PDA

Visualizza Versione Completa : Primo Synth, consigli e pareri per un acquisto nel tempo



roby_pro
18th November 2013, 10:46
Rieccomi qui ragazzi, apro questo thread (già chiedendo consigli nell'altro forum), per chiedere anche qui un vostro parere, su quale synt acquistare per fare un acquisto che duri nel tempo e sia polifunzionale, ossia che lo possa usare quasi su tutto.

Alcuni dati per iniziare, il mio genere musicale preferito è la musica elettronica, ho una piccola base di sintesi sia poichè ho assistito ad alcune lezioni del prof. Cosimi, e sia poichè smanetto ora come ora su vst, tra cui in primis il noto Sylent1.
L'uso del synt sarà prevalentemente in studio, privilegio quindi il formato rack al posto del synt completo a tastiera. In teoria vorrei poterci fare di tutto, dai Lead ai Pad, linee di Basso etc...
Con questo thread vorrei capire quanti soldi debba mettermi da parte per comprarmi un buon strumento.

Iniziamo con ciò che mi è stato consigliato e ciò che ho sentito parlare, visto su you tube e spero di poter provare da qualche parte\negozio.

Allora come rack ho visto 2 polifonici Virtual Analog, lo stracitato virus ti desktop (che fà la sua porca figura in ogni studio di produttori di musica elettronica) e avevo adocchiato anche al Nord Rack 2x che ha un bel pannello dove poter sperimentare\imparare.

Mi hanno consigliato in alternativa a tutto ciò un modulo, ossia il Dark Energy, che ha una buona pasta analogica e quando l'ho sentito dal mio prof, i poveri coni delle KRK stavano cedendo, grandi bassoni!

Mentre sull'altro forum sono usciti fuori anche altri nomi come Dave & Smith, Nord Wave, e Studiologic Sledge questo a confonder ancor di piu le idee.

Questo senza contare anche l'uscita dei monofonici Minibrute e dell ms20-mini, tutti e due però limitati dal fatto di non poter salvare i propri settaggi, però hanno un bel suono.
E ho visto anche su you tube il Bass Station 2.

Voi cosa consigliate, e sopratutto cosa fareste nel mio caso, visto il mare di synt che ci sono in circolazione?

19Hz
18th November 2013, 14:00
Synth....non synt!

Effettivamente hai le idee un pò confuse.
A questo punto l'unico consiglio che mi sento di darti è di provare quello che puoi e non farti prendere dalla gatta che fa i figli ciechi aka "fretta".
Piuttosto, che budget hai?
Quanto saresti disposto a spendere?
Monofonico e plolifonico?

Il Virus TI ed il Nord Lead sono i migliori e più usati....certo fanno la loro porca figura, costano molto ma sono forse gli unici synth "grossi" che valgono davvero la spesa.
Scrivo questo perchè ti consiglio caldamente di evitare menate tipo:
- l'analogico è meglio del digitale/VA ovvero....una ca**ata da segomani;
- farti salire la fissa di un synth solo perchè "si usa" ;).

A riguardo di quest'ultimo punto chiediti se davvero ne senti l'esigenza, perchè, diciamocelo, ormai i plug-in suonano quasi pari all'hardware ed a meno che tu non stia cercando una determinata caratteristica timbrica (come è stato nel mio caso per la serie Nova di Novation) sappi che ormai i plug-in fanno quasi tutto.
Se poi, vabbè come nel mio caso senti un'esigenza vera, allora fatti questo bel synth!
Ma sappi scegliere, allo stato attuale hai le idee un pò confuse e non me la sentirei di consigliarti qualcosa posso solo esporti le mie opinioni su quello che ho potuto provare.

Novation Bass Station II: synth analogico e monofonico, classico e versatile, suono non molto spinto, filtro acid molto ben suonante mentre quello classico è un pò plasticoso se spingi troppo sul cutoff, a differenza di quello che si blatera in rete sui vari forum suona bene per quello che deve fare cioè un semplice synth analog moderno monofonico;

Arturia Mini/Microbrute: non mi piace, per quanto mi riguarda....monofonico, senza harmonizer e brute factor mi suona davvero spompo forse anche perchè la differenza tra suono "neutro" e suono "brutalizzato" è davvero troppo eccessiva, e sinceramente non lo vedrei neanche bene come fattore versatilità visto che senza quelle features esclusive, tra cui il filtro, il Minibrute mi è suonato troppo "scarico", opinione mia ovviamente e comunque se vuoi fare cose spinte e dure va bene (ed ha anche un ottimo sequencer/arpeggiatore) ma se cerchi la versatilità lascia perdere;

Moog Sub Phatty: e beh....come si può non amarlo? Un suono pieno, analogico e si sente, un timbro davvero bello a sentirsi perchè ricco di armoniche, però e monofonico e sinceramente per quanto concerne la mia opiione sui synth i monofonici li vedo sempre piuttosto limitati quanto a versatilità "totale";

Virus TI2 Desktop: il sogno, ma costa un botto!
Scrivo solo questo, qui vendono un ex-demo ad un ottimo prezzo (il negozio è serissimo, speo che lo staff mi scusi per un link diretto ad un e-shop):
http://www.newgroove.it/articolo.php?item=61611&q=ACCESS-MUSIC-VIRUS-TI2-DESKTOP---OCCASIONE-!!!

