Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123
Risultati da 41 a 54 di 54
  1. Supermod Brasilienji L'avatar di eumir
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Località
    Salerno
    Messaggi
    2,609
    Ringraziamenti
    430
    22nd October 2014,  11:22
    41

    +1 per registrare in linea un piano digitale, anzi ++1 per usare una libreria dedicata, che suonata con il feel di una tastiera di un piano digitale pesata potrebbe darti risultati inaspettati senza rimpiangere un piano vero (spesso le librerie abbondano di tools inutili, o poco pratici, ma puoi regolare con un certo grado di realismo alcune cose come rumore tasti, rumore pedali, ecc.. che contribuiscono a dare una buona dose di realismo).

    Vorrei dire una cosa, che volevo dire dall'inizio, da quella tua presa di posizione loyuit contro tutto cioè che è virtuale, come se fosse il demonio usare un plug-in : non sempre è così, non bisogna generalizzare, non sempre il "vero" ti aiuta a raggiungere risultati veritieri, soprattutto quando (come hai potuto vedere dagli interventi interessanti del 3d) entrano in gioco altri fattori che contribuiscono non poco ad innalzare il livello di qualità e di realismo. Io ho parlato in uno dei primi post di curare l'acustica e il tracking (leggi tecniche di ripresa, controllo ambientale per creare delle situazioni di ripresa decentie attrezzatura chiaramente, mic, pre cavi, convertitori ecc).

    Per dirla in una parola è sempre una questione di EQUILIBRIO.. io vedo molti studi sbilanciati, nel senso che ci si incaponisce su un aspetto, percependo che il risultato finale non ci soddisfa, e puntando in una direzione sola. Ma alla fine la soluzione non è il ferro migliore, ma portare allo stesso livello il resto dell'attrezzatura . L'equilibrio è la cosa che mi guida nelle mie scelte (non solo di audio ) .. cerco sempre di innalzare il livello complessivo delle mie conoscenze e attrezzature di uno step, in maniera progressiva, per evitare di trovarmi con il neumann infilato nella m-audio e registrato nel salotto di 80mq (sono tutti esempi chiaramente no ho ne un neumann, ne una m-audio e tutta la casa è 80mq

    chiaramente è un mio pensiero, ma credo che centri nel discorso generale
    Ultima modifica di eumir; 22nd October 2014 alle 11:25

  2. I seguenti 2 utenti ringraziano eumir per questo utile post:

    + Show/Hide list of the thanked

    cavaliereinesistente (22nd October 2014), Cracker (22nd October 2014)

  3. 32 kHz (mono) L'avatar di loyuit
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Località
    zena
    Messaggi
    400
    Ringraziamenti
    22
    22nd October 2014,  11:57
    42

    Ciao
    Galaxy lo ho provato in passato e non mi e' piaciuto molto
    Tra tutti quelli che ho provato i piu credibili vst di piano alle mie orecchie sono il new york della
    NI e kawai e pleyel della acoustic sample
    Pero' poi preferisco il mio digitale.
    Solito problema dei vst,suonano bene da soli ma in mix scompaiono o creano un impasto finto

  4. 32 kHz (mono) L'avatar di loyuit
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Località
    zena
    Messaggi
    400
    Ringraziamenti
    22
    22nd October 2014,  13:31
    43

    Anche sui vst ci tengo a sottolineare che sono
    opinioni personali.Potrei essere io a non riuscire a valorizzarli
    o semplicemente a non riuscirmici ad affezionare.
    Ci sono sicuramente dei bellissimi vst e plugins
    che spesso sia per praticita' sia per qualita' superano
    molto hardware

  5. 44,1 kHz (16bit) L'avatar di cavaliereinesistente
    Data Registrazione
    Sep 2013
    Località
    Asti, Italia
    Messaggi
    1,369
    Ringraziamenti
    799
    22nd October 2014,  13:53
    44

    scheda audio convertitori oppure registratore hardware

    Citazione Originariamente Scritto da loyuit Visualizza Messaggio
    Ma si sono d'accordo
    Quella di microfonare il digitale e' piu una presa di posizione masochistica. E so che non e' la strada. La strada e' forse un piano acustico con un ambiente adeguato. E non e' da tutti avere un buon ambiente per registrare adeguatamente un pianoforte.
    Purtroppo in questo contesto un piano digitale o stage piano ca**uto potrebbe essere l'unica soluzione.O i vst: magari prima o poi riusciranno a farne di decenti,chissa'...
    Mah vedi, molto dipende anche dall'utilizzo che avrà la tua traccia di piano. Se devi registrare un album solo di Stefano Bollani, è ben diverso dal mettere un piano in un brano pop insieme ad altre 48 tracce, e per cui un semplicissimo (e gratuito) digidesign Mini Grand fa egregiamente il suo lavoro.

