Risultati da 1 a 8 di 8
  1. Eroe del forum (Admin) L'avatar di lordadb
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    6,527
    Ringraziamenti
    2,163
    9th June 2018,  11:06
    1

    Tempo dedicato al perfezionamento professionale

    Ciao a tutti,

    ultimamente sto dedicando più tempo all'aggiornamento, alla ricerca e allo studio in senso stretto del termine per l'accrescimento professionale (della serie: Non si Finisce Mai Di Imparare - e nel nostro mestiere è ancora più vero), investendo delle ore lavorative in più rispetto al solito.

    Normalmente, ho sempre sfruttato solo gli spazi liberi, ma in questo periodo sto valutando un contesto più programmatico, inserendo questo tempo prezioso in almeno un giorno alla settimana fisso, tranne eccezioni in caso di appuntamenti obbligati. Questo, unito al giorno di riposo, ridurrebbe però a 5 i giorni lavorativi della settimana, inclusi i corsi che organizzo di tanto in tanto, anche se questi, in genere, rubano il mio giorno libero.

    Tout court, voi come gestite il tempo per l'aggiornamento professionale? Quando capita? Negli spazi tra un lavoro e l'altro? Questo a prescindere dal fatto che la musica sia anche il vostro lavoro.
    Ultima modifica di lordadb; 9th June 2018 alle 11:23

  2. I seguenti utenti ringraziano lordadb per questo utile post:

    + Show/Hide list of the thanked

    roby_pro (9th June 2018)

  3. Eroe del forum (Admin) L'avatar di lordadb
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    6,527
    Ringraziamenti
    2,163
    9th June 2018,  15:13
    2

    Scrivo qualche considerazione generale aggiuntiva.

    Talvolta succede di acquistare, che so, un pedale per chitarra, una chitarra stessa, un microfono, un eq, un comp, cose grandi o piccole che si rendono necessarie magari per una produzione specifica; oppure si tratta di un acquisto ponderato non legato ad un'esigenza del momento, ma fa parte di un upgrade dello studio; potrebbe anche essere un software o una macchina, poco importa.

    Fatto sta che in tutti questi casi, anche se la necessità mi porta ad utilizzare il nuovo attrezzo praticamente senza rodaggio, ho l'abitudine poi di prendermi del tempo per capirlo ed entrarci più a fondo facendo test, prove e controprove, per vedere quanto, dove e come utilizzare il nuovo tool.
    Se si tratta di un eq, per esempio, comincio a studiare le sue curve (magari utilizzando il Waves Q-Clone per visualizzare a schermo quello che faccio), i punti deboli, dove e come funziona meglio, in quale punto della catena può risultare più efficace, i livelli operativi ottimali, ecc.
    Questo approccio vale anche per un microfono, per un compressore, ma si può estendere per uno strumento musicale che può essere un synth o una chitarra. E' interessante, infatti, constatare e segnare mentalmente - a volte anche in forma scritta, ma ammetto che è sicuramente più raro - non solo come questi strumenti rendano meglio in sé, ma anche come ottenere i risultati migliori inserendoli in una catena di registrazione.

    Ecco, tutto questo per dire che anche questo tempo lo considero di formazione e fino ad oggi l'ho gestito un po' a sentimento, impegnando i ritagli di tempo e certe volte anche il tempo libero.
    Ultima modifica di lordadb; 13th June 2018 alle 15:46

  4. Eroe del forum (Admin) L'avatar di lordadb
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    6,527
    Ringraziamenti
    2,163
    13th June 2018,  13:29
    3

    Dal silenzio, deduco che siete tutti nati "imparati'.

  5. 32 kHz L'avatar di KARIBUMASTERING
    Data Registrazione
    Jul 2015
    Località
    Ala di Stura (TO) - Italy
    Messaggi
    737
    Ringraziamenti
    613
    13th June 2018,  14:48
    4

    Tocchi un tasto dolente per il sottoscritto...
    E' uno degli aspetti che personalmente mi manca di più, il fatto di poter dedicare tempo "non lavorativo" (che poi in realtà non è così, ma ci siamo capiti...) per approfondire argomenti o strumenti.
    Ho una marea di plugin da testare, o altri che vorrei testare meglio, funzioni che a volte penso "ma chissà se ProTools o Sequoia possono fare questo magari in modo automatico" e poi alla fine vince il fatto che farlo in modo non automatico ma come sempre mi fa essere nell'immediato più veloce, per cui non sto a cercare sul manuale o fare una ricerca in rete, anche se sarebbe tempo ben investito perché forse mi farebbe essere più veloce la volta successiva.

    Sto valutando alcuni possibili cambiamenti del setup, ma implica studiare un po', prendersi qualche giorno o qualche ora in qualche giorno per verificare i miglioramenti...tutto tempo che alla fine non ho, o magari decido più o meno coscientemente di non dedicare a questa attività.