Altro non saprei.
Ora sta a te.

Ciao.

roby_pro
18th November 2013, 17:15
Grazie per la tua risposta 19HZ (scusa se all'altra discussione mi sono sbagliato) e mi dispiace che ho scritto male la parola Synth.

Dopo questa premessa, ti rispondo, che mi è stata messa un pò troppa carne sul fuoco, e ho perso un pò il mio punto di partenza.

Allora in teoria, se dovessi comprarmi un sintetizzatore, dal quale vorrei realizzarci ogni cosa, dovrei per forza di cose direzionarmi verso un polifonico (ho citato i vari monofonici, poichè mi sono stati consigliati ed ho letto le varie recensioni su internet piu qualche patch su youtube).

Il budget è praticamente variabile, nel senso se bisogna comprare uno strumento che duri nel tempo e che faccia tutto bisognerà spenderci un po di soldi, quindi direi di partire da un Virus Ti desktop usato, quindi i circa 1500€ a scendere.

Ti rispondo anche che i plug-in è vero che suonano molto simile all'analogico (vedi il Diva e le varie emulazioni del mini moog, del SEM etc..) però la mia intenzione è quella di avere uno strumento per le mani, il quale ha un carattere suo, dove li possa mettere in pratica quello che ho imparato nel tempo e migliorarmi (visto anche che il manuale del Cosimi mette molte cose in pentola).

Quindi alla tua domanda, ho già il sylent1, il massive, fm8 e il Razor, volevo però passare a qualcosa di Hardware, qualcosa di editabile, che abbia un suo suono, una sua pasta, e che una volta programmato come si deve faccia uscire quello che mi serve.
Infine aggiungo anche che sono molto meglio le manopole ed un feeling tattile con un pannello dove si può tenere tutto sotto controllo, che i pochi tasti che hai a disposizione sulla master keyboard che ogni volta devi configurare e alla fine quando giri una manopola senti la differenza nelle monitor solo dopo un bel po di corsa!

Quindi queste sono le mie esigenze, da qui non so cosa mi converebbe fare, se investire e comprarmi un unico synth a rack vedi il ti o il nord, oppure comprarmi qualcosa di meno costoso, limitarmi, ma avere un prodotto con cui sempre imparare e poterci suonare poche cose ma bene.

Finisco che da "strimpellatore" che sono, come la chitarra è uno strumento che suono ogni domenica, vorrei che il Synth fosse la stessa cosa, un accompagnamento per la mia vita.

Silve
18th November 2013, 18:00
Ciao roby!

Stavolta ti dò consigli più costruttivi, promesso :birra:

Secondo me, se vuoi divertirti e imparare la sintesi senza spendere un botto dovresti prenderti uno Studio Electronics SE-1, è pieno di manopole, è analogico, è midi e ha il layout e un suono molto simile a quello MiniMoog. E' un synth semplice e ti ci diverti ma a mio parere nella elettronica di oggi (aka musica da discoteca) non c'è tutto sto uso di synth analogici, al massimo i Voyager che hanno comunque un suono non troppo analogico vintage, per dirla breve.
L'asetticità del suono del Virus, anche se fa storcere il naso a tutti gli appassionati di synth analog che ti diranno che "se togli gli effetti e senti solo gli oscillatori fa schifo" secondo me è quello che ha plasmato l'elettronica degli ultimi 10-15 anni. Un Virus B magari sarebbe un compromesso a basso costo con manopole, non troppa complessità come il TI, un po' più di sporcizia e personalità sonora ma sarebbe più versatile e utilizzabile di un analogico qualsiasi a mio parere.
1500 euro per un TI se non hai veramente una carriera già avviata come produttore di elettronica e non sei già un drago della sintesi secondo me non sarebbero ben spesi, è un synth complesso, si svaluterà parecchio e la cifra è veramente alta.

