PDA

Visualizza Versione Completa : E adesso devo trattare tutto l'interno: chi mi consiglia?



Pilloso
20th January 2014, 23:34
Ciao a tutti,
dopo anni di lavori ho finito di ristrutturare la mia casetta nuova, ovviamente riservando attenzioni speciali allo studio. Tutte le pareti sono in pannelli di cartongesso accoppiati a lana di vetro spessa 4cm, il soffitto è stato ricoperto in tela a pieghe scostata di una spanna dal muro, mentre il pavimento è uno zoccolo di ben 18 cm formati da più strati di materiali diversi, che vanno dalla gomma all'estruso di polistirene per finire con panetti di legno ripieni di lana di roccia, sul tutto è stato incollato un parquet.
Ora ho appena trasferito lo studio e ovviamente suona di cacca.
Questo me lo aspettavo ma la cosa più inquietante è che a volumi normali di missaggio, specie se il sub è acceso vibrano i muri anche all'esterno, ossia poggiando la mano nel corridoio accanto, e questo non va affatto bene.
Non ho ancora le porte montate quindi sicuramente le frequenze basse escono dalla stanza e agiscono in questo modo sulla parte esterna non trattata della parete.

Poichè dentro è tutto galleggiante e disaccoppiato dalle murature originali sono fiducioso che la cosa sia arginabile con gli ultimi interventi, e qui vi chiedo aiuto...

Prima di tutto chiedo cosa applicare sulle porte perchè restino "da civile abitazione" e allo stesso tempo aiutino a smorzare, e poi, una volta riempita la stanza tra mobiletti, divanetti e poltroncine varie, se ha una qualche utilità acquistare delle bass trap per gli angoli di quelle "economiche" che si trovano anche nei noti negozi online oltralpe... qualche consiglio in merito?

Grazie per qualsiasi dritta, ciao da Pilloso! :rolleyes:

Cracker
21st January 2014, 00:20
Ciao Pilloso :k:

Penso che le misure della stanza ed una piantina (comprese porte e finestre) possa facilitare chi volesse aiutarti.

Pilloso
21st January 2014, 08:29
Giusto!!! Ecco qua (https://dl.dropboxusercontent.com/u/8906553/piantina%20studio.jpg)

Da ignorare la "saletta di ripresa" in quanto è un'estensione che al momento non viene usata per le registrazioni, tutto si riduce alla sola "regia".
Le porte sono 2, lo spazio tra le due porte è soltanto un passaggio che resterà libero da ingombri ma fa parte della stanza.
Sulla finestra probabilmente metterò una tenda pesante, sotto c'è un termosifone già coperto da una griglia che dovrebbe anche spezzare un pò i riflessi.
Unico vincolo: poichè tutte le pareti sono in cartongesso vorrei evitare di forarle e appendere pannelli, salvo lo stretto indispensabile, magari qualcosa sul fondo sopra al divano.
Sono abituato al suono della mia vecchia stanza che essendo pienamente ammobiliata e molto tappezzata, anche senza correzioni era almeno priva di particolari riflessi e non falsava più di tanto le frequenze. Inoltre le regolazioni erano le stesse di oggi ed i bassi del sub erano molto più garbati amalgamandosi al resto senza fare vibrare nulla, forse questo è il problema principale.

Angix
21st January 2014, 19:01
Ciao Pilloso, bello rileggerti.

Ma le vibrazioni che dici le avverti sulle pareti perimetrali in muratura esterne alla struttura che hai creato?
Perché secondo me porta o non porta non cambia molto.

Premetto prima di tutto che non sono un esperto in materia, quindi "leggimi con le molle" :D .

Per me 4 cm di lana di roccia e 2,5cm (ipotizzo che abbia usato i classici pannelli da 12mm) di cartongesso non abbattono più di tanto.
Io nel mio nuovo studio per creare l'unica parete "ex-novo" ho usato 8cm di lana di roccia, 3mm di isorub (1150kg/m3) e i 2,5cm di cartongesso.. E anche se l'abbattimento c'è e non è poco, di sicuro sono ben lungi dal poter dire di aver insonorizzato l'ambiente (e fortunatamente non era quello l'obiettivo).

Nel tuo caso mi verrebbe da azzardare che è un po' tardi per agire sull'insonorizzazione.. Quello che dici riguardo a mobilia e traps serve al limite per migliorare l'acustica, ma certo non per isolare la stanza.

Prima però di azzardare ipotesi, ci puoi dire qual è la parete che avresti necessità di isolare? Oppure si tratta di tutte?

