PDA

Visualizza Versione Completa : Problemi alimentazione



Marcus74
27th November 2013, 23:50
Problemi alimentazione preamp
Ciao a tutti, ho estremo bisogno della saggezza dei tecnici del forum.
Ho ordinato un modulo seventh circle audio J99 dall'america installato nello chassis oneshot con alimentazione esterna.
Nella giornata di ieri mi è stato recapitato il pacco con modulo e alimentazione anche se, visto il livello del modulo, non mi sarei mai aspettato un alimentatore cinese senza dubbio non all'altezza dei prodotti SCA.
In ogni caso, questa sera ho collegato preamp e alimentazione alla rete elettrica: fin da subito l'alimentatore ha emesso un rumore di "frittura" poi dopo qualche secondo ha smesso e anche la luce del power si è spenta e non si è più riaccesa.
Mi sono poi accorto che l'alimentatore con un output di 24vac accettava un voltaggio in entrata di 120vac 60hz... credo quindi fosse adatto alla sola rete elettrica americana e per tale ragione con i nostri 220v si sia fritto.
Dico giusto? Potrei aver danneggiato anche il preamp o posso tranquillizzarmi? Dove posso trovare/farmi fare un alimentatore all'altezza del preamp?
Fatemi sapere. GRazie in anticipo.
Marco

Gibert5
28th November 2013, 00:04
Dico giusto?
dici giusto...
di sicuro è saltato il fusibile...ma i danni possono essere maggiori ed includere anche il preamplificatore!

Per l'alimentazione, dovresti fornire quantomeno le caratteristiche tecniche del modulo...
in ogni caso, cosa ti fa pensare che l'ali in dotazione, per quanto economico, sia proprio così schifoso?

Marcus74
28th November 2013, 00:36
Il preamp è il J99 della SCA http://http://www.seventhcircleaudio.com/J99/j99_about.htm
con due opamps di John Hardy.
Il mio giudizio riguardo l'alimentatore non era tecnico ma semplicemente basato su un'impressione, era uno di questi http://http://www.triadmagnetics.com/catalog_template.php?productCategoryId=55, con imput di 120vac - 60hz e output di 24vac.
Per capire se si è rovinato il pre mi conviene acquistare un alimentatore da poco con le medesime caratteristiche (ovviamente adatto alla rete elettrica italiana) o devo fare altrimenti?

Cracker
28th November 2013, 01:05
Se quello arrivato era un semplice trasformatore, averlo alimentato a 230V invece di 120V ha portato l'uscita a 46 Volt... non pochi.

Io proverei con un alimentatore "europeo", mi verrebbe da dire che se qualcosa si doveva danneggiare nel pre oramai sia andato...

cavaliereinesistente
28th November 2013, 11:07
Attenzione al fatto che l'uscita dell'alimentatore (e quindi il fabbisogno del preamp) non è 24VAC, ma 24VDC... Occhio nell'acquistare il nuovo alimentatore, rischi di vedertene arrivare uno AC/AC, e con quello l'eventualità di brasare il tuo acquisto diventa una certezza! Devi acquistare un AC/DC.
Dalle specifiche del preamp vedo che accetta un voltaggio in input da 18 a 36V (DC), quindi "potrebbe" anche non aver patito troppo i 46V, è possibile che abbia ceduto prima il primario (o un eventuale fusibile) dell'alimentatore. Riguardo agli Hz (50 o 60), trattandosi di un AC/DC la differenza è irrilevante. Ho macchine comprate negli USA che richiedono i 12V AC 60Hz, e le alimento allegramente a 50Hz (alla fine passa tutto in un ponte raddrizzatore).

cavaliereinesistente
28th November 2013, 11:26
P.S. dallo schema http://www.seventhcircleaudio.com/J99/J99R36/docs/j99_sch.pdf
si direbbe che il circuito stesso integri un raddrizzatore (vedi lo schema nei settori A5-B5), a questo punto dargli 24V AC o DC, 50Hz o 60Hz, diventa indifferente.
Che microfono gli hai collegato? Se hai usato la phantom, mi duole dirlo, ma potresti aver liofilizzato anche quello, sparandogli la ragguardevole tensione di oltre 90V (ammesso che il trasformatore T1 abbia retto)