Quindi per me o analog MiniMoog style per imparare e divertirsi (consiglio l'SE-1 oppure l'ATC1 ma ha i pulsanti e non le manopole) oppure Virus B o C rack o magari Clavia Nord Lead rack (penso che siamo comunque sotto i 6-700 euro per tutti).
Altrimenti un Roland SH101 che è vintage e dovrebbe stare sotto i 1000 euro, più semplice di così si muore, personalità da vendere, è piccolo e dovrebbe tenere il valore (ma non ha il midi). :k:

roby_pro
18th November 2013, 20:10
Grazie Silve per il tuo intervento, l' SE-1 proprio non lo conoscevo e sto correndo a sentirlo che a pelle mi piace molto.
Vedo di dare un ascoltata a tutti i synth che mi hai scritto cosi da dirti quale mi piace di piu!

Gibert5
18th November 2013, 22:06
Grazie Silve per il tuo intervento, l' SE-1 proprio non lo conoscevo e sto correndo a sentirlo che a pelle mi piace molto.
Vedo di dare un ascoltata a tutti i synth che mi hai scritto cosi da dirti quale mi piace di piu!

ecco, il punto primo, dovrebbe proprio essere:
quale synth ti piace di più?
qual'è il suono che cerchi?

solo dopo si possono fare un pò di considerazioni e dare qualche consiglio...

sono possessore della Komplete8 di NI, quindi ho più o meno tutti i loro synth ed il suono è più o meno quello...moderno, potente, preciso e solido, in un certo senso patinato....insomma i NI suonano con una loro impronta definita!

se posso, ti consiglierei un synth a tastiera....
se cerchi anche una certa immediatezza, l'avere i tasti ed i controlli in un'unica superficie, è il massimo!anche solo per la programmazione del suono, piuttosto che sull'esecuzione!

in alternativa, ti consiglio di piazzare il rack, nel punto di ascolto, in modo da avere tutto sotto controllo...

19Hz
19th November 2013, 10:55
L'asetticità del suono del Virus, anche se fa storcere il naso a tutti gli appassionati di synth analog che ti diranno che "se togli gli effetti e senti solo gli oscillatori fa schifo" secondo me è quello che ha plasmato l'elettronica degli ultimi 10-15 anni.

Il Virus ha quel suono, ma intanto gli spipponi mentali pro-analog "non andiamo oltre il 1982" ancora marciano su quella strada: davvero una critica spicciola!


1500 euro per un TI se non hai veramente una carriera già avviata come produttore di elettronica e non sei già un drago della sintesi secondo me non sarebbero ben spesi, è un synth complesso, si svaluterà parecchio e la cifra è veramente alta.

Hai ragionissima.
Anche perchè, ormai qualcuno è riuscito a raggiungere il Virus TI in ambito software :D e con risultati eccellenti:
http://www.tone2.com/html/electrax_synthesizer__vst_au.html

Ti assicuro che ho addirittura letto di acclamati producer "unza-unza" poco più che in erba che spendono migliaia di € per un Virus TI2 Desktop ed osano pure dire che "non gli piace"....vabbè si tratta di spendaccioni bimbiminkia e poco più.

roby_pro
19th November 2013, 11:30
Grazie anche a te Gibert per la tua risposta.
Anchio sono in possesso del pacchetto Komplete 8, e tirando le somme sto notando che uso poco la parte dei sintetizzatori (lo comprai poichè mi era arrivata un offerta quando ho comprato la maschine, e non potevo rinunciare a ciò).
Per il momento calcolando che Reaktor è un qualcosa di troppo avanzato per me, rimangono Razor e Massive i quali hanno un suono molto digitale e con sonorità direi odierne quasi futuristiche, mentre FM8 e Absynth li sto scoprendo in questi ultimi mesi.
Mentre Retro Machine mi è piaciuto, anche se l'interfaccia è molto scarna.

Qui si apre ora un dubbio, so che già la domanda è da niubbo, quello che avevo in mente era appunto di comprarmi un synt hardware dove poter imparare, anche senza ausilio del pc, che lo possa usare sia in studio che nel tempo libero.
Prediligo il formato rack sia perchè ho già una discreta master keyboard, sia per il fatto che, come hai appunto scritto, ho tutti i vari parametri sotto controllo.

Ho ascoltato su you tube e per il momento mi è piaciuto il Bass Station 2 (nella demo), sul nord rack ho alcune perplessità che vorrei togliermi appena posso provare un synth della nord, poi ho avuto la fortuna di aver visto e sentito un Dark Energy in azione che mi ha stupito, mentre per il minibrute e l'ms-20 mini li elimino definitivamente dalla mia lista, sia per il fatto che non posso salvare preset, e sia perchè ascoltandoli meglio non mi hanno detto per ora piu di tanto.

Spero nel fine settimana di fare un salto da Cherubini cosi inizio a dare un giudizio e focalizzarmi meglio su cosa vorrei davvero e se ne ho la necessità.

Scusate le mie perplessità, purtroppo mi rendo conto che sono un totale apprendista, che vedendo 2000 cose sparo a mille, ma nel lato pratico alcune cose le so ma molte altre non le ancora capisco.

