PDA

Visualizza Versione Completa : Inizio tutto da capo



Mikeopen
15th August 2013, 14:06
Salve ragazzi.
Approfitto del mio unico giorno di ferie per aprire questo 3ad che prevedo molto lungo:fagiano:
Sono riuscito a prendere casa e con essa ho conquistato un seminterrato di circa 40 mq.
Trasferendomi li ovviamente, con buona pace della mia compagna, ci ricaverò il mio studio, avendo barattato l'idea del rustico che lei aveva con la mansarda abitabile. Ergo rustico in mansarda studio in seminterrato.

Premessa.
Non ho molta dimestichezza con la manualità ,ma non ho un euro essendomi salassato per l'acquisto di casa e quindi dovrò ,per forza di cose recuperare roba dal vecchio studio e adoperarmi a fare il manovale, per quanto possibile.
Sono uno che si confonde facilmente con calcoli e misurazioni ma è sempre un buon motivo ( soprattutto se posso risparmiare) per imparare.
Inizierei con il capire se secondo voi ha molto senso dividere l'ambiente per recuperare una regia e una piccola ripresa o lasciare un ambiente unico solo per una regia. Fondamentalmente vorrei missarci , ma volendo, potrei aver bisogno di un iso boot per voci e riprese varie.
L'unico elemento che si trova dentro l'ambiente è un divano in pietra lavica che non vorrei rimuovere perchè bello e perchè potrebbe tornarmi utile.
Per ora posto due foto che sono riuscito a fare, ma nei prossimi giorni farò foto più dettagliate.
Al momento chi vuole dare la propria idea o parere lo faccia ,cosi come può pormi tutte le domande che crede.
Ho bisogno di confrontarmi con voi.
Grazie mille.
196197
198

Cracker
15th August 2013, 14:41
Nel dubbio ho messo questa discussione in evidenza :k:

Hai anche una piantina con le misure?

Mikeopen
15th August 2013, 14:46
La piantina non c'è perché il terrapieno fu aperto in un secondo momento dalla vecchia proprietaria, quindi non figura nella planimetria catastale ( e per questa cosa abbiamo avuto non poche rogne con il perito della banca).
Ma non c'è problema, vado io domani a prendere le misure e a realizzare una piantina in modo da poterci lavorare insieme.

PAPEdROGA
15th August 2013, 17:19
Quando puoi posta la piantina così cerchiamo di darti una mano ;)

Vuoi fare solo regia o anche ripresa?

Mikeopen
15th August 2013, 17:37
Intanto grazie mille Giampiè , per la questione regia/ripresa volevo capire con voi se ha senso ricavare una ripresa oppure faccio tutto regia.

Mikeopen
16th August 2013, 14:02
Vado a fare le foto e nel frattempo proverò magic plan, che è un'app per iPhone che dovrebbe permettermi di ricavare la piantina dettagliata.

Mikeopen
16th August 2013, 16:27
Allora, credo di essere riuscito a fare la pianta,purtroppo con la filigrana perché si tratta di una versione di prova ma, credo si capisca.http://img.tapatalk.com/d/13/08/16/a4y8a2uv.jpg
Ditemi se funge altrimenti mi metto a disegnare, che in teoria sarei geometra :)

Mr. Red
16th August 2013, 16:29
Altezza?

Mikeopen
16th August 2013, 16:34
Quota da terra 2,70 mt. Adesso cercherò di integrare in pianta il numero di pilastri presenti, visto che creano una rientranza con le pareti.

Mikeopen
16th August 2013, 16:37
Ho modificato la pianta inserendo l'entrata che al momento è priva di porte.http://img.tapatalk.com/d/13/08/16/u9uza8as.jpghttp://img.tapatalk.com/d/13/08/16/husupa7a.jpg

Mr. Red
16th August 2013, 16:38
L'altezza è quasi la metà del lato corto, quindi è probabile che ci sia una modale super.....
Ad ogni modo è un bellissimo stanzone, luminoso e sarà una bella avventura.
Un' idea potrebbe essere di fare una controsoffitta di cloud al livello delle travi.
Ma devi anche insonorizzare?

Mikeopen
16th August 2013, 16:42
In realtà dovrei insonorizzare le due pareti corte est ed ovest confinanti con il garage dell'altro appartamento, non vorrei rogne con il vicinato.

Mikeopen
16th August 2013, 18:02
Ordunque...
La prima cosa che vorrei capire è cosa consigliereste voi su un eventuale suddivisioni degli spazi.
Ha senso ricavarci una piccola ripresa ?

Mr. Red
16th August 2013, 18:37
Idea selvaggia: premesso che imho è meglio fare un'ottima regia che una regia e una sala riprese così così, potresti fare un binario a metà stanza con degli antoni scorrevoli in mdf per quando devi fare delle riprese.

PAPEdROGA
16th August 2013, 18:42
Riesci per caso ad aggiungere le misure alla pianta? Così, appena possibile, la "ricalco" su SketchUp

Mikeopen
16th August 2013, 19:00
Ho fatto uno screenshot della pagina del programma.
Vedi se così riesci a lavorarci su sketch up http://img.tapatalk.com/d/13/08/17/epu2ume5.jpg
L'idea dei pannelli su binario è una cosa che mi era balenata. Al momento la mettiamo tra le opzioni.

Cracker
16th August 2013, 19:21
Immagino che il "divano" in pietra lavica sia nell'angolo in basso a DX, giusto?

Mikeopen
16th August 2013, 19:28
Esattamente :)

Mikeopen
17th August 2013, 12:53
Altra perplessità...lo metto il listone con l'autolivellante per disaccoppiare oppure è un inutile orpello di design( oltre ad essere più pratico di un tappeto in termini di pulizia ) ?


Inviato dal mio iPhone con tapatalk preso aggratis :)

Lattugo
17th August 2013, 13:41
Ordunque...
La prima cosa che vorrei capire è cosa consigliereste voi su un eventuale suddivisioni degli spazi.
Ha senso ricavarci una piccola ripresa ?

Dico la mia su questo: ha senso se vuoi farci delle riprese, e quanto isolate.
Dipende da te.

Per voce e strumenti acustici io attrezzerei un angolo piuttosto che una cabina chiusa, magari farei un piccolo boot isolato per gli ampli.
Una batteria invece è più problematica, perché avresti bisogno di un ambiente grande e sei abbastanza limitato in altezza.

Lat.

Mikeopen
17th August 2013, 13:58
Sei arrivato alla conclusione a cui ero arrivato pure io. No batterie. Le riprese le vado a fare in studi amici dove ho soffitti a 6 mt. A 2.70 non ci tirerei neanche un decente close miking. Piuttosto un boot per voce e uno per reamping. Quelli mi interessano e vorrei aiuto per capire come ottenerli.


Inviato dal mio iPhone con tapatalk preso aggratis :)

PAPEdROGA
17th August 2013, 14:06
La disposizione è un po' ostica, con quei due finestroni e con quel posizionamento della porta.