  6. 32 kHz (mono) L'avatar di loyuit
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Località
    zena
    Messaggi
    400
    Ringraziamenti
    22
    22nd October 2014,  13:59
    45

    Si vero
    Diciamo che il piano io lo concepisco principalmente in stile cantautore,piano voce e poco altro
    E se il piano non suona a dovere....

  7. 44,1 kHz (16bit) L'avatar di Gibert5
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Messaggi
    1,344
    Ringraziamenti
    367
    22nd October 2014,  15:26
    46

    io ho preso the Giant e Alicia Keys della NI, e con meccanica pesata Fatar mi sembra di avere un piano in carne ed ossa!
    Quello che manca e mancherà sempre a qualsiasi suono di pianoforte (che si tratti di libreria o di sintesi a modelli fisici), è "soltanto" l'ascolto del suono tramite la cassa armonica del pianoforte stesso; per il resto è come ascoltare niente di più e niente di meno, un pianoforte ripreso da dei mic che passano attraverso dei pre + l'interazione della sala di ripresta.


    Gibert5 è la naturale evoluzione di Gobert4.....stiamo lavorando per immettere sul mercato, Gabert6 con pieno supporto x64

  8. 44,1 kHz (16bit) L'avatar di cavaliereinesistente
    Data Registrazione
    Sep 2013
    Località
    Asti, Italia
    Messaggi
    1,369
    Ringraziamenti
    799
    22nd October 2014,  15:33
    47

    scheda audio convertitori oppure registratore hardware

    Come stai a latenza? Io per mettere a loro agio i pianisti ho dovuto prendere un expander (E-mu proformance+), riceve midi-in dalla master pesata, manda il thru alla daw che registra e l'audio in monitoraggio diretto al pianaio... Viceversa, specie con banchi pesanti (tipo lo Steinway Grand della east-west) è quasi insuonabile in diretta

  9. 32 kHz (mono) L'avatar di loyuit
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Località
    zena
    Messaggi
    400
    Ringraziamenti
    22
    22nd October 2014,  16:36
    48

    Mi ero perso l'intervento di Eumir piu su
    Quoto tutto quello che dici
    Sul discorso libreria di piano io personalmente (e qui mi riallaccio
    all'intervento di Gobert) non ho mai trovato nulla di eccezionale.
    Pero' potrebbe anche dipendere dalla qualita' di gestione midi della mia tastiera...
    chissa'.E' un piano digitale roland con tasti pesati etc ma magari potrebbe
    avere poca sensibilita' sul midi.Non so.
    Sicuramente un pianoforte e i synth in primis sono gli unici strumenti
    che mi vengono in mente che possano essere riprodotti fedelmente
    con sample o algoritmi.Quelli che ho provato finora non sono riusciti a soddisfarmi
    ma mi piacerebbe che col tempo uscisse qualcosa in ambito piano
    che possa evitarmi le complicazioni di un piano vero da microfonare.
    Altri strumenti vst tipo chitarre,trombe,bassi,batterie etc a mio parere
    non si avvicinano molto alle di amiche che offre uno strumento reale.
    Se poi uno gestisce un rullante in un pezzo hard rock con 4 velocity allora il vst
    puo andare bene.Ma un vst che emuli una spazzola su un rullante
    in ambito jazz con migliaia di sfumature timbriche e di amiche dubito
    si possa attuare.E questo vale per altri strumenti complessi.
    Il pianoforte,come diceva il mio maestro di chitarra,e' piano ed e' forte,tutto qui.
    Quindi lo vedo piu inquadrabile in una gestione midi.
    Come latenza non avevo grossi problemi (mi pare lavorassi a 128 di buffer a 96khz)
    Pero' attualmente come software oltre alla daw ho solo due plugin,uno di eq e uno di comp.
    Non uso vst attualmente.

  10. Supermod Brasilienji L'avatar di eumir
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Località
    Salerno
    Messaggi
    2,609
    Ringraziamenti
    430
    22nd October 2014,  17:54
    49

    sono d'accordo pure io sul fatto che alcune cose non sono simulabili, e che, evidentemente, è sempre meglio vero che finto (con tutto quello che comporta gestire il vero come ho scritto su) ... anche a me piacciono le cose molto acustiche e minimal ed effettivamente in questi contesti alternative credibili di certi strumenti non esistono, tuttavia trovo che non si possa generalizzare e che in certi casi alcuni vst o librerie non sono ripieghi.

    Dipende evidentemente sempre da quello che fai, perchè ci sono generi musicali dove il realismo estremo non è richiesto, anzi si gioca proprio sul "finto" o su certi effetti.. come è stato detto su anche da te.