19Hz
19th November 2013, 13:26
Ho ascoltato su you tube e per il momento mi è piaciuto il Bass Station 2 (nella demo), sul nord rack ho alcune perplessità che vorrei togliermi appena posso provare un synth della nord, poi ho avuto la fortuna di aver visto e sentito un Dark Energy in azione che mi ha stupito, mentre per il minibrute e l'ms-20 mini li elimino definitivamente dalla mia lista, sia per il fatto che non posso salvare preset, e sia perchè ascoltandoli meglio non mi hanno detto per ora piu di tanto.


Fai benissimo a tenere in considerazione l'aspetto del preset pronto all'uso, che sia salvato di default sulla macchina o creato da te e salvato in un empty soundbank.
Non c'è cosa più brutta nei live, dal mio punto di vista, di stare ogni volta lì a riprogrammare il suono prima di cambiare brano: è una cosa che trovo totalmente anacronistica, cioè....vecchia!
Capisco le fissa dell'analog (parlo in linea generale) ma un pò di praticità moderna non guasta mai.

A questo punto fai benissimo ad eliminare dalla lista MS-20 e Minibrute/Microbrute.
E riguardo lo sparare a 1000 su 2000 cose tranquillo perchè quando si ha a che fare con la pecunia è sempre meglio sparane anche 3000 di cose, purchè serva a trovare l'acquisto giusto.
Basta andarci cauti e tutto rimane comprensibile :D!

Mr. Red
19th November 2013, 13:30
Basta mangiarci i crauti e tutto rimane comprensibile :D!
Ecco un consiglio sensato..... :asd

19Hz
20th November 2013, 13:37
Red, mago del "fixing" :lol!

roby_pro
21st November 2013, 10:45
Ragazzi volevo chiedervi altri consigli e pareri, ancora su Bass Station 2 e sul nuovo Mopho SE.
Grazie ancora!

19Hz
21st November 2013, 14:28
CONSIGLIO A

Ripensandoci direi che, se il fatto di essere monofonico non è per te un problema, la Bass Station II fa proprio al caso tuo rileggendo le tue esigenze.
Ripeto che ha un suono non troppo spinto, è concettualmente "vecchia" perchè in fondo è solo la riproposizione di un synth storico del 1993 sebbene modernizzato però per certe cose potrebbe essere l'ideale: ci tiri fuori soprattutto bassi, dai più semplici toni analogici monofonici a quelli più acidi e complessi, così come lead mediosi e molti arpeggi ed ha anche il sistema dei preset a portata di mano.
Però ti ripeto che è monofonico, quindi scordatii di poterci creare elementi come pad e soprattutto di poterci suonare accordi.
Non è un synth per tutto, ma è il classico synth che prima o poi ti servirà sempre ;).
Ti avviso anche che Novation, purtroppo, ha sempre usato materiali di costruzione plasticosi per ogni sua creatura ed anche le sue ultime creazioni non fanno eccezione: sulle prime ti assicuro che non fa un bell'effetto avere tutta quella plastica sotto le mani, ma poi ci fai l'abitudine e poi alla fine conta quello che c'è dentro no :)?
E la BSII alla fine è un synth analogico moderno (uso il termine "moderno" perchè gli oscillatori ed i filtri degli attuali analogici sono molto più puliti rispetto agli sporcaccioni vintage, tali per via di molti errori di progettazione che però ne hanno decretato il loro tono leggendario e quindi tutti oggi stanno a lodare la "zozzaggine" :asd generata da tali apparecchi) monofonico e quello che deve fare lo fa egregiamente.

Il Mopho mai sentito, mi spiace.

CONSIGLIO B

Non scegliere la Bass Station II solo perchè preso dalla fretta, prenditi il tempo di decidere bene.
Se poi sei sicuro che un monofonico lo userai sempre e comunque sia nel presente che nel futuro allora ti scrivo solo una cosa a riguardo: VAI!

roby_pro
21st November 2013, 17:18
Rispondo
Si certo mi prendo tutto il tempo che mi serve, sono passato in un piccolo negozietto ma non sono riuscito ad a provare il Bass Station, confermo le tue impressioni di plasticità, e spero la prox volta di riuscirlo a provare.
Voglio sempre saperne di piu, cosi che quando potrò provare qualcosa, spippolo un pò per cercare di capire il meccanismo e se la macchina s'interagisce e suona come vorrei.

Ho citato il Mopho visto che stava in questa fascia di prezzo ed era tutto compreso sia tastiera che sezione controlli.

Sono sincero, vorrei rimanere nella polifonia, però il fatto è che non sò effetivamente quanto posso sfruttarla. Ho ancora un pò le idee confuse, poichè stavo pensando e se la polifonia usassi i synth virtuali, mentre la sezione basso e lead le faccio con un vero sintetizzatore, che è specializzato proprio su questa tipologia di suoni?