Puoi eseguire lavori in muratura?

Mikeopen
17th August 2013, 14:07
Assolutamente si. Ero pronto a farli.


Inviato dal mio iPhone con tapatalk preso aggratis :)

Mr. Red
17th August 2013, 14:11
Se modifichi la geometria della stanza ti trovi il grosso della correzione acustica già bella che fatta.....

Mikeopen
17th August 2013, 14:14
Show me te way :)


Inviato dal mio iPhone con tapatalk preso aggratis :)

Mr. Red
17th August 2013, 14:29
Già se fai le due pareti lunghe non parallele hai abbattutto notevolmente il potere malefico delle modali......
Se poi rendi la stanza anche simmetrica con pochi accorgimenti viene fuori una regia veramente ben suonante.
Invochiamo San Quinto......

PAPEdROGA
17th August 2013, 15:28
Appena posso ti butto giù un progettino. Dammi qualche giorno ;)

Ps: personalmente ho raggiunto, per ora, questo risultato:

199

Con quelle dimensioni, potendo fare qualche lavoro in muratura, se ti è rimasto qualche picciolo da investirci, ci si potrebbe avvicinare ad una risposta simile.
Diciamo che in ogni caso riuscire a stabilire un budget orientativo aiuterebbe.

Mikeopen
17th August 2013, 17:01
Ma magari :) sarebbe fichissimo arrivare a qualcosa di simile. Ti pongo la domanda al rovescio. Quanto dovrei spendere per arrivare a quel risultato. Io avevo pensato che servivano almeno 2 K per una cosa appena decente. Considerando il fatto che posso recuperare manovalanza ed ho un kit auralex roominator da recuperare, un falegname a portata di mano potrei farcela. Dimmi tu in previsione quanto potrebbe essere lontana dalla mia cifra di partenza quella finale.


Inviato dal mio iPhone con tapatalk preso aggratis :)

Mr. Red
17th August 2013, 17:41
Io ho una risposta in frequenza molto simile (max + o - 3 db) e ho fatto tutto da solo spendendo non più di 500 euro, oltre a 3 anni di studio e lavoro manuale, e grazie all'aiuto di un mio amico progettista acustico prima e di san quinto poi....

Lattugo
17th August 2013, 17:49
Piuttosto un boot per voce e uno per reamping. Quelli mi interessano e vorrei aiuto per capire come ottenerli.

Te la butto là: io i vocal booth piccoli e claustrofobici non li amo proprio, fossi in te valuterei piuttosto l'opzione di trattare ad hoc uno o due angoli della stanza per le riprese acustiche e le voci, in posizione opposta a quella di missaggio.
Un "live end" per le chitarre, ad esempio e un "dead end" per le voci.
Ci vuole però un buon progettino per valutare bene le diverse caratteristiche nei vari punti della stanza, qualcuno che faccia i calcoli per vedere se una soluzione del genere è compatibile con le dimensioni e lo spazio che hai.
Qui lascio la parola agli ing.

Lat.

Mikeopen
17th August 2013, 17:54
È stato interpellato anche San Quinto :) , che tra l'altro è ad un tiro di schioppo. Io ho una mia linea di condotta in tal senso. Se chiedo l'aiuto di un professionista devo pagarlo. Se non ho i soldi per farlo devo trovare il modo di risolvere il mio problema con i mezzi che ho. Ho il forum ( voi :) ) e cerco di imparare dalle esperienze altrui cercando di ricambiare come posso. Oltre l'aspetto economico c'è quello personale. A me piace capire ciò che faccio e le ragioni per cui si opera una scelta piuttosto che un'altra. Detto questo spero di erudirmi in quest'avventura :)


Inviato dal mio iPhone con tapatalk preso aggratis :)

Mikeopen
17th August 2013, 17:59
@ lattugo
Sono anch'io contrario agli spazi angusti anche se avere dei live& dead corner implicherà l'uso di un monitoring in cuffia o quantomeno un volume di ascolto basso per minimizzare i rientri.


Inviato dal mio iPhone con tapatalk preso aggratis :)

Mr. Red
17th August 2013, 18:12
È stato interpellato anche San Quinto :) , che tra l'altro è ad un tiro di schioppo. Io ho una mia linea di condotta in tal senso. Se chiedo l'aiuto di un professionista devo pagarlo. Se non ho i soldi per farlo devo trovare il modo di risolvere il mio problema con i mezzi che ho. Ho il forum ( voi :) ) e cerco di imparare dalle esperienze altrui cercando di ricambiare come posso. Oltre l'aspetto economico c'è quello personale. A me piace capire ciò che faccio e le ragioni per cui si opera una scelta piuttosto che un'altra. Detto questo spero di erudirmi in quest'avventura :)


Inviato dal mio iPhone con tapatalk preso aggratis :)
Sono pienamente d'accordo: come diceva il Maestro Mario Merola, 'o musicista se pava ca cammisa infusa......
Però uno veramente competente, anche se fai il grosso da solo, ti può evitare di fare scelte sbagliate che poi ti condizionano in negativo tutto il prosieguo dei lavori....

PAPEdROGA
17th August 2013, 20:00
Io ho una risposta in frequenza molto simile (max + o - 3 db) e ho fatto tutto da solo spendendo non più di 500 euro, oltre a 3 anni di studio e lavoro manuale, e grazie all'aiuto di un mio amico progettista acustico prima e di san quinto poi....

Davvero? Figo!
Che arriva a 32hz "ad unity"?
Il grafico è d'obbligo :)

@mik:
Purtroppo la mia spesa è stata molto maggiore, ma nel mio caso ho dovuto insonorizzare completamente un ambiente di circa 50mq, in più tutta la parte esterna è realizzata in legno per evitare un ascolto troppo dead su medie ed alte... quindi i costi sono lievitati.
Volendo stare con i piedi maggiormente per terra e viste le tue premesse direi che il budget è un po' stretto ma ok.
Credo si potrebbero studiare due soluzioni: una "budget friendly" ed una ottimizzata.
In ogni caso intervenire sulla geometria della struttura (in modo reale o fittizio) ha una grossa importanza se si vuole raggiungere un certo risultato. Senza interventi sulla geometria... diciamo che la coperta diventa molto corta.

Mr. Red
17th August 2013, 20:58
Se resuscita hsi ci dovrebbe essere ancora il 3d......
Ad ogni modo ci sono una quindicina di trappoloni broadband di cui tutto il soffitto con delle cloud con un'intercapedine che va da 1 metro di profondità ai 2,5.
Inoltre c'è una nicchia enorme con un materasso piazzato davanti, il piano di appoggio della daw è un telaio di legno imbottito di lana di roccia.
Fin qui avevo proceduto praticamente da solo, salvo un minimo aiuto per appendere le cloud.
Poi ho fatto le rilevazioni e c'erano tre buconi nel grafico e magicamente è apparso san quinto che mi ha messo la pulce nell'orecchio di fare dei risonatori di helmtoz in pvc (esatto, proprio i tubi della fecale.... :asd).

