PDA

Visualizza Versione Completa : Obsolescenza Attiva.



Mikeopen
17th August 2013, 13:07
Salve a tutti.
Spinto dalla necessità di ricominciare e dove solo fare senza un euro in tasca vorrei aprire un topic che possa guidare chi come me deve ricostruire uno studio frugando nell'usato. Ciò che mi spinge a fare questo è un lungo articolo che lessi qualche giorno fa sull'obsolescenza programmata di molti apparecchi. Credo che l'audio,purtroppo, non sia immune da questo problema. Tuttavia sono certo che con una scelta mediata dalle esperienze di tutti si può stilare una lista per categorie di macchine che possono servire a sviluppare un home studio di tutto rispetto per affrontare svariati tipi di produzione. Partendo dal riciclo del pc/Mac finendo al mic passando per tutta la catena che serve allo scopo.
Inizio con le schede audio.
Attualmente ho ancora a casa ed uso una M Audio fw 410 una tascam Us 1604 e un Fw 1884 con 6 pre letteralmente andati.
Avevo pensato di comprare un ad 8000 bheringer per sfruttare l'adat in della fw in modo da poterci continuare a lavorare.
Avrei piacere di leggere le vostre opinioni in merito e le vostre alternative economiche.
Penso che con il tempo si possa ottenere un 3ad con sezioni diverse per le varie tipologie ed un ranking per i vari modelli. Non è vintage ma la crisi non ci aiuta sicuramente nel fomentare la gas !
Buona lettura e buon commento.


Inviato dal mio iPhone con tapatalk preso aggratis :)

Mr. Red
17th August 2013, 14:10
Il mondo è pieno di paninari che comprano i migliori ferri per poi ascoltarli in stanze non trattate e non capirci niente.
Di solito svendono dopo 3 4 mesi..... :asd

sin night
17th August 2013, 14:32
Discussione interessante! Purtroppo non ho indicazioni da dare in fatto di hardware musicale...


Per quel che riguarda i pc, quelli vecchi possono essere messi da parte per il software legacy oppure reimpiegati come "macchine da ufficio" (internet, office, ecc), come macchine di test (per provare le novità software senza pensieri per la macchina con cui si lavora) oppure si possono trasformare in dei nas (a patto che non siano troppo esosi in termini di consumi elettrici e che si possano mettere il un posto in cui non disturbano con il loro rumore). Nel caso il pc sia rotto o non si riesca proprio a trovargli un nuovo uso, si può pensare di togliere il disco rigido (se ha una capacità interessante) e metterlo in un box esterno.


In linea di massima, io seguo la filosofia di cercare di cannibalizzare quanto più possibile dai dispositivi che si rompono o sono da buttare perché inutili (e invendibili). Se si parla di attrezzatura musicale, io cerco di recuperare tutti i pomelli, i tasti, le viti, talvolta anche i fader/knob (specialmente se non si tratta di modelli standard che si trovano in tutti i negozi di componenti elettronici) perché possono tornarmi utili per riparazioni o per progetti faidaté... qualche volta ho recuperato anche dei pezzi di lamiera dei case di effetti o mixer defunti; uno di questi pezzi, opportunamente ritagliato, mi è servito per riparare/rinforzare un flight case che avevo danneggiato (era un flight case in plexiglass per vinili e la faccia con la maniglia aveva ceduto, in parte anche per colpa di una costruzione discutibile).


Certo, quando riesco a reimpiegare o rivendere la roba sono più contento...

Mikeopen
18th August 2013, 12:14
Il mondo è pieno di paninari che comprano i migliori ferri per poi ascoltarli in stanze non trattate e non capirci niente.
Di solito svendono dopo 3 4 mesi..... :asd

Si sono d'accordo con te. Ma nell'attesa volevo metter su un piccolo prontuario di roba usata che abbia un senso anche oggi.