Si nota la niubbagine in questo post!

Gibert5
21st November 2013, 17:40
ti mancano un bel pò di palette sonora, tanto che puoi prendere un pò di tutto (gusti permettendo)...
io, puntando su un analogico, andrei su suoni difficilmente sentiti in versione digitale o plugin che sia...

può essere un bel Moog slim phatty, un Roland alpha Juno (MKS50 in versione rack) giusto per fare un esempio, per avere tutto il classico suono Roland, warmth sui pad, suono grasso ecc ecc
o andare su Korg con la sua morbidezza, che puoi trovare nel EX8000 o nel Polysix (non esiste una versione rack)...

non conosco mezzo, dei synth citati....se non per qualche ascolto veloce, in rete!


valutando queste macchine, te ne puoi permettere tranquillamente 2 e forse 3!

roby_pro
21st November 2013, 17:55
Grazie per la risposta Gibert, volevo chiederti su queste macchine si parla di usato o di nuovo?
Su you tube ora inizio a cercarmi qualcosa, a parte lo slim phatty che si può provare in qualche negozio, e ti dico cosa ne penso.

MOD: Si parla di Synth vintage, quindi si andrebbe sull'usato, me ne sto accorgendo ora.

Gibert5
21st November 2013, 19:43
si, son synth fuori produzione da anni...
hanno prezzi abbordabilissimi e, in caso di problemi, sono facilmente riparabili...si insomma non c'è da svenarsi o da fare chissà cosa!

hhans
27th November 2013, 01:51
Roland ALPHA-JUNO1... Io ne ho uno a riposo da anni, quasi quasi lo vendo. Se interessato apro un 3d nell'apposita sezione.
Se per qualsiasi motivo questo post va contro il regolamento, cancellatelo pure.

eumir
27th November 2013, 09:52
hhans se lo vuoi vendere metti un annuncio in mercatino (o accordati in PM con roby_pro) e facciamo le cose più ordinate :)

roby_pro
27th November 2013, 11:18
Grazie per l'offerta, però per il momento mi tiro indietro.
Non sto aggiornando il thread poichè sono in attesa di provare qualcosa, anche il buon little phatty consigliato.

Grazie ragazzi :)

roby_pro
27th November 2013, 17:17
Oggi prima prova, parlo naturalmente per il momento d'ascoltatore visto che è il primo synth hardware che ascolto.

Ho avuto modo di provare per 10 minuti in un negozio, il Bass Station II.
Ho iniziato ascoltando i primi 25 preset, molto carini, mi piacciono.
Le prime cose che risaltano di questo synth, mi è piaciuto molto la sezione arpeggio, la manopolona filter (la modalità acid è discreta, però ho notato che tutti e 2 lavorano bene) i principali suoni di lead e bassi nei preset mi sono sembrati di buona fattura.
Il pannello davanti è ben organizzato, naturalmente ho usato solo le cose principali che mi sono saltate subito nell'occhio, quindi parliamo di filtro, arpeggiatore, la sezione amp, la modulation weel che la potevi assegnare ad alcuni parametri, ed ho provato con 3 preset a cambiare l'onda ascoltando la quadra poi la sinusoide classica.
Le plastiche sono di buona qualità, se penso a quelle della mia tastierina akai sono molto piu molli, naturalmente penso con il tempo inizieranno a sciacquare.

Ho parlato anche con il negoziante, e lui mi ha detto per questa fascia di prezzo di ascoltare se cercavo qualcosa di più analogico, naturalmente il micro\mini brute, altrimenti mi ha consigliato se avevo un budget piu alto di spostarmi direttamente su little phatty.

Abbiamo anche parlato rapidamente dei Korg volca e mini ms-20 e mi ha spiegato delle cose.

Ora ho avuto modo di ascoltare e provare solo un Synth, spero se mi dirà bene quando mi libero e vado in un altro negozio, di scontrare il Bass Station II con altri, cosi da capire meglio le differenze a livello di suono (come mi avete consigliato)

Per il momento, ho avuto una buona impressione del Bass Station, sarà un po l'euforia e la mancanza di rivali diretti da provare, vediamo se rimarrà questa sensazione anche alla prossimo test.