Marcus74
28th November 2013, 12:56
Ciao Cavaliereinesistente, in realtà non ho collegato alcun microfono, volevo soltanto verificare che si accendesse il power, poi l'avrei provato a dovere la sera con l'amico Dancok ma, evidentemente, non abbiamo potuto farlo.
In ogni caso, io mi sono limitato a collegare il preamp all'alimentatore e questo alla rete elettrica. Ho fatto a tempo a vedere la luce del power accesa (un pò troppo intensamente a dire la verità) a sentire l'alimentatore friggere leggermente poi, dopo una decina di secondi circa, ha smesso di far rumore e la luce è scemata pian piano. Niente phantom (uso un ribbon mic, peraltro, non la userei comunque). Tutto qui.
Una curiosità, questo alimentatore (quello che mi è stato mandato) è corretto per il j99 (al di là della questione dell'imput europeo)?
413
lo chiedo perchè da ignorante leggo input V AC - output V AC; quei due ac-ac sono indice di corrente alternata in input e corrrente alternata in output? E se così fosse?

cavaliereinesistente
28th November 2013, 13:06
Si, è così... Il pre incorpora il ponte raddrizzatore (vedi mio secondo post), quindi puoi usare anche un alimentatore con uscita in AC


Mal coMONO, mezzo audio

Marcus74
28th November 2013, 13:11
Scusa la mia ignoranza... significa quindi che ci sono buone probabilità che non sia svampato il preamp?
Ovviamente poi cercherò di verificare ma con un pò di speranza, mengerò un pò più tranquillo...quantomeno!

cavaliereinesistente
28th November 2013, 13:38
Non rovinarti comunque la digestione ;) ma il problema è che hai alimentato il circuito con una tensione doppia, sebbene per pochi secondi. Se ti è andata bene hai fuso solo l'alimentatore, se è andata male si è danneggiato anche il pre.


Mal coMONO, mezzo audio

cavaliereinesistente
28th November 2013, 13:58
...comunque sia, se anche si fosse danneggiato il preamp, il danno non dovrebbe andare oltre al primo dei due SC99, che dovresti poter sostituire in maniera relativamente semplice ed economica.

Marcus74
28th November 2013, 14:51
...quindi quello che si sarebbe danneggiato al limite è' uno dei due opamps? A quelli ti riferisci? Mi hai comunque tranquillizzato!

cavaliereinesistente
28th November 2013, 14:55
Si, dovrebbe essere così. Facci poi sapere!


Mal coMONO, mezzo audio

Marcus74
28th November 2013, 15:01
Ok, grazie mille!

Marcus74
28th November 2013, 16:34
Come promesso, tengo informato il forum riguardo gli sviluppi della telenovela "il preamp svampato" (la prendo sul ridere):
informo il venditore e mi dice se non ho utilizzato un convertitore o un diverso alimentatore per correggere il voltaggio in entrata nell'alimentatore in dotazione... ovviamente rispondo di no, l'avessi saputo non sarebbe svampato il preamp!
Mi risponde che per avere contezza dei danni all'alimentatore e/o al preamp dovrebbe poterli controllare di persona ma mi chiede se ho la possibilità di verificare i voltaggi. Gli rispondo che dovrei avere a disposizione un tester digitale.
Non volendo farmi rispedire il preamp per la verifica, a meno che non risulti necessario, mi chiede di verificare il voltaggio dell'alimentatore che, precisa, dovrebbe essere 24volts dc.
Ciò detto, mi avete già spiegato che l'alimentatore fornisce 24volts a corrente alternata ma ciò non rileva perchè va bene sia alternata che continua per il modulo in questione.
Comunque, essendo completamente a secco di nozioni elettriche, elettrotecniche che dir si voglia... come devo utilizzare il benedetto tester digitale per verificare quanto richiestomi, in particolare il voltaggio del power supply (che dovrebbe essere ormai fritto, peraltro)?
Grazie in anticipo a tutti... anche per la pazienza!
Marco

cavaliereinesistente
28th November 2013, 16:50
Beh, intanto fagli presente che ti hanno dato un 24V AC, giusto per precisarglielo... con il tester puoi verificare l'alimentatore: lo inserisci nella presa, setti il multimetro per la misura della tensione alternata, fondo scala coerente coi 24V da misurare (ad esempio 50 o 100V), e metti i puntali sui due terminali dello spinotto. Se ottieni 0V, l'alimentatore è andato. Prendine uno nuovo, e incrocia le dita sul fatto che basti quello :)


Mal coMONO, mezzo audio

Marcus74
28th November 2013, 17:00
Grazie mille di nuovo! Stasera faccio il test e vi informo!

