suona con il basso a momenti sotto alle palle ma se lo si vede suonare in studio o durante le session (Youtube è pieno di video) tiene il basso a momenti sotto il mento :asd.

Per consiglio di un maestro di basso di un mio amico, pare che la posizione ottimale del basso sia quella dove sia da seduti che in piedi lo strumento offre il medesimo posizionamento e comodità, cioè sotto i denti :D.

Riguardo la questione "5a corda = tendiniti" è un fake, una leggenda metropolitana.
O meglio, dipende dal tipo di manico: se abbiamo a che fare con un manico tipo "autostrada" con l'intercorda larga tipo Yamaha TRB o Ibanez BTB allora la si che per raggiungere la quinta corda tenendo il pollice dietro il manico alla lunga ti sale la tendinite....ma i bassi a 5-6 corde seri, vengono prodotti stringendo sia manico che intercorda.
Mai sentito parlare di tendiniti da parte di utilizzatori di Ibanez SR a 5-6 corde o Fender a 5 corde.

Ve lo scrive uno che suona gli strumenti da destro nonostante abbia una artrite abbastanza seria alla mano sinistra: per bontà personale dovrei reiniziare tutto da capo da mancino, ma onestamente non mi va di ricominciare tutto da capo :asd.

eumir
18th August 2013, 18:41
Hellvis il tamarrone era per sfottere Mr.Red :) .. comunque sul discorso della tracolla lasca io credo che sia un po' e un po', diciamo funzionalità e comodità ma anche scena (in un certo senso, soprattutto live tutto è scena)

sulla tendinite io parto dalla mia situazione personale, purtroppo ho delle limitazioni articolari sia ai polsi che alle spalle (per via di alcune terapie farmacologiche che ho dovuto fare in passato) quindi a partire dalla mia situazione so già che imbarcarmi in un 5 corde (al di là del regionamento economico che facevo) è sicura "zappa sui piedi" :) perchè già per il 4 corde devo sviluppare una tecnica custom :stordita:

Mr. Red
18th August 2013, 19:12
Io la chitarra sul palco la tengo a tamarronissimo..... :asd
In studio ho un'impostazione da chitarrista classico

19Hz
19th August 2013, 12:44
Hellvis il tamarrone era per sfottere Mr.Red :) ..

Ma figurati ben venga che lo sfotti :D:k:!


sulla tendinite io parto dalla mia situazione personale, purtroppo ho delle limitazioni articolari sia ai polsi che alle spalle (per via di alcune terapie farmacologiche che ho dovuto fare in passato) quindi a partire dalla mia situazione so già che imbarcarmi in un 5 corde (al di là del regionamento economico che facevo) è sicura "zappa sui piedi" :) perchè già per il 4 corde devo sviluppare una tecnica custom :stordita:

Guarda....analizzando questo fattore mi sento calorosamente di consigliarti l'Ibanez GSR 180, sul serio.
Capisco la situazione, io ho un'artrite come ti ho già scritto ieri (e si vede, la mano sinistra è leggermente più magra e scheletrica di quella destra) ma alla fine credo che i problemi da affrontare su un manico del genere siano comuni: quindi a questo punto meglio una tastiera sottile e veloce, atta a favorire la suonabilità, e che non aumenti troppo di dimensioni man mano che si raggiungono gli ultimi tasti, cosa invece tipica del classico manico Jazz Bass.
Io ne so più di qualcosa credimi :).

Posso farti una domanda personale?
Quando suoni tatsiere e pianoforti hai il medesimo problema?

Perchè io quando suono synth e tastierone sparisce ogni problema, ed è proprio uno dei motivi che mi ha spinto a darmi alle tastiere e synth, a parte prima di tutto la mia fissa (anzi, sarebbe meglio definirla ossessione) per i suddetti strumenti sin da quando per la prima volta in vita mia ascoltai i primi esponenti della scena beat britannica di meta anni '90.
Scusami la domanda.


Io la chitarra sul palco la tengo a tamarronissimo..... :asd
In studio ho un'impostazione da chitarrista classico

Forse perchè in studio fare i fighi non serve a nulla :asd?
Meglio avere completa agibilità su tutta la tastiera, tenendola molto ravvicinata.

Crimson
19th August 2013, 13:19
1) vorrei poter metterci mano meno possibile (anche perchè di pickup non ne capisco una mazza); 2) se penso all'upgrade dei pickup arrivo al prezzo di uno squier base già pronto che qui posso scegliere come voglio (è un modello abbastanza popolare, lo tengono tutti)

Da psuedo bassaro va che sti Squier secondo me suonan poco poco... non ne ho provati tanti, io ero interessato a prender uno come muletto ma alla fine ho lasciato stare.
I Jappi invece (non ricordo chi li citava) li trovo ottimi sia come feeling che anche come suono. E' che in italia come usato hanno prezzi folli, e farli arrivare oramai li paghi...

eumir
19th August 2013, 17:01
Guarda....analizzando questo fattore mi sento calorosamente di consigliarti l'Ibanez GSR 180, sul serio.
Capisco la situazione, io ho un'artrite come ti ho già scritto ieri (e si vede, la mano sinistra è leggermente più magra e scheletrica di quella destra) ma alla fine credo che i problemi da affrontare su un manico del genere siano comuni: quindi a questo punto meglio una tastiera sottile e veloce, atta a favorire la suonabilità, e che non aumenti troppo di dimensioni man mano che si raggiungono gli ultimi tasti, cosa invece tipica del classico manico Jazz Bass.

guarda oggi a mare parlavo proprio con uno che suona il basso e anche lui a metà discorso se ne uscito con questo ibanez entry level che secondo lui è un bel bassino... quindi la cosa mi ha piacevolmente colpito e mi sono ricordato di questa discussione... lo proverò sicuramente