Un consiglio rapido, che test si potrebbe fare valido per i principali monofonici che provo, per capire subito le principali peculiarità\difetti? Come provereste voi un synth?

hhans
27th November 2013, 20:28
hhans se lo vuoi vendere metti un annuncio in mercatino (o accordati in PM con roby_pro) e facciamo le cose più ordinate

Chiedo scusa, pensavo che trattare in PM fosse un modo scorretto di usare un forum. Non so da dove mi arrivasse questa convinzione, ma la pensavo così. Buono a sapersi. Grazie.

eumir
27th November 2013, 21:12
chiarisco meglio: per le vendite il mercatino è sempre l'unico sistema. il PM diventa "scorretto" se hai una vendita pubblica (quindi usi il mercatino) e poi concludi in privato o scavalchi qualcuno interessato ecc...
per il resto, ad esempio verificare se un utente è interessato a qualcosa o fare domande, è più che legittimo :)

roby_pro
21st February 2014, 09:50
Ragazzi vorrei riesumare il Thread per una grande curiosità, ad oggi quanto senso ha investire su un Virus Ti Polar, visto che sull'usato si trovano delle belle offerte anche a metà del costo originale?
So che è brutto anche scrivere questo pensiero, ma cavolo sto virus sta in moltissimi se non tutti, studi di produttori di musica elettronica e non.

Ho alcune paure se mai avessi disponibile subito questa cifra, ossia, anche se usato e stia bene esteticamente e nelle sue funzioni, quanto tempo ancora aggiorneranno il software per usarlo come vst? e la compatibilità con i vari os che escono a cadenza annuale (su HSI ho letto una buona parte del thread dedicato).
E se il suono che ha "plasmato" molta elettronica fino ai giorni nostri, se continuerà ad essere un synth usato (visto che sono da parecchi anni in commercio, e ne vendono ancora tuttora molti).
E non sarà ora che faranno un nuovo prodotto?

Sinceramente devo trovare a Roma qualcuno che mi faccia provare o al massimo sentire qualche synth.

Queste sono le molte perplessità, scusate per la rottura, sperando che sia utile a qualcuno qualche informazione in piu.

turbopage
11th August 2014, 09:33
Tocca a me riesumare questa discussione.
Avendo fatto un po' di pulizia nel comparto synth sto valutando l'ipotesi di acquistare nuovo hardware. E tra le varie ipotesi (modulo non tastiera per questioni di spazio) sto considerando anche il virus desktop. Consigli?

Inviato dal mio Nexus 5 utilizzando Tapatalk

roby_pro
11th August 2014, 15:14
Se ne avessi la possibilità, vorrei provare un Analog Four, dai video su you tube sembra un giocattolino potente e versatile, anche se un pò complicato nelle impostazioni.
Molte invece perplessità sul Virus, sono davvero tanti anni che circola, e ancora non si sa nulla su un upgrade del synth, o tantomeno futuri aggiornamenti per i nuovi\vecchi possessori.

turbopage
11th August 2014, 15:29
Analog 4 è sicuramente un prodotto interessante anche se un po' diverso dal Virus: il primo è un analogico a controllo digitale mentre i synth della Access sono dei VA.
A parte le sonorità del Virus quello che mi attira molto è l'ergonomia dei controlli con tutto sotto mano e pochi sottomenù: spippoli e vai! ;)
Ho visto che in giro cominciano ad essercene un po' a prezzi tutto sommato umani.

roby_pro
11th August 2014, 15:35
Giusto, davo per scontanto la distinzione tra i due tra analogico e VA.
Ed anch'io ho notato sul mercatino che si trova a buon prezzo il Virus.
Il dubbio però rimane, ossia se la macchina potrebbe diventare obsoleta e non più supportata.
Senza contare poi che quest'anno ne sono usciti parecchi di Synth.
Aspettiamo la risposta di qualche "Synthologo d'Italiarec" :)

turbopage
11th August 2014, 15:41
Qualche perplessità ce l'ho anch'io, ma soprattutto sul fatto che il Virus avendo fatto scuola potrebbe avere diversi emuli software (sul versante Reason che è quello che bazzico di più mi viene in mente Synapse Antidote).
Ma alla fine sempre di feticismo parliamo :D
roby_pro ma alla fine la tua ricerca come è andata a finire?

roby_pro
11th August 2014, 15:47
ma alla fine la tua ricerca come è andata a finire?

Sinceramente mi sono arenato.
Ossia ho effettuato alcune spese con delle priorità e quindi nulla fino ad oggi.
E anche la mia ricerca si è fermata causa tempo.
Per Natale spero di riuscire a metter da parte qualche soldino, e nel frattempo vorei dare uno sguardo da vicino all'Analog Four.
Altrimenti, anche se di diversa tipologia, mi orienterò su un Bass Station 2, e continuerò lo spippolamento da questa macchina.

sin night
11th August 2014, 16:34
Premetto che ho dato solo una sbirciatina all'Analog Four sul sito di Elektron. L'impressione è che sia molto potente, però le 4 voci di polifonia mi spaventano... Mi immagino di suonarla via midi come un modulo sonoro qualsiasi (non usando il sequencer interno) e che, usando entrambe le mani, finisca per esaurire le voci a disposizione (microKorg docet... :rolleyes:). Poco tempo fa ho addocchiato l'Analog Keys ma ho lasciato subito perdere per lo stesso motivo (senza contare il prezzo... con un po' di sforzo potrei anche permettermela, ma faticherei a giustificarla - comunque questo è un altro discorso).