Gibert5
28th November 2013, 18:49
@ Marcus
per pochi euri, puoi portarlo da un qualsiasi tecnico...
collegheranno il pre ad un alimentatore da banco e verificheranno che tutto sia ok...
già che ci sei, gli fai vedere anche l'ali...

Marcus74
28th November 2013, 19:07
Ne conosci qualcuno, magari del forum, dalle parti di Bergamo?

Gibert5
28th November 2013, 19:32
no, mi spiace...
ma per un lavoro del genere, un buon elettrotecnico lo trovi di sicuro...
magari anche solo andando a chiedere a qualche negozio di elettronica o di qualche riparatore, magari ti danno il contatto di qualcuno...
nel giro, un pò ci si conosce tutti...come per ogni settore!

Marcus74
28th November 2013, 21:06
Ho provato l'alimentatore con il tester digitale e, a meno che non sbagli ad utilizzarlo, non da segni di vita.
Marco

cavaliereinesistente
28th November 2013, 21:09
Era prevedibile.. Prendine uno nuovo (già che ci sei prendilo in continua, sono più facili da trovare) e vedi se tutto funziona. Se non andasse, cerchi un tecnico, gli porti lo schema, gli spieghi che è successo, e non dovrebbe aver problemi a individuare e sostituirti i componenti danneggiati


Mal coMONO, mezzo audio

Marcus74
29th November 2013, 09:37
Ok, al limite, fosse un opamps me lo faccio rimandare dal venditore...
Comunque, volendo prendere un alimentatore definitivo fin d'ora (era la mia intenzione iniziale), quale sarebbe il più adatto e performante per il mio modulo tra questi (al di là della semplice individuazione dei requisiti di voltaggio e amperaggio):
http://www.soundskulptor.com/uk/psl1.html
http://www.soundskulptor.com/uk/ps2.html
oppue uno di questi:
http://www.diyrecordingequipment.com/type/power-supply/
Grazie mille a tutti.
Marco

cavaliereinesistente
29th November 2013, 09:50
Abbiamo appurato che circuito del pre ha il suo raddrizzatore ed uno stabilizzatore capacitivo... Proprio per essere sicuro di alimentare il pre correttamente indipendentemente dalla qualità dell'alimentazione che gli fornisci. Quindi la "performance" dell'alimentatore è piuttosto irrilevante, quando hai i tuoi 24V ed almeno 500mA sei a posto, io fossi in te non starei a spendere troppi soldi in un alimentatore "esoterico"...



Mal coMONO, mezzo audio

Marcus74
29th November 2013, 09:50
Grazie cavaliereinesistente, allora non mi farò problemi riguardo l'alimentatore!

Dimenticavo: per testare il power supply ho utilizzato un tester con la lancetta (non quello con il display), non c'è differenza, vero?
Ho settato il tester su 50avc e ho infilato uno dei due terminali all'interno dello spinotto dell'alimentatore e con l'altro ho toccato la parte metallica esterna.
E' tutto corretto, vero?
Abbiate pazienza per l'assoluta incapacità tecnica!

cavaliereinesistente
29th November 2013, 09:51
Si, è giusto


Mal coMONO, mezzo audio

cavaliereinesistente
29th November 2013, 09:54
Comunque, prendi un AC/DC, anche se originariamente ti han dato un AC/AC


Mal coMONO, mezzo audio

Marcus74
29th November 2013, 10:02
Ok, seguirò il tuo consiglio!
Marco

Marcus74
30th November 2013, 18:48
Comunque, prendi un AC/DC, anche se originariamente ti han dato un AC/AC


Mal coMONO, mezzo audio



Comunque, prendi un AC/DC, anche se originariamente ti han dato un AC/AC

Mi spieghi perchè è meglio corrente continua rispetto ad alternata? Magari imparo qualcosa.
Ti chiedo anche un'altra cosa che ho notato cercando l'alimentatore:
ac: corrente alternata;
dc: corrente continua;
cc: a parte le battute sui carabinieri, è la medesima cosa della seconda (dirtect current) ma in italiano o qualcos'altro?
Grazie in anticipo!
Marco

cavaliereinesistente
30th November 2013, 19:59
Si, CC sta per corrente continua, DC per direct current, sono la stessa cosa. La faccenda alimentatore AC o DC è strana: le specifiche del preamp chiedono un alimentatore in continua, come ti ha anche confermato il venditore. Purtuttavia ti han dato un alimentatore in alternata, non so se per errore o perché avevano solo quello. guardando gli schemi del pre, si vede che incorpora un ponte raddrizzatore, quindi il circuito dovrebbe funzionare alimentato indifferentemente in AC o DC, o perlomeno non dovrebbe danneggiarsi se per sbaglio gli si infila un alimentatore AC (può darsi che il ponte a diodi sia stato messo dal progettista a quello scopo, per pura protezione). Ciò detto, dato che sia le specifiche che il venditore ti parlano di alimentazione in DC, ti direi di prendere decisamente un alimentatore DC (o CC che è lu stissu)...

