PDA

Visualizza Versione Completa : Cavi e Segnali ad alta impedenza...



Gibert5
25th December 2013, 22:59
Vi propongo un test, effettuato per determinare l'importanza dei cavi sui segnali particolarmente "delicati"...

niente di nuovo, ma qualche immagine ed un paio di file di esempio possono essere piuttosto rivelatori ed utili, anche e soprattutto per chi si affaccia ora, nei meandri di certi aspetti tecnici.

Io da non chiattaraio:fagiano:non avevo ancora approfondito la faccenda e ho fatto scoperte interessanti.

La prova è eseguita con 3 cavi, due da me costruiti ed uno comprato già assemblato:
1. Cordial CIK 122 (http://a1.images6.thomann.de/pics/prod/199001.jpg) da 0,66€ al metro, con connettori Neutrik REAN NYS201 (http://a2.images6.thomann.de/pics/prod/124606.jpg), lunghezza: 130cm circa
2. MONSTER CABLE Performer 500 (http://images.gear4music.com/media/28622/600/preview.jpg) da 180cm, connettori placcati oro, pagato 30€, con indicato il signal flow.
3. Sommer Cable the Spirit XXL (http://www.thomann.de/thumb/bdbmagic/pics/bdb/189794/7490821_800.jpg) da 2,77€ al metro, connettori Neutrik NP2 X-B (http://www.thomann.de/thumb/bdbmagic/pics/bdb/182705/7656131_800.jpg) da 3,11€, lunghezza approx. di 5metri

Ecco la catena utilizzata:
Fender Stratocaster classic 50's (made in Mexico) > API 512c > Lynx L22 > clock Apogee PSX-100

i file sono stati catturati direttamente a 44.1KHz/16bit, mantenendo ovviamente gli stessi settaggi.

I risultati sono i seguenti:
457458459

ed ecco anche i file audio:
https://soundcloud.com/gobert4/cordial-cik-122
https://soundcloud.com/gobert4/monster-cable-performer-500
https://soundcloud.com/gobert4/sommer-cable-the-spiriti-xxl


Il cordial, nonostante la sua ridotta lunghezza, perde di brutto, su tutti i fronti.
La schermatura non è assolutamente buona, il suono tende ad essere troppo "acido", frizzante e con meno corpo rispetto alla concorrenza!
Insomma, non è proprio un cavo adatto per segnali di questo tipo...

Onestamente, per quanto suonino diversi, gli altri due cavi li trovo sullo stesso livello...
suono decisamente più equilibrato, e disturbi minimi.
Il sommer cable risulta probabilmente un pò penalizzato, visti i suoi 5metri...non pochi per un cavo sbilanciato con segnale ad alta impedenza.

Voi che ne pensate?
che prove avete fatto?e soprattutto, a quali conclusioni siete giunti, nella pratica?

lordadb
25th December 2013, 23:34
Tu tiri fuori questo test dopo che io ho realizzato la pedaliera con cavi Cordial? Ma ti odio.

sin night
25th December 2013, 23:52
Non ho trovato i dati del Monster Cable, ma dalle specifiche che ho trovato in rete mi pare di capire che il terzo cavo abbia una sezione sensibilmente più grossa rispetto al primo, sbaglio?

Gibert5
25th December 2013, 23:54
si si..
ho aspettato che tu li comprassi, ma è un test che avevo già fatto prima :birra:

a parte gli scherzi, hai usato lo stesso modello di cavo?
no perchè, non credo che Cordial faccia solo schifezze...anche perchè ho pure una matassa con cui devo fare diversi cablaggi...:acc:

voglio fare la prova del nove, utilizzando gli stessi cavi, su di una connessione di linea...
in teoria, mi aspetto una differenza molto ridotta.

Voglio far notare che, non a caso, gli altri due cavi, sono specifici per chitarra, quindi avranno una serie di accorgimenti per ovviare a certi problemi...
senza contare la netta differenza di prezzo!

