PDA

Visualizza Versione Completa : Interferenze nell'impianto elettrico



Silve
18th January 2014, 17:07
Vi pongo un problema che mi sta facendo alquanto inca**are nel piccolo studietto che divido con 2 miei amici. E' praticamente l'ex ufficio di un azienda che produce impianti di areazione, accanto sono tutte aziende e in particolare loro lavorano tanto con frese e oggettini "poco rumorosi" vari... :wall ora, tralasciando che i rumori danno fastidio e ormai mi sono arreso a voler registrare col microfono durante il giorno qualsivoglia suono, voce, ecc... il problema è che arrivano da noi anche delle belle interferenze dal sistema elettrico che ovviamente è lo stesso, ogni tanto arrivano certe botte alle casse che mi fanno prendere un colpo oppure anche solo il nostro piccolo frigorifero quando si riattiva di tanto in tanto molla un click bello alto (la presa di corrente non è la stessa di casse e computer) e addirittura la tastiera midi non mi funziona più e devo scollegarla e ricollegarla per farla "riprendere" con Reaper, questo mi fa temere anche per il mio CARISSIMO MacBook. :mad:

Noi abbiamo 2 ciabatte separate, una per le casse e il preamp microfonico e l'altra per varie cose tra cui alimentatore del mio MacBook e il preamp per cuffie della Behringer che usiamo per smistare il segnale tra casse, cuffie ecc con vari pots, avendo solo una Apogee One fa comodo... comunque sono in 2 prese diverse. Il frigorifero è in un'altra ancora.

Non esistono dei filtri, delle scatolette che evitano queste belle cose? Perché anche registrando in DI una chitarra elettrica o una tastierina spesso entrano sti rumorini insopportabili. :wall

Spero mi illuminiate :stordita: :fagiano:

Petrella
18th January 2014, 21:56
Io ho lo stesso problema con un radiomicrofono. Non ho idea di come potresti risolvere, resto in attesa anch'io di possibili soluzioni.

DottMac
19th January 2014, 09:06
al di la del fatto che le prese o le ciabatte di corrente non siano le stesse, più prese si collegano in parallelo, condividendo fase, neutro e terra.
Il problema che descrivi potrebbe essere imputabile a fase e neutro condivise nelle prese di frigo e computer e/o un discreto potenziale nella linea di terra.
Io non conosco altra soluzione che non rifare l'impianto! :D (separando il frigo e gli altri elettrodomestici dal resto)

Silve
19th January 2014, 17:26
Immagino che la cosa sia costosissima...

znal_lanz
19th January 2014, 21:53
Il problema dei disturbi sulla rete elettrica è bidirezionale: i vari apparati non dovrebbero immettere in rete disturbi ma allo stesso tempo dovrebbero essere insensibili ad eventuali disturbi presenti, entro certi limiti.

Queste condizioni sarebbero verificate se vivessimo nel mondo di Iridella, quindi in pratica e spesso nelle zone industriali dove girano macchine datate, la rete è parecchio rumorosa, come tu hai avuto modo di verificare.

Per risolvere il problema o quantomeno mitigarlo ci sono vari livelli di intervento:

- filtri di rete EMC/EMI tipo quelli che puoi trovare qui (http://www.schaffner.com/en/products/emcemi.html) sulle varie linee di alimentazione.
- Montare uno stabilizzatore di tensione a monte di tutti gli apparecchi sensibili (praticamente tutti quelli presenti nello studio tranneil frigorifero
- montare un'unità UPS in line a sinusoide perfetta della potenza necessaria.

Le soluzioni dono in ordine crescente di costo e di efficacia.

Infine, anche se sono a norma linee di terra con una resistenza elevata (anche centinaia di ohm, a patto di avere l'interruttore differenziale con la giusta sensibilità) per applicazioni audio è bene avere una linea di terra la più corta possibile e con una bassa resistenza. Solo così è possibile ottenere un buon "effetto pulente" dai filtri ed evitare problemi di rumorosità e ground loop.