Gibert5
1st December 2013, 12:55
può essere che l'altro alimentatore in catalogo, sia in AC..
e questo spiegherebbe la presenza del ponte di diodi su ogni preamp.

znal_lanz
2nd December 2013, 11:02
Ho provato a cercare gli schemi di dell'alimentazione del modulo One Shot ma non risultano disponibili o almeno non esistono link sul sito che permettano di raggiungere la documentazione.

Un paio di inesattezze sono state dette:

- prima tra tutte, è si vero che nelle sezioni A5-B5 dello schema c'è un ponte di diodi, ma è inserito sul percorso del segnale in ingresso, dopo il trasformatore di ingresso. Già questo dovrebbe far sorgere il sospetto che non si tratti di un ponte utilizzato per raddrizzare l'alimentazione, ma viene utilizzato, presumibilmente, per "centrare" il segnale in uscita dal trasformatore. Non avendo infatti un collegamento diretto a massa, il segnale viene "centrato" (portando l'offset DC a 0 V ) tramite il trim R43 ed il ponte probabilmente serve per limitare l'escursione in tensione, probabilmente in fase di taratura.

- Il circuito di alimentazione del modulo J99 è a pagina 2 dello schema proposto dal Cavaliere. Ogni ramo di alimentazione presenta uno stabilizzatore di tensione integrato (i vari LM 317 T, LM 337, LM 79L12 e LM 78L12). Prima di arrivare a danneggiare qualche cosa nel circuito del preamp, questi cominciano a sudare. A meno di manifesta sPiga o di perseveranza nell'alimentazione errata, dubito che un eventuale danno possa essere andato oltre questi componenti, dal costo di pochi €.

- L'equivalenza tra AC - DC non è da dare per scontata per una serie di ragioni. Primo tra tutti, da 24 V AC si riescono ad ottenere efficacemente solo 16 V DC dopo raddrizzamento. Secondo elemento non trascurabile è l'ottenimento della 48 V per la Phantom. Esistono metodi che permettono di tirare fuori i 48 V anche da 16 V DC, ma partire dai 24 V AC è più semplice. La sezione di alimentazione del modulo One Shot è integrata nel gruppo DI del modulo, ma non ho trovato lo schema dell'alimentatore piccolo (c'è solo quello dell'alimentatore grosso, da cui risulta che al pin 5 devono essere già forniti i 48 V DC puliti.

- Infine, approfitto del 3D per un micro cross posting con l'altro 3D in cui chiedevi un sistema per variare l'impedenza di ingresso. Il pre che hai preso ha il sistema più elegante ed efficace per variare l'impedenza di ingresso, ovvero tramite trasformatore a doppio avvolgimento. Con questo sistema vari l'impedenza di ingresso senza andare ad introdurre attenuazioni minime di alcun tipo. Non stare a rovinare questo sistema con un potenziometro in ingresso. ;) Certo non hai una regolazione continua ma solo 2 step, ma è dall'alba dei tempi che questo sistema è tra i migliori esistenti.

Cracker
2nd December 2013, 11:20
primo tra tutti, da 24 V AC si riescono ad ottenere efficacemente solo 16 V DC dopo raddrizzamento.

Znal, posso chiederti un approfondimento?
Perché fra mie mie reminiscenze di istituto tecnico c'è anche questa formula:
Vcc = (Vac - 1.4) x 1.41
Dove 1.4 è la caduta di tensione data dai diodi del ponte di Graetz, mentre 1.41, se non ricordo male, è la radice quadrata di 2 (che non ricordo assolutamente che cappero c'entri...) :D

Mi son scordato qualche pezzo?

cavaliereinesistente
2nd December 2013, 11:26
Grazie Znal per le precisazioni, speravo che intervenisse anche qualcuno più autorevole di me per "limare" le mie ipotesi (dopotutto sono solo un volgare ingegnere meccanico prestato all'audio) ;)

cavaliereinesistente
2nd December 2013, 11:58
...toglimi però un dubbio, il mio ragionamento sulla possibilità di alimentare in alternata nasceva anche dal fatto che in specifica è prevista una tensione di alimentazione minima ammessa di 18V, il che, considerando che il tutto è stato pensato per i 60Hz, ci potrebbe anche stare.. Non ricordo però se e quanto la frequenza influisca sulla caduta del ponte

znal_lanz
2nd December 2013, 12:15
Cracker, la formula che hai indicato è corretta e 1.414 è il numero che permette di passare da valore efficace (una sorta di RMS) e valore di picco di una sinusoide.