Gibert5
26th December 2013, 00:21
Non ho trovato i dati del Monster Cable, ma dalle specifiche che ho trovato in rete mi pare di capire che il terzo cavo abbia una sezione sensibilmente più grossa rispetto al primo, sbaglio?

il cik 122 è da 0,22mm
il sommer cable spirit xxl è da 0,75mm
per il monster cable invece, non riesco a reperire info

F.Blues
26th December 2013, 12:28
Tu tiri fuori questo test dopo che io ho realizzato la pedaliera con cavi Cordial? Ma ti odio.
Tu i cavi cordial non li usi su un segnale ad alta impedenza, ricordi le diverse pagine su buffer, pedali bufferizzati ecc?

lordadb
26th December 2013, 12:34
Tu i cavi cordial non li usi su un segnale ad alta impedenza, ricordi le diverse pagine su buffer, pedali bufferizzati ecc?

Grazie, Fabio. :)

Mr. Red
26th December 2013, 12:36
Ma i cavi sono tutti nuovi?
Non è che il cordial è danneggiato/fallato?
Di solito, man mano che i fili di rame subiscono traumi, quello che si perdono sono le frequenza alte

F.Blues
26th December 2013, 12:43
Grazie, Fabio. :)
Di nulla.
Io al momento ho due cavi come questo (http://www.ebay.co.uk/itm/3ft-91cm-Vintage-Patch-Cable-Lead-Guitar-Bass-Keyboard-Yellow-Brown-/200694752808?pt=UK_Guitar_Accessories&hash=item2eba56e628) da 3mt ciascuno, uno fra chitarra e pedalame e l'altro fra pedalame e ampli, non ho fatto prove strumentali, non ne sento la necessità, per me è tutto ok, ho un altro cavo della quicklok da 4,5 mt ma non lo uso mai, più in là me ne faccio un paio con cavo Tasker.
Per i pedali, come dicevo, cavo RG58.

Gibert5
26th December 2013, 15:28
Di solito, man mano che i fili di rame subiscono traumi, quello che si perdono sono le frequenza alte

ti sei risposto da solo...
se guardi il grafico e ascolti il file, noterai che i Cordial hanno un bel pò di alte frequenze in più...
solo che hanno anche dei disturbi in più ed un suono che a me personalmente, proprio non piace.

i cavi avranno un paio di anni...

@ fblues
credo che quel cavo, sia un Sommer Cable SC-Classic vintage (http://www.thomann.de/it/sommer_cable_scclassique_gelbbraun.htm), l'ho appena preso per provarlo :)

F.Blues
26th December 2013, 16:20
Si tratta di un cinesissimo Silk Road (http://www.srsound.com/), questi sono produttori OEM quindi chissà, potrebbe pure essere

Gibert5
26th December 2013, 17:32
ah si si...
probabile che venga fatto tutto lì e poi vengano semplicemente rimarchiati.

tuttavia è anche probabile abbiano usato una guaina che fa molto vintage! :D

F.Blues
26th December 2013, 18:10
Ma che ne so, io l'ho preso perchè costava poco insieme a qualche pedalino pure quello molto cheap, quello che so è che non mi sembra perdere per strada alcunchè e questo già mi basta, sento invece che si perde qualcosa quando mi capita di usare il cavo che c'era in dotazione con la tele american vintage.

Mr. Red
26th December 2013, 19:36
Nel lontano 1990 dovevo, per la prima volta in assoluto, fare una serata in un localaccio malfamato della mia tranquilla cittadina e pensai bene di comprarmi un cavo buono per l'occasione.
Lo pagai 35mila lire, quando per una serata te ne davano 40, massimo 60 (oddio, oggi praticamente pagano anche di meno.....)
Risultato: arrivo al locale e al secondo brano la chitarra non emetteva più nessun suono.
Meno male che avevo il mio cavettaccio di tutti i giorni..... :asd
Brutta bestia il marketing.

cavaliereinesistente
6th January 2014, 15:39
Solo un'osservazione alla metodologia seguita da Gibert5... Ho delle perplessità sul fatto che hai nei tre casi tre input differenti, per quanto simili; piccole variazioni nell'esecuzione possono tradursi in variazioni potenzialmente dello stesso ordine di grandezza dei discriminanti cercati nei cavi. Sarebbe interessante, se ne avessi tempo e voglia, ripetere il test ad esempio sparando del rumore bianco o rosa, o il classico sweep... chiaramente bisognerebbe trovare un qualcosa che lo generi e che abbia un output, in termini di impedenza e livello, equiparabili a quelli di una chitarra. Uhm... idee? (ovviamente alternative all'utilizzo di un generatore di segnale da laboratorio)?...