Silve
20th January 2014, 22:21
Meno male, ci speravo... però non capendone niente di tutta sta roba, riusciresti a darmi delle fasce di prezzo? Vedo che stabilizzatori di tensione e unità UPS sono spesso accomunate ai gruppi di continuità, sono la stessa cosa o spesso ne fanno parte? A me interessa solo uno schermo dalle interferenze. Il resto che hai detto su linee di terra ecc mi è completamente oscuro :asd

Gibert5
20th January 2014, 22:42
dai pippone....
almeno dicci i VA necessari...

mollyer
21st January 2014, 07:32
Allora sembrerà strano ma ... Ti conviene fare una prove . Se tutta la roba che hai elencato si trova nello stesso ambiente , prova attaccare tutto in seririe. Ripeto sembra strano ma usare più prese a muro crea maggiore interferenza che usare una sola presa - ciabatta decente - altra ciabatta che parte da una presa della prima ciabatta e così .... Nei limiti consentiti naturalmente .


Inviato con Tapatalk

Mr. Red
21st January 2014, 08:33
Un'altra cosa che puoi curare è di attaccare tutte le prese con la massa dallo stesso lato e posizionarle in ordine di assorbimento.

Cracker
21st January 2014, 09:56
Un'altra cosa che puoi curare è di attaccare tutte le prese con la massa dallo stesso lato e posizionarle in ordine di assorbimento.

La massa dallo stesso lato posso anche capirla, ma l'ordine di assorbimento a che serve?
Oltretutto parliamo di roba che dovrebbe consumare poco, non mi sembra ci siano grandi assorbimenti in atto..

Mr. Red
21st January 2014, 10:32
A boh, l'ho letta su un articolo ma mica lo saprei spiegare il perchè.
Ad ogni modo una volta, secoli fa, feci tutta questa procedura e tutto diventò silenzioso.
Peccato che poi partii per una serie di date in giro e al ritorno trovai mia mamma che, fieramente, mi fece vedere come "aveva tolto la polvere da tutti quei maledetti fili", mostrandomi la stanza pulita con tutte le ciabatte e i cavi scollegati e ben riposti sul tavolo..... :wall

eumir
21st January 2014, 10:34
c'è bich che ha avuto un problema simile nella sua struttura e l'ha risolto con un filtro (se non ricordo male) e molto sbattimento, magari se passa da qui può dare la sua esperienza in merito

znal_lanz
21st January 2014, 10:40
riusciresti a darmi delle fasce di prezzo?

Dipende dalle potenze in gioco.

In linea di massima:

- Filtri EMC/EMI dai 15 ai 60 € "per linea" in base all'assorbimento. Sia chiaro che un condizionatore di rete (power conditioner, per esempio i famosi Furmann) fa la stessa cosa filtrando su più stadi prima con un grosso filtro trasformatore poi con dei più piccoli filtri EMI su ciascuna uscita (o su uscite raggruppate). Generalmente questi dispositivi sono poi dotati di uno o più soppressori di scarica che provvedono allo scarico sul collegamento di terra dei picchi di tensione. Io ho un ART PS 4x4 ed il suo lavoro di pulizia lo fa, a patto come detto sopra di avere una linea di terra decente.

Da qui la domanda: hai un condizionatore di rete?

- Uno stabilizzatore di tensione ha un costo che può variare da un centinaio di € fino ad una decina di migliaia, in base alla potenza in gioco ed alla tecnologia impiegata. Sia chiaro: questo oggetto stabilizza la tensione entro un certo intervallo e con una certa velocità. Se la tensione viene a mancare non la può creare dal nulla e se c'è una rapida scarica difficilmente riuscirà a sopprimerla.

- UPS e gruppi di continuità sono la stessa cosa. Esistono varie tecnologie che determinano costi e prestazioni differenti. Il dubbio principale riguarda la scelta di un "Line Interactive" o di un "In Line". Se servono ulteriori dettagli magari ne parliamo in un secondo post, poiché altrimenti scrivo una pappardella di roba inaffrontabile :D

bich
21st January 2014, 11:04
Si, situazione simile.... oltre ad una tensione media molto bassa e a ripetuti cali (tranquillamente lavoravo a 190V) avevo anche un macchinario di una tipografia vicina che mi generava interferenze intorno agli 8KHz quando entrava in funzione.
Ho dapprima provato con un filtro della Schaffner, ma non è servito a nulla.
Mi son fatto anche delle belle chiacchierate col tecnico di capitan ventosa di striscia la notizia che mi ha rassicurato che non sono il solo ad avere di questi problemi....
Alla fine ho risolto con un Gruppo di continuità online a "doppia conversione" al quale ho collegato praticamente tutta la regia.
Mi ha eliminato un buon 80% di problemi!
Il prossimo step sarà prenderne un altro per le sale che sono ancora in balia della corrente zozza esterna.

znal_lanz
21st January 2014, 11:06
ma l'ordine di assorbimento a che serve?