In pratica una linea in alternata con 24 V efficaci ha una tensione di picco di 34 V.

Teoricamente, senza carico, da una 24 V DC si potrebbe ottenere una tensione continua di 34 V. Il problema però è che appena si aggiunge un carico, la tensione crolla, in funzione del carico, in funzione dei condensatori, in funzione della temperatura in funzione di un sacco di cose per le quali, se si vuole un'alimentazione stabilizzata, non si lavorerà mai su questi valori di tensione.

Come minimo si lavora a parità di potenza, quindi sul valore efficace, su tutti quei dispositivi poco "delicati".

Per dispositivi più delicati, occorrerà tenere conto di tutta una serie di altri elementi, tra cui il fattore di potenza (cos "fi" ), che costringeranno il progettista a lavorare circa al 70 % del valore efficace (valore indicativo più o meno condivisibile, ma con il quale sono sicuro che, con uno stabilizzatore di tensione, non avrò armoniche da ripple sulle linee di alimentazione). Da queste considerazioni ho tirato fuori il discorso dei 16 V, realmente in corrente continua, ricavabili da una linea in alternata con valore efficace di 24 V.

P.S. Cavaliere, anche io sono un volgare ingegnere meccanico :D :D :D Però diciamo che ho un passato in cui, per forza o per piacere, ho dovuto masticarmi dell'elettronica e dell'informatica!!! :D :D :D
Questo serva come disclaimer quando dico delle cazzate!!!! :D

edit: cavaliere, ti leggo ora. La frequenza, entro certi livelli non raggiunti da una rete a 50 o 60 Hz, non ha influenza sul valore efficace. Il valore di tensione minima, senza avere chiaro quale sia lo schema completo di alimentazione, non è immediato capire da cosa sia determinato. Potrebbe essere un limite tecnico che determina l'impossibilità di ottenere i 48V di Phantom oppure, visto che il sistema è tutto retroazionato e non è ben chiaro, così con un'occhiata, quali siano i valori di tensione tra i vari operazionali, un valore minimo che permette di mantenere la distorsione entro livelli accettabili intervenendo sui trimmer di taratura.

Con valori troppo bassi di tensione potrebbe esserci una distorsione troppo alta.

Marcus74
2nd December 2013, 17:26
Ringrazio innanzitutto znal_lanz per l'apporto tecnico e mi scuso per il mio becero pragmatismo dovuto a estrema ignoranza.
Detto questo, chiedo alcune delucidazioni nell'ordine che segue:
"Il circuito di alimentazione del modulo J99 è a pagina 2 dello schema proposto dal Cavaliere. Ogni ramo di alimentazione presenta uno stabilizzatore di tensione integrato (i vari LM 317 T, LM 337, LM 79L12 e LM 78L12). Prima di arrivare a danneggiare qualche cosa nel circuito del preamp, questi cominciano a sudare. A meno di manifesta sPiga o di perseveranza nell'alimentazione errata, dubito che un eventuale danno possa essere andato oltre questi componenti, dal costo di pochi €."
1) significa che verosimilmente il pre risulterà indenne con una remota possibilità di danni limitati?
"L'equivalenza tra AC - DC non è da dare per scontata per una serie di ragioni. Primo tra tutti, da 24 V AC si riescono ad ottenere efficacemente solo 16 V DC dopo raddrizzamento. Secondo elemento non trascurabile è l'ottenimento della 48 V per la Phantom. Esistono metodi che permettono di tirare fuori i 48 V anche da 16 V DC, ma partire dai 24 V AC è più semplice. La sezione di alimentazione del modulo One Shot è integrata nel gruppo DI del modulo, ma non ho trovato lo schema dell'alimentatore piccolo (c'è solo quello dell'alimentatore grosso, da cui risulta che al pin 5 devono essere già forniti i 48 V DC puliti."
2) posto che non appare scontata l'equivalenza tra oinput vac e vdc, quale dei due devo utilizzare? E' corretto quello che m'hanno inviato e devo cercarne uno simile o posso/devo optare per un alimentatore vdc? In pratica, ho a mie mani un alimentatore con queste caratteristiche:
-AC Input: 100-240Vac 1.8A 50-60HZ
-DC Input: 15/16/18/19/20/22/24Vdc 4.6A Max
può andare?
Appurato il buon funzionamento del preamp (ovvero dopo averlo fatto riparare) ti disturberò nuovamente znal_lanz per la questione variatore d'impedenza!
Grazie mille in anticipo a tutti.
Marco
Grazie mille!

