Risultati da 1 a 5 di 5
  1. Moderator L'avatar di Edi
    Data Registrazione
    Aug 2014
    Località
    Mondovì
    Messaggi
    1,847
    Ringraziamenti
    288
    31st January 2018,  21:16
    1

    Livellare bene le basi in uscita: cosa e come?

    Salve gente!

    Come già leggermente anticipato nel 3d del @cavaliereinesistente sto spostando il progetto pilota di una band su Reaper, complici tantissimi aspetti che me lo fanno preferire rispetto al bellissimo ma pesante Live.

    Ora, ho principalmente due tracce di strumenti (piano / pad e effetti) in una cartella, una di cori/vocals e una di click, per un totale di massimo 4 wav contemporanei (prima nel punto minimo erano 7/8... bella ottimizzazione )

    Dato che bisogna livellare il tutto in uscita, che approccio preferireste voi? Compressore? Limiter? Dove? Come? All'incirca sono già abbastanza matchate, vorrei solo un qualcosa in più che le renda "pronte". So che esiste, tirateli fuori 'sti nomi

    Se volete fare nomi possibilmente roba leggera.

    Grazie

    Ava
    Ultima modifica di Edi; 31st January 2018 alle 21:18

  2. 44,1 kHz (24bit) L'avatar di MRK_LAB
    Data Registrazione
    Dec 2014
    Località
    Valadas Occitanas
    Messaggi
    2,647
    Ringraziamenti
    675
    31st January 2018,  21:27
    2

    Dipende anche dal tipo di materiale.
    Se hai bisogno di dinamica , ad esempio , perchè livellare ?
    Da li in su poi qualunque , dal compressore al clipper.

  3. Moderator L'avatar di Edi
    Data Registrazione
    Aug 2014
    Località
    Mondovì
    Messaggi
    1,847
    Ringraziamenti
    288
    31st January 2018,  21:40
    3

    Citazione Originariamente Scritto da MRK_LAB Visualizza Messaggio
    Dipende anche dal tipo di materiale.
    Tribute band di Elisa. Per un "classico" lavoro all'italiana non serve molta dinamica. Fosse per me avrei già compresso tutto, solo che il piano fa un effetto pump e salta fuori, assolutamente troppo, forse è meglio un clipper?

  4. 44,1 kHz (24bit) L'avatar di MRK_LAB
    Data Registrazione
    Dec 2014
    Località
    Valadas Occitanas
    Messaggi
    2,647
    Ringraziamenti
    675
    31st January 2018,  22:07
    4

    Dipende quanto profondo vuoi lavorare.
    Un compressore puoi tenerlo leggero e lavorare profondo , chiaramente non ti tirerà fuori un mattone.
    Un clipper (se usato canonicamente) lo fai lavorare sulle creste.
    Probabilmente la soluzione migliore è il classico passaggio attraverso più processori di dinamica in cascata , da ognuno dei quali tiri fuori il meglio , ultima limata di clipper/limiter , occhio alla somma del tutto ovviamente !

  5. I seguenti 2 utenti ringraziano MRK_LAB per questo utile post:

    + Show/Hide list of the thanked

    djdona (31st January 2018), Edi (31st January 2018)

  6. 32 kHz L'avatar di Lattugo
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Messaggi
    610
    Ringraziamenti
    144
    1st February 2018,  07:44
    5

    L'approccio che preferirei io (che ho usato, e che funziona) è di testare in sala prove con la daw.
    Carichi in un progetto tutte le tue basi, una per traccia, e le livelli con i fader del volume man mano che provi le canzoni.

    Trattandosi di sequenze immagino anche piuttosto diverse tra loro, ogni altro approccio rischia di essere poco efficace. Bisogna provare e smanettare sui livelli fino a che un brano dietro l'altro tutto suona fluido nell'interazione con gli strumenti suonati. Su ogni canale ti consiglio di mettere un compressore per limitare la dinamica, per quanto necessario: specie se non avete un fonico in sala e dovete gestire da palco.

    Infine un limiter "di guardia" sul master bus.

Tag per Questa Discussione