Mikeopen
17th August 2013, 21:08
Sono disposto a spenderci il necessario cambiando la geometria della stanza. Del resto è totalmente inutile fare una regia che non suona.


Inviato dal mio iPhone con tapatalk preso aggratis :)

PAPEdROGA
17th August 2013, 21:34
Del resto è totalmente inutile fare una regia che non suona.

Completamente d' accordo :)

Ok, mi metto all' opera ;)

Mikeopen
18th August 2013, 12:17
Appena posso ti butto giù un progettino. Dammi qualche giorno ;)

Ps: personalmente ho raggiunto, per ora, questo risultato:

199

Con quelle dimensioni, potendo fare qualche lavoro in muratura, se ti è rimasto qualche picciolo da investirci, ci si potrebbe avvicinare ad una risposta simile.
Diciamo che in ogni caso riuscire a stabilire un budget orientativo aiuterebbe.
Giampiè , per interventi in muratura intendi laterizio o cartongesso.
Con il secondo ci si muove un po' più in fretta, ergo chiedo se ci sono differenze rilevanti.



Inviato dal mio iPhone con tapatalk preso aggratis :)

Gibert5
18th August 2013, 12:49
Appena posso ti butto giù un progettino. Dammi qualche giorno ;)

Ps: personalmente ho raggiunto, per ora, questo risultato:

199


sappi che mi stai profondamente sulle balle, Pape :P

per curiosità ti chiedo, hai anche un grafico con uno smooth minore?magari in PM per non andare troppo OT?


seguo il thread con interesse...

PAPEdROGA
18th August 2013, 13:26
sappi che mi stai profondamente sulle balle, Pape :P

:lol


per curiosità ti chiedo, hai anche un grafico con uno smooth minore?magari in PM per non andare troppo OT?

Certo, ho ancora i file REW con le varie misurazioni, da cui posso ricavare grafici con smooth inferiori.
Lo cerco.


Giampiè , per interventi in muratura intendi laterizio o cartongesso.
Con il secondo ci si muove un po' più in fretta, ergo chiedo se ci sono differenze rilevanti.

In teoria intendevo proprio muratura. Ma se vuoi evitare interventi strutturali si possono ipotizzare lavori con pareti in "cartongesso - ecopolipiombo - lana minerale - cartongesso", così da creare delle nuove pareti ad alta densità che "vengano viste" dalle basse frequenze e possano rifletterle e direzionarle.

Cmq... Una prima idea sarebbe restringere la porta per portarla ai classici 80cm circa, nascondere uno dei due finestroni e restringere l' altro... in modo da arrivare ad una pianta simile:

200

Che ne pensi? Sarebbe fattibile?

Mikeopen
18th August 2013, 13:29
È esattamente quello che avrei fatto, dovendo recuperare le porte in alluminio imbottite di isolgom che ho nell'altro studio. Ne ho due quindi possiamo pensare alla doppia porta .


Inviato dal mio iPhone con tapatalk preso aggratis :)

PAPEdROGA
18th August 2013, 13:42
Quante coppie di monitor?

Solo near o anche mid/far?

Gibert5
18th August 2013, 13:42
pareti in "cartongesso - ecopolipiombo - lana minerale - cartongesso", così da creare delle nuove pareti ad alta densità che "vengano viste" dalle basse frequenze e possano rifletterle e direzionarle.

quindi, per spezzare la geometria in maniera seria, è necessario un trattamento del genere?
usare soltanto lana minerale ad alta densità non porta a nessun cambiamento?

una volta mi era balenata l'idea di realizzare delle trappole con uno strato aggiuntivo di lana ad alta densità posta sul retro per una sorta di strombatura...
chiaramente l'idea era di realizzare trappole a tutta altezza e non "semplici" cornici 120x60cm o simili...


Certo, ho ancora i file REW con le varie misurazioni, da cui posso ricavare grafici con smooth inferiori.
Lo cerco.

grazie per l'attenzione :)

Mikeopen
18th August 2013, 13:46
Aggiungo, l'idea di una "mini Machine room" non sarebbe auspicabile per separare dalla regia il rumore delle macchine ?


Inviato dal mio iPhone con tapatalk preso aggratis :)

PAPEdROGA
18th August 2013, 13:52
quindi, per spezzare la geometria in maniera seria, è necessario un trattamento del genere?
usare soltanto lana minerale ad alta densità non porta a nessun cambiamento?

una volta mi era balenata l'idea di realizzare delle trappole con uno strato aggiuntivo di lana ad alta densità posta sul retro per una sorta di strombatura...
chiaramente l'idea era di realizzare trappole a tutta altezza e non "semplici" cornici 120x60cm o simili...

Temo che la lana, anche da 100Kg/m3, non abbia abbastanza massa per essere utilizzata come "elemento geometrico".
Un foglio di cartongesso con del materiale tipo TopSilent raggiunge ben altre densità.
In più resta sempre un materiale poroso, che per via della sua conformazione tenderà comunque ad essere attraversata dall' onda.

Edit: sì Mik, sarebbe auspicabile. Dipende però da cosa pensi di doverci infilare nella Machine Room. Se hai bisogno solo di isolare la DAW, puoi anche limitarti a metterla fuori dalla porta... ti eviti uno sbattimento ed un consumo di spazio non da poco.

Mikeopen
18th August 2013, 13:53
Quante coppie di monitor?

Solo near o anche mid/far?

Vorrei predisporre near & mid , volendo anche considerare la possibilità di montare delle far in futuro, visto che in più di 30 mq ha un senso ascoltare in far.
Io lavoro prevalentemente in near e non vado oltre il cono da 5/6 . Solitamente uso due coppie di piccoline per diversi scopi ma a questo punto farei near 5" mid 8" e penserò ad un far se trovo delle far come le M3 dynaudio con cui ho lavorato in una regia di 12 mq :O


Inviato dal mio iPhone con tapatalk preso aggratis :)

PAPEdROGA
18th August 2013, 14:00
Sì, sono più di 30mq, ma dopo la sagomatura ed il trattamento la metratura si riduce molto.

Ad esempio... Questa potrebbe essere una prima idea, solo della geometria interna creata con cartongesso-piombo-lana-cartongesso... ascolto near ad 1,30m

201

Mikeopen
18th August 2013, 14:01
http://img.tapatalk.com/d/13/08/18/erajava7.jpg
Non stavo scherzando :)
Quando volevo gasarmi switchavo sulle M3, che tra l'altro erano montate senza il loro xover xta e bridged mono perché hanno due finali indipendenti.


Inviato dal mio iPhone con tapatalk preso aggratis :)

Mikeopen
18th August 2013, 14:03
Sì, sono più di 30mq, ma dopo la sagomatura ed il trattamento la metratura si riduce molto.

Ad esempio... Questa potrebbe essere una prima idea, solo della geometria interna creata con cartongesso-piombo-lana-cartongesso... ascolto near ad 1,30m

201

Ok.
Quindi una delle finestre andrebbe sacrificata. E con essa il divano di pietra lavica.
In legenda il riempimento blu in cosa differisce dall'arancio ?