znal_lanz
2nd December 2013, 17:49
1) Direi che ci sono buone probabilità di non avere fatto una grossa frittata. Al più si sono fritti gli stabilizzatori di tensione. Purtroppo non è noto quello che c'è tra l'ingresso 24 Vac ed il connettore a 6 pin del modulo, visto che non trovo schemi al riguardo.

2) A me pare che sul telaio del OneShot ci sia una scritta chiara: 24 Vac. Per poterti dire se va bene anche 24 Vdc, avrei bisogni del pezzo di schema mancante. Non ci sono molte varianti, ma non ho elementi per poterne scegliere una. In entrambi i casi un'alimentazione errata potrebbe friggere qualche cosa. Ho visto però che Mr. SeventhCircle sa fare bene il proprio lavoro e non lesina sulle protezioni.

Se riesci, posta una foto della zona di collegamento dei 2 fili che vanno al collegamento dell'alimentazione 24 Vac. Almeno per capire. Nelle istruzioni di montaggio sono tutte foto di lato e non è chiaro cosa diavolo c'è ! ;)

Marcus74
2nd December 2013, 18:03
...allora aspetto a provare il pre! Stasera mi applico e faccio il servizio fotografico al modulo poi posto le foto!
Grazie in anticipo!

Marcus74
3rd December 2013, 00:11
Eccomi di nuovo, ho fatto qualche fotografia che, nonostante la bassa qualità, spero possa servire a qualcosa!
Fotografia visione generale preamp nel oneshot:
417
in alto a sinistra si vedono i due cavetti, verde e blu, che partono (o vanno) dall'alimentazione 24vac.
Qualche fotografia più in dettaglio di dove vanno a finire:
418
419
i cavi blu e verde si vedono a sinistra sopra il pistolone nero-metallo e sotto il pistolino giallo... scusate l'eccesso di tecnicismo!
Marco

Marcus74
3rd December 2013, 10:05
...soltanto una precisazione a chiarimento delle immagini sopra postate:
420
i cavi dell'alimentazione (verde e blu) partono dal cerchio giallo e arrivano al cerchio azzurro nella sezione DI, più in dettaglio evidenziata nelle fotografie n.ri 2 e 3 sopra postate.
Marco

znal_lanz
3rd December 2013, 21:57
Purtroppo anche da queste immagini non si vede granché, comunque, dalla distinta componenti che Seventh Circle ha sul sito, relativamente al gruppo One Shot, direi che è abbastanza plausibile che sia necessaria una alimentazione 24 Vac per le seguenti ragioni:

- Non è presente alcun dispositivo che possa essere utilizzato per elevare gli eventuali 24 Vdc ai 48 necessari per la phantom.
- Dai 24 Vac è possibile ricavare i 48 V della Phantom ed anche i +24 - 0 - -24 Vdc necessari per il funzionamento del preamp. Questo tipo di alimentazione è qualitativamente inferiore rispetto a quella fornita con il modulo completo e probabilmente sarà limitata ad un reale valoe di +18 - 0 - -18 V

Marcus74
3rd December 2013, 22:05
Ciao znal, da quanto ne so io il modulo è sempre quello...in questo caso viene assemblato nel oneshot con la DI ma credo che si possa tranquillamente utilizzare da solo, esclusa la DI appunto come glia altri moduli e quindi alimentandola con il Power supply classico della Seventh Circle.
Se devo utilizzare il modulo a livello inferiore, piuttosto lo levo da lì e, senza la DI che in realtà non mi serve, lo utilizzo con una sua alimentazione. La sola cosa che mi scoccia è aver speso per il oneshot.
Marco

znal_lanz
4th December 2013, 14:41
Si, il modulo è il medesimo (a parte gli op-amp che non sono SCA ma John Hardy). L'alimentazione no.