Esempi :
Tra le vecchie interfacce pci di steinberg ho memoria di quelle marchiate Nuendo che fornivano con la prima versione del software.
Se non dico castronerie sono prodotte da Rme e dovrebbero essere fatte più che decentemente. Ok non è Apollo ma se la trovi a dei prezzi decenti mi pare una buona scelta.
I driver mi direte ? Ok ma per caso non si può lavorare con una daw con xp ,magari datata , con plug datati ? Io credo di si.



Inviato dal mio iPhone con tapatalk preso aggratis :)

Lattugo
18th August 2013, 14:39
I driver mi direte ? Ok ma per caso non si può lavorare con una daw con xp ,magari datata , con plug datati ? Io credo di si.


Io sono ancora su XP e per ora non sento la necessità di cambiare.

Lat.

lordadb
18th August 2013, 14:53
Io sono ancora su XP e per ora non sento la necessità di cambiare.

Lat.

Lattugo è un vetusto. Non tenete conto di questo intervento. :D :asd :ciap:

eumir
18th August 2013, 18:59
... e un Fw 1884 con 6 pre letteralmente andati.
che puoi benissimo usare (se non lo fai già) come superficie di controllo e questo è un buon esempio di riciclo..

per il resto, una cosa che potresti fare è usare un pc di recupero per farci girare solo degli effetti (es un riverbero a convoluzione) tipo come se fosse un outboard esterno... è una soluzione per recuperare un po' di roba obsoleta e per utilizzarla proficuamente...
tieni in considerazione però un'altra ventola (ma da quello che leggevo sul 3d dello studio saresti intenzionato a realizzare un boot, o armadio per l'hw quindi :) )

comunque si, l'obsolescenza programmata esiste in tutto (io ho appena dovuto cambiare il frigo e so che mi durerà meno di quello che avevo e che era dei miei :) ) perchè non dovrebbe esistere nel mondo audio?, ma può essere controllata tranquillamente... un piccolo esempio è l'uso dei plugins, che si può ridurre come quantità andando sul free/shareware tranquillamente :)

Mikeopen
18th August 2013, 19:16
La Fw la userei volentieri come superficie di controllo, ma non ho capito se posso farlo prescindendo dal collegamento firewire. Cioè se la collego firewire poi me il sw me la vedrà come scheda audio. Oppure si può fare in midi ?


Inviato dal mio iPhone con tapatalk preso aggratis :)

eumir
18th August 2013, 19:51
dovresti poterla usare anche solo in modalità control surface (e usando i suoi pre se non ricordo male) ma non sono sicuro èerchè è una scheda di un po' di temp fa.. comunque c'è un po' di gente che ce l'ha sul forum... anzi, sfruttando i potenti mezzi di italiarec coivolgiamo Angix; che dovrebbe possederla :)

Angix
19th August 2013, 09:32
Io in realtá ho una projectmix, che é anche interfaccia audio (usata -fortunatamente- pochissimo).
La uso solo come superficie di controllo e penso che si possa fare lo stesso con la Tascam.
All'atto pratico infatti macchine come la projectmix sono trattate dal software come 2 cose diverse.
La selezione del driver audio é una cosa.
Il collegamento come superfiecie di controllo é un'altra.

In pratica anche la Tascam dovrebbe creare una coppia di i/o midi virtuali da usare per il controllo.
L'interfaccia audio in questo non c'entra una cippa.

eumir
19th August 2013, 19:36
ecco ricordavo male :), mi ero lasciato andare al ricordo di alcune foto dello studio di Angix e ho scambiato M-audio per tascam ...ma comunque sempre una info in più è e va in quella direzione :k:

Mikeopen
21st August 2013, 07:54
Vado a fare la prova e vi dico.
Nel frattempo parlando di obsolescenze ho ritrovato una Roland Dj 70.
Devo capire se ne posso fare qualcosa.