Inviato dal mio iPhone con tapatalk preso aggratis :)

Mikeopen
18th August 2013, 14:13
Domanda.
Il riempimento che nasconde la seconda finestra a sx potrebbe avere una seconda finestra sulla struttura che mi riporti la luce della prima ?
O alle brutte potrei dotarla di porta e ricavarne un'intercapedine per poter accedere alla finestra che è l'unico accesso alla caldaia dei termosifoni e alle elettro valvole ?
Infine, nel caso di copertura senza accessi di questo lato dovrei sacrificare uno dei termosifoni disattivandolo? http://img.tapatalk.com/d/13/08/18/za2y7ere.jpg
Come vedi dalla foto i termosifoni sono sotto le nicchie delle finestre.


Inviato dal mio iPhone con tapatalk preso aggratis :)

PAPEdROGA
18th August 2013, 14:41
Termosifoni? Cosa sono?? ;)

Il discorso di fondo è che se vuoi una regia "classica", ovvero basata sullo studio della geometria e con un certo tipo di trattamento e con un risultato degno di nota, c'è bisogno di regolarità nella struttura, spazi lungo le pareti da poter utilizzare ed il minor numero possibile di variabili e/o ingombri.
Il che significa... via le finestre, via i termosifoni, via tutto tranne l' indispensabile.
Solo in questo modo puoi agire sulla struttura e creare una forma di partenza che ti aiuti a spezzare delle modali che, attualmente, per quelle misure, sarebbero belle ostiche.

Se poi invece vuoi uscire dalla concezione classica e vuoi sperimentare soluzioni "adattative", senza sacrificare finestre, termosifoni e strutture pre-esistenti, allora il lavoro da fare è molto differente e si baserà principalmente sullo studio della soluzione di tutte le problematiche dovute agli elementi non modificabili.
Un po' il classico esempio dell' armadio nello studio in camera da letto, che viene riempito di vestiti e tenuto aperto alle spalle del punto d' ascolto.

Se vuoi seguire la prima strada, una finestra viene chiusa completamente e non ci sono accessi. Parliamo di pareti semi-insonorizzanti con trattamento acustico davanti... ricavare un' apertura ed un passaggio è impensabile, a meno di non voler rientrare nella seconda ipotesi ed iniziare ad inventarsi soluzioni di mezzo che possano permetterti di salvare il salvabile e non stravolgere la struttura.
Di certo poi i risultati sonori sono ben diversi. Ma sta a te decidere che tipo di strada intraprendere.

Per rispondere all' altra domanda...
il riempimento in giallo sta a significare un rimpimento fatto con lana minerale.
Il riempimento in azzurro in realtà non è nulla... attualmente, nel progetto, è solo spazio vuoto delimitato da cartongesso. All' interno andrebbero piazzati elementi assorbenti, come ad esempio dei baffle (pannelli di lana minerale appesi e liberi di vibrare).

Mikeopen
18th August 2013, 14:45
Compreso. Il dilemma non è tanto per il termosifone tanto quanto per il fatto che quella finestra è l'accesso alla caldaia. Ci si può sempre andare dalla prima. Comunque i termosifoni li servono. Fa parecchio freddo in questo posto dove mi trasferisco. Uno lo spegnerò.


Inviato dal mio iPhone con tapatalk preso aggratis :)

Mikeopen
18th August 2013, 14:47
Proseguiamo così , e vediamo di affrontare i problemi per grado ;)


Inviato dal mio iPhone con tapatalk preso aggratis :)

PAPEdROGA
18th August 2013, 14:50
Dici che un condizionatore non basterebbe?
Con il tipo di lavoro che si andrebbe a fare all' interno, ci sarebbe anche un notevole isolamento termico.
Conta, ad esempio, che in studio quest' estate ho avuto 22/23 gradi fissi... mentre in casa viaggiavo sui 29/30

Mikeopen
18th August 2013, 14:54
Il condizionatore lo avrei messo comunque, ma dalla foto il termosifone con più elementi è il primo, ovvero quello libero. Posso passare gli elementi del secondo al primo e chiuderlo definitivamente. Sappi che il metano costa molto meno della corrente :)


Inviato dal mio iPhone con tapatalk preso aggratis :)

PAPEdROGA
18th August 2013, 15:22
Right, allora procediamo così e poi vediamo come personalizzare il tutto in corso d' opera :)

Ora la questione è che, se intendi in un futuro implementare anche un ascolto mid/far, dobbiamo iniziare a considerare distanze ben maggiori.
Ho notato con il tempo che sotto i 230/250cm di distanza l' ascolto mid perde molta della sua efficacia. Non so se sia una questione del tutto personale o se sia una questione riconosciuta.
In ogni caso, volendo inserire anche quel tipo di ascolto, la distanza dal centro della stanza inizia a stringersi sensibilmente... ed a quel punto se si vuole evitare di essere nel centro esatto (ahimé anche dell' altezza, perché il punto d' ascolto è solitamente su 120cm che è molto vicino ah 1/2h) e di beccarsi tutti i problemi che si possono riscontrare in quella posizione, bisognerebbe imho aumentare un po' l' intervento sulla geometria e successivamente caricare il trattamento sulle modali principali (100 010 001).

Una cosa del genere... solo a livello di struttura:

202

Edit: con una stuttura simile saremmo, attualmente, a 15 metri lineari di cartongesso, ecopolipiombo, lana minerale.
Spesa orientativa sui 250€... più legno da costruzione, viti ecc. Cmq direi che sarebbe una spesa (di partenza) del tutto sostenibile :)

Mikeopen
18th August 2013, 15:46
Ok. Compreso il punto. Io per primo ti dico che ho seri problemi di valutazione nell'ascolto dei mid a distanze come quelle che hai appena scritto. Ho sbagliato parecchi mix nella parte bassa grazie a questa stronzata. Quindi l'osservazione è più che pertinente.


Inviato dal mio iPhone con tapatalk preso aggratis :)

Hank
18th August 2013, 15:48
Appena posso ti butto giù un progettino. Dammi qualche giorno ;)

Ps: personalmente ho raggiunto, per ora, questo risultato:

199



OT:
Complimenti!Ti va di postare qualcosa al riguardo magari in un 3d apposito?

znal_lanz
19th August 2013, 16:08
Complimenti per l'acquisto!!! Rischi di essere abbondantemente invidiato!!! ;)

Vorrei chiederti un paio di informazioni che magari tornano utili:

- Si tratta di un seminterrato, quindi il pavimento dovrebbe appoggiare direttamente sul terreno, senza quindi una travatura. Puoi confermarlo?
- Sai come sono stati realizzati il pavimento ed il relativo massetto?
- Le pareti perimetrali, come sono realizzate? (mattoni forati, gasbeton o simili, oppure si tratta di roba più consistente tipo mattoni pieni o adirittura cemento armato? Dalle foto sarei più orientato sulle prime opzioni, però non si sa mai).