    Tutto questo per arrivare alla tua domanda "come gestite l'aggiornamento professionale": in sincerità non lo gestisco, ogni tanto capita una necessità obbligata (tipo update ecc...) alla quale dedico il minimo indispensabile affinché tutto funzioni come deve (nel senso di "come mi permette di lavorare").

    Probabilmente hai ragione tu, la cosa migliore sarebbe programmare del tempo da dedicare a questa importante (e interessante, anche perché se no il rischio che un lavoro che per nostra fortuna è pure una passione si trasformi in un "lavoro e basta" aumenta considerevolmente) attività.
    KARIBU Mastering Studio
    ...everything needs to be mastered!
    www.karibumastering.com
    www.facebook.com/karibumastering

  6. Eroe del forum (Admin) L'avatar di lordadb
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    6,527
    Ringraziamenti
    2,163
    13th June 2018,  16:04
    5

    Si, è esattamente questo il punto.

    Ho la convinzione che gestire in modo razionale il tempo (talento a parte che mi manca e che invidio chi ce l'ha) in modo da rendere interessante il proprio lavoro accrescendo il bagaglio non solo con l'esperienza, ma anche con lo studio, l'aggiornamento e la sperimentazione, sia veramente un aspetto molto complicato da inserire in una routine settimanale (o mensile).

    Eppure ne parliamo talmente poco. Capisco che è un aspetto estremamente soggettivo, ma ogni spunto personale può essere di aiuto.

  7. 32 kHz L'avatar di KARIBUMASTERING
    Data Registrazione
    Jul 2015
    Località
    Ala di Stura (TO) - Italy
    Messaggi
    737
    Ringraziamenti
    613
    13th June 2018,  16:18
    6

    Sì è vero, ne parliamo poco della gestione del tempo, mentre in effetti è un aspetto molto rilevante.
    Il planning è fondamentale, io ad esempio ho trovato un grandissimo miglioramento da quando ho "informatizzato" la programmazione ed ho lasciato la pianificazione in mano alla mia socia/moglie (sia perché ho la fortuna che sia una "del mestiere" per cui ci si capisce, poi è inutile star lì ma le donne in questo hanno una marcia in più...), perché quando entro in studio ho già definito quello che devo fare e mentalmente è, per lo meno per me, una grande liberazione.
    La difficoltà è il riuscire, ma anche lì sono convinto che sia molto dovuto all'attitudine che ci si mette più che ad un reale impedimento, ad inserire nel calendario una voce chennesò "learning" o "testing" quando ci sono i "paid job" in coda, bisognerebbe fermarsi un attimo e capire quanto qualche ora "rubata" nella settimana sia poi così influente...
    Nel senso chiedersi: ma se quel certo lavoro anziché consegnarlo domani sera lo consegno dopodomani, cambia qualcosa? Magari ci sono situazioni in cui sì, non si può rimandare, ma sono convinto non siano tutte, come invece a, credo, tutti noi sembra sempre.
    KARIBU Mastering Studio
    ...everything needs to be mastered!
    www.karibumastering.com
    www.facebook.com/karibumastering

  8. I seguenti utenti ringraziano KARIBUMASTERING per questo utile post:

    + Show/Hide list of the thanked

    grungelizer (14th June 2018)

  9. Eroe del forum (Admin) L'avatar di lordadb
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    6,527
    Ringraziamenti
    2,163
    13th June 2018,  18:11
    7

    Citazione Originariamente Scritto da KARIBUMASTERING Visualizza Messaggio
    quando ci sono i "paid job" in coda
    Assolutamente rilevante, non avevo pensato di mettere sul tavolo anche questo aspetto. In effetti, anche quando programmo del tempo da dedicare a test e apprendimento, finisce che un lavoro da consegnare ha sempre la priorità. Quanto questo sia giusto o sbagliato, naturalmente, dipende dal carico di lavoro che uno ha in coda e dalle esigenze particolari del cliente in funzione del tempo. Ma in linea di massima, la difficoltà mentale di posporre un qualsivoglia lavoro già pagato o da saldare è notevole. Una delle difficoltà che riscontro io è quella di non avere la mente libera: sono un tipo a cui piace sapere di aver fatto tutto il proprio dovere prima di fare qualsiasi altra cosa, come se dedicare tempo all'apprendimento non facesse parte del lavoro.

  10. I seguenti utenti ringraziano lordadb per questo utile post:

    + Show/Hide list of the thanked

    grungelizer (14th June 2018)

  11. 44,1 kHz (16bit) L'avatar di classic
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Località
    COMO
    Messaggi
    1,023
    Ringraziamenti
    314
    13th June 2018,  23:20
    8

    Certo da studiare e approfondire ce ne sarebbe sempre tanto
    Il problema nel mio caso che lavoro 8h giorno è trovare il tempo e quindi per questo periodo no, non ci riesco proprio salvo che per quei tool che devo usare per la produzione e allora ci smanetto un po ma senza un metodo ben preciso


    Inviato dal mio GT-I9515 utilizzando Tapatalk

Tag per Questa Discussione