    Mi riferivo più al discorso di preferire a tutti i costi le macchine: è certamente soggettivo, ognuno ha il suo sistema, ma non sarei così estremo... soprattutto sugli effetti: oggi tra plugins native, dsp, alternative valide ci sono

    ma mi fermo perchè l'ITB vs OTB ci osserva da dietro l'angolo

  11. 32 kHz (mono) L'avatar di loyuit
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Località
    zena
    Messaggi
    400
    Ringraziamenti
    22
    22nd October 2014,  20:13
    50

    Si stiamo tergiversando da due pagine
    Concludo l'ot dicendo che il pro macchina coi paraocchi no. Quello che cerco (e cerchero') di capire e scoprire anche tramite i vostri consigli e' di ottimizzare il mio setup (nei limiti dei miei bisogni e del mio budget) scegliendo cio' che e' piu appropriato,macchina o plugin,a seconda del contesto. Sentire a piu voci che il recorder esterno e' evitabile se si ha gia' una buona scheda,che i convertitori di una scheda come la mia non hanno nulla da invidiare a convertitori dedicati piu costosi e la differenza e' solo nel colore e nel carattere piu che nella definizione,che il sommatore otb anch'esso ha piu una funzione caratterizzante che altro ma la somma itb e' perfetta (questa forse l'ho letta altrove..),insomma tutto cio' sinceramente e' positivo. Proprio perche' dove si puo' preferisco evitarmi spese e sbattimenti
    ripiegando volentieri sul software anche,soprattutto in ambito plugs. Sui vst per ora,tranne qualche synth,una volta confrontato con lo strumento vero ho sempre preferito quest'ultimo. Sara' perche' faccio generi piuttosto acustici dove la differenza tra uno strumento microfonato e un emulazione si fa sentire maggiormente. Approfondiro' il discorso vst di piano e limiti potenziali di gestione midi della mia tastiera. E provvedero' spero all'acquisto del mic da misura cosi' mi illuminate sul dove intervenire per un trattamento acustico accettabile (devo ancora capire se esiste un compromesso tracking, mixing oppure sono due trattamenti acustici diversi)
    Ciao

  12. 32 kHz
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Località
    a casa mia
    Messaggi
    885
    Ringraziamenti
    368
    22nd October 2014,  20:23
    51

    Citazione Originariamente Scritto da loyuit Visualizza Messaggio
    Affascinante questo Proximity: se ho capito bene utilizzando un riverbero lui mi calcola la distanza emulata?
    Anche se uso un riverbero outboard?
    In teoria Proximity dovrebbe emulare solo la distanza tra sorgente e punto di ascolto (o di ripresa), ma senza aggiungere riverbero... almeno così è come l'ho capita io quando è uscito e l'ho provato (ma può essere benissimo che mi sbagli, non è tra gli strumenti che uso, anche se potrebbe fare bene ai miei lavori, visto che uso solo suoni di synth).
    Il rispetto si costruisce solo insieme.

  13. 32 kHz (mono) L'avatar di loyuit
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Località
    zena
    Messaggi
    400
    Ringraziamenti
    22
    22nd October 2014,  20:27
    52

    Sembra affascinante anche se oltre a calcolare da quello che leggo sul sito sembra un effetto delay-reverb vero e proprio
    Approfondiro'

  14. 32 kHz
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Località
    a casa mia
    Messaggi
    885
    Ringraziamenti
    368
    22nd October 2014,  20:37
    53

    Sugli strumenti acustici, anch'io sono dell'idea che non ci sia paragone con uno strumento reale ben ripreso, specialmente se parliamo di parti "importanti". Secondo me quel che fa tanta differenza è l'esecuzione, che è molto difficile da programmare bene (senza nulla togliere alla difficoltà di rendere bene uno strumento tramite campionamenti).

    Per quanto riguarda il pianoforte, non ho provato le librerie citate di Native Instruments (dai brani dimostrativi sembrano molto belle... forse un po' troppo "prodotte" per i miei gusti), però credo che riuscirei ad essere "insoddisfatto" anche di quelle, sono certo riuscirei a trovare il pelo nell'uovo che non me le farebbe apprezzare del tutto... Comunque ho lo stesso problema pure col piano digitale (e non ho una porcheria!), anche se tra gli strumenti che possiedo è ancora quello più "realistico".
    Il rispetto si costruisce solo insieme.

  15. 32 kHz (mono) L'avatar di loyuit
    Data Registrazione
    Jun 2014
    Località
    zena
    Messaggi
    400
    Ringraziamenti
    22
    22nd October 2014,  21:43
    54

    Io ho apprezzato la New York della NI
    Tutte le altre non particolarmente
    E poi Pleyel e soprattutto Kawai della AS
    Ma come dicevo ho sempre ripiegato sul mio Roland hp1...nulla di esoterico ma lo ritengo ancora piu realistico:
    Pero' c'e' il discorso tastiera. Faccio un esempio: Quando sono passato dalla td6v alla td9 (parlo di centraline di batteria quando avevo la batteria elettronica) oltre a un miglioramento di suoni ho anche notato una migliore risposta dei pad,una maggiore sensibilita' anche interfacciata coi vst di batteria.Questo potrebbe in parallelo essere anche accostabile al discorso tastiera e vst piano.

Pagina 3 di 3 PrimaPrima 123

Tag per Questa Discussione