Le informazioni servono bene o male per capire quali problemi di insonorizzazione potranno presentarsi, vista la presenza di vicini.

Mikeopen
19th August 2013, 20:57
Essere invidiato potrebbe essere l'unica consolazione visto l'immane salasso a cui sto andando incontro...di questi tempi :(
E se vi dicessi che vorrei imprecare per giorni interi avendo scoperto che con quello che costa rifare il bagno me ne facevo due di studi ? Sono sempre più convinto di aver sbagliato mestiere.
Comunque, venendo al punto. Intanto grazie a Znal per essersi aggiunto al topic.
Mi sono informato ed ecco il responso:
Il seminterrato non poggia su travature, ed è costruito con forati intonacati. O meglio la vecchia proprietaria lo aveva trasformato in un delizioso rustico, di fatto aumentando la cubatura sebbene la ditta costruttrice non lo indicò in pianta ma lo lasciò praticamente aperto ma non rifinito per rispettare i 109 mq.


Inviato dal mio iPhone con tapatalk preso aggratis :)

Mikeopen
20th August 2013, 12:47
Buondì, mi sono fatto un primo giro per vedere la reperibilità del materiale. Fin'ora ho trovato tutto dal cartongesso eco piombo alla lana minerale ad alta densità. Resta da capire come sospendere la lana minerale all'interno delle strutture e soprattutto come distribuirla. Mi interessava capire se dentro le strutture in cartongesso c'è una geometria precisa da seguire con distanziamenti ed altro , in modo da non dover riaprire le strutture per fare aggiustamenti successivi. Sarebbe importante capire anche se ha un senso mettere del listone a terra disaccoppiando con l'autolivellante poiché cambierebbe l'altezza delle strutture in cartongesso. Infine c'è il discorso cloud. Li sono assolutamente ignorante. Non ho idea di dove assorbire e dove riflettere. Suppongo che la costruzione e successivo posizionamento di Rpg e diffusori a parete sia successivo alle prime misurazioni. Intanto procedo con la realizzazione del bagno di casa. http://img.tapatalk.com/d/13/08/20/qagagyha.jpg In queste mattonelle c'è più di quanto volessi spendere per lo studio ! Arghhhhh !!!


Inviato dal mio iPhone con tapatalk preso aggratis :)

znal_lanz
20th August 2013, 16:07
Come dire... "mal comune, mezzo gaudio". La fase "rifacimento bagno con donazione rene" l'ho passata l'anno scorso. (i mosaici però li ho evitati come la peste... per montarli avrei dovuto donare anche l'altro rene!!! :D )

Onestamente non so come un professionista affronterebbe il problema, però un cosa che chiederei è se il pavimento con il relativo massetto è "toccabile" oppure no.

Le ragioni sono queste:

- insonorizzazione
- ma soprattutto passaggio impianti (elettrico + dati + segnale + climatizzazione)

Come hai già constatato, passare sopra al pavimento comporta un'ulteriore diminuzione dell'altezza. Eliminare il pavimento, oltre a darti la libertà di fare gli impianti come ti pare, ti darebbe la possibilità di guadagnare quegli 8-10 cm che potrebbero tornare comodi.

E' però da dire una cosa: sei appoggiato a terra e questo dovrebbe, a meno di situazioni particolari, rendere particolarmente difficile la trasmissione delle vibrazioni attraverso il pavimento, quindi un pesante disaccoppiamento non dovrebbe essere necessario.

In alternativa potrebbe essere possibile fare delle tagliole a pavimento in cui far passare il necessario. A cantiere aperto è un lavoro che costa circa 10 €/m per una tagliola larga circa 30 cm.

La demolizione del pavimento costa attorno ai 40 €/mq (dalle mie parti, ovviamente, fatto fare ad un'impresa edile).

Tieni infine in considerazione il fatto che dalle foto sembra che ci siano dei pilastri. Attraverso quelli non è possibile fare tagliole, quindi i passaggi a parete sarebbero soggetti a limitazioni.

I termosifoni sono una rogna, acusticamente parlando. Oltre ad essere delle campane, hanno i tubi (sempre troppo corti). Lasciati dove sono non riscalderebbero nulla e montarli all'interno del guscio insonorizzante sarebbe un delirio (i tubi fanno da ponte acustico e le pareti in cartongesso hanno bisogno di rinforzo per reggere il peso del termo). Sicuramente un fancoil sarebbe meglio. Bisogna poi capire se, per come è fatto l'impianto a monte, è possibile collegare il fancoil alla caldaia oppure no. Le variabili in gioco sono comunque tali da richiedere un sopralluogo di un idraulico per evitare di prendere cantonate.

Infine, il divano è veramente in mezzo ai maroni... :D

Anche ipotizzando di fare un guscio insonorizzato di 2500x4750x3500, tutto lo spazio rimanente se lo mangerebbe quel divano (del quale mancano le misure).

Come già suggerito da Pape direi che sta a te scegliere se adottare una soluzione radicale, oppure un'operazione di adattamento. Una soluzione intermedia penso sia poco utile, a meno di non accettare un risultato intermedio con una spesa più che intermedia!

PAPEdROGA
20th August 2013, 17:14
Scusate, non si era detto che non si necessitava di insonorizzazione "pesante" ma del solo trattamento acustico?
Forse ho perso qualche pezzo per strada.

znal_lanz
20th August 2013, 18:43
Non m'è chiaro infatti.

Si è parlato di vicinato, di due pareti confinanti ma anche di dynaudio M3 che sono bestioline da 130 dB SPL :D

Mikeopen
20th August 2013, 18:54
Ok ok :)
Riportiamo i piedi a terra.
Per quanto riguarda l'insonorizzazione chiedevo a voi, ma potrei rispondermi da solo. Io misso in prevalenza con coni piccoli e sto intorno agli 85db quindi tutto questo casino non dovrei farlo. Non avendo riprese da fare non credo che debba insonorizzare. I termosifoni a sto punto li rimuovo e chiedo all'idraulico cosa mettere al loro posto. Le M3 quando le troverò :) vedrò cosa fare. Dopo aver visto oggi la nota dell'idraulico è già tanto se sopravvivo.
Continuiamo con la sonorizzazione dell'ambiente e vediamo se resto vivo.
Ps : sono l'unico dei due edifici confinanti (separati da giunto tecnico) ad avere il seminterrato abitabile :)


Inviato dal mio iPhone con tapatalk preso aggratis :)

Mikeopen
20th August 2013, 18:57
Pps, quel mosaico l'ho pagato 25 euro al mq ma ne costava 250 ( Sant'Agostino in grès porcellanato) giusto perché gli erano rimasti 4 mq al mio amico rivenditore, e ti posso dire che la posa non è particolarmente difficile o non più difficile di un grès di prima scelta non rettificato :)


Inviato dal mio iPhone con tapatalk preso aggratis :)

Mr. Red
20th August 2013, 19:03
Posare i rivestimenti è facilissimo, anche i mosaici soprattutto se montati su rete..... :asd
Quello che non si può fare diy sono i pavimenti, manco se il massetto con l'autolivellante te l'hanno fatto con tutti i crismi.