Inviato dal mio iPhone con tapatalk preso aggratis :)

Mr. Red
21st August 2013, 08:16
Io ho dei vecchiumi inutilizzabili che però mi piange il cuore....
Tipo la dg02 che ha dei bellissimi convertitori ma non gira manco sotto xpsp1....
Per farti capire quanto sposi la filosofia del 3d ti dico solo che le mie prime ns-10 le ho avute come paga per un lavoro da turnista, la mia prima daw è stato un notebook obsoleto per il mercato ma ottimo per il tuning che gli feci per farci girare SOLO logic5 e i driver della tascam usb.
Il problema è che le occasioni, scusami il gioco di parole, sono occasionali per definizione.... :asd
Ad ogni modo, dovendo fare una lista:
vecchie schede motu firewire: vanno benissimo e oggi le compri per 4 soldi
compressori dbx: incredibile a quanto poco si trovino nonostante siano ottimi prodotti
monitor usati però bisogna sapere bene da chi si compra
sezione blow out di thomann che col diritto di recesso lungo ti permette di testare veramente per bene l'usato o il ricondizionato
mercatopoli e affini: un paio di settimane fa ho comprato un ampli jvc degli anni 80 (80watt a canale) per 20 euro e ho adocchiato un verticale inglese a 400 euro bellissimo e che ha bisogno di pochi aggiusti alla meccanica.

eumir
21st August 2013, 08:47
Nel frattempo parlando di obsolescenze ho ritrovato una Roland Dj 70.
Devo capire se ne posso fare qualcosa.
direi che forse l'unico uso sarebbe come masterkeyboard da scrivania (da collegare con il MIDI chiaramente) e in questo modo ti può tornare comoda da usare per pilotare qualche sampler virtuale o per suonare due accordi. Non direi che vale la pena riciclarla come sampler pure perchè avra una memoria di qualche mega se va bene. Forse ha anche un sequencer interno ma pure qui non ne vedo l'utilità oggi. Forse le funzioni di Dj le puoi usare come controller ...

Poi tutto stimola tutto, io ultimamente uso spesso questa batteria elettronica pre MIDI qui http://farm8.staticflickr.com/7258/7035279437_7ff52f6f5b.jpg della korg sia per i pattern dei ritmi (ho volumi separati per tutti gli strumenti quindi lascio solo la cassa o una clave ad es.) sia per i suoni che poi processo (datatissimi e molto particolari). Sulla carta sarebbe da buttare perchè non serve la ritrovo in moltissime produzioni della musica brasiliana contemporanea (è l'inizio di questo brano :D http://www.youtube.com/watch?v=E3o82EJSTE8 )

pao
16th February 2014, 23:37
Ciao a tutti, prima di tutto e complimenti per il forum!
Anch'io sono un fautore del vecchiume e parto sempre dalla considerazione che con roba che oggi costa un bianco e un nero magari 15 anni fa c'hanno fatto dischi che hanno venduto milioni di copie...
Mi interessava la tascam fw1884, in questo periodo (o in alternativa la M-audio).
E mi chiedevo se è possibile connettere ad una delle sue porte firewire una diversa scheda firewire (tipo la echoaudio audiofire 12), per avere un sistema con 20 in analogico e 14 out.
Fattibile?

sin night
17th February 2014, 22:09
Non mi sembra una buona idea far lavorare insieme due schede diverse; salvo quei modelli che prevedono esplicitamente la possibilità di daisy-chain (con altri modelli della stessa marca e linea), si deve ricorrere agli asio 4 all (su win) o ai device aggregati (su mac)... e non sempre funzionano bene! Ci sono schede che riescono ad andare discretamente d'accordo ed altre che non ne vogliono proprio sapere di lavorare in questa maniera. Senza contare che gli asio 4 all, da quel che ricordo (è tanto tempo che non uso più windows) non garantiscono le stesse latenze e features dei driver proprietari delle schede.

Della serie "potrebbe funzionare, ma c'è il rischio di grattacapi". Per quel che mi riguarda, non lo farei.

Piuttosto guarderei ad una soluzione adat per espandere i numero di canali a disposizione (anche se la vedo dura arrivare alla quantità di I/O che citi, però non ho esperienza in tal senso).

pao
18th February 2014, 00:05
Mi pare che la echo, dotata di doppia porta fw, sia studiata per connettere due schede uguali in cascata. Non so se il collegamento può funzionare con schede diverse (tipo appunto la tascam).
Misteri dell'informatica!