Come modulo sonoro abbastanza spippolabile ci sarebbe il Pulse2 (analogico e monofonico - ha anche la modalità parafonica, ma con dei limiti sulle forme d'onda utilizzabili) e, se avesse grossomodo la stessa logica di funzionamento (a vista direi di sì, ma non l'ho mai provato) il Blofeld. Poi dipende se il suono piace o meno.


Comunque, dal mio punto di vista come primo synth mi sento di sconsigliare qualsiasi cosa che non sia polifonica ed abbia un numero decente di voci. Secondo me è bene avere una macchina versatile con cui poter fare un po' tutto senza limitazioni, poi si possono aggiungere tutti i monosynth che si vuole... Opinioni personali, ovviamente.

turbopage
11th August 2014, 18:55
Come modulo sonoro abbastanza spippolabile ci sarebbe il Pulse2
Non cerco un monofonico anche se il Moog Sub37 (parafonico) è forse l'unico di cui potrei innamorarmi ... peccato aver finito lo spazio a disposizione per le tastere :(

il Blofeld
Il Blofeld l'ho recentemente riconsiderata, soprattutto grazie a questa libreria
http://www.waldorfmusic-shop.de/Analog-Voltage
risultato veramente notevole, ma non è la timbrica che sto cercando

sin night
11th August 2014, 19:29
Se, come mi pare di capire, ti sei innamorato della pasta del Virus, non penso ci siano alternative per quanto riguarda l'hardware se vuoi quel tipo di "aggressività" (almeno a giudicare dalle demo che ho sentito dei vari Virus negli anni... ahimé non ho mai avuto l'occasione di metterci le mani sopra)...



peccato aver finito lo spazio a disposizione per le tastere

Ti capisco benissimo. Ho finito anch'io lo spazio, al massimo potrei aggiungere una drum machine o una tastiera molto leggera perché dovrei fare ricorso ad un terzo livello sul mio stand... per giunta casco male pure i rack, non ho più spazio neanche per quelli (forse potrei recuperare un po' di spazio trovando dei rack da qualche unità da mettere sotto agli schermi del pc, ma non ho molto margine di manovra).

roby_pro
12th August 2014, 14:08
Fortunatamente io invece di spazio ne ho molto, ma invece molta ancora indecisione su cosa nel futuro acquistare, visto l'enormità di prodotti in commercio.

Vorrei farvi una domanda, a livello strettamente personale, quanto è cambiata\migliorata la vostra musica da quando avete comprato il vostro primo synth, ad oggi?

turbopage
12th August 2014, 14:18
Ogni volta che un synth entra o esce dal mio setup cambia sempre qualcosa. Perché, almeno per me, il timbro è spesso fondante nel brano, spesso addirittura ispirante.

Inviato dal mio Nexus 5 utilizzando Tapatalk

sin night
12th August 2014, 15:33
Per quel che mi riguarda, mi riconosco in questa striscia:

http://www.umop.com/art/kb040.jpg

Ho perso troppo tempo dietro a synth e macchine (software e hardware) a netto scapito della qualità della musica...

turbopage
12th August 2014, 18:52
Packrat! Cacchio era dai tempi di xelenio che non rivedevo le strisce :)
Comunque sono in trattativa per un Virus Ti desktop il prezzo è molto buono vediamo se è realmente un'occasione o un pacco

Giamburrasca
16th August 2014, 06:18
Per quel che mi riguarda, mi riconosco in questa striscia:

http://www.umop.com/art/kb040.jpg

Ho perso troppo tempo dietro a synth e macchine (software e hardware) a netto scapito della qualità della musica...

Condivido al cento per cento...

roby_pro
4th September 2014, 10:54
Una domanda a voi esperti.
Come la vedete invece una coppia, Nord Lead (2x o a1) (tastiera, polifonico, e lo userei per lead e pad) insieme ad un Minitaur, monofonico, che si occuperà della parte bassa?

Altrimenti ipotizzavo anche un Bass station 2 con il nord lead rack 2x.

Ne varrebbe la pena?

sin night
4th September 2014, 18:43
Io ho un Minitaur e penso che un synth come il Nord Lead (sul quale, ahimé, non ho mai messo le mani) possa essere un bel complemento (anche se forse è più il Minitaur che fa da complemento al Nord Lead).