PAPEdROGA
21st August 2013, 11:15
Resta da capire come sospendere la lana minerale all'interno delle strutture e soprattutto come distribuirla. Mi interessava capire se dentro le strutture in cartongesso c'è una geometria precisa da seguire con distanziamenti ed altro , in modo da non dover riaprire le strutture per fare aggiustamenti successivi.



Infine c'è il discorso cloud. Li sono assolutamente ignorante. Non ho idea di dove assorbire e dove riflettere. Suppongo che la costruzione e successivo posizionamento di Rpg e diffusori a parete sia successivo alle prime misurazioni.


Tranquillo, sarà tutto nel progettino... che poi ovviamente potrai/potremo personalizzare a piacimento ;)

Intanto, andando un po' avanti, sono arrivato a questo punto:

208

Si tratta ancora solo della sagomatura della stanza, mancherebbe quindi ancora tutta la questione assorbimento/diffusione.
Le pareti interne (di 8cm circa) le ho disegnate di un unico colore per rendere più semplice e veloce il tutto, ma sarebbero in realtà realizzate con cartongesso - ecopiombo - lana roccia/vetro - cartongesso.
Gli spazi interamente riempiti in giallo/arancione sarebbero del tutto riempiti di lana minerale. Negli altri ci sono dei doppi fogli di lana minerale (quindi 120 x 60 x 10) rialzati da terra di 60cm. La loro disposizione sta semplicemente ad indicare che... ne servirebbe un buon numero, in modo da evitare di lasciare troppo vuoto all' interno, ché altrimenti si correrebbe il rischio di far diventare quello spazio un enorme cassa di risonanza.

Per ora ho tirato tutto su, dritto, a 270h... ma è solo per comodità di progettazione. Bisognerebbe giocare anche un po' con la sagomatura dell' altezza, inclinando alcuni punti. Quindi, più avanti, si andrà a modificare anche quello.

Se non hai domande, richieste, appunti ed insulti, appena possibile vado avanti.

znal_lanz
21st August 2013, 16:14
Pape, una cosa non capisco: perché utilizzi una struttura diciamo da "isolamento" (cartongesso - piombo - lana - cartongesso) per il rivestimento interno?

PAPEdROGA
21st August 2013, 16:28
Pape, una cosa non capisco: perché utilizzi una struttura diciamo da "isolamento" (cartongesso - piombo - lana - cartongesso) per il rivestimento interno?

Per modificare la geometria della stanza e "combattere" le modali a partire dalla geometria.

Qui una prima ipotesi di primo trattamento... ovvero il grosso dell' assorbimento:

210

Gibert5
21st August 2013, 16:59
ecco...
come si spezza la geometria di una stanza?

cioè, aldilà dei materiali adatti allo scopo...

PAPEdROGA
21st August 2013, 17:43
Semplificando all' osso...


come si spezza la geometria di una stanza?

Creando forme geometriche che, per quanto possibile, minimizzino "il rimbalzo" dell' onda.
Ovvero minimizzando equidistanza (e multipli) e specularità delle pareti.
Quindi realizzando pareti interne che rendano la regia non quadrata, ma di forma più o meno irregolari e frammentate, così da minimizzare in partenza lo sviluppo di risonanze.

Per fare ciò, purtroppo, è necessario utilizzare materiali o costruzioni ad alta densità. In caso contrario parte dell' onda oltrepasserebbe le nuove pareti realizzate, rendendole (molto) meno efficaci.

Al di là della gestione delle modali, la creazione di pareti irregolari aiuta anche la realizzazione della cosidetta RFZ (reflection free zone), aiutando a direzionare le riflessioni in zone di assorbimento lontane dal punto di ascolto.

Ovviamente per fare tutto ciò c'è bisogno di valutare quanto spazio ci sia a disposizione e quale saranno le necessità all' interno della regia. Se dovrai andare ad inserire un grosso banco con molti rack, o se sai di dover ospitare costantemente band e/o produttori, probabilmente preferirai mantenere più spazio disponibile e creare un ambiente più ampio e vivibile... evitando quindi questo tipo di sagomatura ed abbondando con sistemi di correzione che occupano poca profondità, come slat, risonatori a parete e pannelli forati.

Gibert5
21st August 2013, 18:52
grazie mille per la risposta...

ci sono persone che decidono di inclinare le trappole in modo da modificare l'angolo d'incidenza delle frequenze (o almeno parte di esse)...
ne deduco, dopo il tuo intervento, che possiamo ritenerla una cosa inutile, sempre per il famoso discorso che sono necessari materiali diversi per ottenere l'effetto desiderato...dico bene?


altra cosa..
in base alle dimensioni che ti sono state fornite, tu hai realizzato la strombatura e spezzato la geometria seguendo calcoli specifici?o comunque può valere una regola generale?chessò: "se stai entro ad un'inclinazione tra i 6° ed i 15° comunque non sbagli..."
deduco più la prima, visto anche che si parla di RFZ, dove quindi sarà necessario fare in modo di "orientare" le frequenze oltre le orecchie...


insomma, non s'è capito che sto cercando di fregarti i trucchi...noooo :)

Mikeopen
22nd August 2013, 08:22
Dall'ultimo disegno in 3D ho un idea meno chiara sulla composizione della parete.
Volevo capire se mancava il rivestimento finale del cartongesso oppure ho capito male io.
Lo strato per creare densità prevede : cartongesso ecopiombo ( su telaio imbottito in fibra minerale suppongo) pacchetti di lana minerale e successivamente si chiude con uno strato di cartongesso normale, suppongo.
Ho capito bene ?



Inviato dal mio iPhone con tapatalk preso aggratis :)

PAPEdROGA
22nd August 2013, 11:41
Dall'ultimo disegno in 3D ho un idea meno chiara sulla composizione della parete.
Volevo capire se mancava il rivestimento finale del cartongesso oppure ho capito male io.
Lo strato per creare densità prevede : cartongesso ecopiombo ( su telaio imbottito in fibra minerale suppongo) pacchetti di lana minerale e successivamente si chiude con uno strato di cartongesso normale, suppongo.
Ho capito bene ?

Così...

211

...per minimizzare l' ingombro.
Altrimenti si può anche inserire un piccolo gap di aria tra ecopiombo e lana... o tra lana ed ultimo foglio di cartongesso, montando quindi il tutto in modo che i due fogli di cartongesso non siano in alcun modo in contatto.
Ma non è indispensabile. Aumentando il disaccoppiamento aumenterebbe l' insonorizzazione che però, a quanto pare, non è così importante nel tuo caso.



ci sono persone che decidono di inclinare le trappole in modo da modificare l'angolo d'incidenza delle frequenze (o almeno parte di esse)...
ne deduco, dopo il tuo intervento, che possiamo ritenerla una cosa inutile, sempre per il famoso discorso che sono necessari materiali diversi per ottenere l'effetto desiderato...dico bene?

