Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 20 di 23
  1. 8 kHz (mono)
    Data Registrazione
    Oct 2018
    Località
    Italy
    Messaggi
    6
    Ringraziamenti
    0
    27th October 2018,  15:01
    1

    Musica e Linux: C'è qualcuno?! :-)

    Ciao raga, lavoro nel campo della musica da parecchi anni e ultimamente sto approfondendo il discorso per quanto riguarda anche la produzione musicale. In effetti ho sempre preparato arrangiamenti demo e provini a casa con l PC prima di presentarlo alla band, ma ora sto lavorando anche a progetti di musica elettronica, quindi insomma, sto allargando di pareccho gli orizzonti. Vengo da anni di ambiente Linux, più per scelta ideologica che per altro, e vorrei portare avanti questa scelta perchè i software che si trovano in circolazione mi sembrano ottimi e riesco a farci tutto quello che mi serve senza stare a combattere con crack o robe del genere e senza dover spendere capitali per avere le versioni uffciali dei software che udo. Come dicevo sono abbastanza esperto di musica ma ben poco di informatica. Quindi ogni tanto mi ritrovo a scontrarmi con questioni tecniche come aggiornamenti del sistema e dei vari software. Operazioni che in Linux a volte richiedono un po' più di attenzioni e copetenze che in altri ambienti.

    Per entrare nel merito, comincio col dire che sono appena passato da Xubuntu 14.10 a 18.10, e ho paura che con l'avanzamento di sistema, insieme ad alcuni nuvi ottimi programmi che mi si sono caricati automaticamente, mi si è anche un attimino incasinata tutta la situazione, e il mio workflow ne ha risentito. C'è qualcuno qui che potrebbe aiutarmi?! O non c'è nessuno che fa musica su sistema Linux?! Dovrebbe esserci almeno il buon vecchio Steeler aka Davide Dieci, dico bene?! Se ci siete battete un colpo, così vi racconto con quali problemi mi sto confrontando e magari si risolve insieme. Grazie mille in ogni caso, ciao! :-)

    Ab
    Faccio musica con software linux (Ardour come DAW, più altri programmi e plugin vari). Desktop: xubuntu. Distribuzione: Ubuntu 18.04 LTS x86_64.

  2. 22 kHz L'avatar di Flavio
    Data Registrazione
    Feb 2014
    Località
    Monza
    Messaggi
    302
    Ringraziamenti
    121
    29th October 2018,  09:47
    2

    Ciao
    non conosco Linux ma capisco e condivido la scelta ideologica.
    Passando però ad una situazione più 'professionale' e soprattutto essendo, come dici, poco esperto di informatica ti consiglierei di valutare bene se portare avanti o meno questa scelta prima di trovarti improvvisamente in braghe di tela quando meno te lo aspetti mentre hai un lavoro da ultimare e magari da consegnare al cliente.
    Stabilità del sistema utilizzato e compatibilità con i vari standard sono fattori da non trascurare se diventa un lavoro.

  3. 8 kHz (mono)
    Data Registrazione
    Oct 2018
    Località
    Italy
    Messaggi
    6
    Ringraziamenti
    0
    30th October 2018,  15:03
    3

    Bè, ma sai, normalmente quando capitano di queste situazioni basta farsi dare una mano da qualche smanettone e si viene a capo velocemente dei problemi. Speravo di trovare qualcuno che fosse in grado di aiutarmi in lingua Italiana, per risparmiarmi un po' di fenomeni tipo "lost in traslation", ma temo che invece mi toccherà proprio andare su quqlche forum angolofono. Evidentemente siamo ancora troppo pochi in Italia a fare musica con Linux. Grazie comunque per l'interessamento, alla prossima! (Y) :-)
    Faccio musica con software linux (Ardour come DAW, più altri programmi e plugin vari). Desktop: xubuntu. Distribuzione: Ubuntu 18.04 LTS x86_64.

  4. Nino D'Angelo del Forum L'avatar di les2
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Messaggi
    2,406
    Ringraziamenti
    499
    30th October 2018,  15:37
    4

    Ciao Adriano,
    ogni tanto ci riproviamo (e ci speriamo) ma l'utenza professionale è costretta a rimanere su win o su mac.
    Il primo vero problema sono i driver delle schede.

    Con i plug in vari non so come siamo messi, un tempo anche loro erano un problema (mancavano quelli più importanti), magari è cambiato qualcosa.