AnoMinato
18th February 2014, 00:19
sulla tc ad esmepio la firewire ha due porte, come molti dischi esteri, questo permette una cascata di periferiche a prescindere dalla marca (ad esempio puoi attaccare una scheda e un disco esterno).
però equivale ad avere due schede su due porte collegate al pc, per assurdo una fw e una usb...
anzi, in realtà vai anche a dimezzare la banda fw tra le due periferiche, non la trovo una grande idea ;)

mi aggrego al consiglio di sin night :)

sin night
18th February 2014, 00:38
Con due schede diverse secondo me è un rischio. Ti posso dire la mia esperienza su mac: con le schede usb plug'n'play (le classiche 1in/1out stereo) e l'audio interno del macbook, i device aggregati funzionavano abbastanza bene, ma se mi azzardavo ad aggregare anche la firewire solo della m-audio, dopo poco mi andava sistematicamente in crash il programma che stava usando quel device aggregato. Ho fatto svariate prove e la colpa era inputabile alla firewire solo. Però se facevo un device aggregato con due firewire solo (e nient'altro), girava tutto abbastanza bene.


In linea di massima, dover sincronizzare dispositivi che usano driver diversi non è uno scenario tanto desiderabile. Ogni driver ha il suo modo di comunicare con la periferica, ogni periferica ha il proprio clock...
Se una scheda supporta la possibilità di collegarne un'altra uguale in cascata (ed il driver permette di vedere entrambe come un'unica scheda), vai tranquillo; ma far lavorare insieme due schede audio diverse è potenzialmente problematico. A meno che tu non abbia modo di provare ad usare insieme le due schede (provandole a fondo, con delle sessioni di alcune ore... metti mai che il sistema fili liscio per 15-20-30 minuti e poi sistematicamente si pianti perché salta la sincronia tra le schede) prima di decidere di comprarle, io non azzarderei un acquisto. Magari poi scopri che con quella combinazione funziona tutto benone, però sulla carta è un rischio (ed il discorso driver, clock e sincronizzazione è una ragione valida per ritenere concreto questo rischio).

AnoMinato: il discorso banda è relativo, nel senso che se quel che serve alle 2 periferiche non supera la larghezza di banda del collegamento (in questo caso i 400Mbps della firewire), non ci sono problemi. In genere le noie ci sono quando si collega un disco firewire, che si ciuccia tutta la banda (parlo anche qui per esperienza). Nel caso di un canale audio, se a 96Khz 24bit mono servissero 4Mbit al secondo (penso sia una misura larga anche con l'overhead di comunicazione, ma potrei sbagliarmi visto che non ho mai programmato di queste cose), la banda firewire dovrebbe essere più che sufficiente per una ventina di canali.

cremateo
18th February 2014, 11:36
Premetto che non sono un esperto, ma pure io ci ho provato: in attesa del Midas avevo urgenza di registrare in mezza giornata del materiale su più tracce.
Lavoro su mac e uso Cubase; prima ho provato due schede usb differenti: funzionava male, anzi, non funzionava affatto visto che dovevo riavviare la daw prima di aver messo le mani sul pianoforte; poi ho provato una vecchia firewire e una delle precedenti usb: nulla da fare.
Poi ho provato a usare Ableton che uso solitamente live e leggeva tutte e tre le schede (quasi) senza problemi.
Non so, forse è un caso: non sono uno smanettone, anzi adoro il plug and play.
Possibilmente anche solo il play! :asd

pao
18th February 2014, 11:55
Mi risulta che grungelizer, che credo sia uno che di obsolescenza ne sappia e tanto, utilizza 3 schede echo audiofire12 collegate al suo mixer.
Sarebbe interessante sapere il suo parere in merito alla eventuale connessione di schede "estranee" via firewire.

