• IL CORAGGIO DI REGISTRARE (ovvero, la forza delle proprie decisioni)

    IL CORAGGIO DI REGISTRARE (ovvero, la forza delle proprie decisioni)

    by Published on 16th July 2014 09:30
    - "Non preoccuparti, adesso sembra che suoni male, ma poi lo aggiustiamo in mix"



    Affidare la vita ai coloratissimi e suggestivi plugins offerti dal mercato e da una sempre più interessante comunità freeware, è una delle principali tendenze del tecnico del suono principiante (o improvvisato!) dei nostri tempi.

    Ma "rimandare a dopo", quando il nostro segnale audio ha assunto ormai un'astratta sequenza di numeri binari, quasi sempre si rivela essere una cattiva idea. In ambito fotografico, è come scattare una posa superficiale, con una luce un po' così, con un trucco casalingo, senza idee, con l'immagine sfocata. E ovviamente, sperare che il nostro programma di fotoritocco e le nostre incredibili abilità in post produzione riescano a fare il miracolo, rendendo nitidi e chiari quei particolari che prima non si vedevano neppure. In realtà, ci si "mette una pezza", nulla di più. Siamo lontani anni luce dalla "buona produzione", per quel che significa, e stiamo completamente sbagliando strada e curva di apprendimento.

    plugins


    In sintesi: curare la ripresa in tutto il suo percorso, a partire dalla sorgente, è fondamentale.
    Detto ciò, questo breve articolo ha la pretesa di spingere il discorso un po' più in là.