    Detto questo quando parli di linux parlare la stessa lingua è ormai obbligatorio, non fosse che almeno comandi e nomi sono uguali

  5. Nino D'Angelo del Forum L'avatar di les2
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Messaggi
    2,406
    Ringraziamenti
    499
    30th October 2018,  15:39
    5

    ah, dimenticavo che intanto @David Dieci lo chiamiamo

  6. 8 kHz (mono)
    Data Registrazione
    Oct 2018
    Località
    Italy
    Messaggi
    6
    Ringraziamenti
    0
    30th October 2018,  16:28
    6

    Bè, come plugin sicuramente non c'è la scelta infinita che c'è sulle altre piattaforme, però ce ne sono di ottimi. E considerando il fatto che ala fine non sono tanto i plugin che danno il risultato finale, ma bensì il "manico" di chi li usa, credo che boh, tutto sommato, si possano comunque fare un miliardo di cose con i sw in circolazione. Chiaro però che sulle altre piattaforme per certi versi si ha vita più facile :-P
    Faccio musica con software linux (Ardour come DAW, più altri programmi e plugin vari). Desktop: xubuntu. Distribuzione: Ubuntu 18.04 LTS x86_64.

  7. 44,1 kHz (16bit) L'avatar di F.Blues
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Località
    Sicilia
    Messaggi
    1,573
    Ringraziamenti
    350
    30th October 2018,  18:18
    7

    A parte che anche con i driver la situazione è parecchio migliorata, la mia tc konnekt va benissimo ed è firewire, un tempo bestia nera per linux, certo, senza pannello di controllo, quello no ma riesco a farne a meno, io per varie cause è da un po' che non ci armeggio comunque uso ubuntu studio (anche nel momento in cui scrivo questo post) con i repository kx studio, sono d'accordo col fatto che si possono fare un sacco di cose anche con i plug-in nativi, volendo anche un disco, non credo siano i plug-in il problema, ancora non ho fatto uno switch completo, sono in dual boot ma praticamanete sono sempre su linux
    Ultima modifica di F.Blues; 30th October 2018 alle 18:25
    Twangster

  8. 44,1 kHz (24bit) L'avatar di MRK_LAB
    Data Registrazione
    Dec 2014
    Località
    Valadas Occitanas
    Messaggi
    2,782
    Ringraziamenti
    716
    30th October 2018,  18:25
    8

    Citazione Originariamente Scritto da Adriano Visualizza Messaggio
    ala fine non sono tanto i plugin che danno il risultato finale, ma bensì il "manico" di chi li usa,
    Fino ad un certo punto però , cioè , saper lavorare è imprescindibile ma senza determinati strumenti fidati che nn basta.
    Parlo di Instruments più che che di FX , le ultime generazioni di synth , rompler e relative library permettono di raggiungere risultati impensabili con equivalenti macchine di 2 o 3 generazioni fa.

  9. Eroe del forum (Admin) L'avatar di lordadb
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Località
    Roma
    Messaggi
    6,561
    Ringraziamenti
    2,191
    30th October 2018,  18:29
    9

    Quoto les2. Il problema di linux non è il SO in sé, quanto la mancanza di drivers per utilizzare tutto il potenziale della propria scheda audio. Non è cosa da poco. Io ho uno studio ibrido (analogico e digitale per intenderci) e senza tutte le features che la mie due schede audio mi assicurano, difficilmente vedrei la luce. Togli il difficilmente e metti "sicuramente".

    Per anni ho sperato che qualche appassionato potesse garantire una buona percentuale di compatibilità su linux o, ancora meglio, le case costruttrici cominciassero a distribuire drivers per i loro prodotti, ma è rimasta una speranza vana. Ho tenuto d'occhio a lungo il progetto Ffado e ho atteso finché, addirittura, le schede firewire non sono arrivate sull'orlo dell'obsoleto.

    Questo per dire che non è che in Italia siamo indietro, lo sono le case costruttrici. Ed è scorretto anche dire che sono "indietro", piuttosto non investono dove non vedono mercato. Il cane che si morde la coda.

  10. 44,1 kHz (16bit) L'avatar di F.Blues
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Località
    Sicilia
    Messaggi
    1,573
    Ringraziamenti
    350
    30th October 2018,  18:34
    10

    infatti è proprio grazie a ffado che io posso usare la mia konnekt, dopo aver messo da parte gli alsa che altrimenti rompono, ecco ci sono diverse cosette che se uno non le sa collega la scheda e dice fanculo, non viene riconosciuta e invece non è così, devi mettere quel file di testo in quella cartella che dice agli alsa di non intervenire, oppure scarichi i repository kx studio e hai tutto già configurato
    Ultima modifica di F.Blues; 30th October 2018 alle 18:38
    Twangster

  11. 44,1 kHz (16bit) L'avatar di F.Blues
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Località
    Sicilia
    Messaggi
    1,573
    Ringraziamenti
    350
    30th October 2018,  18:47
    11