Al di là di questo e tornando al tema: il mio "studio" ruota al momento intorno a un bellissimo (almeno per me) Tascam M308B.
http://i.imgur.com/5Lubior.jpg?1
Ecco un oggetto non vintage ma sicuramente da riciclare (non vi dico quanto l'ho pagato altrimenti mi venite a menare...)


EDIT: Ti ho embeddato l'immagine perchè fa più figo! :D
lordadb

EDIT2: Io invece ho messo il mixer giusto! :D
Cracker

cremateo
18th February 2014, 14:04
non vi dico quanto l'ho pagato altrimenti mi venite a menare...
Ok, allora dicci quanto non l'hai pagato, per eccesso e per difetto!;)

Fino a qualche tempo fa il batterista con cui suono usava per gli ascolti un vecchio mixer amplificato che comprai negli anni '90.
Mi sembra si chiamasse Thama o qualcosa di simile, non riesco a trovare nulla in rete, ma se trovo una foto la posto: un residuato bellico!

pao
18th February 2014, 16:00
ahahah... non l'ho pagato 20 euro.
Ma nemmeno 200... :asd

grungelizer
18th February 2014, 16:57
credo sia uno che di obsolescenza ne sappia e tanto
Questo suona minaccioso... cioè sono obsoleto?:p



utilizza 3 schede echo audiofire12 collegate al suo mixer.
Sarebbe interessante sapere il suo parere in merito alla eventuale connessione di schede "estranee" via firewire
In effetti io utilizzo 3 schede Audiofire (2 Audiofire 12 e 1 Audiofire 8), collegate tra loro con word clock.
Il sistema è ottimo e funziona perfettamente, ma ovviamente non proverei assolutamente a sincronizzare le Echo con schede di altre marche (e viceversa), proprio per il problema legato ai driver.

Io utilizzo anche un PC portatile cui è collegata una Focusrite Sapphire Pro 40 con un espansione ADA8000, per un totale di 16 ingressi analogici e 18 uscite analogiche. Credo che il sistema possa venire ulteriormente espanso con un'altra ADA8000, fino ad arrivare a 24 in e 26 out.
Da un punto di vista qualitativo ovviamente le Echo sono molto superiori, però sono schede che dispongono del solo ingresso di linea, quindi devi prevedere preamplificatori o un mixer.

In ogni caso ti sconsiglio di far convivere schede con driver differenti: o prendi tutte schede uguali e le colleghi tra loro via word clock, utilizzando gli stessi driver, o utilizzi un'espansione standalone come la ADA8000;)

pao
18th February 2014, 17:31
Questo suona minaccioso... cioè sono obsoleto?:p

:D Scusami, come formulata la frase in effetti suonava ambigua!
Mi rifacevo al titolo del thread, naturalmente, e quindi all'idea di fare musica anche senza dover necessariamente ricorrere all'ultimo modello quasi come feticcio.

Per quanto concerne la connessione di due scheda prendo atto...
Ma, per capire bene il funzionamento, tu colleghi tutte e tre le schede direttamente al pc via firewire e le connetti tra loro via wordclock, è corretto? o colleghi le schede tra di loro in cascata tramite le porte firewire di ciascuna di esse?

E' che stavo puntando a una tascam fw1884 da tenere soprattutto come controller e da usare per qualche ingresso di fortuna, alla quale collegare in qualche modo dei convertitori seri possibilmente solo line, in quanto gli input li farei passare attraverso il suddetto mixer Tascam e, in futuro, attraverso dei pre migliori.
E mi pare che sul mercato non ci sia molto come convertitori che siano solo line in/adat

znal_lanz
18th February 2014, 17:42
Oltre ad essere d'accordo con quanto detto da Sin Night e Grungelizer, vorrei sottolineare che il problema è in maggior parte nel software, ASIO 2.0 per primo, ed in misura minore nell'hardware, in particolar modo nel famigerato chipset della scheda Firewire.