L'alimentatore "buono" SCA è anzitutto di tipo switching con tre linee separate, una per 0 +48V stabilizzata e due per +24 0 -24, regolabili poi di fino indipendentemente su ciascun modulo. L'alimentazione invece derivata dal 24 Vac, non essendo presente in distinta alcun trasformatore o alcun sistema che sia in grado di fare una conversione DC/DC da bassa ad alta tensione (un booster, un chopper, uno switch + trasformatore ... non c'è nulla!!! a parte un'induttanza da 100 uE che non serve sicuramente per un booster ), è realizzato con un sistema burino a singola semionda.

Da questo ritengo indispensabile una alimentazione 24 Vac e non DC. La presenza dei regolatori di tensione sul modulo DI mi fa comunque ipotizzare che se s'è bruciato qualche cosa, si sono bruciati questi, oltre all'alimentatore che si è sicuramente fritto. Sono comunque ipotesi.

Prima di dare tensione con il nuovo alimntatore 24 VAC, mi raccomando, dai una controllata al modulo DI per verificare che non ci siano condensatori spanciati, resistenze cotte o evidenti segni di surriscaldamento. Dalle foto, per quello che si riesce a vedere, non noto anomalie.

Marcus74
4th December 2013, 19:01
Innanzitutto, grazie mille per la disponibilità, Znal.
Considerato quanto mi dici, sarei per buttare nel cess...tino la DI ed utilizzare, come sopra anticipavo, il modulo con un'alimentazione degna. Non ho alcuna necessità della DI perchè registro solo voci, la mia, con un ribbon mic moddato ma avevo deciso di acquistare il J99 nel formato in questione per la comodità di utilizzarlo subito.
La mia idea odierna, quindi, sarebbe di far testare a qualcuno di capace il preamp, quindi di farmi spedire l'alimentatore SCA o, se me ne puoi proporre uno simile o anche più performante per il moduloo in questione ben venga, quindi di racckare soltanto il modulo e l'alimentatore magari mettendo anche mano alla modifica che mi dicevi riguardo l'impedenza.
Detto questo, però, ho letto (nelle istruzioni di assemblaggio sul sito SCA) che per usare il modulo nella modalità one shot è necessario apportare alcune modifiche... non ho capito se al modulo stesso ovvero ai collegamenti tra il modulo e la DI.
In parole semplici... mi pare che non si possa prendere l'alimentazione PS1 e collegarla così com'è al modulo, come da istruzioni per Chassis classico. Con questo, infatti, leggo che una volta finito il modulo è sufficiente collegarlo all'alimementatore tramite il cavo WH01 Harness per poterlo utilizzare.
Grazie di nuovo.
Marco

Marcus74
4th December 2013, 23:51
POsto ulteriori fotografie, spero più chiare, della DI e del modulo J99:
1) parte inferiore del modulo:
432
2) varie DI (a prima vista senza segni di danni):
433
434
435
436

Marcus74
4th December 2013, 23:57
segue:
437
438
particolari dall'alto del modulo:
439
440
441
Scusate la ripetizione di post ma potevo postare soltanto 5 fotografie ciascuno.
Marco

znal_lanz
5th December 2013, 11:11
Il componente giallo di fianco al collegamento dei due cavetti verdi e blu marcato come F1 è un fusibile automatico.

In pratica aumenta la sua resistenza se la corrente aumenta. Una volta ripristinato il valore di corrente di targa questo ritorna a resistenza quasi nulla.

Questo è un ulteriore elemento che mi porterebbe a pensare che non si sia danneggiato nulla.

Infine, guardando le modifiche indicate nelle istruzioni di montaggio, mi pare di capire che siano legate all'impiego dei comandi esterni Hi Z e Pad per comandare esternamente quanto invece sui moduli viene controllato tramite jumper.

Nel modulo rack mi pare che questa opzione non esista esternamente. Dal punto di vista dell'alimentazione non cambia nulla.

Marcus74
5th December 2013, 16:03
Il componente giallo di fianco al collegamento dei due cavetti verdi e blu marcato come F1 è un fusibile automatico.

In pratica aumenta la sua resistenza se la corrente aumenta. Una volta ripristinato il valore di corrente di targa questo ritorna a resistenza quasi nulla.

Questo è un ulteriore elemento che mi porterebbe a pensare che non si sia danneggiato nulla.

Ottimo! A questo punto ordino questo: http://it.rs-online.com/web/p/alimentatori-plug-in/7300243/ (onferma che vada bene per favore) e provo il preamp. Poi lo confronterò con quello dell'amico Dancok racckato in maniera classica e nel caso noti differenze rilevanti, leverò il modulo dallo chassis oneshot e lo alimentaterò degnamente.