Pilloso
21st January 2014, 20:14
Dunque tutte le pareti internamente hanno il trattamento che dicevo, e questi pannelli in cartongesso + lana di vetro appoggiano sullo zoccolo che copre l'intero pavimento. L'unico scopo è non trasmettere rumori al piano di sotto, dove ci sono altri appartamenti.
Io non devo suonarci batterie, solo missare e al massimo chitarra elettrica sempre a volumi accettabili, niente di più.
Le vibrazioni le avverto forti già dentro la stanza seduto al tavolo, vibra tutto, compreso il pavimento, cosa che con gli stessi volumi non accadeva assolutamente nella vecchia stanza, dove la metratura era molto simile, era solo ammobiliata e piena su ogni parete.
se mi sposto fuori dalla porta (quella vicino alla tastiera) e appoggio una mano sul muro esterno sento le stesse vibrazioni ma devo pensare che sia una conseguenza dei bassi che si propagano dentro incontrollati e ovviamente della mancanza delle porte.
Prima di tutto vorrei sapere quindi come trattare l'interno per avere un ambiente più idoneo al missaggio, in particolare sapere se le bass trap in simil gommapiuma in commercio per gli angoli sono veramente efficaci o se devo autocostruirmi qualcosa con altri materiali, poi quando avrò un suono equilibrato e le porte montate tornerò a sentire cosa accade fuori.
Per questo mi sono convinto che molto dipenda già dallo smorzare questi bassi dentro prima che si trasmettano con tanta forza alle pareti, questo nella vecchia casa non accadeva assolutamente e non c'era alcun trattamento fatto volutamente ma solo una casuale disposizione di mobili, tende e mille altre cose che ricoprivano praticamente tutte le pareti.

Angix
21st January 2014, 21:08
Il problema è che lo "smorzare" che intendi te implica semplicemente il trattamento acustico della stanza che, ahimè, è una cosa diversa dall'isolare acusticamente.

L'isolamento lo ottieni con massa e/o "strati" con variazioni importanti di densità.

Tutto quello che concerne pannelli, bass traps, il famoso divano di gommapiuma e tutto il resto, rimane nell'ambito del cercare di migliorare l'acustica della stanza.

Certo, un minimo di effetto sull'isolamento i pannelli ce lo possono avere, ma si tratta di poco e niente se il mio obiettivo è quello di evitare che il suono (=vibrazioni) si propaghino al di fuori del mio ambiente.


Per tornare al tuo caso, se dovessi limitare al massimo vibrazioni sulle pareti esterne al tuo studio, dovresti o aggiungere massa alle pareti di cartongesso (vedi isorub) oppure -ancora meglio- aggiungere internamente un'ulteriore controparete lasciando un'intercapedine d'aria tra quella nuova e quella vecchia.

Comunque mi auguro che qualche esperto passi di qua e dica la sua per eventualmente smentirmi.

Pilloso
21st January 2014, 23:59
Me lo augoro anche io :asd perchè rimane una piccola situazione casalinga e non posso permettermi di rimpicciolire ulteriormente la stanza, oltretutto il lavori sono terminati ed anche le rifiniture, e quanto ho fatto sulle pareti e pavimento mi sembra già molto più di quanto abbia mai visto a casa di tanti musicisti.
Resta il fatto che già all'interno ci sono frequenze molto turbolente che rimbalzano e fanno vibrare tutto, appunto per questo vorrei tornare al topic e chiedo cosa mi si consiglia per equilibrare l'ascolto all'interno.
Io ho in mente i classici triangoloni grigi da piazzare negli angoli, alti circa 60cm e fatti tutti con lo stesso materiale fonoassorbente spugnoso, mi chiedevo se fossero un buon investimento visto che sono la soluzione più economica, o se trattasi di roba poco efficace.
Salendo di livello ci sono anche delle bass trap cilindriche più "raffinate" ma il concetto di riempire gli angoli mi sembra una priorità che in tutti gli studi viene osservata, anche se chi può tende già a chiuderli dal pavimento al soffitto con strutture un pò più articolate.
Poi non so, se qualcuno può aiutarmi con il calcolo di un QRD in base alle dimensioni della stanza... oppure posso mettere una banale tenda anche alle spalle del punto di ascolto, penso che assorbire sia sempre meglio che riflettere male...
Posso valutare anche qualche tappeto a terra, e poi un pò faranno anche mobiletti vari che vanno almeno a spezzare in modo naturale la regolarità delle pareti, però ascolto i vostri consigli.

Pilloso
27th January 2014, 00:22
Nessuno che abbia provato questi tronchetti della felicità morbidosi e grigi?