    Anzi a dire il vero la mia scheda è stata riconosciuta sin da subito però col driver alsa col quale non si riesce ad andare molto in basso con la latenza, per quello ci vuole ffado e per farlo funzionare si deve seguire, grosso modo, la procedura di cui sopra
    Twangster

  12. 22 kHz (mono) L'avatar di David Dieci
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Località
    UK
    Messaggi
    129
    Ringraziamenti
    17
    30th October 2018,  18:52
    12

    Ciao Adriano io ho sempre evitato come la peste gli avanzamenti per via di queste ragioni, molti dei coloro che offrono supporto su linux hanno sempre detto di fare installazioni pulite
    Quindi io farei così:

    Fai un backup dei dati, poi formatta tutto e metti Ubuntu Studio.

    Se poi Ardour 5.12 ti crasha quando attivi i plugin calf

    devi dare dal terminale **
    Codice:
    sudo apt-get remove --purge calf-ladspa
    Poi riavvia il sistema e fai la prova.

    *Questo comando richiede la connessione a Internet.
    *Questo comporta la perdita di LMMS.

    Se devi installare temportanemente LMMS il comando è
    Codice:
    sudo apt-get install lmms calf-ladspa
    Ho parlato con Paul Davis e mi ha detto di non usare più i plugin CALF. Quindi l'unico sistema attuale è questo.

    Poi c'è un russo che ha sviluppato altri plugin (LPS) e questo è il canale YouTube
    https://www.youtube.com/channel/UCu-...We0RVK6ETRMxUA

    Quì è per scaricare il pacchetto
    https://sourceforge.net/projects/lsp...ar.gz/download
    YouTube
    Il fumo di sigaretta danneggia le attrezzature da studio

  13. I seguenti 3 utenti ringraziano David Dieci per questo utile post:

    + Show/Hide list of the thanked

    F.Blues (30th October 2018), les2 (31st October 2018), turbopage (1st November 2018)

  14. Nino D'Angelo del Forum L'avatar di les2
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Messaggi
    2,406
    Ringraziamenti
    499
    30th October 2018,  19:28
    13

    1) intanto grazie a David

    2) boh, non so.
    La tc Konnekt non è la scheda più diffusa e nemmeno nuova, se devo lavorare su linux vorrei poter usare una scheda attuale.

    per il plugin peggio... come fai a lavorare senza un gt/gtr o batterie o simili? o suite complete che aiutano e fanno la differenze, anzi, magari sono standard a periodi.

  15. 44,1 kHz (16bit) L'avatar di F.Blues
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Località
    Sicilia
    Messaggi
    1,573
    Ringraziamenti
    350
    30th October 2018,  19:40
    14

    per il punto 2 vanno molto bene anche schede attualissime, a maggior ragione visto che ormai sono tutte USB, quanto meno firewire quasi niente e sono per lo più anche class compliant per cui ancora più tranquillo per la compatibilità, bisogna per lo più rinunciare ai vari mixer dsp e preferire schede che possano lavorare totalmente da pannello fisico.
    Coi plugghi ci lavori tranquillo anche senza le suite ultimo grido, gli eq ci sono, i compressori anche e pure tutto il resto, è un approccio diverso comunque e ci sono anche le batterie, insomma ai miei tempi si lavorava anche con i 4 tracce a cassette figurati se non pui lavorare con una DAW completa senza ricorrere a plug-in esterni, che poi, in misura molto ridotta, ci sono anche questi, è che siamo viziati ormai, alla fine per il mio livello che è molto basso o windows coi plug-in fighi o linux e ardour non cambia proprio nulla e credo di essere in buona compagnia, senza per questo voler sminuire le possibiltà di linux perchè secondo me possono andare ben oltre la stanzetta con le hs50, forse è più una questione di attitudine
    Ultima modifica di F.Blues; 30th October 2018 alle 19:49
    Twangster

  16. I seguenti utenti ringraziano F.Blues per questo utile post:

    + Show/Hide list of the thanked

    les2 (31st October 2018)

  17. Nino D'Angelo del Forum L'avatar di les2
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Messaggi
    2,406
    Ringraziamenti
    499
    31st October 2018,  11:01
    15

    dici? mi piacerebbe molto, utilizzo linux per lavoro ovunque e amo osx perchè sotto ha kernel linux.
    quando ho provato non ho avuto questa impressione, soprattutto in situazioni da stanzetta (come dici tu ) come si fa senza gtr o gr o reason o le varie suite di batteria, mi sembra impossibile.

    Certo se parliamo di registrazione partendo da una situazione pro, quindi solo "acquisizione" allora sì.
    Ma temo che già in fase di mix e master torniamo a prima, poi se sbaglio meglio (molto meglo ).