No, non è una cosa inutile. Ho avuto il piacere di visionare qualche progetto "top" di regie, anche da mastering, e non è inusuale utilizzare anche dei risonatori in legno per sagomare la stanza. Ma parliamo di risonatori enormi, fatti con un certo tipo di legno ad alta densità (quindi il tutto diventa non particolarmente economico), che praticamente sostituiscono una parete (quasi) insonorizzante.
Si potrebbe implementare anche in questo progetto, ma sia la progettazione che la realizzazione diventerebbero ben più complesse. Andrebbero fatte analisi dell' ambiente vuoto, calcoli delle modali, pre-post sagomatura e da lì decidere come realizzare i risonatori e quindi come tararli.
Non sarebbe cosa da poco farlo a distanza... per di più non essendo il lavoro di nessuno di noi credo potremmo farlo solo nei ritagli di tempo (così come sto realizzando questo progettino) il ché potrebbe portare facilmente a sbagliare se ipotizziamo di utilizzare sistemi particolarmente complessi.


in base alle dimensioni che ti sono state fornite, tu hai realizzato la strombatura e spezzato la geometria seguendo calcoli specifici?o comunque può valere una regola generale?chessò: "se stai entro ad un'inclinazione tra i 6° ed i 15° comunque non sbagli..."

Un po' e un po' :)
Sotto una certo grado di angolazione l' effetto diventa quasi irrilevante. Quindi "a naso", disegnando una regia, eviti in partenza di stare "troppo basso". In questo caso sono partito con un' angolazione di 12° per poi vedere, dopo vari disegni e spostamenti, che con 10° sì manteneva un buon direzionamento e posizionamento degli ascolti (angolare le pareti porta allo stringimento della sala, quindi influisce anche sul posizionamento dei monitor, che però sono anche in relazione con mille altri aspetti quali la distribuzione delle modali lungo le tre lunghezze).

Oltre ciò esiste una teoria che, se non ricordo male, è detta delle "sorgenti immaginarie", che tramite un semplice disegno aiuta a prevedere i punti di prima riflessione. Si può quindi sfruttare sia per decidere il posizionamento del trattamento, sia per decidere l' inclinazione della parete in modo da spostare a piacere il punto di prima riflessione.


insomma, non s'è capito che sto cercando di fregarti i trucchi...noooo

Eheheh Ci mancherebbe, quali trucchi?
Anche se ho avuto il piacere di progettare alcune regie e riprese conto terzi, non è decisamente il mio mestiere. Sono solo un appassionato e non so un' infinità di cose che, invece, un progettista "vero" saprebbe.
Infatti sarebbe davvero utile, sia per Michele sia per tutti noi, se potesse intervenire qualche professionista navigato per bastonarci un po' e perfezionare o correggere quanto fatto fin' ora.

Mikeopen
22nd August 2013, 11:54
Nell'attesa del professionista bacchettatore, annuncio che solo la distanza potrà impedirvi di sdebitarmi con una cena di quelle memorabili, ma non è detto che nessuno di voi passerà dalle mie parti ( anche se è più probabile che io passi dalle vostre). Il ponte non lo voglio ma credetemi ( da persona in fila al traghetto in questo momento ) che questa storia dell'isolano inizia rompermi veramente.
Fine Ot :(


Inviato dal mio iPhone con tapatalk preso aggratis :)

Barbapapà
28th August 2013, 08:32
Ciao a tutti.
Sono rientrato da poco da una lunga permanenza in Assurdistan ;-)
Senza nulla togliere a quanto saggiamente avete già considerato in queste pagine, giusto per confondere un po' le idee, faccio questa considerazione: stante la realtà del mercato e l'economia circostante, non sono dell'avviso che oggi sia saggio pensare in maniera tradizionale riguardo a finalità e metodi di impiego di un ambiente professionale connesso all'audio. Piuttosto che sacrificare il 40% del calpestabile in nome di una buona, ma sempre imperfetta, risposta in frequenza oggi scommetterei senza alcun dubbio sulla flessibilità di impiego piuttosto che sulla singola prestazione. Oggi non sacrificherei l'abitabilità, non appilerei finestre in nome del tuning ma investirei giusto in un'equilibratura acustica e spenderei tutto il possibile in comodità. Opterei per una sala con luce naturale in cui all'occorrenza missare, ma anche dove "performare" un piccolo set acustico live, o fare qualche ripresa video. Proprio in caso di necessità particolari, come nel caso di riprese impegnative ecc., mi rivolgerei ad una struttura esterna oggi disponibile per un piatto di fave.

Mr. Red
28th August 2013, 08:46
Ciao a tutti.
Sono rientrato da poco da una lunga permanenza in Assurdistan ;-)
Senza nulla togliere a quanto saggiamente avete già considerato in queste pagine, giusto per confondere un po' le idee, faccio questa considerazione: stante la realtà del mercato e l'economia circostante, non sono dell'avviso che oggi sia saggio pensare in maniera tradizionale riguardo a finalità e metodi di impiego di un ambiente professionale connesso all'audio. Piuttosto che sacrificare il 40% del calpestabile in nome di una buona, ma sempre imperfetta, risposta in frequenza oggi scommetterei senza alcun dubbio sulla flessibilità di impiego piuttosto che sulla singola prestazione. Oggi non sacrificherei l'abitabilità, non appilerei finestre in nome del tuning ma investirei giusto in un'equilibratura acustica e spenderei tutto il possibile in comodità. Opterei per una sala con luce naturale in cui all'occorrenza missare, ma anche dove "performare" un piccolo set acustico live, o fare qualche ripresa video. Proprio in caso di necessità particolari, come nel caso di riprese impegnative ecc., mi rivolgerei ad una struttura esterna oggi disponibile per un piatto di fave.

Considerazione sacrosanta ma sai benissimo che l'acustica è l'ennesima malattia mentale dei musicisti..... :asd

Barbapapà
28th August 2013, 09:08
Sarà anche una malattia mentale, ma per comprendere bastano le cifre: realizzare una room in the room accettabile costa dai 10 ai 20k euro in opera, senza usare materiali sopraffini, investimento del tutto a fondo perduto perchè non rivendibile. Mettici poi gli annessi e i connessi (non apparecchiature). Con tutto questo hai lo stesso giro di clienti potenziale e 20k euro in meno. Se invece fai scavare una bella jacuzzi in muratura, oltre che a godere in prima persona, magari trovi pure un cliente anfibio.

Mr. Red
28th August 2013, 09:25
Però devi mettere un disclaimer: attenzione c'è un pescatore compulsivo nei dintorni, non mangiate il cibo appeso ai fili di nylon.... :asd
Comunque lo stesso discorso vale anche per monitor, mixer, microfoni, strumenti, outboard, etc etc....
Purtroppo è il settore in generale che è una fetecchia.....
Anzi, paradossalmente, puoi fare molto meglio con un pc qualsiasi, una scheda audio economica e una coppia di monitor in una stanza con almeno un'acustica un minino controllata che avere armadi a rack pieni di roba senza riuscire a mettere a fuoco nessun suono.
E comunque una correzione acustica decente la si può fare anche diy senza dover accendere un mutuo.