F.Blues
6th January 2014, 15:56
Non so, una reampbox? ma poi perchè? Il segnale dei pickup va comunque stravolto da cavi, pre, finali, coni, il tutto messo insieme fa un suono nuovo che non è quello che la chitarra produce in acustico, non basta usare le orecchie e quello che più ci piace? che so, come questo o quel cono? Un plettro diverso piuttosto che le dita o una regolazione piuttosto che un'altra?
Pour parler eh, sono io che forse prendo queste cose troppo alla leggera

cavaliereinesistente
6th January 2014, 16:04
Anche io ho sempre visto con molta perplessità le disquisizioni sull'influenza timbrica dei cavi, e credimi, sui forum chitarristici il dibattito è molto più acceso (e fazioso, e spesso ai confini della realtà) di quanto meriti, per cui ho apprezzato l'approccio pacato ed obiettivo di Gibert; dato che non ho mai trovato dati definitivi, mi sono permesso di suggerire un ulteriore passetto per ottenere un test quasi a prova di bomba (così si chiude 'sto capitolo e possiamo concentrarci sui cristalli da applicare ai connettori)... ;)

F.Blues
6th January 2014, 16:09
Eh, ma quei postacci sono da evitare come la peste, lo dico da un bel po'...

cavaliereinesistente
6th January 2014, 16:18
Parecchi anni fa in un festival prestai la mia strumentazione ad un chitarrista americano nero di cui non ricordo il nome. Tolta la chitarra dalle mie mani ed imbracciata da lui, aveva un suono totalmente diverso. Né migliore né peggiore del mio, ma completamente un altro suono :)

Gibert5
6th January 2014, 16:57
Una prova più approfondita secondo me dovrebbe farla ogni singolo utente...
ogni setup ha un proprio suono e ogni persona ha una propria "sensibilità".

Detto questo, se mi sono permesso di postare una prova del genere, è per rivelare l'inconfutabile differenza sonica che passa tra cavi diversi, in una connessione ad alta impedenza.

Ancor prima di ascoltare i file, potete fare un'oggettiva considerazione, basandovi sui tre grafici che ho postato!
Le differenze ci sono e non sono neanche tanto piccole.
Sono ben evidenti i limiti del Cordial CIK122, sulla scarsa schermatura; così come è evidente un maggior rumore di fondo e una certa enfatizzazione delle alte frequenze!

Relativo ai file audio, io ho fatto le mie prove nell'arco di 2gg, ed ho riassunto in 3 piccoli file, l'esito ottenuto; ho tenuto conto delle differenti esecuzioni ed anch'io mi ero posto il problema di utilizzare eventualmente una take identica.
Molto semplicemente, non ce n'era bisogno :)
Potevo suonare in mille modi diversi, ma il mio orecchio percepiva sempre e distintamente, il suono dei 3 cavi.
Non avrei postato nulla, se avessi avuto il minimo sentore che, le differenti take, potessero influire in qualche modo, sull'esito del test.
Su questo, dovete fidarvi delle mie parole...

Ovviamente, ho riportato l'esatto setup utilizzato e la configurazione effettuata, proprio per evidenziare che, questi risultati, sono la somma di tale configurazione (incluso il pre e la sua impedenza dell'ingresso Hi-z) e di quella che è la qualità della mia rete elettrica, più eventuali problemi e disturbi (radiofrequenze, campi magnetici, ecc ecc).

Sto comunque controllando anche i cavi che collegano l'uscita del pre phono (quindi con un segnale già amplificato), all'ingresso dei convertitori!
Ci sono delle belle sorprese anche qua (vedi un simil rumble ed impulso che compare se il cavo è troppo vicino al ruoter con wi-fi attivato).