  18. 44,1 kHz (16bit) L'avatar di F.Blues
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Località
    Sicilia
    Messaggi
    1,573
    Ringraziamenti
    350
    31st October 2018,  11:40
    16

    io però non capisco cosa intendi per gtr/gr, forse simulatori di amp? io non ne uso per cui non mi pongo il problema, c'è comunque qualcosa anche su linux, reason non lo uso nemmeno ma i synth ci sono, ci sono i campionatori, ci sono come dicevo le batterie, sia internamente alla DAW, sia in formato campioni, sia esternamente alla DAW con altri programmi che lavorano in sync con la daw, insomma, io ho sempre usato freeware su windows, non sono tipo da superior drummer e compagnia bella per cui il passaggio per me è stato abbastanza indolore, trovo invece che avendo un setup ridotto che ridotto non è se guardo al passato posso concentrarmi di più sul lato creativo, c'è meno pappa pronta ecco, se però fai il fonico per lavoro, mixi conto terzi e ci vivi probabilmente ancora oggi è meglio stare su sistemi più standardizzati, consolidati, conosciuti e quindi più rassicuranti per la clientela, insomma c'è ancora parecchia ignoranza e pregiudizio per cui è facile beccare chi viene scoraggiato dal fatto che uno studio possa lavorare esclusivamente su linux
    Ultima modifica di F.Blues; 31st October 2018 alle 11:49
    Twangster

  19. 44,1 kHz (16bit) L'avatar di F.Blues
    Data Registrazione
    Jun 2013
    Località
    Sicilia
    Messaggi
    1,573
    Ringraziamenti
    350
    31st October 2018,  11:57
    17

    senza considerare che qualche tool per fare girare i vst di windows esiste ma non ho approfondito sinceramente
    Twangster

  20. 8 kHz (mono)
    Data Registrazione
    Oct 2018
    Località
    Italy
    Messaggi
    6
    Ringraziamenti
    0
    31st October 2018,  13:03
    18

    Citazione Originariamente Scritto da MRK_LAB Visualizza Messaggio
    le ultime generazioni di synth
    Anche in ambiente Linux i Synth fanno grossi progressi ogni anno e tengono il passo con i synth delle altre piattaforme. Zyn-Fusion per esempio, o anche Helm, ci puoi fare tutto quello che può servire per fare musica aggiornata coi tempi odierni, provare per credere (Y) :-)
    Faccio musica con software linux (Ardour come DAW, più altri programmi e plugin vari). Desktop: xubuntu. Distribuzione: Ubuntu 18.04 LTS x86_64.

  21. 8 kHz (mono)
    Data Registrazione
    Oct 2018
    Località
    Italy
    Messaggi
    6
    Ringraziamenti
    0
    31st October 2018,  13:13
    19

    Citazione Originariamente Scritto da David Dieci Visualizza Messaggio

    Fai un backup dei dati, poi formatta tutto e metti Ubuntu Studio.
    Azz, mi tocca fare così eh?! :-| La prospettiva mi fa un po' paura. D'altra parte però credo che in effetti potrebbe essere meglio. ho il PC un tantino incasinato da tante instalazioni fatte a cactus negl ultimi svariati anni. Ripartire da zero potrebbe essere opportuno. Per ritorvarmi settaggi personali, presetes etc. mi basta fare backuop della cartella /home/ vero?! Tanto tutti i dati ce li ho su HD esterno.

    Se hai raccomandazioni per me prima di questo grande pass parla ora o mai più :-P

    Ora però devo anche capire come installare Ubuntu STudio asfaltanndo il mio vecchio sistema operativo Xubuntu e risparmiando il dual boot con Windows, che non uso mai in effetti, ma può sempre far comodo in certi casi.
    Faccio musica con software linux (Ardour come DAW, più altri programmi e plugin vari). Desktop: xubuntu. Distribuzione: Ubuntu 18.04 LTS x86_64.

  22. 22 kHz (mono) L'avatar di David Dieci
    Data Registrazione
    Mar 2014
    Località
    UK
    Messaggi
    129
    Ringraziamenti
    17
    1st November 2018,  15:14
    20

    Una volta fatto il backup dei dati, quando fai partire il DVD di Ubuntu Studio selezionerai l'installazione che cancella tutto quello che c'è nel disco e installa il sistema da zero.

    Per la cartella home si, il backup è da lì, comunque se hai salvato qualche preset degli effetti in Ardour lo trovi nei progetti, nel file di esecuzione della canzone.
    YouTube
    Il fumo di sigaretta danneggia le attrezzature da studio

Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima