PDA

Visualizza Versione Completa : Ganzá (Shaker) autocostruito



eumir
20th August 2013, 16:20
Mi sono ritrovato tra le mani un po' di corda di paglia (di quelle che si usano per confezionare i cesti) e con un po' di altro materiale, sempre riciclato e un paio di ore di lavoro mi sono messo costruire una specie di Ganzá, uno shaker usato nella musica latina... una specie perchè il suono è completamente diverso dall'originale come potete vedere dal sample audio finale...ma questo non è necessariamente un male.

Intanto questo è quello che serve: 203 cioè un po' di corda di paglia (diciamo 3mt per poter fare due giri, ma vi regolate in base a quello che avete), due dischetti di compensato o masonite, una canna di 15cm (che bisogna tagliare in 5 con un cutter) e un pugno di ceci secchi che ho dipinto con un po' di pittura acrilica per non farli sfaldare con il tempo (avendo una certa esperienza in costruzione di percussioni per sfizio so che il contenuto è la prima cosa che si deteriora e così dura di più).

Il procedimento non prevede chiodi o colla: semplicemente si fanno due tacche su ogni estremità di ogni striscia di canna 204 e una fessura sulla dischetti di legno... poi alla fine si inserisce la striscia in ogni fessura e si gira di 90°, in questo modo si blocca la stecca sul cerchio (da questa foto si dovrebbe capire meglio): 205.

Alla fine dovreste avere una struttura tipo questa, alla quale io ho inserito un disco di plastica o di legno per divaricare le stecche e avere più spazio interno e pure per avere una forma bombata (se partite direttamente da un paio di cerchi di diametro maggiore non avrete neppure bisogno di questo sistema): 206. Attorno a questo disco cominciate ad avvolgere la corda.

Ogni tanto per tenere la corda più in posizione ho utilizzato dei ferretti di ferro ( la parte di dentro dei fermagli delle buste che si usano per congelare per capirci :) ) ancorando il filo alla struttura di canne. Alla fine lo stumento finito è questo: 207

E il suono registrato velocemente solo per rendere l'idea è questo:
https://soundcloud.com/vincenzodambrosio/ganza


Come si suona e dove si usa: sul "come" lo decidete voi :) sostanzialmente ci sono due suoni: quello delle parti interne mobili (i ceci in questo caso) che sbattono tra di loro e quello in cui sbattono sul fondo.. quindi avete due suoni diversi. Riguardo il "Dove" diciamo che in un contesto unplugged, dove c'è una situazione acustica può essere una percussione in più... può essere usata (anzi secondo me da il meglio di se) insieme ad altri shaker, per fare solo alcuni colpi della figurazione ritmica... insomma so può sperimentare come si vuole. Insomma non è il classico shaker ma un posto glielo si trova sempre.

E parlando di sperimentazione si possono anche usare altri materiali: per il contenitore si può usare il vimini per fare le cose serie, il filo di corrente, il nylon da pesca (quello grosso), le strisce di canna per chiudere tutto (trovando un sistema)... prossimamente, se interessa vi posto altre cose.
Sul "ripieno" i classici semi, in questo caso di contenitore che non è proprio tuto chiuso,vanno bene: sono grossi, pesano abbastanza ma non molto, e sono resistenti..

Divertitevi ... :k:

Mr. Red
20th August 2013, 17:36
Dal portatile mi sembra più scuro rispetto al mio, che comunque è un souvenir :asd, ma mi sembra che suoni bene.....

eumir
20th August 2013, 18:06
sarà sicuramente più scuro, perchè è più piccolo come volume interno, poi la corda è diversa dal materiale non cui è fatto lo strumento vero (che è vimini) e che contribuisce a dare le alte frequenze.. però come ho scritto su è un "colore" in più che torna utile quando devi registrare qualcosa ;)