Infine, guardando le modifiche indicate nelle istruzioni di montaggio, mi pare di capire che siano legate all'impiego dei comandi esterni Hi Z e Pad per comandare esternamente quanto invece sui moduli viene controllato tramite jumper.

Nel modulo rack mi pare che questa opzione non esista esternamente. Dal punto di vista dell'alimentazione non cambia nulla.

Riguardo quanto in quote, ho notato che le modifiche utilizzate per adattare il modulo allo chassis oneshot (come dici tu per attivare le opzioni DI, HI Z e Pad) consistono nel "deviare il percorso del segnale" collegando i pads M+, M- e P1+, P2-, P1-, P2+, presenti sulla DI, agli Headers sul modulo J1 e J2 (imput alternativo del trasformatore d'ingresso), secondo le corrette polarità.
Se non scrivo stupidate, correggimi se sbaglio (quasi sicuramente), sarebbe sufficiente dissaldare tali collegamenti tra DI e modulo per utilizzare il modulo autonomamente ed in modo classico con l'alimentatore PS03 collegato al Molex power connector, J8 sul modulo? O bisogna intervenire ulteriormente sugli Headers?
Ovviamente non me ne occuperei io ma sono curioso per natura!
Grazie di nuovo.
Marco

znal_lanz
5th December 2013, 17:15
Si, per me l'alimentatore dovrebbe andare bene. E' leggermente più potente (800 mA anziché 450 mA) ed ha una corrente a vuoto leggermente più alta (30.7 V AC anziché 27.9 V AC) ma non dovrebbe rappresentare un problema.

Circa l'adattamento, direi che una volta scollegati i cavi che collegano il modulo DI al modulo preamp non dovrebbero esserci problemi. L'unica cosa è che non so con certezza quale sia l'attuale configurazione dei jumper. A tal proposito dai una letta al documento relativo alla taratura del tuo modulo J99 e verifica che i jumper siano tutti nelle configurazioni indicate. Questo prima di connetterlo all'alimentatore PS03.

L'unico peccato è che si perde la possibilità di commutare Hi-Z e Pad da fuori.

Nella lettura ignora allegramente la parte di regolazione del DC offset, ma verifica che i jumper siano al loro posto. Penso che non ci sia nulla da modificare, ma un giro di verifica non fa male.

znal_lanz
13th February 2014, 09:05
Marcus74

Come è poi andata a finire, per curiosità?

Marcus74
14th February 2014, 15:35
Ciao Znal,
ho acquistato il trasformatore indicato.
Ho appurato che il modulo funziona e che soltanto la D.I. ha qualche problemino. In particolare, potrebbe essere andato un condensatore perchè manca di headroom.
In seguito ho acquistato due moduli SCA usati, un J99 ed un N72, customizzati da Ribera e inseriti nel vecchio chassis da 8 quindi con alimentazione degna. Il mio modulo J99 installato nello chassis oneshot, per capirci quello di cui abbiamo parlato nel post, lo sta sistemando Ribera (che, come te, ha ritenuto non all'altezza l'alimentazione del modulo oneshot - cosa peraltro evidente anche all'ascolto tramite confronto con il modulo di Dancok) e, verrà usato in modalità dual mono con quello ultimamente acquistato... ancora non so se inserirlo nel modulo da 8 con gli altri due ovvero tenerlo fuori ma, in questo caso, gli verrà fornita un'alimentazione ad hoc.
Grazie di nuovo di tutto.
Marco

znal_lanz
14th February 2014, 16:25
Ottimo, mi fa piacere che l'epilogo sia stato positivo.

Se, e soltanto se, Ribera lo ritiene opportuno, sarei curioso di sapere quali sono le modifiche che ha fatto. Penso che sarà più probabile avere una risposta negativa, ma tentar non nuoce! :)

La mia è solo una curiosità, sia chiaro, non ho intenzione di mettermi a vendere "modifiche secondo Ribera"! C'è già lui che le sa fare più che egregiamente!!! :D

Marcus74
14th February 2014, 16:51
In realtà, da quanto mi ha detto in riferimento allo chassis da 8, non c'era stato bisogno di alcuna modifica dell'alimentazione fornita che risulta necessaria soltanto qualora vengano installati più di 3/4 moduli.
Da quanto ho capito, l'unica vera modifica riguarda il J99 nel quale, a suo tempo, aveva installato due opamps fatti interamente da lui.
Per il resto, i moduli SCA vanno già benissimo così.
Marco