Riporto la mia esperienza con MOTU:

2 schede, una Traveler ed un 8 pre, entrambe Motu.
Il driver è in grado di gestire le schede collegate in cascata sullo stesso bus FW.
Il collegamento è altamente instabile con il controller integrato nella scheda madre.
Prendo alcune schede PCI-e per fare delle prove, una con controller NEC, l'altra con Texas Instrument e con entrambe le schede funzionano in Daisy Chain, ininterrottamente.

Il fatto comunque è che il driver ASIO vede le schede Motu come un'unica entità.

grungelizer
18th February 2014, 17:52
Prendo alcune schede PCI-e per fare delle prove, una con controller NEC, l'altra con Texas Instrument e con entrambe le schede funzionano in Daisy Chain, ininterrottamente.

Il fatto comunque è che il driver ASIO vede le schede Motu come un'unica entità.
Quoto assolutamente.

Anche con PC portatili ancora dotati di porta firewire (quella "piccola") è molto meglio acquistare un adattatore PCMCIA/Firewire ("grande") con chipset Texas. Costo 10-12 euro e passa la paura.




Ma, per capire bene il funzionamento, tu colleghi tutte e tre le schede direttamente al pc via firewire e le connetti tra loro via wordclock, è corretto? o colleghi le schede tra di loro in cascata tramite le porte firewire di ciascuna di esse?

Le schede sono collegate ciascuna al PC tramite un adattatore PCI-Firewire.
Avendo 3 schede utilizzo 3 porte PCI con 3 adattatori.
Potrei anche linkarle tra loro in cascata, ma oggettivamente in questo modo la stabilità del flusso dati è tutta un'altra cosa.

Tieni presente che, proprio per le considerazioni che fai tu al riguardo del poter fare musica (e dischi) anche con attrezzature datate (e non mi riferisco al vintage analogico ma proprio a PC con qualche anno di età), io sto ancora utilizzando un Pentium Dual Core del 2008, con Windows XP ottimizzato. E, per il momento, continuo ad andare avanti con questo.

Tornando alle schede Echo, queste sono ovviamente linkate tra loro col cavo Word Clock (BNC), per cui una fornirà il master clock e le altre due sono in slave.



E' che stavo puntando a una tascam fw1884 da tenere soprattutto come controller e da usare per qualche ingresso di fortuna, alla quale collegare in qualche modo dei convertitori seri possibilmente solo line, in quanto gli input li farei passare attraverso il suddetto mixer Tascam e, in futuro, attraverso dei pre migliori.
E mi pare che sul mercato non ci sia molto come convertitori che siano solo line in/adat

Il tuo mixer in questione non è male... per le batterie del nuovo disco dei Petralana (e anche in precedenza in altri lavori), che uscirà ai primi di marzo, ho utilizzato un vecchissimo Model 3 per i due panoramici... ottimo risultato davvero.
Comunque non ho idea di quali schede con ingresso di linea ci siano ora in circolazione: se sul mercato usato trovi le Audiofire 12 non posso che consigliartele ;)

pao
18th February 2014, 17:54
Volevo editare il mio messaggio con la foto del Tascam ma non capisco come si fa...
Solo per dire che la foto è del Tascam M312 e non dell'M308, che è il mio...
Mi pareva troppo bello anche a me! ;)

pao
18th February 2014, 17:56
Il tuo mixer in questione non è male... per le batterie del nuovo disco dei Petralana (e anche in precedenza in altri lavori), che uscirà ai primi di marzo, ho utilizzato un vecchissimo Model 3 per i due panoramici... ottimo risultato davvero.
Comunque non ho idea di quali schede con ingresso di linea ci siano ora in circolazione: se sul mercato usato trovi le Audiofire 12 non posso che consigliartele ;)

Sì sono contento anch'io dei pre del mixer e anche della sezione eq, molto "caratterizzante", a mio modesto modo di vedere.
Purtroppo le audiofire 8 e 12 non hanno l'adat, sennò avrei puntato su quelle...

Cracker
18th February 2014, 22:10
Volevo editare il mio messaggio con la foto del Tascam ma non capisco come si fa...
Solo per dire che la foto è del Tascam M312 e non dell'M308, che è il mio...

Fatto ;)