Adesso... l'ordine di assorbimento un po' come alla elementari l'ordine di altezza mi pare un po' un'esagerazione, ma la consuetudine di dedicare linee indipendenti agli apparati di potenza rispetto ai servizi a bassa potenza è una prassi radicata, non solo per evitare di far saltare la linea di alimentazione, ma anche per evitare che le fluttuazioni di tensioni prodotte da un dispositivo che impiega parecchi ampere si ripercuotano su quei dispositivi che invece avrebbero bisogno di una tensione la più regolare possibile.

Anche qui però è da dire una cosa: un buon alimentatore deve essere in grado di filtrare entro certi limiti le impurità di rete. Il problema è che tanti apparati hanno uno stadio di alimentazione che fa letteralmente buttare di fuori, perché sono impiccati con le tensioni e sono sottodimensionati per le correnti.

Risultato: basta che una mosca faccia un peto vicino al cavo di alimentazione del frigo che questo si sente subito!!! :D

Cracker
21st January 2014, 11:10
l'ordine di assorbimento un po' come alla elementari l'ordine di altezza mi pare un po' un'esagerazione, ma la consuetudine di dedicare linee indipendenti agli apparati di potenza rispetto ai servizi a bassa potenza è una prassi radicata

Su questo siamo d'accordo, ma se parliamo ad esempio della ciabatta a cui sono collegati il PC, un preamp, un ampli cuffie ed i monitor direi che il problema non si pone... ;)

znal_lanz
21st January 2014, 11:17
ma se parliamo ad esempio della ciabatta a cui sono collegati il PC, un preamp, un ampli cuffie ed i monitor direi che il problema non si pone...

Direi che sono perfettamente d'accordo!!! Sarebbe però divertente capire chi è che assorbe di più nelle varie situazioni di utilizzo :D
bich: Che gruppo di continuità hai poi montato. Mi ricordo la vicenda trattata in altri lidi con l'H, ma non ricordo l'epilogo...

Cracker
21st January 2014, 11:37
Direi che sono perfettamente d'accordo!!! Sarebbe però divertente capire chi è che assorbe di più nelle varie situazioni di utilizzo :D

A spanne direi (dal device più parco al più vorace):
Preamp;
Ampli cuffie;
PC;
Monitor.

Se poi il PC é un desktop un po' spinto con un display grande, può passare al primo posto.


Inviato dal mio aifón quattroesse usando Topatalk

Mr. Red
21st January 2014, 11:39
Siete solo chiacchiere e quadro elettrico.... :ciap:

bich
21st January 2014, 11:39
Sul nuovo mi avevano bastonato senza pietà, poi su ebay ho beccato usato un "Online Xanto S1500" che per la regia basta e avanza, sopratutto ora che ho tolto il banco. La tensione ora è stabile a 240V, ho 15 minuti di autonomia in caso di blackout e le interferenze non danno fastidio come prima. Soltanto le apparecchiature sbilanciate o non schermate hanno un pò di problemi come le Empire R1000 (che non hanno ne messa a terra ne ingressi bilanciati) e eventuali bassi/chitarre collegate ad un amplificatore. Ma per me ora è trascurabile, prima non potevo nemmeno entrarci in regia!

AnoMinato
21st January 2014, 11:42
avrei detto PC al primo posto a prescindere (forse non i portatili), l'ampli cuffie diventa una rivelazione (in senso negativo), nn sapevo i monitor assorbissero poco...

devo dire alla mia ragazza di pedalare di più sulla dinamo quando accendo il pre allora :asd