Il Bass Station 2 mi sembra molto più flessibile del Minitaur, almeno a giudicare dalle demo che ho ascoltato in rete (non l'ho mai provato di persona, non mi interessa come synth). Il Minitaur invece è un synth estremamente specializzato, però ha una pienezza sui bassi...
Se da una parte il Minitaur ha una potenza incredibile sui bassi, direi che però è limitato pure nella varietà dei bassi che riesce a fare... ad esempio io non sono riuscito a tirarci fuori dei bassi con l'attacco velocissimo, mentre con un Pulse 2 tiro fuori delle "legnate" (in casa Waldorf gli inviluppi in genere sono molto veloci). Ci sono dei pro e dei contro...

loyuit
9th September 2014, 09:01
Io ho un Dave Smith Mopho che trovo eccezionale per i suoni e la gestione midi
Ha anche il suo sequencer,e' completamente analogico e ha un rapporto qp eccellente
Made in USA lo trovi usato anche a poco piu di 200 euro
Come monofonico analogico ti consiglio questo
Deve piacerti il suono un po smooth dsi
Come polifonico ti direi Tempest a occhi chiusi.
E' una drum machine ma e' praticamente anche un synth a 6 voci
Sempre Dave Smith.Macchina incredibile con cui veramente quando la sai usare in 10 minuti fai un pezzo strumentale fatto e finito con ritmiche,bass line,etc di una qualita' audio sopraffina.La possiede un amico e l'ho usata e sentita molte volte.
Anche Analog Four ottima macchina ma un Tempest,un Tetra o un Mopho come monofonico hanno una pasta sonora per il mio gusto molto piu calda e sweet.
Ciao

roby_pro
9th September 2014, 09:38
Grazie per le risposte sin night e loyuit.
Spero di fare queste benedette prove al più presto, cosi schiarisco le idee e do un senso al thread.

loyuit
9th September 2014, 09:50
Ho avuto anche modo di provare il lead2x nord (sempre da altri,io sono piu' jazz style come strumentazione,mopho e 522 a parte)
e posso dirti che e' splendido e molto analog-sound. Sicuramente un grande strumento dove avresti tutto pronto,tastiera,controlli completi etc.
Sarebbe anche quella una bella scelta anche se personalmente con poco di piu io rimarrei su uno strumento come il tempest dove non hai 20 e passa voci ma comunque un polifonico a 6 analogiche,il sequencer,i pad,drum machine etc e se ti piace il sound dsi secondo me hai un calore che il digitale non ti da
Questa mia opinione per la mia piccola esperienza
Sui synth poi le scelte sono molte,moog,oberheim,modulari,etc etc
Altrimenti come primo approccio a costo contenuto un mopho desktop o un tetra (praticamente un prophet8 a 4 voci)
Ciao

roby_pro
9th September 2014, 10:03
un mopho o un tetra
Il tetra mi è stato consigliato in passato, però poi subito scartato per via del piccolo pannello e della poca polifonia.
Anche se come detto precedentemente, spero di trovare qualche synth qui a Roma e schiarirmi le idee. (devo liberarmi dal lavoro appena ho 5 minuti).
All'inizio cercavo un synth che faccia tutto, ma invece con il budget che ho (sopra circa i 1000\1200 euro), potrei fare una coppia (anche sull'usato) ossia:
comprare un modulo che faccia suoni e timbriche per basso (Minitaur, Mopho, Bass Station II, modulo slim phatty)
e una tastiera o sempre un altro modulo polifonico (Virus Snow, Nord Lead, etc) al quale gestire la parte rimanente.
Vediamo un pò.

PS: Ci tenevo a ringraziare, anche a chi mi ha aiutato via MP ossia turbopage e Gibert5

turbopage
9th September 2014, 10:16
Hai spazio? :asd

http://www.strumentimusicali.net/product_info.php/products_id/47029/moog-sub-37-tribute-edition.html

loyuit
9th September 2014, 11:58
Ah avevo capito che ti bastava un monofonico....con quattro voci del tetra o 6 del tempest fai parecchio.
Sul discorso bassi o fai generi elettronici acidi e cattivi dove la fanno da padroni insieme alle drum machines
oppure con i succitati synth fai tutto ottimamente senza andare sullo specifico.
Anche un prophet 8 sul tuo budget usato...
Boh sara' che io amo l'all in one soprattutto se so che che e' una macchina eccellente.
Pero' se non hai provato nulla e' giusto che approfondisci e valuti anche opzioni dove ogni synth e' dedicato a diversi ruoli.
Due take di un mio amico che ha il lead2x e il tempest (il suo strumento preferito) e altro
Giusto per avere un idea delle timbriche

https://soundcloud.com/ravenden/a-r-p-r-c
nord2x

https://soundcloud.com/ravenden/lardore
tempest e analog keys

poi vabbe' trovi altro solo tempest e solo analog key (e solo nord)
sia da lui sia in tutto sound cloud soprattutto
Ciao