Posso farti una domanda personale?
Quando suoni tatsiere e pianoforti hai il medesimo problema?
figurati nessun problema...
diciamo che sono due cose diverse, sia sulle tastiere sia sulla chitarra (suono principalmente chitarre con corde di nylon quindi manico ampio da 50 a 52mm) ho dovuto adattare una tecnica esecutiva diversa, nel senso che suono bene ma in maniera non ortodossa (ma poi chi se ne fotte se il risultato è soddisfacente :) ) sono convinto che ogni limitazione è una storia a se, e nel mio caso mi trovo meglio a suonare su un manico di chitarra perchè con le mani lo "avvolgo" sulla tastiera devo stendere di più la mano (nel mio caso non è solo una tendinite ma una vera e propria limitazione articolare (per quanto non ci sono grossi problemi a suonare il piano)...

sul manico di una chitarra elettrica le cose si fanno più scomode, sul manico di strumenti da tortura tipo cavaquinho brasiliano, ukulele e altre cose che ho è puro masochismo :) ma quelli li suono per sfizio, li registro ogni tanto quando serve

@crimson: i jappo sarebbero belli ma sono effettivamente su un altro piano di prezzo (e reperibilità)

Mr. Red
19th August 2013, 21:17
Forse perchè in studio fare i fighi non serve a nulla :asd?
Meglio avere completa agibilità su tutta la tastiera, tenendola molto ravvicinata.
La tracolla sotto le ginocchia, soprattutto sulla chitarra, ti permette di avere un'action amplissima della mano destra quando suoni un accordo, il che implica maggior velocità di passaggio sulle 6 corde ovvero che l'accordo è più accordo e meno arpeggio velocissimo......
Ad ogni modo, a meno che non si suoni jazz o classica, vedere sul palco un chitarrista con la chitarra in gola è un po ridicolo..... :asd

Sickman
19th August 2013, 23:08
Sull'uso della tracolla ci sarebbe da aprirci un thread a sé stante, la discussione per me è interessante e poco affrontata.

Io con la tracolla ho un rapporto davvero pessimo, suono più che altro da seduto e ogni volta è un problema ritrovare la posizione giusta per le mani, sopratutto per la destra, ho grossi problemi con la plettrata alternata (sopratutto se a velocità sostenute) quando inforco la chitarra più bassa del sotto-ascella :acc: Se non sei Tom Morello è un bel problema.

Ecco perché Varini consiglia di esercitarsi anche con la tracolla, ma in casa la pigrizia prevale.

Sul basso (per tornare in simil IT) non mi pongo questi problemi perché lo suono solo e soltanto da seduto.

19Hz
20th August 2013, 09:48
La tracolla sotto le ginocchia, soprattutto sulla chitarra, ti permette di avere un'action amplissima della mano destra quando suoni un accordo, il che implica maggior velocità di passaggio sulle 6 corde ovvero che l'accordo è più accordo e meno arpeggio velocissimo......

Giusto, però poi aggiungi una sigaretta in bocca, anche finta (o elettronica per fare più digitale....), e la scena è assicurata :D.


Ad ogni modo, a meno che non si suoni jazz o classica, vedere sul palco un chitarrista con la chitarra in gola è un po ridicolo..... :asd

Vallo a dire Tom Morello, e vedi cosa ne pensa :asd.



Io con la tracolla ho un rapporto davvero pessimo, suono più che altro da seduto e ogni volta è un problema ritrovare la posizione giusta per le mani, sopratutto per la destra, ho grossi problemi con la plettrata alternata (sopratutto se a velocità sostenute) quando inforco la chitarra più bassa del sotto-ascella :acc: Se non sei Tom Morello è un bel problema.


Siamo in due amico!

@ eumir: grazie delle risposte, e scusa ancora l'eventuale fattore "i ca**i tuoi" ;)!
Dai una prova all'Ibanez GSR180, secondo me non te ne pentirai.

Mr. Red
20th August 2013, 09:53
Ad ogni modo io sono un chitarrista atipico, pensa che anche in studio registro in piedi con la tracolla, soprattutto i passaggi più tecnici.....
Che poi, malmsteen docet, quando arriva il passaggio impossibile basta alzare la paletta e ti trovi magicamente una perfetta impostazione classica che sembra quasi apparirti lo sgabellino per poggiare il piede.... :asd
Scherzi a parte, imho, se sai pensare/cantare una frase, la suoni anche se hai lo strumento dietro la schiena.

19Hz
20th August 2013, 12:40
Che poi, malmsteen docet, quando arriva il passaggio impossibile basta alzare la paletta e ti trovi magicamente una perfetta impostazione classica che sembra quasi apparirti lo sgabellino per poggiare il piede.... :asd


uahahaha è vero, sapessi quante volte l'ho fatto anch'io ;) :asd!
Solo che ora, avendo artriti e dolorini, tenere un qualsiasi strumento a corde ben saldo a metà petto è la prassi.
Non farà scena, ma almeno si suona.

matey
20th August 2013, 17:09
arrivo tardi, dalle vacanze...
quando facevo il bassista in UK, il mio amico mi prestava il suo Squier Jazz Bass (non so che modello fosse, è blu....). Dopo averne po' sistemato l'action, suonava perfetto, l'accordatura teneva anche se lo massacravo con il plettro in sedicesimi, buchi armonici non ne ho notati (ma prendilo con le pinze, il genere era punk), e posso dirlo sia in live che in studio di registrazione.
Credo che sia una questione di culo, alla fine.
Infatti, non per denigrare la casa madre, ho un Fender Precision a casa che fa letteralmente schifo in confronto, una crepa della vernice sul corpo, avanti e dietro e suono impossibile....:wall