Gibert5
21st January 2014, 18:58
Si, situazione simile.... oltre ad una tensione media molto bassa e a ripetuti cali (tranquillamente lavoravo a 190V) avevo anche un macchinario di una tipografia vicina che mi generava interferenze intorno agli 8KHz quando entrava in funzione.
Ho dapprima provato con un filtro della Schaffner, ma non è servito a nulla.
Mi son fatto anche delle belle chiacchierate col tecnico di capitan ventosa di striscia la notizia che mi ha rassicurato che non sono il solo ad avere di questi problemi....
Alla fine ho risolto con un Gruppo di continuità online a "doppia conversione" al quale ho collegato praticamente tutta la regia.
Mi ha eliminato un buon 80% di problemi!
Il prossimo step sarà prenderne un altro per le sale che sono ancora in balia della corrente zozza esterna.
bich
che tipo di problema a 8KHz?
io ho notato di recente che, con collegamenti ad alta impedenza, ho un sibilo a 8KHz (in verità piuttosto basso o praticamente nullo, in base alla qualità del cavo).

Con la chitarra ho risolto appunto con un cavo di buona fattura, mentre con il pre phono, dovrei provare a cambiare i cavi, ma dal lato giradischi sono saldati.

Silve
21st January 2014, 22:17
Non ci ho capito NULLA :stordita:

Sotto coi link a wikipedia ahahahahah

Comunque, se può aiutare, MI PARE che prima questi problemi fossero molto minori se non addirittura assenti. Però non so, magari in ditta hanno cambiato presa della corrente... boh.

bich
21st January 2014, 22:41
Per darvi un'idea ecco un esempio preso da una vecchia registrazione: https://www.dropbox.com/s/tj41pn09niwrfh3/0001%2013-Audio-1.wav
Tutto il casino che senti nei vuoti.... il cantante era solo in sala e non c'era niente di rumoroso oltre la cuffia....
Se lo ascolti a basso volume non te ne accorgi, ma dopo mix e mastering esce fuori tranquillamente!

znal_lanz
21st January 2014, 22:44
che tipo di problema a 8KHz?

A 4 e 8 kHz spesso si trovano fondamentale ed armoniche degli inverter che vengono utilizzati per azionare i motori elettrici dei macchinari. Purtroppo se scaricano in rete vuol dire che sono filtrati male o non filtrati affatto, e questo è male.

I nuovi contatori elettronici incorporano un sistema di filtraggio che minimizza il problema "tra vicini" ma se all'interno della stessa rete hai un macchinario "rumoroso" te lo tieni.

Silve
25th January 2014, 16:11
Ehm io non ho ancora capito cosa dovrei fare secondo voi per mitigare il problema :birra:

znal_lanz
25th January 2014, 20:24
Se vuoi poco "sbatti" ed un risultato molto buono nella maggior parte dei casi prendi un gruppo di continuità "in line" (a doppia conversione) della potenza di cui hai bisogno.

In questo modo, a parte il collegamento di terra, sei isolato dal resto dell'impianto.
Le due falle nel sistema sono:

- se hai qualche dispositivo alimentato fuori dalla rete UPS potrebbe tirare dentro dei disturbi.
- se hai una linea di terra con una resistenza alta, potresti catturare rumori, per quanto questa sia filtrata nell'UPS. L'ideale, come detto sopra, sarebbe avere un collegamento con il picchetto di terra il più diretto possibile.

Ovviamente un buon UPS a doppia conversione ha un prezzo maggiore ed un'efficienza energetica più bassa di un UPS line interactive, in cui però non c'è un vero isolamento ma solo un buon (dipende dai casi) filtraggio.

Mi raccomando, se decidi di intraprendere questa strada non stare a lesinare troppo.

astralis
27th January 2014, 11:51
nella regia che ho dentro casa, avevo un problema simile:
- monitor rumorosissimi;
- rientro nei monitor dei disturbi del pc;
- rientro del frigo (che sta in un'altra stanza) nei monitor.
un casino che non permetteva di lavorarci.

in preda alla disperazione dopo settimane di prove feci un ultimo tentativo di combinare i collegamenti, e tutto sparì come per magia.
ovvero: se mantengo tutto collegato in questo modo, non mi si presentano problemmi, nulla di nulla. ma se mi azzardo a cambiare il collegamento dii presa ad esempio dei monitor, rispunta tutto il macello.

buona parte del casino credo sia dovuto ad una messa a terra da schifo, che una volta mi fece prendere un scossetta bella pesa.

credo che una soluzione di questo tipo sia possibile solo in ambienti dove i disturbi non siano causati da grossi macchinare esterni.