Barbapapà
28th August 2013, 09:34
diciamo la stessa cosa. Oggi un buon investimento è quello di allargare il potenziale bacino di utenza delle strutture professionali con un bilanciato esborso. Un po' come mettere mano ad un mix ed aprire un eq per un motivo e non per default. Se oggi, a causa della non perfetta performance acustica, si perdessero clienti o non si riuscisse ad incrementarne il numero sarei daccordo con l'investimento in tal senso. Piuttosto a me risulta che il mercato generale sia più propenso a spendere meno anche sacrificando la qualità e la performance di strutture e professionisti. Dover recuperare investimenti sensibili obbliga a politiche di prezzo serie e in qualche modo allontana dal mercato. Penso quindi che invece dell'eq da 5000 euro, potendo, abbia senso un tavolo da biliardo, invece dell' rpg un bel megaschermo per vedere le partite su sky ecc.

Mr. Red
28th August 2013, 09:39
Il tavolo da biliardo ha una manutenzione che ci tieni in efficienza un banco neve.... :asd
Sostanzialmente diciamo la stessa cosa e quello su cui sono più d'accordo è che chiudere due finestre è quasi una bestemmia.

Barbapapà
28th August 2013, 09:41
no, non costa nulla per un uso normale, tipo un panno ogni 6 anni

PAPEdROGA
28th August 2013, 13:29
Se non ne chiudi una non puoi trattare una parete. Il che, in un ambiente con quelle dimensioni e proporzioni, significa ritrovarsi delle belle montagne russe in ascolto... Situazione ovviamente non consigliabile.
Ma poi, ovviamente, ognuno agisce come preferisce in casa sua ;)

Mikeopen
29th August 2013, 17:48
Sulla scia del mio progetto ti sei messo a smantellare il tuo ?
Nnamo bbene :D


Inviato dal mio iPhone con tapatalk preso aggratis :)

PAPEdROGA
29th August 2013, 18:13
Eheheh! Ho 3 progetti(ni) di regie in corso d' opera... ho ben pensato di rifare anch' io.
Ora ho levato tutto il trattamento anteriore ed il laterale destro. Ho ascoltato una cosa al volo per curiosità... è fantastico... suona tutto random :D
Se vuoi venire a fare un mix qui dentro, ora, non avresti nemmeno bisogno di farti le bombe... :lol

Mikeopen
30th August 2013, 10:03
Stardo !! La prima volta che metterò piede li dentro sarò munito del piccolo trolley da sommelier siculo. Dopo la degustazione farò il Gordon Ramsey della situazione :)


Inviato dal mio iPhone con tapatalk preso aggratis :)

PAPEdROGA
30th August 2013, 10:19
Se uniamo il tuo vino siculo al mio vino d' abruzzonia, non c'è trattamento acustico che tenga :)

Tornando in thread... ho contattato un progettista acustico per un consulto e per buttar giù qualche idea. Se esce qualcosa di interessante e di "riciclabile" anche per la tua sala, posto qui.

Mikeopen
30th August 2013, 10:31
Ma assolutamente si. Io appena finisco il trasloco inizio a concretizzare le prime cose che ci siamo scritti sul 3ad. Conto anche di andare a trovare Quinto per un consulto sul campo in modo da incrociare i dati.


Inviato dal mio iPhone con tapatalk preso aggratis :)

Mikeopen
1st September 2013, 15:40
diciamo la stessa cosa. Oggi un buon investimento è quello di allargare il potenziale bacino di utenza delle strutture professionali con un bilanciato esborso. Un po' come mettere mano ad un mix ed aprire un eq per un motivo e non per default. Se oggi, a causa della non perfetta performance acustica, si perdessero clienti o non si riuscisse ad incrementarne il numero sarei daccordo con l'investimento in tal senso. Piuttosto a me risulta che il mercato generale sia più propenso a spendere meno anche sacrificando la qualità e la performance di strutture e professionisti. Dover recuperare investimenti sensibili obbliga a politiche di prezzo serie e in qualche modo allontana dal mercato. Penso quindi che invece dell'eq da 5000 euro, potendo, abbia senso un tavolo da biliardo, invece dell' rpg un bel megaschermo per vedere le partite su sky ecc.
Non credere che non ci abbia pensato :)
La prima idea era quella di creare uno spazio molto figo con tutte le accortezze di design, luce, aroma terapia ed accessori di svago vari. Ridurre la mixing room al minimo e vai. Il target degli s****ti da un singolo e via lo prendi così.
Ma io, dovessi morire di fame ( e questa è un prospettiva più che reale :( ) ho un'altro obbiettivo. Ho speso un sacco di soldi giocando a fare il fonico e qualcosa ho imparato. La cosa più importante tra quelle imparate è che qualsiasi esso sia il metodo che usi per arrivare allo scopo ha margini di miglioramento di circa il 60% . Adesso è il momento che io studi e che io affini le cose che ho dentro. Mi riconosco un gusto nei suoni , mi riconosco un gusto nell'arrangiamento e riconosco un valore alle mie intuizioni. Il mio limite ? La fretta dei risultati e il non condividerli per paura delle critiche . Perché ? Perché sò bene che non faccio mai il massimo e so che ho avuto dei limiti nella fase progettuale dell'ascolto. Ricominciando da capo farò tutto per me e lo farò nel migliore dei modi che posso permettermi. Magari andrò a fare un altro lavoro per vivere ma imparerò ad essere migliore di quello che sono per poter poi vendere qualcosa che faccia stare bene me prima e dopo i clienti. Con una buona regia dovrei essere sulla giusta strada :)




Inviato dal mio iPhone con tapatalk preso aggratis :)

Barbapapà
1st September 2013, 16:40
massima stima per quello che dici e per i tuoi propositi. L'importante chiave dell'acqua è che fai qualcosa per te stesso, per la tua passione e quindi il business non c'entra.

DB

PAPEdROGA
11th September 2013, 11:08
Ciao Mik, scrivo al volo solo per dire che in queste due settimane sto testando una lunga serie di accorgimenti e disegni acustici differenti.
Alla luce di quanto capito sbagliando e riprovando fino a raggiungere il risultato, e dalle belle chiacchierate con chi di mestiere, rivedrei il progetto che ti avevo velocemente buttato giù, evitando praticamente in toto la sagomatura della stanza con cartongesso.
Il problema è che il tempo libero è quasi zero e non so quando riuscirò a rimetterci le zampe sopra.
Tu come sei messo con le tempistiche?

Mikeopen
11th September 2013, 11:11
Stai sereno, ma serenissimo.
Ho il seminterrato pieno degli scatoloni del trasloco ed ancora il bagno in rifacimento.
Posso aspettare con serenità :)


Inviato dal mio iPhone con tapatalk preso aggratis :)