Il mio unico consiglio, è di fare qualche prova e di prestare molta attenzione sulle connessioni "delicate".
La differenza sonica, è più che evidente e in alcuni casi, va oltre quella che potrebbe essere il semplice gusto personale.

Il cavo Monster Cable è uscito vincitore da questo test...
non comprerò mai più un cavo del genere, con connettori pressofusi, ma presterò massima attenzione alla scelta del cavo che andrò ad assemblare.

p.s.
se mi prestate un reamp box, non ho problemi a fargli passare tutti i rumori che volete, e le take che desiderate.

cavaliereinesistente
6th January 2014, 18:01
Mah, vedi, il lavoro che hai fatto tu è ottimo, e "normalizzare" il segnale di origine avrebbe proprio il vantaggio di escludere l'unica parte di aleatorietà che ancora rimane, per dare un dato assolutamente (e finalmente) oggettivo.

Novalium
20th August 2014, 09:12
Detto questo, se mi sono permesso di postare una prova del genere, è per rivelare l'inconfutabile differenza sonica che passa tra cavi diversi, in una connessione ad alta impedenza.

Ancor prima di ascoltare i file, potete fare un'oggettiva considerazione, basandovi sui tre grafici che ho postato!
Le differenze ci sono e non sono neanche tanto piccole.
Sono ben evidenti i limiti del Cordial CIK122, sulla scarsa schermatura; così come è evidente un maggior rumore di fondo e una certa enfatizzazione delle alte frequenze!

Relativo ai file audio, io ho fatto le mie prove nell'arco di 2gg, ed ho riassunto in 3 piccoli file, l'esito ottenuto; ho tenuto conto delle differenti esecuzioni ed anch'io mi ero posto il problema di utilizzare eventualmente una take identica.
Molto semplicemente, non ce n'era bisogno :)

Secondo me l'errore metodologico è proprio questo, fidarsi troppo delle proprie orecchie e del proprio cervello e cercare di trovare giustificazione tramite la "scienza" (nel nostro casi i grafici ed i file audio). Come ti dicevano prima di me senza rigore in tutta la catena, i grafici o i file non contano nulla perchè sono falsati dalla fonte, cioè dalla tua esecuzione. Questo ovviamente non significa che non ci sia differenza tra i cavi ma semplicemente che per "dimostrarlo" serve un po' più di rigore. Ho sentito mille volte "impianti che suonavano benissimo" o "stanze dal suono bellissimo" che alla prima misura oggettiva dimostravano problemi notevoli, problemi che poi sarebbero riaffiorati moltiplicati in fase di mix. Quindi, ben vengano questo tipo di prove ma, se non usiamo la stessa identica esecuzione, abbiamo più variabili che cambiando ogni volta, pre, convertitori e casse.

Gibert5
20th August 2014, 17:13
e cercare di trovare giustificazione tramite la "scienza" (nel nostro casi i grafici ed i file audio). Come ti dicevano prima di me senza rigore in tutta la catena, i grafici o i file non contano nulla perchè sono falsati dalla fonte, cioè dalla tua esecuzione.

il grafico conta eccome, perchè mostra semplicemente la risposta in freq. senza nessuna esecuzione, quindi senza tener conto di quella variabile...
ciò che si legge, le mie orecchie lo hanno sentito; quindi ad es. nello specifico, la scarsa schermatura del cavo cordial è dimostrabilissima, come dimostrabili e ben udibili sono le distorsioni armoniche che saltano fuori e che vengono captate da qualche sorgente.


Come ho detto in precedenza, le differenze che si sentono nei file, sono le differenze dei cavi, indipendentemente dalla mia esecuzione...e soprattutto ho sottolineato io stesso che sarebbe il caso ognuno facesse le proprie prove con il proprio setup.
Ho postato i file, quando sono stato sicuro di catturare le caratteristiche dei cavi, scartando quelle take che potessero sfalsare la prova per differenze evidenti di esecuzione.

Chi ha voglia, si prenda il tempo di fare dei test.....per i cavi che ho provato io, non c'è bisogno di nessuna prova più "tecnica" ma a nessuno vieta di usare la stessa take per eliminare questa variabile.